sabato 12 settembre 2009

Barrette bicolori croccanti


L'amore che non si rinnova ogni giorno....



Diventa un'abitudine......



E si trasforma in schiavitù......

Kahlil Gibran (1883-1931) intellettuale e poeta



Quante di noi, ogni tanto, osservano con un vago senso di sconforto......



Tutti quei sacchetti di alimenti "strani" acquistati sull'onda del momento nei vari reparti di alimenti biologici ricordando delle ricette di cui facevano parte integrante.....



Ed in seguito non solo ci si è dimenticate la ricetta oppure ,nel migliore dei casi ,se ne è usata solo una piccola parte.....



E del resto cosa se ne fa????

Mentre la data di scadenza si avvicina implacabile.....



A me è capitato per la "Crusca di coltivazione biologica" (usata in due o tre occasioni)....



E, ma devo ancora controllare in dispensa per altre cose no utilizzate, per il riso soffiato......



Ma ho trovato questa ricetta su Ricette tutto cioccolato e, per ironia della sorte, non era sufficiente.

Nella lista ingredienti sarà possibile trovare anche la dose ottimale da usare....



Il particolare che mi ha "galvanizzata" è stata la preparazione senza cottura, eccettuate le fasi durante le quali i 2 cioccolati dovevano ovviamente fondersi con gli altri ingredienti......

Le cavie che hanno assaggiato queste barrette (e incredibilmente anche mio genero che notoriamente, si fa per dire, non ama i dolci) le hanno gradite molto con un apprezzamento per il loro "apporto energetico"......

Ed ora bando alle ciance ecco la ricetta....

Tempo di preparazione: circa 20'/30' più il tempo di rassodamento in frigo
Costo: medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI

Per la parte bianca

60 gr di burro
60 gr di miele
160 gr di cioccolato bianco
40 gr di riso soffiato

Per la parte scura
50 gr di burro
80 gr di miele
150 gr di cioccolato fondente
40 gr di riso soffiato (sarebbe meglio 60 gr)


Qui sotto mostro come ho foderato con carta da forno il recipiente, una teglia di circa 18 cm di lato....

Ho bagnato e strizzato la carta da forno, ho ritagliato gli angoli in modo da farle aderire alle pareti senza grinze, avendo avuto cura di pennellare di burro la teglia onde consentire una maggiore adesione .....



Ecco il cioccolato bianco.....



Il burro.....


Ed il miele.....

Non è assolutamente necessario impiegare questo miele pregiato, acquistato in Sardegna, e l'ho dovuto usare con grande rammarico non avendone in casa dell'altro..... ma ormai avevo iniziato a preparare il dolce.....

Un miele milefiori andrà benissimo.....



E il riso soffiato.....


Mancano alcune fasi della preparazione che comunque è molto semplice.....

In un pentolino dal fondo spesso e su fuoco bassissimo, sciogliere il cioccolato bianco, il burro a temperatura ambiente ed il miele.....



Mescolare con cura fino a quando i tre elementi si sono ben amalgamati .......


Togliere dal fuoco, unire il riso soffiato, mescolare in modo che il tutto si amalgami alla perfezione e versare nella teglia precedentemente foderata di carta da forno come spiegato all'inizio.....

Pressare per bene, livellando come appare qui sotto, e mettere in fresco.... specie se la temperatura esterna è elevata.....



Ora prepariamo lo strato scuro seguendo le stesse indicazione che ho dato per la parte chiara.....



Versare sullo strato bianco, livellare come fatto in precedenza e a questo punto mettere la teglia, sigillata con pellicola trasparente, in frigo anche per tutta la notte.....



Tagliare quindi dei rettangoli di 2-3 cm di larghezza per circa 8 di lunghezza.....



Volendo però anziché delle barrette si possono anche ricavare dei quadretti di dimensioni inferiori....


Anticipo che dà un grande senso di sazietà e quindi non se possono mangiare delle quintalate ....



Ma il gusto è robusto ma nello stesso tempo delicato .....



Una barretta come questa e un bicchiere di latte e .... la colazione è già fatta.....



Oppure, se vuole toccare il fondo e si hanno ospiti, un ciuffetto di panna come decorazione magari non ci sta male....


E chi può mettere limiti alla fantasia delle mie amiche?????


Se avrete voglia di preparare questo dolce .... fatemi sapere cosa ne pensate....

22 commenti:

Federica ha detto...

ciao carissima!! proprio belle queste barrette bicolori! la segno ho proprio un pò di ingredienti da finire!!

se magari non l'avevi visto ti passo anche questa mia, non si sa mai..
ciao e buona domenica!

http://federicaincucina.blogspot.com/2009/07/dolce-al-riso-soffiato.html

Simo ha detto...

Davvero una bella idea!!! Anche per le merende fra bimbe, che ne dici???
Bacione e grazie!

Asa_Ashel ha detto...

mi piace molto l'idea di base e il fatto che sia bicolore, adesso studio bene le modifiche per abbassare il quantitativo calorico...

http://lacaloriasolitaria.blogspot.com/

Brad ha detto...

Sunttuoso !
Volglio un pezzo adesso :)
Davere, e troppo buono !
Brad

katty ha detto...

buonissimo!!!! bicolore davvero nuovo!!!! buona domenica!!!

Nanny ha detto...

I bambini (e non solo) impazziscono per questo genere di merenda,una ricetta davvero gustosa e invitante,non sbagli un colpo ;))

marcella candido cianchetti ha detto...

ottima ricetta w gibran vasuneddi

marsettina ha detto...

hai realizzato il ciocorì casalingo ,bravissima!

Alex ha detto...

Bella idea questo "cioccorì" casalingo...servito a cubetti o nei pirottini diventa un simpatico dopo cena (e veloce) per accompagnare il caffè. Ah il miele di asfodelo l'avevo comperato a Cagliari l'anno scorso...mi è piaciuto davvero molto...delicato e scioglievolmente vellutato...ho paura a finirlo!!!

casasplendente ha detto...

Ciao Mammazan , le tue barrette sono fantastiche.
Voglio provarle.
Baci e buona Domenica

babi ha detto...

Che delizia questa barretta Mammazan! E' troppo golosa! Alcune foto ti danno l'impressione di avercela a portata di morso! :D

Morena ha detto...

Mi sa che è lo stesso libricino che ho io, avevo annotato la stessa ricetta...dev'essere buonissimo!!!

Ciao ciao!!

manu e silvia ha detto...

Ciao! Ma dai, sono uguali a quelle che si comprano...anzi no, scusa...queste devono essere decisamente più buone, dopotutto le hai fatte tu!
un bacione

Mary ha detto...

Un'idea geniale considerando ch magari li andiamo a comperare mentre li possiamo fare a casa ..cosa in piu sarebero genuini!

ilcucchiaiodoro ha detto...

Eccezionale!!! Ma chi si mangia questa delizia? Posso averne un pezzo anche io?

sogno93 ha detto...

ma che ti inventi!!!!! queste barrette sono da mangiare con gli occhi....le foto sono invitantissime!!!!!!!!!!!!! chissà il sapore!

Giovanna ha detto...

Cara Grazia, se ti serve una cavia basta chiamarmi. Corro! Che buone le tue barrette.
Ottime anche per un buffet.
Baci e buona settimana Giovanna

sorbyy ha detto...

Che barettine!!!! Buonissime. Ciao

eli ha detto...

mi torna il mente il "Cioccori" che mangiavo da bambina...che buono! Oggi ho degli attacchi di nostalgia eheheh!

Mi segno subito la tua ricetta, penso sia anche un regalo carino da fare a Natale. Dei bei quadrotti incartati nella carta trasparente con un bel nastro rosso e un rametto di agrifoglio!

Un abbraccio!

anna the nice ha detto...

ma secondo te Grazia, cosa dovremmo pensare? Di desiderare di essere li con te a mangiare questa meraviglia!!!!
Mannaggia alla dieta !!!!!!!
Anna

Snooky doodle ha detto...

bel modo di utilizare gli ingredienti . questi mi sembrano una golosita unica!

Mariù ha detto...

Grazia, sei un genio!
Queste barrette mi ricordano molto un dolce che facevo anni fa col riso soffiato e i Mars e che per qualche motivo è poi finito nel dimenticatoio. Devo rispolverarlo e provare assolutamente questa tua genialata.
Bacio!
m.