venerdì 4 settembre 2009

Energetica al cioccolato e caffè


Mammazan collabora con REPORT ON LINE



Nel nostro continente monogamico.......



Sposarsi significa dimezzare i propri diritti.......



E raddoppiare i doveri.....

Arthur Schopenhauer (1788-1860) filososofo e scrittore



Quante di voi sono d'accordo con l'aforisma appena citato?????

Mi piacerebbe conoscere il vostro punto di vista.......


Perchè ho intitolato il post denominando questa torta "ENERGETICA"???


Ma perchè il connubbio cioccolato-caffè mi è sembrato tale.....



Quante di noi al mattino non riescono a decollare se non dopo aver bevuto una tazzina di caffè????


Personalmente, appena alzata, mi trascino in cucina, cercando di non calpestare Ninì che, essendo grigio scuro (è un certosino e si ritrova sempre un centimetro davanti i miei piedi con la testina rivolta verso di me per controllare i miei movimenti).....



E vado subito a preparare il caffé con la mia caffettierina da una tazza......



Durante il giorno ne bevo solo tre e basta altrimenti, se eccedo, mi sembra quasi di avvertire un piccolo senso di nausea.......



E lo attribuisco al mio fegatino che si ribella......



Ci sono anche delle persone che non possono neanche tollerare l'odore del caffè.....



Mi hanno parlato di una signora che doveva recarsi in paese, lei abitava in campagna, e quindi lontana dal luogo dove doveva andare.....



Che rifiutò il passagio in macchina offertole da un rappresentante la cui macchina era pervasa dall'aroma ....di caffè..... pensate voi....



Ed io che darei il mio "regno, come esclamò quel re che veramente disse "IL mio regno per un cavallo", per una tazzina di caffè......



Ovviamente seguita da una sigarettina.......

Come potrete vedere in seguito le fasi di preparazione della torta che propongo sono veramente poche e ciò sta ad indicare che è veramente semplice e veloce da preparare ....

Non è una gran bellezza ed io ho cercato di migliorarne l'aspetto infiocchettandola un pò.....

Ma noi tutte badiamo alla sostanza...non è vero????

La ricetta, con poche modifiche, è tratta da: I segreti dei dolci....

Tempo di preparazione:30'
Costo: medio-basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI

100 gr di burro
100 gr di zucchero + 1 cucchiaio
2 uova
15 gr di cacao amaro + 1 cucchiaio
120 gr di farina autolievitante (oppure 120 gr di farina 00 e 1/2 bustina di lievito per dolci)
1 pizzico di sale
poco latte
2 tazzine di caffè ristretto e zuccherato

Cominciamo subito con il preparare il caffè (ne occorreranno 2 tazzine e deve essere concentrato, ben zuccherato e fatto raffreddare).....



In una scodella mescolare la farina ed il cacao e un pizzico di sale......



L'uovo è sempre e solo un uovo ma questa foto è venuta carina: al centro si nota il bulbo della mia stupida lampadina con cui faccio i miei reportage..... ahahahahh.... fotografici....



In un'altra scodella e con le fruste elettriche montare per bene il burro con lo zucchero e le uova (intere così non abbiamo la seccatura di dover utilizzare i bianchi).....



Unire quindi la parte fluida al mix farina-cacao mescolando il tutto con cura....

Versare il composto in una teglia con la cerniera (la mia, sempre la solita, ha un diametro di 17 cm) pennellata di burro e ben infarinata.....

Cospargere torta, prima di metterla in forno, con una cucchiaiata di zucchero ed una di cacao ben mescolati e versare velocemente il caffè precedentemente preparato e ormai freddo....

Fin qui una passeggiata, non è vero????



E qui sotto ho allegato una foto che andava inserita prima e comunque raffigura la consistenza dell'impasto......



Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 180° per circa 30'/40'....



Sulla superficie si formerà una crosticina che è molto fragile......



Mentre il caffè scivolerà parzialmente sul fondo della torta in modo da creare una sorta di cremina.....


Porre la torta ormai fredda (ricordandosi di effettuare la prova dello stuzzicadenti che deve uscire asciutto dalla preparazione.....


A dire io vero la tortina l'ho fatta due volte per il fatto che mi ero dimenticata nella prima versione di zuccherare il caffè......



Ma poi ho constatato che la differenza di gusto era insignificante.....



Perchè tanti particolari della fetta????



Ma per invogliare le mie amiche a provare ad prepare questa tortina adatta alla colazione ma, con mirate aggiunte golose (uno schizzetto di panna ad esempio) può trasformarsi anche in elegante dessert....


Comunque la farina autolievitante è veramente un bell'aiuto infatti in questo caso la farina era poca (120 gr e l'aggiunta equilibrata di lievito sarebbe stata difficile...almeno per me.....)



A tutte auguro un'ottima giornata!!!

23 commenti:

marifra79 ha detto...

Questa volta sono io la prima a darti il buongiorno!!!...anche se da quello che vedo sei stata tu con questa visione!!!!!
Troppo buona!
Un abbraccio bacioni!!!!

Mary ha detto...

Che colazione extra ricca e buona!

Edi ha detto...

Io faccio parte della schiera che non può nemmeno sopportare il profumo del caffè... e pensa che ho l'ufficio accanto ad una torrefazione!!! Comunque nei dolci non mi dispiace affatto!
Il matrimonio è l'inizio di un lungo cammino fatto di condivisione e compromessi.
Ma c'è amore..ed amore non è rinuncia fine a se stessa, ma gioia di scegliere la cosa migliore.
Oggi mi sarebbe proprio servita una fetta di questa squisitezza energetica.. sono ancora imbambolata alle 11.00!

casasplendente ha detto...

Favolosa. Cara Mammazan anche io al mattina ho bisogno del caffè per iniziare bene la giornata , quindi il nome del tuo dolce è perfetto.
Baci

Federica ha detto...

ah ci vorrebbe anche adesso una fetta di questa delizia energetica...sono appena tornata dall'asilo con mia figlia...come primo giorno d'inserimento!non so delle 2 chi è più stanca!!!
brava!!

Lucadea ha detto...

Bellissime foto!

emamama ha detto...

Ottima colazione...buonissima!!

l'aforisma dice il vero ma io non
condivido...ciaoooo

Polinnia ha detto...

oddioooo....ho l'acquolina in bocca è proprio il dolce dei mie sogni!!!!!!!!!!

Simo ha detto...

Ho preso un chilo solo a "guardare" e ad "assaporare" le tue meravigliose foto................................

Ruby ha detto...

Io adoro il caffè e questa delizia è una visione! Mi segno subito la ricetta, il meteo dice che dalla prossima settimana si starà meglio qui dalle mie parti e se potrò di nuovo mettermi realmente ai fornelli (e al forno) questa tua la voglio preparare subitissimo!

Che dire....è vero, il matrimonio dimezza i diritti e raddoppia i doveri. Forse per i primi romantici tempi non è così, ma quando inizia a trascorrere il tempo saltan fuori tutti i difetti ed i punti a sfavore. Forse parlo così perchè sono separata, ma non credo mi risposerò mai. E' un cappio al collo eheheheheheh :-PPP
Buona giornata mia cara!

mammadeglialieni ha detto...

innanzi tutto concordo con schopenhauer!

però io non sò adoperare il trapano....eheheheh!!!!!

il dolcino deve essere buonissimo, me lo sono segnata su quadernino delle ricette, appena arriverà un pò di freschino lo proverò. a proposito, perchè metti i dolci in forno ventilato e non statico?
io ho sempre fatto il contrario...sono io che sbaglio? che differenza c'è?

un'altra cosa, faccio sempre tantissima fatica a caricare il tuo blog...sigh!per fortuna che oggi ci sono riuscita!
un bacione!

sorbyy ha detto...

Spero ne sia rimasta una fettina per me!!!!
Buonissimo ciao

dolceamara ha detto...

Godurioso!!! ...che dire di più??
Buona giornata

cris ha detto...

Bellissimo connubio, non c'è che dire!!! Cioccolato e caffè...... toglietemi tutto ma non questo!
Io non condivido affatto l'aforisma di quel tizio, e comunque valutando gli altri commenti trovo il concetto abbastanza soggettivo.... dipende solo dalle persone... e ci sono persone e.... persone! Baci

eli ha detto...

Quindi quella bella marmorizzatura (si dirà così?) che si vede è dovuta al caffè liquido versato all'ultimo?

Adoro i dolci al caffè (tutti) e questo non potevo perdermelo!!!

Hai ragione,per decollare occorre un bel caffè e con questa torta si decolla ...come un jet supersonico!

Per quel che riguarda l'aforisma, dipende dalle giornate eheheh!

ti auguro un buon w.e.

Nanny ha detto...

Adoro il promumo del caffè ma non lo bevo,sono cresciuta in una famiglia di bevitori di caffè e l'aroma che invade l'aria sopratutto di primo mattino è impresso nella mia mente,nei ricordi.La mattina mi ricarico con una bella tazzona di cioccolata,se poi c'è qualche fettina di dolce da inzuppare diventa una regina colazione.Il caffè con il cacao sposa benissimo, proprio come l'aforisma,giustissimo (anche se come le altre non condivido ma è la verità)!!!

anna the nice ha detto...

Cara Grazia,
figurati che io son riuscita a smettere di fumare, ma non riesco a fare a meno del caffè in tutti i modi, caldo, freddo, nel gelato, nei dolci, come liquore.....
Poi dicono che sono nervosa!!!
Comunque confermo sempre il mio piacere nel leggerti e la mia simpatia nei tuoi confronti.
Ovviamente il tutto condito con acquolina e invidia per chi ha assaggiato il tuo dolce meraviglioso.
Un abbraccio
Anna

marsettina ha detto...

già sento il sapore ,la devo fare assolutamente!

Stefania ha detto...

Buona buona! (anche senza sigaretta) E poi le foto sono splendide!
ciao

Giovanna ha detto...

Troppo, troppo buona! Caffè e cioccolato è un connubio meraviglioso. Bravissima!!! Baci Giovanna

Anna Righeblu ha detto...

Sicuramente "energetica" le si addice...
Caffè al mattino ne prendo... almeno tre tazze, altrimenti non riesco a carburare. Per il resto, una o due tazzine, l'ultima nel primo pomeriggio.
Durante le vacanze, però, ho ridotto la quantità prendendolo solo al mattino.
Baci e buon weekend

manu e silvia ha detto...

Ciao! noi siamo accanite sostenitrici dei tuoi aforismi iniziali!!!
Il caffè lo prendiamo almeno una-due volte al giorno, rigorosamente senza zucchero per assaporarne tutto l'aroma!
Buonissimi questo dolce: un connubio proprio energetico e indimenticabile!
bacioni

Lacrima ha detto...

Schopenhauer uno dei piu grandi filosofi europei... il pessimista ateista ma un filosofo di una chiarita nelle idee come pochi sono mai stati. il filosofo "della volonta" che credeva che i desideri non possono mai essere soddisfatti cioe nemmeno si deve provare... :) ha vissuto sempre solo, ritiratto e anche se non lo ammeteva mai, la sua filosofia lo avvicinava enormemente alla religione...quella buddista insomma e alla Vedanta.

E di sicuro uno che ha contribuito molto alla "cura dell'uomo", ritrovandosi con le sue idee poi anche nel lavoro di Freud :)

Aveva ragione da un punto di vista, e da una certo tipo di societa. In troppe societa aumentano e si raddoppiano solo i doveri della donna, mentre la vita dell'uomo diventa solo un tipo di paradiso dov'e lui e l'ombilico del mondo :)

buona domenica Mamazan :)