martedì 19 ottobre 2010

Strudel di mele special


Leggere l'autobiografia di qualcuno è come fare un incontro di quelli......



Che ti cambiano la vita.......

Fabio Fazio (1964)

Ad un'amica blogger che mi chiedeva l'origine di Mammazan ho spiegato che derivava dall'unione di mamma, appunto, e dall'iniziale del nome da sposata....

E così mi chiamavano in passato, ma anche ora, gli amici e i compagni di scuola dei miei figli.....


La targa automobilistica che appare qui sotto è un regalo che mio figlio mi fece in passato, e parlo almeno di 15 anni fa, acquistato in Francia presso un negozio che realizzava queste targhe personalizzate..... e da allora fa mostra di sull'architrave della porta del soggiorno di casa mia.....

Per le amanti del punto intaglio .....prego ammirare......ahahahh... il quadrato ( 50 cm di lato) ricamato sempre da me tantissimi anni fa ...quando avevo ancora la pazienza di impegolarmi in questo tipo di ricamo...tre mesi per realizzarlio ed una settimana per ritagliare l'eccedenza del tessuto....




Ancora un attimo di pazienza...questo post è un po' uno zibaldone.....

Ecco qui sotto un regalo inaspettato ricevuto dalla nipotina di mio genero dal nome bellissimo:VIOLA.....

Un vasetto realizzato a decoupage, tecnica che sta imparando ad eseguire e che richiede grande pazienza .....



Ma non finisce qui: ecco sempre qui sotto il biglietto di auguri allegato......



E la poesia che mi ha dedicato...sì perché questa bellissima bimba dodicenne ama scrivere dolcissime poesie che dedica ai famigliari......

Ogni volta che la leggo mi commuovo.....

Avrei voluto allegare la foto di questa bimba deliziosa ma per motivi di privacy me ne astengo.....




Ogni volta che la leggo mi commuovo.....



Avrei voluto allegare la foto di questa bimba deliziosa ma per motivi di privacy me ne astengo.....



Ma parliamo ora di questo strudel che ho regalato a mio fratello e famiglia.....



A dire il vero è un normale strudel di mele renette..le mie.....



Ma ieri pomeriggio (lo strudel è approdato, oltre ad altre cosette a casa di mio fratello giusto ieri) ....



Mi ha telefonato mia cognata per ringraziarmi e per dirmi che mio fratello se lo era mangiato quasi tutto per...pranzo.....e sì che era grande....



Dicendomi che che non aveva mai mangiato qualcosa di più buono....

Io penso che con l'appetito che si ritrovava avrebbe trovato buono qualunque cosa!!!!!



Alle mie amiche lascio giudicare...

Tempo di preparazione: circa 10' per la frolla e 30' per l'allestimento dello strudel
Costo:basso
Difficoltà:**

INGREDIENTI

Per la pasta frolla (con le dosi riportate qui sotto si possono allestire due strudel (raddoppiare eventualemente il ripieno)

350 gr di farina 00
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di miele
1 spruzzata di cannella
20 gr di burro
150 gr di latte
2 cucchiai di acqua

Per il ripieno

mele renette, peso netto 600 gr
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaio di zucchero
1 spruzzata di cannella
60 gr di uva passa gigante ( o quella normale se non si riesce a reperire quella indicata)
6/7 amaretti
La buccia di un limone non trattato
Il succo di mezzo limone
Poco zucchero a velo per cospargere lo strudel

Ecco le mie mele renette...bruttarelle perché non avendo usato anti parassitari..nulla insomma... sono veramente genuine e piene di magagne.....



Prepariamo in anticipo la pasta frolla ( lo si può fare anche il giorno prima con comodo)

Sciogliere in un pentolino il latte, l'acqua, il burro e il miele e mescolare fin quando il burro si è sciolto...

Far intiepidire...

Versare nel bicchiere del mixer la farina,il pizzico di sale, poca cannella, e aggiungere la parte liquida prima preparata...

Azionare il robot fino ad ottenere un impasto come appare qui sotto....



Lavorare brevemente il tutto, avvolgere in pellicola trasparente, e porre in frigo per 30' minuti almeno.....



Intanto mettere a bagno l'uvetta in acqua tiepida, sbucciare le mele, ridurle in dadolata minuta, irrorale con la buccia di di un limone non trattato ,il succo di mezzo, unire il miele ,lo zucchero e una modesta spolvera di cannella.... per ultima l'uvetta strizzata e tamponata con carta da cucina......



Mescolare il tutto con cura.....



Infarinare ora il piano di lavoro o se si usa un foglio di silicone se ne può fare a meno, stendere la sfoglia ad uno spessore di pochi millimetri, pareggiare i lati in modo da ottenere un rettangolo, cospargere la sfoglia abbondantemente con amaretti sbriciolati a mano e disporre il ripieno di frutta in modo regolare rimboccando il lembi della sfoglia, come appare qui sotto, per evitare che il ripieno scappi da tutte le parti.....



Lo so allego sempre queste immagini ma lo faccio per le eventuali nuove amiche che possono passare di qui......



Aiutandoci con il foglio di silicone arrotolare lo strudel e saldare il lembo finale con poca acqua e rivoltare il dolce verso il basso in modo da nascondere il punto di giunzione....



Fare dei tagli obliqui , disporre quindi qua e là dei pezzetti di burro e pennellare con poco latte.....



Porre ora in forno preriscaldato e ventilato a 170° per circa 30' circa ....



Come dicevo all'inizio lo strudel che propongo oggi non è nulla di eccezionale...è uno strudel molto semplice da eseguire.....



Penso però che sia la qualità delle mele ad essere determinante......



Ma penso anche che anche le mele che si hanno a disposizione in casa possano dare un ottimo riusultato...vedere voi!

A tutte le mie amiche e a coloro che passano di qui auguro un'ottima giornata!!

14 commenti:

raffy ha detto...

è bellissimo da vedere Grazia, bravissima! chissà che buono...passo per una fetta dopo pranzo....bravissima!

manuela e silvia ha detto...

Caio Grazia! ma quanti bei regali!! tutti pensieri dolcissimi e fatti con il cuore!
ottimo questo strudel: una frolla dolce e un impasto dolcissimo e con frutta ben combinata!
un bacione

annaferna ha detto...

Grazia ....allora è vero....non solo io attraverso il web ho scorto in te una persona speciale!!!
Lo sei veramente per tutti!!!!
Non ci posso credere! Il mio sesto senso funziona anche via etere ^_^!
Questa bambina dal nome DELIZIOSO (si chiama come la mia piccola nipotina) ti ha davvero fatto una dichiarazione d'amore!!!
Sono parole bellissime le sue e tu, splendido fiordaliso,continua a farci felici con le tue bontà.....bene,bene...finita la sviolinata (li hai sentiti,si, i violini?) ...questo strudel deve essre assolutamente provato dalla sottoscritta e sottoporlo al giudizio di mio marito che annovera lo strudel tra i suoi dolci preferiti (praticamente tutti ^_^).....ti farò sapere
bacini e buona giornata

Clara ha detto...

Io vado pazza per lo strudel che faccio spessissimo. E hai provato con i ribes rossi e le more al posto della sultanina gigante? Una delizia. Un abbraccio, Clara.

Ale ha detto...

Dev'essere buonissimo !!!!! viola è davvero dolcissima ma probabilmente anche tu sei speciale !

Ale ha detto...

Dev'essere buonissimo !!!!! viola è davvero dolcissima ma probabilmente anche tu sei speciale !

Simo ha detto...

Vabbè che lo strudel è in assoluto il mio dolce preferito, ma.....
Il tuo è magistrale!
Sai che anche io mi sono commossa leggendo la letterina?
Quanti bei pensieri...
Un abbraccione grande

rosalia.fly ha detto...

Ma lo sai che stamattina mio figlio mi ha detto che voleva trovare lo strudel a merenda?
Proverò questa pasta frolla ,diversa da quella che faccio sempre,ho visto che non ci sono uova.
Vado subito a comprare le mele, il resto ho tutto a casa. Ciao ,ti farò sapere se è piaciuto.

Luciana ha detto...

Fantastico Grazia cara!!! me ne passi una fettina per il dopo-pranzo??? brava!!! un bacio :)

nicoleta ha detto...

Una meraviglia di strudel ...goloso e davvero speciale! Adoro i dolci con le mele. Complimenti!

federica ha detto...

quanto mi piace lo strudel!!!! e ho anche tantissime mele renette che aspettano poverine di non subire una triste fine!!!il regalo che hai ricevuto è meraviglioso soprattutto perchè fatto da una bimba...e i bambini si sa sanno amare incondizionatamente!

Lady Cocca ha detto...

Quante cose bellissime....ma credo che la piu' bella sia la poesia!!!
Lo strudel??...beh capisco tuo fratello...lo avrei mangiato anche io tuttoooooooooooooo
ciaoooo

Golosina ha detto...

..ma che buono questo strudel!!una dolcezza dopo l'altra!!Ho letto la poesia..è bellissima!!anch'io da piccola adoravo scrivere poesie..ed è bello trovare chi apprezza tutto questo..

Barbara ha detto...

Vorrei sprofondare tra le pieghe di questa delizia