venerdì 16 dicembre 2011

Charlotte aux marons!!!!!




L'uomo diventa spesso ciò che crede di essere...




Se continua a dire che non si riesce a fare una certa cosa è possibile che alla fine si diventi realmente incapaci di farla...
Gandhi (1869-1948)



Oggi non mi voglio dilungare in considerazioni e spigolature varie ..le mie amiche, specie in questi giorni, vanno al sodo e guardano se la ricetta o le ricette allegate sono interessanti e fanno al caso loro ...ma l'aforisma di oggi ci insegna qualcosa ....

E soprattutto non ha bisogno di commenti.....

Se ci si impegna, se si crede in noi stessi, se si è determinati ..niente e nessuno ci può impedire di ottenere quello che vogliamo o di raggiungere gli obbiettivi che ci siamo prefissi...





E niente e nessuno vi può impedire di preparare un dolce come quello che propongo oggi che è di una facilità estrema, costa relativamente poco, si può preparare con anticipo......

Avrei anche voluto dire che si può congelare con successo ma..... mio figlio per il cui compleanno l'ho preparato si è portato il sostanzioso avanzo a Milano con l'intento di porlo nel congelatore ed invece proprio ieri sera mi ha confessato che se lo è mangiato tutto.....

A proposito del mio adorato ragazzo  fate un salto a visitare il suo blog ...ne vale veramente la pena..

Bello, curatissimo..insolito e poi mi dite qualcosa!!!!

In una foto allegata, scattata dalla sua ragazza...che ci sa fare con la digitale..... lo potrete ammirate in tutto il suo splendore ma solo fino al...naso!!! 



Come dicevo prima questo dolce è stato preparato per il compleanno di mio figlio e unitamente al cervo in crosta rappresenta due delle portate che devono essere presenti sulla tavola per festeggiare quel giorno degnamente!!

Tempo di preparazione: circa 30'
Costo: medio
Difficoltà:*

Le amiche che preparano il Pan di Spagna in casa storceranno il nasino ma ne  ho usato uno rettangolare acquistato da Bennet ...bello morbido e non ho neanche eliminato la parte esterna....

Disporre in uno stampo da charlotte un foglio di pellicola trasparente  di dimensioni adeguate e comunque abbondante e disporre le fette di pan di Spagna come appare qui sotto.....

Bagnare con grande moderazione con del Maraschino o altro liquore non troppo forte o, se se si preferisce con succo di frutta se ci sono dei bambini.....



Montare la panna con dello zucchero a velo...diciamo 3-4 cucchiai ... unire una bustina di pannafix ( ho pensato alle decorazioni a dire il vero miserrime che ho fatto in seguito sul dolce)...

Mescolare delicatamente la panna ben montata con della marmellata di castagne..io ho usato la mia e versarla a cucchiaite nello stampo alternandola con fette di pan di Spagna tagliate a misura...



Per finire porre altre fette di pan di Spagna per conferire solidità al dolce al momento di spormarlo sul piatto da portata, rimboccare i lembi della pellicola che abbiamo lasciato debordare e porre in frigo fino al momento dell'uso....

Come si è visto nelle foto di inizio post ho cosparso il dolce con cacao amaro che mi ha dato qualche problema quando ho fatto quelle poche decorazioni con la panna montata che tendeva a non attaccarsi .... ma nessuno si è accorto delle imperfezioni....



Con il Pan di Spagna avanzato, tanto per farlo fuori ho preparato delle mini charlotte disponendo pellicola  trasparente in stampini usa e getta o in quelli che si usano , sempre mono porzione per il creme caramel....

Con la base dello stampino ricavare un tondello che va posto sulla base ...




E tanti rettangolini posti in verticale .....

Bagnare anche qui con Maraschino.....


E colmare con altra panna con la marmellata di castagne.....

Rimboccare i lembi e porre in freezer..




E questa che appare qui sotto è la foto che ha fatto mio figlio col cellulare e che mi è arrivata in tempo giusto ieri sera per poterla allegare al post..




Mi dispiace che ho allegato il banner di Batù qui sotto ma non sapevo come fare per far far risalire l'immagine

15 commenti:

annaferna ha detto...

Ciao cara
mi dispiace ma oggi non ti lascio alcun commento ad aforisma e ricetta!
tutta la mia attenzione è puntato su quel bellissimo ragazzone che ho visto fino al naso!!!!
ORGOGLIO DI MAMMA ^_____^

raffy ha detto...

wow... sono senza fiato... stupenda Grazia, complimenti!! e poi sembra delicatissima... e buonissima!

Batù ha detto...

wow-wow-wow e ci credo che tuo figlio se l'è pappato tutto :-) (dopo vado anche a ficcanasare nel suo blog) MAMMAZANNNN quanto sono contenta che tu mi abbia inviato una tua ricetta, sapendo che sei molto indaffarata e un po' refrattaria ai contest. Onorata! (guarda che il banner, inserito lì, per me va benissimo) grazie mille! e.. un bacione (poi, appena trovo un attimo di tempo ti scrivo)

Ros ha detto...

che bontà assoluta questa charlotte :D

Emanuela - Pane, burro e alici ha detto...

un dolce godurioso! ...da tuffarcisi dentro! Complimenti anche a tuo figlio!

MiniCuoca91 ha detto...

Che bontà!! ottima idea di mettere le castagne.. storcerò anche il nasino per il pan di spagna ma la ricetta è deliziosa!!! :D :D Complimenti!

monica ha detto...

non ho parole. una bellezza! e con le castagne... chissà che buono!!! ciao cara, ti auguro un bellissimo fine settimana e ti ringrazio per il bel commento che mi hai lasciato: detto da mammazan... che onore!!
un abbraccio

lidia ha detto...

Che bontààààààààààà,bravo tuo figlio,che l'ha mangiatooooooo.Un Abbracciooooooo

Housewives w ha detto...

ciao ... com'è che mi stavo perdendo questo dolce ??
Comunque il pariser è un salume non di grandissima qualità e dal costo assolutamente abbordabile che si trova sia nel banco frigo che in salumeria ... è buono e si presta a precchie cose , se fatto bene fa anche la sua figura e ai bambini piace di sicuro perchè somiglia al wurstel (quelli del banco frigo ) e ha la consistenza della Jambonet .. bacionissimi

Elena ha detto...

Grazia,non sai quanto l'aforisma da te citato capiti a fagiolo in questo momento della mia vita. L'entusiasmo è quasi a minimi storici e per farlo risalire che fatica!E' vero,le convinzioni ci plasmano.Se siam convinti di non farcela,non ce la faremo. Ci tarpiamo le ali prima ancora di aprirle. E si diventa quel che non si voleva diventare. Per fortuna la charlotte che hai pubblicato è divina e sembra così facile,che anche una convinta come me di non riuscire a farla,magari con un pizzico d'impegno e la tua ricetta,può fare miracoli.Grazie!Un abbraccio!

matematicaecucina ha detto...

Un dolce semplice ma d'effetto, in questo siamo in perfetta sintonia! Io ho letto tanto su Gandhi, forse per questo penso di essere capace di fare tutto! o almeno ci provo! Un abbraccio, Laura
vado a dare un'occhiata al blog di tuo figlio, sono curiosa!!!

Maria Giulia Buldini ha detto...

Partecipa al contest di Natale, Alce Nero!
http://www.sorelleinpentola.com/2011/12/natale-con-chiara-maci-e-alce-nero.html
Ti aspettiamo!"

Elena ha detto...

Grazie Grazia! Sì il motto dev'essere sempre: credere in se stesse!:-)Un abbraccio!:-)Ps: dici che se nella charlotte metto la crema ai marroni va bene ugualmente?:-)

merendasinoira ha detto...

ooh ci son capitata per il contest di Batù...me l'ero perso....
con una roba così, mio marito mi risposa! :-D

madamabavareisa ha detto...

e complimenti alle finaliste del contest!^^