venerdì 23 dicembre 2011

Tarte aux clémentines confites


La freccia.

La freccia è l'intenzione che si proietta nello spazio...

Una volta che è stata scoccata non c'è più nulla che l'arciere possa fare...

martedì 20 dicembre 2011

La prova del cuore




Veste grafica allettante....

Volume di grande formato...

60 ricette splendidamente illustrate e ancor meglio spiegate....

Uno chef stellato e  artista in cucina.....giovane e geniale... Cristian Bertol

Un altro libro di cucina anche se di altissimo livello???

No! E' molto di più ....

Questo libro, come uno scrigno, racchiude  gioielli inestimabili quali  l'amore per la propria terra, e lo si evince dall'impiego  dell'eccellenza delle materie prime usate nelle varie ricette, ma anche un cuore generoso che, grazie ad un'idea geniale, vuol  vedere realizzato un sogno...

Infatti esiste in Trentino una fondazione che si occupa  di una patologia difficile da curare e dal nome ben noto: l'AUTISMO.

E quale può essere il collegamento tra questa Fondazione e un libro di ricette??

E' molto semplice: fare qualcosa per gli altri.

E con questo nobile intento è nata l'idea di creare una cosa speciale  che si è concretizzata con l'edizione di questo libro...

L'obbiettivo di questa importante operazione, che mette insieme l'arte culinaria di un grande chef e i prodotti d'eccellenza del territorio, consiste nella realizzazione di un centro specializzato nella diagnosi e nella riabilitazione dell'Autismo, dando sostegno alle famiglie che devono affrontare questa difficile patologia che ha colpito uno dei loro cari.

A tutt'oggi, in mancanza di un centro specializzato in Trentino, queste famiglie  sono costrette a spostamenti in altre regioni nella speranza di trovare una speranza, un supporto per le problematiche di questa malattia se così si può definire....

Invece è la propria comunità  che deve creare condizioni ottimali per la cura, la diagnosi, la riabilitazione, la crescita, lo studio e il lavoro....

L'obbiettivo è NORMALIZZARE l'autismo, e coloro che ne sono affetti chiedono di essere ascoltati, valorizzati e non posti in un angolo come persone irrecuperabili...

Il  Consorzio Melinda   ha sponsorizzato l’esclusivo libro di ricette scritto dallo chef stellato Michelin Cristian Bertol, noto al pubblico per le sue frequenti partecipazioni al programma “La prova del cuoco” di RAI 1, che offre 60 ricette originali e creative con i migliori prodotti trentini come ho accennato in inizio post..

L’intero ricavato al netto dei costi di produzione sarà devoluto alla Fondazione Trentina per l’Autismo Onlus (AGSAT) per finanziare progetti atti a migliorare la qualità di vita delle persone con Autismo.

 Un sogno?

Obbiettivi ambiziosi??

Vogliamo dare una mano a realizzarli???


 






Per Natale regaliamo di biscotti senza glutine?? Ecco i brownies al caffè!!!



Sono sempre le abitudini oziose....





Quelle che si rimpiangono...

William Faulkner (1897-1962)

sabato 10 dicembre 2011

Strudel veloce alle mele e...



La felicità è un'opera d'arte...

Trattatela con cura...

Edith Wharton ( 1862-1937)




E' proprio vero...spesso ci affliggiamo con mille problemi senza valutare che in effetti sono di poco conto...

La felicità cos'è in fondo?

E' uno stato di grazia che ci deriva dall'essere sereni senza pretendere, come spesso afferma Brooke in beautiful, che "TUTTO SIA PERFETTO"!




La felicità, a mio avviso,  è rappresenta da una buona  salute in primis, da un buon rapporto con i nostri cari, e non parlo solo con  partner e con i  figli, ma anche ...possibilmente con tutto il parentado, dalla certezza di un lavoro, dalla speranza di arrivare a fine mese senza dover lesinare sulle minime spese anche di prima necessità, dall'ideuzza di fare un viaggetto e dall'attesa che ci separa da un momento di relax condiviso con chi si ama....

Mamma mia come sono saggia oggi....ma alla mia età devo esserlo per forza grazie anche alle vicende ed esperienze che hanno costellato la mia vita !!

Ma parliamo dello strudel che propongo oggi..

Le mie amiche più pazienti nella preparazione della pasta di base, forse storceranno il naso ma io ho approntato  una frolla di base un po' particolare...

Tempo di preparazione: circa 20' più il riposo delle frolla in frigo, circa 30'
Costo: medio-basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI

Per la frolla di base

150 gr di farina 00
150 gr  di fumetto ( farina di mais finissima)
70 gr di burro
70 gr di zucchero
1 uovo
70 gr di acqua freddissima


Per il ripieno

2/3 mele renette o golden
qualche cucchiaiata di marmellata di albicocche
qualche biscotto secco
torrone  le quantità sono a piacere
gianduiotti le quantità sono a piacere
poco latte per la finitura


Per prima cosa preparare la frolla di base:

Versare nel bicchiere del mixer e nell'ordine: la farina 00, il fumetto, il pizzico di sale, il burro a pezzetti, lo zucchero, l'uovo e l'acqua ben fredda.

Azionare il robot ad ogni ingrediente aggiunto  fino a quando si forma una palla che va lavorata brevemente e posta in frigo, avvolta in pellicola trasparente per 30'

Intanto, per portarsi avanti con il lavoro affettare le mele ed eventualmente spruzzarle con succo di limone.

Passato il tempo di riposo della frolla di base stenderla sottilmente sul piano di lavoro, se lo si ha a disposizione usare  un foglio di silicone come appare in foto, pareggiare i lati in modo da avere un rettangolo e disporre un primo strato di biscotti sbriciolati a mano, qualche cucchiaiata di marmellata di albicocche e le mele affettate in precedenza...






Disporre qui e là dei pezzetti di torrone..




E qualche gianduiotto anche lui a pezzetti non troppo piccoli...

Eventualmente si può usare anche del cioccolato fondente o gocce sempre di cioccolato...




Rimboccare i lati della base di frolla come appare in foto....



Arrotolare, servendosi dell'aiuto del foglio di silicone e disporre verso il basso il punto di giunzione dello strudel....

Con gli avanzi di pasta frolla formare delle piccole decorazione che vanno posate lungo il "corpo" dello strudel avendo avuto cura di inumidire con poca acqua il punto in cui verranno sistemate.



Pennellare con poco latte...




Ed infornare il forno preriscaldato e ventilato a 170° per circa 25'/30' o perlomeno fino a quando appare ben dorato.....




E' un dolce di stagione quindi perfetto da ora in poi anche, eventualmente, con aggiunte diverse come ad esempio frutta secca o uva passa a seconda del gusto dei nostri famigliari...

La fantasia non manca certo alle mie amiche..

sabato 3 dicembre 2011

Finto soufflè di zucca e grano saraceno e 900° post




La speranza e la paura ci fanno vedere come verosimile e prossimo ciò desideriamo e ciò che temiamo...




Ma entrambe ingrandiscono il loro oggetto...

Arthur Schopenhauer ( 1788-1860)

martedì 22 novembre 2011

Comunicazione di servizio...ci risiamo con il furto di ricette

Devo alla cortesia di Valentina Cucina e cantina l'essere stata informata che su questo sito "I menù di Benedetta" sono apparse due miei recentissimi post come si potrà facilmente verificare.

L'amica blogger mi ha inoltre scritto che anche sue ricette sono state SCIPPATE  e pubblicate.

Come sempre non c'è la possibilità di fare commenti in modo da contestare la violazione di una norma di cortesia e di etica che ci accomuna e cioè chiedere il permesso alla blogger amica  di pubblicare una sua ricetta ( preparata da noi e seguendo le sue indicazioni e modalità) sul nostro sito  e solo dopo avere ricevuto il suo consenso, citandone la provenienza.

Questo è quello che di solito si fa e che deve essere sempre fatto..

Ora io chiedo alle amiche di spargere la voce e a quelle  più esperte, e che in passato hanno bloccato questi siti di intervenire.....io non saprei neanche da dove incominciare e... di porre, se possibile,  rimedio..

Ragazze: è una cosa che interessa tutte...

Se c'è qualche novità chiedo cortesemente di essere avvertita..
Un abbraccio!!

lunedì 21 novembre 2011

Muffin con gocce di cioccolato e ..cookies






Non abbiamo la facoltà di sceglierci i genitori...purtroppo....



Se non esistessero i genitori non ci sarebbe nemmeno la psicanalisi...

Catherine Breillat (1948)


sabato 19 novembre 2011

giovedì 17 novembre 2011

Scodelline di rape con ripieno di carne






Quasi sempre quel che giova ai giovani....



Giova al paese....

Mario Monti (1943)



Rape???

Non le posso sopportare ..ne ho mangiate troppe in tempo di guerra....mi disse decisa un'amica.

E in effetti possono piacere o meno, ma credo che varrebbe la pena di preparare almeno una volta questo secondo piatto ..

Poco costose, veloci da cucinare, saporite..queste scodelline dall'aria innocua  hanno le carte in regola per fare una bella  figura sulle nostre tavole...con quella cupoletta di carne saporita....


Tempo di preparazione: circa 20'
Costo: medio-basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI

8-10 rape medie
100 gr di carne trita per polpette
100 gr di salsiccia
1 uovo 
prezzemolo 
3 cucchiai di olio extravergine
poco pangrattato 
poco burro
sale e pepe q.b.
1/4 di tazza di brodo vegetale

Sbucciare le rape con un pelapatate, eliminare le varie imperfezioni e lessarle in acqua salata per 10'...

Scolarle, farle raffreddare un momento, tanto da poterle maneggiare e dividere a metà scavando all'interno per ricavare delle scodelline...

L'avanzo può essere adoperato in altro modo..ad esempio lo si fa insaporire in padella con olio, aglio e qualche pezzetto di salsiccia...ma questa è un'altra storia...




In una scodella mescolare carne trita, salsiccia spellata, l'uovo, sale e pepe e prezzemolo tritato.....

Mescolare per bene...




Sistemare tutte le mezze rape in una pirofila con poco olio...

Prelevare delle piccole quantità di ripieno e disporlo nelle scodelline di rape fino ad esaurimento dello stesso...



Ecco qui sotto un piccolo particolare....




Cospargere le scodelline con pan grattato e porre su ognuna un pezzetto di burro...




Versare un poco di brodo e d infornare in forno preriscaldato, ventilato e alla temperatura di 180° per circa 30'

Eventualmente si può preparare in anticipo e scaldare al momento nel microonde....




mercoledì 16 novembre 2011