mercoledì 9 settembre 2009

Treccia sfogliata all'uva


Il piacere e l'amore.....



Sono i cardini......



Delle grandi azioni.....

Johann Wolfgang von Goethe (1749-1832) scrittore, poeta e drammaturgo



Ieri ho visto sullo stradone che percorro abitualmente per tornare a casa uno di quei malefici trattori che viaggiano a 20 km all'ora......



La mia fortuna è consistita nel fatto che veniva nel senso di marcia contrario al mio.....



Ma quello che mi ha colpita (sai che novità, visto che siamo ormai a metà settembre) era il cassone che portava a rimorchio colmo di uva bianca, probabilmente diretto ad una cantina sociale, come perlomeno succedeva al mio paese, per essere trasformati in vino.....



E ho pensato che, poiché il settembre e ancor prima l'agosto sono stati assolati e senza pioggia, il grado alcolico e la qualità del vino sarebbero stati eccezionali......



Ma non di questo volevo parlare ma dell'uva che è presente sulle nostre tavole e che spesso può essere impiegata nella preparazione di dolci veramente golosi.... in particolare amo l'uva Italia dai grossi acini e soprattutto profumata......

La ricetta che propongo oggi ( e che è tratta Facilissimo Torte De A) ne prevede l'impiego ( e non è la prima che pubblico) ma questa è particolare, abbastanza veloce, forse un po' insolita ..... lascio alle mie amiche il giudizio......

Anticipo già che le foto delle fasi di preparazioni sono numerose proprio per mostrare al meglio come ottenere il risultato che si è visto in apertura del post......



Tempo di preparazione: circa 40' ( ma sia la cottura dell'uva che la preparazione della crema possono essere preparate in anticipo)
Costo: medio
Difficoltà:***

INGREDIENTI

500 gr di uva (io ho usato l'uva Italia)
1 dl di vino moscato
80 gr di biscotti secchi

Per la crema
1/4 di litro do latte
50 gr di zucchero
25 gr di farina
2 tuorli
buccia di limone da eliminare a fine cottura

Cominciamo con il lavare, asciugare ed eliminare dall'uva il vinacciolo (controllare controluce che tutti i semini siano stati eliminati).....

Versiamo la frutta ed il vino moscato in un capace tegame antiaderente e facciamo cuocere a fuoco basso rimestando spesso e lasciando cuocere il tutto fino a quando il liquido sarà completamente assorbito: gli acini devono rimanere quasi intatti.....

Lasciar raffreddare .....



Ecco qui sotto i biscotti secchi che verranno sbriciolati abbastanza finemente e posti, ben distribuiti sulla pasta sfoglia.....



Ed il Moscato di buona qualità necessario per la cottura, a fuoco dolce dell'uva.....



Mio figlio conosceva la figlia del'industriale che produce questo vino (una compagna di Politenico che quando veniva a casa nostra portava sempre un bel cartone pieno di bottiglie di vini assortiti..)



Ci accingiamo alla preparazione della crema pasticcera.....

Ho sperato fino all'ultimo di avere in dispensa un sacchetto di crema pasticcera pronta ed invece mi sono dovuta rassegnate e farla sul momento secondo la ricetta di mia madre che non abbandono mai, specie dopo i primi episodi durante i quali la mia crema sembrava che avesse la rosolia tanto era punteggiata da piccole particelle rosse...

Mescolare la farina con lo zucchero aggiungendo una piccola quantità di latte fino ad ottenere una cremina omogenea .....



A quel punto unire un tuorlo alla volta e unendo il successivo quando il primo si è ben amalgamato....

Ricordarsi di aggiungere la buccia di limone che va eliminata alla fine...


Ora aggiungere il latte ben caldo e, a fuoco basso, mescolare fino ad ottenere una crema ben densa che va posta a raffreddare in un bagno maria di acqua fredda mescolando ogni tanto per impedire che sulla crema si formi una sorta di pellicola dura.....


A questo punto cominciamo l'assemblamento del dolce, avendo avuto l'accortezza ditirare fuori dal frigo la pasta sfoglia almeno 15' prima dell'utilizzo.....

Srotolarla utilizzando come base la carta da forno in cui è avvolta e coprendola con un altro foglio dello stesso tipo di carta: stenderla ora con il matterello assottigliandola un poco....

Come appare qui sotto con una riga marcare al centro un rettangolo di circa 30/35 cm di lunghezza e 15 circa di altezza e con un coltellino appuntito fare dei tagli obliqui e regolari....



Credo siano ben visibili.....


Ora cospargere la sfoglia con i biscotti precedentemente sbriciolati ed in modo uniforme....



E la crema pasticcera che, come ho raccomandato in precedenza, deve essere ben soda...altrimenti potrebbe scappare da tutte le parti......


E l'uva cotta e ben fredda.......


Qui sotto si vede ben chiaramente come si presenta il tutto prima dell'atto finale......


Equi si vede come deve essere l'uva: ben cotta ma non sfatta......


Prendere le strisce laterali e alternativamente sovrapporle....


Rimboccare i bordi all'inizio e alla fine della treccia.......

Non è un granché di bellezza ma di meglio non sono riuscita ad ottenere.....



Non pennello mai con l'uovo sbattuto perché si abbronza subito in cottura ma pennello il tutto con del latte.......


Infornare quindo in forno preriscaldato e ventilato a 170° per circa 30' coprendo la treccia con un foglio di carta da forno che andrà eliminato a metà cottura....



A questo sollevare il dolce, aiutandoci con la carta da forno, e porlo a raffreddare su una gratella....


Farlo quindi scivolare sul piatto da portata ......



E con cautela e con un coltello ben affilato tagliare delle fette spesse anche 2 cm.....


Non so se questo dolce vi ispiri ma qui in casa è piaciuto moltissimo.....

Se lo doveste preparare fatemi sapere!!!!

20 commenti:

casasplendente ha detto...

Buon giorno Mammazan , una ricetta dettagliatissima con immagini pazzesche come sempre.
Ottima la tua sfogliata ed indicatissima per questo periodo.
Baci

Gustorante ha detto...

molto interessante questa ricetta, complimenti!!! se hai altri idee, consigli, innovazioni....date una occhiata al mio nuovo sito gustorante e lasciateci sapere delle vostre creazioni!!!

Agave ha detto...

Mi ispira tanto e la preparazione non sembra troppo complicata, quindi ci posso provare anche io! Il risultato è molto bello anche esteticamente!
Baci
Evelin

Federica ha detto...

le foto sono splendide!! questa treccia è meravigliosa...bravissima come sempre!

ilcucchiaiodoro ha detto...

Mammazan non so come fai a creare ogni volta delle delizie da leccarsi i baffi,questa treccia è favolosa e io adoro i dolci con l'uva fresca!!!

Edi ha detto...

Se mi ispira?!?! io lo trovo meraviglioso.
Fragrante involucro con un cuore croccante, delicata crema e corposità goduriosa dell'uva!
Io però non ne sono una gran mangiatrice, al contrario divoreri tanti, ma tanti fichi... quasi quasi la provo aportando questa piccola modifica!!! bacioni

manu e silvia ha detto...

Ciao Grazia! eh si, è iniziata la stagione della vendemmia!
L'uva a noi piace moltissimo, soprattutto se è bianca e grande!
Stupenda questa treccia, poi con quella crema croccante al vino...davvero buonissima! peccato non poterla assaggiare ;)
un bacione

Gaijina ha detto...

questa è uno spettacoloooooooooooo!!!! io adoro la sfoglia, l'uva, e quel saporino di moscato all'interno credo sia una meraviglia!!!! un'idea fantastica, credo la sperimenterò entro la partenza e magari ne approfitterò per tentare la pasta sfoglia pure!!

marifra79 ha detto...

Ma che meraviglia di intrecci!!!!!
Un abbraccio!!!!!

eli ha detto...

Mamma mia, questa ricetta è di quelle che ti fanno fare un figurone con gli amici! la copio subito.
Sei bravissima!

Simo ha detto...

Un capolavoro.
Vedere quelle fessure da dove fa capolino un ripieno godurioso...............mmmm...mi fa letteralmente andar fuori di testa!

Elena ha detto...

Non è un granchè di bellezza!?? Ne sei sicura?? Ti ringrazio tantissimo per aver fatto vedere esattamente il passaggio per creare la treccia...spero, magari quest'inverno di preparare questo dolce delizioso!!

marta ha detto...

adoro l'uva bianca e questa mi sembra un ottima idea per utilizzarla in un dolce semplice, genuino e, come sempre, di grande effetto!

Luciana ha detto...

Adoro i dolci con la pasta sfoglia, e adoro l'uva Italia, questa treccia sembra davvero golosissima ;-)

Anna Righeblu ha detto...

Tornerò a leggerla... ho già sofferto troppo davanti a quelle magnifiche foto! Profilo destro, profilo sinistro, dall'alto e... via dicendo!
E' bellissima, deliziosa!!! ;)
baci

Claudia ha detto...

Ottimaaaaa :-))))) bacioni

mammadeglialieni ha detto...

ma direi bellissima, e deve essere buonissima, da golosiii!!!!

Ruby ha detto...

Utilissima la sequenza fotografica. Come sempre le tue ricette sono gioiellini da assaporare con tutti i sensi! Buona giornata Grazia :-)

Mariù ha detto...

Uno dei dolci migliori degli ultimi tempi!
Bellissima l'idea di questo ripieno coi biscotti e l'uva, le foto parlano da sole.
Un bacione,
m.

kemikonti ha detto...

Magica Mammazan!
Un saluto
Kemi