sabato 29 maggio 2010

Il limoncello della comare Lina


Se si ha a che fare con una persona che rema contro.......



O che a tutti i costi vuole stravolgere il carattere, le abitudini, l'approccio dell'altro.....



L'infelicità più che un'ipotesi da scongiurare, è una sicurezza......

Antonella Ruggiero - cantante ( 1952)



Due parole sulla comare Lina...ma devo risalire indietro nel tempo........

Quando mio nonno e mia nonna vennero a Torino nel lontano 1957 in occasione della nascita di mio fratello, affidò il controllo dei lavori della vigna e della casa che possediamo in meridione ad un contadino , uomo onesto e affidabile.......quello che diventò il compare Pietro........

Anni dopo lui e sua moglie vennero in treno a casa nostra ...sempre a Torino ( quindi si sobbarcarono il lungo viaggio in treno...insolito per loro che non si muovevano mai dalla loro terra) per chiedere a mia madre, di persona, l'onore di diventare la madrina di cresima della loro unica figlia..quella che diventò la famosa comare Lina del limoncello.....

Il comparaggio si estese a tutti i componenti della mia famiglia anche quelli acquisiti ..perfino mio genero è diventato il compare Simone e comparelli saranno anche i suoi figli quando arriveranno.......

Diventare compari come ad esempio I testimoni di di nozze ( compari d'anello ) di battesimo ( si crea U' san Giuann) o di cresima crea un legame forte ...si diventa quasi parenti insomma ......

Ma veniamo a questa preparazione che è semplice, richiede poco tempo, il risultato dell'infusione è limpido a differenza di altre ricette simili ...unico guaio...se ne va come fosse acqua.....

Rispetto alla ricetta originale ho aumentato la quantità dell'acqua usata per preparare lo sciroppo...il limoncello era troppo forte.....

Tempo di preparazione: circa 30'
Costo: medio-alto ( è un liquore quindi non può costare poco)
Difficoltà:*

INGREDIENTI

110 gr di bucce di limoni bio corrispondenti a 6 grossi limoni

Per lo sciroppo

800 gr di acqua
600 gr di zucchero
600 gr di alcool a 95°


Ecco qui sotto i limoni bio...



Se si ha a disposizione un pelapatate come quello che possiedo io per pelare tutti i limoni, solo la parte gialla, ci vogliono non più di 10'......



Sistemare le bucce suddividendole in tre barattoli da 3/4 ( non li ho riempiti del tutto con lo sciroppo che ho preparato in seguito)......


Intanto preparare lo sciroppo sciogliendo lo zucchero nell'acqua e facendolo sobbollire per 3'/4'
e poi, per farlo raffreddare più rapidamente, immergere la pentola nel lavandino pieno di acqua fredda..... per velocizzare cambiare l'acqua più volte.....



Quando lo sciproppo sarà ben fredd....ma veramente freddo (altrimenti il liquore diventerà opaco) aggiungere l'alcool e mescolare bene......



Suddividere il mix ottenuto nei tre barattoli e chiudere perfettamente ..... scuotendoli almeno 2 volte al giorno per 7 giorni......

Questo è il bell.... dopo una settimana ( se passa qualche giorno in più non è un problema) imbottigliare in bottiglie con chiusura a vite o, meglio ancora con la macchinetta che ho fotografato quando ho postato il liquore al timo.......



Il limoncello dovrebbe " maturare"per almeno un mesetto normalment, ma la comare Lina mi ha detto che si può usare subito...

Mia figlia e mio genero prendono di solito in parola questa raccomandazione...sono curiosa di sapere quanto durerà....

A tutti buona domenica!!!!

7 commenti:

Lucia ha detto...

Com'è limpido, questo limoncello! Io di solito non bevo liquori, ma un sorso del "limoncello della comare Lina" lo berrei volentieri :-)

annaferna ha detto...

Mi piace leggere delle tradizioni comuni alla nostra terra...anche se si emigra si conservano forti e strette nel cuore, e anche dopo generazioni si ricordano e raccontano giusto per non dimenticare MAI le radici che ci hanno generato......
il tuo limoncello (o meglio di comare Lina ^-^ ) ha una limpidezza disarmante!
Verrei volentieri a berne un bicchierino!
bacibaci e buon w.e.

manuela e silvia ha detto...

Ciao! ottimo il limoncello, è uno dei digestivi che preferiamo!
molto limpido però il tuo....
baci baci

Anna Righeblu ha detto...

Bellissimo post... con richiami alle tradizioni e ai valori che sembra siano dimenticati...
E questo limoncello, è una bella idea anche per me che sono astemia.
Ciao Grazia, ti auguro un ottimo weekend :-)

eli ha detto...

Quindi quando lo vedo torbido è perchè lo sciroppo non era abbastanza freddo?
Non mi cimento nella preparazione dei liquori, ma mi capita di assaggiare limoncelli vari preparati dalle amiche! Alcuni sono fortissimi e altri leggeri, preferisco i secondi!
A presto ;)

Ely ha detto...

oh cappero che bella ricettina!! e anche io sono come tuo marito e figlio lo proverei subito :-)

La Gaia Celiaca ha detto...

sembra ambrosia questo limoncello.

ma se diventassimo comari me ne daresti un po'?

scherzi a parte, dalle gravidanze sono diventata quasi astemia, nel senso che bevo poco vino e i super-alcolici mi danno noia... che peccato!