sabato 31 ottobre 2009

Brasadela normale e super......


La vita è come una bolla di sapone.......



Che soffiamo e conserviamo per quanto è possibile.....



Ma con l'assoluta certezza che prima o poi scoppierà.......


Arthur Schopenhauer (1788-1860)



Questa è un dolce semplice e facile da preparare che propongo così com'è e farcito.....e super appunto e lo dedico ad Angela una nuova amica e a tutte le amiche che passano di qui...



Una fettina per ciascuno non fa male a nessuno, vero???



Questo come altre due o tre cosette hanno fatto parte del "Pronto soccorso gastronomico" che ho portato ieri a mia madre così almeno per un po' non farà incetta di "dolcini" come li chiama lei nel supermercato di fronte a casa sua e anche negli altri che ci sono in zona......



A 85 anni dice che deve limitare i grassi e gli zuccheri e credo che in buona fede lo faccia sebbene il giro vita e il lato B siano tali da non passare inosservati.......



Ma alla fine, visto che le analisi del sangue sono nella norma.....ma perché le dico io:" Ti devi privare di qualcosa???".....




Oggi pomeriggio mi ha detto che ha fatto delle porzioni di questa Brasadela e le ha congelate in modo di aver il dolce sempre fresco al momento dell'uso......




Io ho assaggiato tutte e due le versioni e posso dire che nel primo caso, in cui è semplice, va bene alla mattina per colazione ......



Invece farcito con marmellata di castagne, giusto perché ne avevo un avanzo , e un generoso schizzo di panna spray.... beh allora la cosa diventa diversa.......



Ovviamente la farcitura può cambiare a seconda del gusto e tutta la Brasadela, tagliata a metà e farcita con sola marmellata a piacere, oppure con crema pasticcera, oppure con le due cose inseme , marmellata nella parte inferiore o crema pasticcera e panna sopra e sopra ancora il resto della ciambella...beh allora diventa super......

Tempo di preparazione: non più di 20'/30' con l'aiuto de robot
Costo:medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI

275 gr di farina di grano duro
25 gr di frumina o fecola
10 gr di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
100 gr di burro
100 gr di zucchero
1 pizzico di sale
2 uova
la buccia grattugiata di un limone
45 gr di grappa di buona qualità: 1/2 bicchierino
75 gr di latte: 1/2 bicchiere

Propongo di nuovo la foto di come preparo velocemente la buccia di limone grattugiata: basta mettere un pezzetto di carta da forno su una di quelle grattugie a sezione quadrangolare con varie possibilità di usi e il gioco è fatto.

Basta poi sollevare la carta da forno e raschiare il tutto con un coltello....



Questo è lo stampo da ciambella che ho usato, vecchio come il cucco, diametro 14 cm pennellato di burro e infarinato.....


E la grappa di buona qualità: giusto un mezzo bicchierino......



Setacciare due volte la farina, la frumina o in mancanza usare della fecola, la vanillina, il lievito e il pizzico di sale e versare il tutto nel boccale del robot con lo zucchero, il burro morbido e a pezzetti e con la buccia di limone preparata prima......


Azionare il mixer fin quando tutti gli ingredienti si sono ben mescolati......



In un piatto sbattere le uova con il latte e e il bicchierino di grappa.....



Il composto dovrebbe avere questo aspetto......



E versarlo nel mixer azionandolo fin quando il tutto non si è ben amalgamato.......



Ora, a cucchaiate, disporlo nello stampo che va sbattuto sul piano di lavoro affinché la pasta si assetti perfettamente........



Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 160° per circa 30'........




Come sempre saggiare la cottura del dolce con uno stuzzicadenti: se è cotto perfettamente deve uscire asciutto......



Quando il dolce sarà intiepidito sformarlo su una gratella........


E decidere di che morte farlo morire......



Come ho detto all'inizio a fette è perfetto a colazione e la grappa aggiunta anche se è solo un bicchierino gli conferisce un delizioso aroma.......



Ma se si ha gente a pranzo e si vuole conferire alla Brasadela un tocco particolare e ancora più goloso allora la si può farcire come ho suggerito sopra o come la fantasia può suggerire.....



Comunque la facciate non vi serve più di un'ora tra la preparazione e la cottura quindi anche domani mattina, e credo che abbiate in casa tutti gli ingredienti (se non c'è la grappa potrebbe andar bene anche un altro liquore)...la potreste anche preparare....

19 commenti:

angela ha detto...

Grazie davvero di cuore di avermi dedicato un dolce!! Tu non puoi sapere quanto sono golosa!!!!!!! adoro tutti i dolci!!!!!! Una persona che me lo dedica uno, è super!!
Proverò a farlo, certi ingredienti non li ho, poi ti faccio sapere come è riuscito!!!!!!!!
Spero bene, cercherò di usare bene le mie manine, poi toccherà a te con le stoffine!!
Un bacione
Angela
GRAZIE ANCORA!

virgikelian ha detto...

Sei una vera tentatrice con queste foto guduriose ...
Buona domenica. Virginia

Clementina ha detto...

Queata volta mi complimento con te per la scelta delle foto!
La teglia... la routine, le uova... la vita...le bolle ... la sincerità. Le foto...un inno alla vita Semplicemente ... bellissime!

Federica ha detto...

con un dolce così rifarei colazione anche se l'ho appena fatta!

Domandine: la farina di grano duro...io trovo solo la semola rimacinata di grano duro..intendi quella??
E poi vorrei sapere la misura della stampo!! grasssssie!!!

Antonella ha detto...

Uhmmm che buona!!!
Solo a vedere come è venuta la pasta si capisce che è una delizia...brava come sempre cara!!

Serena domenica
Anto:o)

Mary ha detto...

Complimenti questo dolce solo dalla foto mi lascia a bocca aperta , figuriamoci se me la dovessi trovare su un piatto pronto da assaggiare. Buono!

Fra ha detto...

qui la chiamiamo brazadela, ma la sostanza è la stessa...buonissima! è stata la colazione di tutta la mia infanzia, la torta che chiedevo sempre alla nonna ;)
Un bacione
fra

Caty2 ha detto...

grazie dell'idea della grattuggiata del limone, veramente geniale !!! ciao Caty2

eli ha detto...

Quante ciambelle oggi sui blog, ne devo postare anch'io una. Sai che mi hai dato un'idea con quella meravigliosa farcia di castagne e panna! Si dovrebbe abbinare bene anche con la mia ciambella.
Ti auguro buona domenica!

p.s. da quando l'ho visto qui da te uso sempre il trucchetto della carta forno per grattugiare la buccia di limone, è veramente pratico e non si spreca nulla ;-)

Irene ha detto...

che meraviglia...a me la versione panna e marmellata grazie!!! che fortunata la mamma..anche io ne vorrei una scorta!!!ciao e buona domenica!

Simo ha detto...

Certo che farcita...è davvero spettacolare questa brasadela!
Slurp......

Alex ha detto...

Buona questa ciambella! Mia suocera (ferrarese) prepara la Brazadela tipica delle sue zone a forma di S...a volte l'ho fatta anch'io...ma a parte il nome, il risultato credo sia diverso....quella che fa lei è più un mega-biscotto...questa tua però me la segno....mi piace soprattutto per la sua semplicità!!!

casasplendente ha detto...

Ottima la tua Brasadela ho gradito tanto la fetta che mi hai donato ;-)
Ha ragione la tua mamma a voler avere un dolce così sempre a portata dio mano :-)

Buona Domenica Baci

Asa_Ashel ha detto...

Mi ha molto divertito l'espressione "pronto soccorso gastronomico", anche perché poi alla fine è una cosa che faccio anch'io. Mi capita spesso di essere sempre di corsa durante la settimana e molte volte il mio pranzo si riduce ad uno yogurt e una fetta di torta, quindi cerco sempre di averne da parte perché meglio quella home-made che i dolcini confezionati pieni di tutto e di più tranne che di bontà a cuor leggero. Trovo curioso il nome di questa torta, Brasadela, ha qualche significato?
Per la grappa di buona qualità non dovrei aver problemi, vivo a Bassano del Grappa e la materia prima non manca proprio. Devo cercare invece la farina di grano duro, tutte quelle che ho visto fino ad ora sono di grano tenero, tu la trovi al super o nei negozi specializzati?

dolcipensieri ha detto...

bella e buona... come sempre!!!

manu e silvia ha detto...

E ma qui la scelta è difficile! Riteniamo che prima di decidere assaggaremmo etnrambe le vesioni: semplice o farcita...ma temiamo ci cinquisterebbero entrambe!
Tua mamma si merita proprio della Grande: affettare e congelare le fette per averde sempre disponibili, è una bella idea!
baci baci

Annalisa ha detto...

Ciao, non conoscevo il tuo blog, ma arrivo direttametne da quello di Angela. Devo passare + spesso, golosa come sono... ci rivedremo presto, ciao

Nadine d'Arras ha detto...

Comme Angela, j'adore les gâteaux et celui-ci avec confiture de marron et crème chantilly me donne envie - bravo

Marco ha detto...

già il solo mischiare la buccia di limone con la vanillina è fare un miscuglio inutile che ogni bravo pasticcere ti sconsiglierebbe (è un po' come mischiare il latte con l'aceto)