mercoledì 16 dicembre 2009

E se a Natale oltre al panettone mangiassimo anche le "DITA DEGLI APOSTOLI????


L'unica preoccupazione della gente comune.....



E' quella di passare il tempo......



Chi ha un qualche talento pensa invece ad utilizzarlo.......

Arthur Schopenhauer (1788-1860)



Certo noi donne non abbiamo problemi per passare il tempo...anzi vorremmo che la giornata potesse avere almeno una trentina di ore......



Per cui per non sottrarre tempo prezioso alle mie amiche parlo subito di questa ricetta che è la conseguenza della preparazione di una quantità ospedaliera di crepes......



Mentre le preparavo diligentemente a mano o meglio con un padellino antiaderente ( non posseggo la crepiera) pensavo a questa leccornia o meglio a questa "galuperie", come si dice qui in Piemonte, che mia madre mi preparava quando ero bambina.......



"Mammina" la chiamo ancora così adesso anche se ha 85 anni ( quando si hanno 18 anni di differenza mi viene sempre naturale) "come facevi le dita degli apostoli?"



E lei mi spiega al telefono che vanno preparate con ricotta fatta sgocciolare, zucchero a velo e cannella " Perché giù da noi la cannella va molto".....

Io a dire il vero ne ho messo un pizzico perché altrimenti il suo profumo potrebbe essere invadente ma una variante ottima potrebbe essere eseguita con ricotta, gocce doicioccolata e con spolverata di cacao amaro...a voi la scelta......

Ma partiamo dalle crepes che ho preparato, congelato in attesa di essere utilizzate in mille modi...

Sono semplici da preparare....basta prendere un po' la mano e se poi si usano due padellini antiadenti delle stesse dimensioni il tempo di esecuzione si dimezza...


Tempo di preparazione: 10' per la preparazione della pastella, 2 ore di riposo i frigo e 30 minuti per preparare da 18 a 25 crepes a seconda del loro spessore
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI PER 18/25 CREPES

3 uova medie
100 gr di farina
2 bicchieri e mezzo da vino di latte corrispondenti a 350 gr
1 pizzico di sale
burro q.b. per ungere il padellino

PER LE DITA DEGLI APOSTOLI

150 gr di ricotta
2 cucchiai di zucchero a velo
poca cannella
zucchero a velo per la finitura del dolce

Versare nel boccale del mixer la farina un pizzico di farina e attraverso il foro del coperchio, mentre il robot e in funzione aggiungere a filo il latte.....

Aggiungere quindi le uova una per volta e versare il tutto in una scodella che, sigillata con pellicola trasparente, va posta in frigo per almeno 2 ore.....



Passato questo tempo mettere sul fuoco uno o due padellini antiaderenti delle stesse dimensioni o se queste fossero differenti basta fare due pile separate di crepes man mano che sono pronte.....

Un consiglio: prima di accingersi a preparare le crepes tagliare dei quadrati di carta da forno in modo da separare le crepes man mano che sono pronte.......

Ungere il tegamino, anche se è antiaderente, con poco burro operazione che va ripetuta ognoi volta, e con un mestolino versare una piccola quantità di pastella rigirandolo in modo che il composto lo ricopra tutto e attendere un momento prima di rigirare la crepe.....

Il fuoco deve essere moderato e sempre uguale di intensità.....

Infilare le crepes come appare qui sotto e una volta che son ben fredde congelarle 6 per volta sempre separate con la carta su cui sono state poggiate in fase di cottura......

Consiglio di congelarne poche per volta per accelerare lo scongelamento al momento opportuno....



Le crepes devono essere sottili se si vuole che quando si procederà al loro utilizzo rimangano intatte...se son spesse tendono a fessurarsi longitudinalmente......




Sono veramente un jolly in cucina : si possono farcire con salmone e formaggio fresco e chiuse poi a fazzoletto con un filo di erba cipollina, con prosciutto e formaggio e poi infornate cosparse con un velo di bechamelle, le cupole di crepes farcite a strati e senza contare le classiche "Crepes Susette" ( si scrive così?) o la miriade di dolci che si possono realizzare e che ho postato in passato.....

Ed ecco qui sotto le semplice e deliziose "Dita degli Apostoli" molto meno truculente delle dita delle streghe apparse in rete non tanto tempo fa.....

Ricotta freschissima e ben asciutta......



Schiacciata e mescolata con una forchetta con l'aggiunta di zucchero a velo e un soffio di cannella........




Amalgamata con cura.....



E spalmata su una crepe dorata .....



Arrotolata stretta e disposta su un piatto da portata e posta in frigo fino al momento dell'utilizzo...



Momento in cui va cosparsa abbondantemente di zucchero a velo.....



L'alternativa che ho suggerito sopra è quella di aggiungere delle gocce di cioccolata, cospargendo il tutto con cacao amaro......

Come sono belli i ricordi dell'infanzia legati a dei dolci così semplici!!!!!!

15 commenti:

Simo ha detto...

...mi spiace per gli apostoli, ma li lascerei senza dita, eheheheheh..!!!!!!!
Me le papperei all'istante!

La Gaia Celiaca ha detto...

che carine! l'idea del ripieno di ricotta mi fa venire in mente i necci, tipico dolce toscano, anzi, della lucchesia: sono delle crespelle di farina di castagne farcite con la ricotta.

bello anche il nome, molto suggestivo.

dato che il panettone un' mi è riuscito, potrei provare con queste... che sembrano decisamente più fattibili :-)

Luciana ha detto...

Bellissime queste dita degli apostoli, le mangerei proprio molto volentieri, io poi adoro le crepes e con la farcitura ricotta-ciocco non resisterei un attimo ;-)
Bacioni e buona serata!

Tibia ha detto...

boooni i ditini degli apostoli :)
brava Mammazan ! adesso mi leggo le ricette che mi sono persa in questi giorni, ho già visto cosine super interessanti....

pinar ha detto...

io a Natale mangio tutto, figuriamoci se non assaggio questa delizia! forse anche prima. e brava mammina!
PS non sapevo di poter congelare le crepes
grazie

katty ha detto...

che buone!! non l'ho mai mangiate!! ma sicuramente saranno squisite!! con la ricotta che adoro!! ciao buona notte!!!

marifra79 ha detto...

Ma quale sublime bontà queste crepes!!!Bell'idea...e pure quella di avere giornate lunghe 30 ore non è niente male!!!!
UN ABBRACCIO

LUNETTA ha detto...

Slurp!!!!solo co gli occhi me ne sono mangiati 3-4.Sei sempre mitica
bacioni

Clementina ha detto...

Ormai stiamo divorando di tutto, una cosa in più... ahahahahaha! Sono splendidi!

eli ha detto...

Ma che buone ditine avevano gli apostoli!!!
L'unico caso in cui diventerei cannibale, ahahahah!!!
questo ripieno per le crèpes non l'avevo mai provato, ma in Francia si sa...la ricotta non c'è e non sanno cosa si perdono :)))) io la adoro.

grazie per i consigli sul tomino, un bacione.

manuela e silvia ha detto...

Buona questa versione delle crepes dolci! noi le facciamo spesso..ma con ricotta e cannella..davvero da provare!!
un bacione

Mimmi ha detto...

ahahah, io con le creste di gallo, tu con le dita degli apostoli...
Ma siamo a Natale o ad Halloween?
Deliziose :-D
Un bacio, Mik

Micaela ha detto...

Grazia che carine queste dita degli apostoli!!! devo provare a farle anch'io!!! un bacione e buone feste!!!

cielomiomarito ha detto...

Che dolcetti originali! A noi piace molto la cannella, quindi considera queste dita già belle che spazzolate :)
(Grazie a mammina!)

judy ha detto...

Io faccio molto le crepes,e non sapevo che si possono anche congelare!Buona idea!E molto buone queste dita.....con tanta ricotta!mmmm da lecarsi i baffi!Baci carissima Mammazan!