lunedì 26 ottobre 2009

Rape e salsiccia



Il popolo è di certo sovrano: tuttavia è un sovrano eternamente minorenne.......




Per questo è costretto a restare sotto costante tutela......



E non può amministrare da sé i propri diritti senza incorrere in rischi infiniti......


Arthur Schopenhauer (1788-1860)



C'è chi le rape non le può neanche vedere: "Ne ho mangiate troppe in tempo di guerra!!"

Mi diceva un'amica di poco più grande di me......


Ma essendo io meridionale altri tipi di verdure o tuberi apparivano in tavola: le cicorie, i piccoli cetrioli che da noi si chiamano "barattieri", le cime di rapa senza poi addentrami nel vasto repertorio dei legumi......

Ora sono di moda e spesso rivalutati ma chi tra noi, specie in meridione, non ha mangiato le fave in purea con i pezzi di pane dentro, le fave scure non mondate della buccia e cucinate con tante cipolle, i fagioli senza la cotica, i ceci conditi con un goccio d'olio e con il pane pugliese un tantino stantio, bello saporito tagliato a fette spesse sistemate sotto i legumi affinché si potessero ammorbidire con la loro acqua di cottura????

Cibo povero ma gustoso, quasi privo di colesterolo ma chi aveva il colesterolo alto durante e subito dopo la guerra?????




E siccome io di rape non ho mangiate né molte né poche, e quindi non ho brutti ricordi, l'altro giorno ho deciso di prepararle previa telefonata a mia madre che per me è un oracolo vivente per certi tipi di piatti e contorni...

Ho seguito i suoi consigli escludendo il peperoncino che per lei è un must per ogni preparazione culinaria..... io ho usato del pepe nero ma chi preferisse il primo lo può usare......



Se le rape non fossero gradite possono essere egregiamente sostituite con i topinanbur sicuramente più delicati e gradevoli ma non ne ho visto in vendita...forse è ancora troppo presto, ma io non sono un'autorità in merito.....

Comunque il metodo di preparazione è identico....

Tempo di preparazione: circa 30' in tutto
Costo: medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI
Per 2 persone

800 gr di rape
500/600 gr di salsiccia
2/3 spicchi d'aglio
3/4 cucchiai di olio extravergine
sale e pepe q.b.

Pelare le rape, dopo averle accuratamente lavate, con un pelapatate...si fa in un attimo.....

E tagliarle a fette sottili: si deve quasi vedere Superga.......

Ho tentato di eseguire questa operazione con la mandolina ma la rapa era troppo soda e quindi ho usato un coltello affilato......




Ecco la salsiccia senza aroma alcuno.......

Deve esser tagliata a segmenti di circa 5/6 cm........




Sistemare le rape in un largo tegame antiaderente con 3/4 cucchiai di olio extravergine.....



Due tre spicchi d'aglio tagliati a filetti.......



Sale, una bella macinata di pepe, ho usato quello nero, ma va bene anche quello bianco e qualche cucchiaiata di acqua, mescolando spesso......



In un altro tegame sempre antiaderente cuocere un poco la salciccia tagliata a pezzi regolari fin quando non comincia a rosolarsi un po'....



A questo punto quando la salsiccia è a metà cottura e le rape cominciano a essere appassite ma non colorate unificare il tutto......



E portare a fine cottura: non occorre più di 30' in tutto......




Ne ho preparato in abbondanza e una parte è stata consumata il giorno dopo solamente scaldatoa col microonde...era ancora ottimo!!

Come ho accennato all'inizio del post se le rape non fossero gradite come gusto possono essere usati i topinanbur, più delicati e versatili: qui in Piemonte vengono anche mangiati con la bagna caoda.....



E come sempre: BUON APPETITO A TUTTE!!!

21 commenti:

Lacrima ha detto...

wow... ma che storia. mi piace a leggerla, imparo cose che ancora non conoscevo cosi. grazie :)

e spero che tra tante cose che nella storia ormai non sono mai state cambiate, tu stai sempre bene e contenta :)

Nanny ha detto...

Adoro leggerti anch'io,ho tantissime cosa da imparare e il tuo blog è il giusto posto per apprenderle .
Buona settimana :*

cielomiomarito ha detto...

Senti.... se invece di Superga vedo la Bisalta fa lo stesso? Se mi sposto appena posso riuscire a vedere il Monviso va.... :)))
Questo è il tipico piatto che farà andare in brodo di giuggiole l'amato coniuge, quindi grazie anche da parte sua.
P.S. Anche le rape sono ottime con la bagna caoda.

lise.charmel ha detto...

non credo di aver mai mangiato le rape, che con le salsicce, come le hai cucinate tu, prendono un'aria gustosissima. le mangerei adesso che sono le nove e mezzo del mattino!

Claudia ha detto...

Mamma mia.... io per le salsicce ho un debole.. come le fai le fai.. son sempre buone!! :-))) baci e buona giornata!!!

Fra ha detto...

un piatto davvero molto gustoso!!!
Un bacione
fra

marifra79 ha detto...

Piatto davvero Super!!!!Questa volta faccio io i compliments!!!!!!Un abbraccio!

stefi ha detto...

Buongiorno!!!!
Questo è un piatto al quale non potrei mai rinunciare!!!!!
Buona settimana!!!!!!

Morena ha detto...

Io non le ho mai mangiate le rape, però viste così insieme alle salsicce mi attirano...ottimo piatto!!

ciao ciao!

il_cercat0re ha detto...

sai che non so nemmeno che sapore hanno le rape? è uno di quei cibi che in casa mia non ho mai visto, per cui quando ho iniziato a comprare e cucinare io non mi è mai venuto in mente di provarlo... certo a vederle insieme a quelle salsicce fa venire una certa voglia!

eli ha detto...

Pensavo di essere l'unica a non aver mai assaggiato una rapa, invece leggendo i commenti che mi precedono vedo che sono in buona compagnia:DDDD

Mio cognato è pugliese e di solito questi piatti li assaggio da lui e ne rimango sempre immediatamente conquistata. Da lui ho imparato a fare la pasta con le cime di rapa e le zucchine fritte alla menta. Mi parla sempre del famoso purè di fave che lui chiama "favetta" ma non l'ho ancora assaggiato.
W le ricette regionali!!!
a presto ;)

manu e silvia ha detto...

Non amiamo le rape...ma come cibo del popolo...caspita...è davvero ricco e sostanzioso!!
un bacione

Ruby ha detto...

'Sausisa e ravi', si fa moltissimo qui da noi. E me la mangio sempre volentieri, un piatto corposo e gustoso.
Ciao Grazia, buon martedi sera!

Simo ha detto...

La tua ricetta sembra golosissima, ma non amando io la rapa...non saprei dirti!
Un abbraccio

dolcipensieri ha detto...

la rapa è una verdura invisibile nella mia dispensa... non ne andiamo matti ma la salsiccia...... quella si. Cmq bella ricetta e storia interessante
ciao sere c.

Tibia ha detto...

leggendo la tua ricetta la prima cosa che mi è venuta in mente è la mia mamma :) lei cucina proprio così... con il cuore e i ricordi... grazie.

Antonella ha detto...

Non ho mai assaggiato le rape, ma questo piatto fa venire l'acquolina in bocca....mi sa che lo proverò visto che la salsiccia qui piace..;o)

Un bacio
Anto:o)

Micol ha detto...

Mammazan...ho l'acquolina in bocca....che fame....

Anna Righeblu ha detto...

Quante buone cose hai postato in questi giorni! Non sono riuscita a seguirti, nonostante il blogroll... ma posso provare a gustarmi tutte le tue bontà in una volta sola...
In questo periodo le salsicce mi risolvono con gusto qualche cena in famiglia, ma non le ho mai provate con le rape! Le cercherò al mercato.
Baci

Marm ha detto...

Le rape in casa mia si mangiano da sempre: da quando provenivano dagli orti di zii e zie ad ora che le acquisto al negozio o al supermercato; ho sempre dato la preferenza a quelle piccole, dalla buccia violetta, che sono le più saporite. Le mia fantasia si limita a proporle, come le si è sempre mangiate in famiglia, crude in insalata con olio e pepe, cotte e passate nel burro o caramellate e in un'ottima minestra di riso.
Ho accolto subito e fatta mia la tua invitante ricetta con salsiccia. Un piatto veramente saporitissimo. Complimenti ed un caro saluto a te ed alla tua mamma.

Patrizia ha detto...

Fatte e........Buonissime!!! Mia suocera, che aveva l'orto, le faceva anche con le foglie lessate delle rape.