mercoledì 27 ottobre 2010

Ancora la Marmellata di Castagne ma.....passo passo


Una caratteristica tipica dei veri ambiziosi.....



E' quella di farsi portare dalle onde......



Senza curarsi della schiuma....

Charles De Gaulle (1890-1970)



L'anno scorso ho fatto festa...non ho preparato la marmellata di castagne.. dietro casa mia ne erano cadute poche e in più erano piccole.....

Quest'estate ho fatto di nuovo festa e non ho fatto quella di ribes..stavo per partire per gli USA e quindi materialmente mi è stato impossibile anche solo raccoglierli per regalarli.....

Quest'autunno invece mentre tornavo a la maison ho fermato la macchina giusto dietro casa e mi sono messa a raccogliere le castagne più grosse.......

L'ho fatto a rate e spero che questa sia la terza ed ultima....

Le ho messe a bagno per 2/3 giorni ( mia suocera faceva così, cambiando l'acqua una volta al giorno) poi alla fine mi sono decisa a cuocerle ...voglia di sbucciarle saltami addosso.....

Ma, pensando al prezzo delle castagne che, nella migliore ipotesi oscilla dal € 1.90 a €3.90, la mia marmellata mi è costata quasi niente ...giusto il costo dello zucchero visto che lo ho cotte sulla stufa a legna con cui almeno per ora mi riscaldo in cucina....




Questa ricetta è già stata pubblicata in passato ma ora visto che qualche amica ed anche un amico blogger mi ha chiesto degli schiarimenti..e visto anche che la dovevo preparare l'ho documentata meglio...per fugare ogni dubbio......

Sulla stufa la cottura delle castagne è durata un'oretta e più mentre se si usa la pentola a pressione possono bastare circa 40' dal sibilo......

Io le sbuccio con pazienza ( un'ora per pelarne un chilogrammo) e parecchie castagne rimangono intere.....

Volendo quelle intere le si possono sistemare in barattoli e ricoprirle con Amaretto (sconsiglio un liquore ad alta gradazione che le indurirebbe e sembrebbe di mangiare dei sassolini)....

Le peso ( per la cottura della marmellata uso una pentola a fondo spesso, nel mio caso la pentola a pressione...ma senza coperchio!!!) e aggiungo il 60% in zucchero del loro peso.....




Con un cucchiaio di legno ( mi raccomando usare sempre lo stesso cucchiaio per le marmellate ) mescolo delicatamente in modo da non rompere quelle che sono rimaste intere......



Qui sotto si vedono bene.....



Ogni tanto mescolare con delicatezza in modo che lo zucchero che intanto, a contatto delle castagne si è sciolto, venga piano piano assorbito dalle stesse...........


Non aggiungere altro...mi raccomando e RIPETO quello che si vede in foto è solo lo zucchero che si è sciolto.....

Ho lasciato macerare il tutto per mezza giornata.....




Passato questo tempo ho messo a cuocere su fuoco medio mescolando spesso......



Quando lo zucchero è"sparito" assorbito dalle castagne la marmellata è pronta...ci vuole in tutto una mezz'ora......

Di solito, per le altre marmellate, metto a scaldare il barattoli in forno (80° per circa 20')ma visto che c'era la stufa ho posto i barattoli sulla mensolina ...non so come definirla diversamente ....

In breve tempo sono diventati quasi roventi.....



Con cautela, per non collezionare altre ferite di guerra, ne ho preso uno volta reggendolo con una lavetta umida ( affinché non mi sfuggisse di mano) e l'ho riempito con un cucchiaio...la marmellata è densa....



E qui sotto si vedono i pezzi di castagna rimasti interi....



Insomma la mia marmellata assomiglia piuttosto a dei marron glacè rotti per la maggior parte ,con la sorpresa di qualcuno intero....immersi in una specie di morbida crema....



Ben tappati ( a volte dopo ci vuole la mano di Dio per aprirli) li pongo su un tagliere di legno ...uno vicino all'altro....



E li copro con un plaid......



E me li scordo fino all'indomani.......



Ora devo andare a sbucciare le altre che nel frattempo ho cotto...

Giuro che per quest'anno non ne raccolgo Più!!!!!!



11 commenti:

madama bavareisa ha detto...

ecco, un barattolo di questi, tutto per me, e un cucchiaino.... la pace dei sensi.... :-)

La Gaia Celiaca ha detto...

favoloso passo passo!
e favolosa marmellata di marron glacé!

non ti dico quanto ti invidio la stufa a legna...

annaferna ha detto...

strepitosissima apina operosa!!!!!
sei davvero inimitabile!!...ma permettimi di dirti che più che la "lezione passo passo" della marmellata , che pure apprezzo e tenterò di riprodurre,sono rimasta assolutamente affascinata dalla tua stufa!!!!
E' qualcosa di romantico e mi riporta indietro alla mia fanciullezza e ai ricordi di ciocchi di legna e pigne messe ad aprire sotto la brace per ricavarne i pinoli!!!!...ma ti rendi conto di cosa hai risvegliato in me?
hai passato un'aspirapolvere sul mio cervello perbacco!!
ciao carissima vado a nanna che stà giornata di pioggia persistente e tramontana mi ha proprio stufata...meglio sotto le coperte ^________^
sbaciuzzi

chiaramarina ha detto...

posso provare a farla mettendo meno zucchero?

federica ha detto...

che dire?? spettacolare!!! ci vuole solo la tua pazienza e costanza per sbucciare tutte le castagne!!!Però il risultato è strepitoso!

Ely ha detto...

ma quanto buona deve essere?????? io castagne così grosse però me le sogno!!! le mie sono piccole piccole però magari la posso fare lo stesso! l'aspetto è decisamente delizioso e non oso pensare al sapore..... baciiii Ely

giulia pignatelli ha detto...

L'ho fatta una volta ed è finita in un giorno!!! Non riuscivo a stare lontana dal boccaccio. Fatta in casa la marmellata di castagne è una vera prelibatezza!

Luciana ha detto...

è una ricetta interessante...l'ho sempre comprata ma mai preparata in casa!!!! grazie mille...:)

Mammazan ha detto...

@Chaiaramarina
Certo...puoi diminuire lo zucchero è l'imbarattolamento sottovuoto che ne garantisce la conservazione qualunque quantitativo di zucchero tu voglia ggiungere!!

eli ha detto...

La tua marmellata con i pezzettoni è spettacolare!
Ma tu riesci a pelare le castagne da crude? usi qualche attrezzo particolare?
Una volta ho fatto una torta di castagne e per pelarne tre etti ho cristonato come uno scaricatore di porto! :DDDD
Un bacione!

p.s. Che bella stufa vintage!

Barbara ha detto...

Dev'essere fantastica e devo dire che hai fatto bene a fotografarla passo passo, perchè io a volte ho dei dubbi sul procedimento delle marmellate, soprattutto sulla conservazione.
Grazie,
Barbara