giovedì 22 maggio 2008

Trancetti bicolori con anima di mandorle






All’inizio della mia avventura col portatile era una pura questione di apprendere i vari elementi base della scrittura e di tutte le 500 cose che ora sono normali ma che allora mi facevano soffrire e non tanto in silenzio.

Veramente a soffrire erano i miei figli che vedevano una cozza (me) con occhi sgranati a guardarli quasi implorante a continuare ad insegnarmi nonostante la mia “riottosità” a capire e assimilare i vari misteri legati al pc.

Ricordo ancora la sceneggiata di mio figlio Simone che per farmi comprendere come dovevo aprire le cartelle (le cartelle, dico) mi diceva : “Tu hai la valigia sul letto ed hai i vestiti qui in soggiorno (io normalmente li tengo altrove, ma in questo caso non importa) cosa fai?”

Ed io: “Li porto in camera da letto”.

E lui:” Ma la valigia è chiusa!”

Ed io con voce tremante temendo il peggio:”La apro”.

E così via.

Succedono comunque delle cose misteriose con il mio portatile ma io ormai lo “amo” e basta.

Poi è arrivata l’avventura di Internet, della ricerca di ricette e del copia e incolla (ovviamente come succede a quasi tutte, anche con Internet ho dovuto soffrire ma per questioni di collegamenti, di litigate con Telecom , ma questa è un’altra storia).

Andavo su Google, finalmente avevo capito cosa era il famoso “motore di ricerca (amo anche quello), e digitavo per esempio: Cetriolo con le lentiggini rosse, e l’universo di tutto quello che era stato scritto, pensato su famigerato cetriolo veniva fuori.

Non sapevo nulla dei blogs e di chi li aveva creati, anzi non ci pensavo proprio e che sotto quei nomi di fantasia si celavano persone in carne ed ossa cariche di simpatia, di problemi che comunicavano alle altre amiche di blog, in un diario spesso quotidiano le loro scorribande culinarie e a volte anche , a volte,i loro problemi.

E adesso che anche io faccio parte dell’allegra brigata spesso, ma proprio spesso credetemi, mi trovo a pensare a volte quasi preoccupata a P. che è giù di morale (cosa sarà mai successo?) a T. che aspetta, ed io con lei, i risultati delle analisi, a A.eP. che hanno intrapreso una strada difficile ma di sicuro successo come cuochi a domicilio (auguro tutto il bene), ad A. che ha avuto il bimbo ammalato, a N. che è andata a vivere in un paese così lontano ma che affronta con coraggio le difficoltà quotidiane e via dicendo.

Non pensavo di ritrovarmi con tante presenze quotidiane o quasi, così care e d affettuose a cui tengo molto a cui dedico questa preparazione dolce con foto un po’ ad effetto, altrimenti che fotografa sarei!

Sicuramente rifarò questo dolce cercando di modificare qualcosa anche perché in alcuni punti non appare perfetto, per cui aspetto critiche e consigli che sono sempre utili.


Questa volta l’ho fatta troppo lunga ma la volevo fare proprio lunga per comunicare quello che avevo nel cuore.

Ed ora , amiche mie, la ricetta.

Tempo di preparazione: 30’ più il tempo di consolidamento in frigo.

Costo: medio

Difficoltà: **

Ingredienti

125 gr di cioccolato bianco
30/40 gr di burro
una manciata di mandorle sgusciate circa 70 gr
125 gr di cioccolato fondente
1/2 tubetto di latte condensato dolce circa 80 gr
15 gr di burro
1 fialetta di aroma all'arancia

Frullare il cioccolato bianco (serve per farlo fondere meglio) e farlo sciogliere a bagnomaria insieme al burro, mescolando fino ad ottenere un composto fluido e omogeneo.

La spiegazione originale prevedeva l’uso di una teglia rettangolare unta di olio in modo da ottenere alla fine dei tranci, ma io avevo questi stampini che dire che sono deliziosi è dire poco, per cui li ho unto con una pennellessa e olio di semi, ho suddiviso il cioccolato bianco in ognuno di essi (sono 4), li ho cosparsi di mandorle pelate (la prossima volta però non lo faccio così crea un maggiore contrasto e mi sbrigo anche prima, e ho messo il tutto in frigo.

Ora passiamo alla seconda fase.

Nello stesso tegamino in cui ho sciolto il cioccolato bianco verso il latte condensato, il burro e il cioccolato fondente frullato come l’altro.

Quando il tutto, sempre rimestando e a bagnomaria, è diventato fluido aggiungere volendo una fialetta di profumo all’arancia.

Versare quindi negli stampini che erano in frigo e, una volta freddo rimetterli al fresco a rassodare.

Al momento di servire staccare delicatamente con una punta di coltello la mattonella (non disperate , si staccherà) portate in tavola per far ammirare l’effetto della decorazione, tagliate in tranci e servite, magari per toccare il fondo con le calorie, con qualche sprazzo quà e là di panna montata.

Non ci sono limiti alla fantasia.

La mia cavia di Torino (mia madre, per via dei denti mi ha detto che ha fatto sciogliere i tranci in bocca , ma voi i denti li avete e ben saldi anche…..)

Baci a tutte.

35 commenti:

Fra ha detto...

Sei veramente una persona dolcissima. E' vero all'inizio non si pensa di potersi affezionare a persone "virtuali", ma presto ti accorgi di attendere con impazienza i loro post o commenti, di sorridere con loro, di partecipare alle loro piccole gioie e dolori. Lo trovo fantastico! e trovo fantastica te.
Un bacio
Fra

Camomilla ha detto...

Ciao Grazia! Ma perchè dici che i trancetti non sono venuti perfetti?? A me lo sembrano! L'unico problema è che come al solito ho difficoltà a reperire il latte condensato... io non lo vedo proprio al supermercato...
Un bacione e buona giornata!

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Grazia sei un tesoro non solo per quello che sei ma anche per quello che trasmetti...potrei dirti che la ricetta di oggi è fantastica e mi fa letteralmente sbavare..ma non sarei esaustiva abbastanza.
Ma magari ci potessimo incontrare..magari prima o poi faccio una spedizione punitiva io..:-D oppure vieni a trovarmi tu ;-) dai che ti faccio conoscere Dante :-D..mi farebbe un piacere enorme.
Sei una persona splendida e i tuoi figli persone fortunate ad averti nella loro vita.
Grazie di tutte le cose dolci che mi dici..dai mi fai arrossire
Bacio
Silvia

panettona ha detto...

grazie mammazan!!! sei dolcissima e premurosa come la mia mamma!
a poi qui da te, c'è sempre una parola affettuosa per tutti!!!
mi spieghi dove vedi le imperfezioni??? appena ho visto queste delizie gli occhi mi si sono "appannati" e ho cominciato a sbavare...
ps
questi stampini sono favolosi, e questi dolcetti sembrano delle bomboniere...
ma dove li hai trovati??? :)
bacioni
panettona

viviana ha detto...

complimenti, sembrano finti, tanto sono belli!!!!!

Ely ha detto...

che belli sono Grazia!!! ma che stampini hai usato? al silicone o in acciaio? belli davvero :-) ciao cara!
Ely

Pamy ha detto...

Ciao, sai questo periodo ho tanta voglia di dolci, e questo sarebbe perfetto......mmmmm buono

anita ha detto...

Complimenti, un dolce delicato e invitante. Un abbraccio affettuoso

Pippi ha detto...

ahahhhahha Grazia ....heeeeheeh... sto quasi piangendo dal ridere....mi stai facendo morire!!!!!!!!! ...fiu..... sei fantastica io dico che devi scrivere un romanzo! mi sono vista te con i tuoi figli che spazientiti cercavano in vano di spiegarti heheheheheheheh oddio heheheheheheh...........
adesso mi riprendo un attimo...................
....... ok allora a parte il resoconto che come avrai capito ho trovato esilarantissimo,,, questi. dolcetti sono veramente fantastici per non dire della tua dolcissima cavia che vedo apprezza molto i tuoi esperimenti heheheeheh ti mando un bacio grande quanto un mondo a te alla tua cavia di Torino e pure ai tuoi figli che insegnadoti l'uso del pc ci hanno permesso a noi tutti di gustare questi deliziosi post!
ciao pIPPI

Ilaria ha detto...

Ciao Grazia, che bello questo post, mi mette proprio di buon umore! Io ho iniziato a partecipare al mondo dei blogghisti lo scorso settembre, ed e` stato un raggiungimento strepitoso, oltre alle amichette virtuali che puntualmente visito ogni giorno, che chissa` incontrero`prima o poi o avuto modo di conoscere fisicamente alcune di loro...in questa America(e` detto anche dagli americani il New England non e` proprio il posto piu` "friendly") cosi culturalmente diversa dalla nostra Italia e`veramente meraviglioso incontrare i "sapori" della nostra terra!
Un bacio

emilia ha detto...

Pensa anche a E. che (appena puo') corre a vedere che bonta' hai preparato ;))) Brava, un bacio.

lytah ha detto...

Grazia :)
Io un trancetto l'ho già preso... ti abbraccio come non puoi neanche immaginare, ti penso sempre ...e ti voglio bene anche io!
E' un peccato che ci sia sempre poco tempo per stare insieme, ma il pensiero c'è per le persone speciali come te!
Sei la mia prima visita di oggi e ne sono contentissima:)

Un bacio, taty

cibercuoca ha detto...

Hola Mammi, ya estoy en casa, primero de todo he descargado las fotos y después a ver qué has hecho hoy....
Qué delicia! estos bocaditos son un arte, efímero, pero arte.
Baci e abraci

salsadisapa ha detto...

sei una forza, fattelo dire! mia madre non sa ancora accenderlo il computer :O dovrebbe venire a "scuola" da te :-)))
e poi, queste finte-saponette di cioccolato mi fanno impazzire... mi ricordano le saponette alla lavanda che teneva nei cassetti la mia nonna per profumare la biancheria! ammetto anche che provai ad addentarne una... ;-)
baci!

Simone ha detto...

Sono morto dal ridere....
Questa ricetta è incredibile!

PuroLino.it ha detto...

Quanto sei dolce!

Simo ha detto...

Grazia sei fortissima....quando ti leggo mi sembra di vederti, ed immagino tutto....mi sembra di essere lì con te!!!!!
Questi trancetti sono perfetti, splendidi oserei dire...e sicuramente strepitosamente buoni!!!!
Un abbraccione con simpatia!!!

Anicestellato... ha detto...

Racconto simpaticissimo fatto da una persona meravigliosa che non solo ha le mani d'oro ma anche un cuore grande, un abbraccio e complimenti

dolcienonsolo ha detto...

Mamma che carini questi stampini...anch'io voglio sapere dove li hai presi...
Questi trancetti sono perfetti...e non dire di no!!!

Cannelle ha detto...

Ciao Grazia, si sa che la moglie dello scarparo va con le scarpe rotte, no? E' un po' come fare lezioni di guida: meglio la scuola guida che col fidanzato o marito o padre o fratello!
Ti abbraccio forte, sono contenta che fai parte dell'allegra brigata!!!
PS:Questi trancetti sono perfetti;-)

brandelli ha detto...

Ma che belli!!!
Complimenti anche per le foto, sempre molto accurate ... e sei brava anche a scrivere ... c'è qualcosa che fai male? (Giusto per consolazione!) :P

Carla ha detto...

Sono ancora qui da te a leggere altri tuoi post...e devo dire che non l'hai fatto lungo questo post perchè quando uno scrive qualcosa a cui tiene le parole non finiscono mai di terminare...e si sente che quello che scrivi lo dici con il cuore e con affetto, sei una bella persona e bravi anche ai tuoi figli che ti hanno insegnato a saper usare il PC!
Ah anch'io voglio saperre quali stampini hai usato per questi dolci eh?
Adesso però vado a dormire, ci risentiamo un bacio

astrofiammante ha detto...

olà mami... consolati.....mio marito
non lo sa accendere ma l'unica volta che ha provato a spegnerlo ..........
MI HA STACCATO LA SPINAAAA......
bacioniiiii!!
(sei venuta a Verona?)

zahxara ha detto...

Sei splendida e dolce.
Il tuo blog parla di gioia, di amore e positività.
Anch'io mi sono ritrovata spesso a riflettere che dietro l'anonimo della rete ci sono persone reali con le loro storie e la loro vita.
Si può vivere l'amicizia vera e meravigliosa anche attraverso la fredda rete.
Il mio applauso anche alle tue ricette.
A presto.

Sere ha detto...

Sei un mito!
Questi dolcini devon essere qualcosa di strabiliante!
Che bello venire a scovare le tue ricette!
Buona giornata.

sweetcook ha detto...

uuuuuuuuuuuuaaaaaaaaaaaaaauuuuuuuuuuuu Che bontà questi trancetti, e per la serie "anche l'occhio vuole la sua parte" sono bellissimi!
Aggiungo che l'introduzione mi ha colpito molto, anch'io da quando sono arrivata in questo mondo mi ritrovo spesso a pensare agli amici conosciuti sul web. Ciao:-)

Dolcetto ha detto...

Ma sono bellissimi!!! E chissà che goduria gustarseli... complimenti come sempre!
Buon fine settimana,
Stefania

GG ha detto...

Che bello questo post...e che meraviglia i trancetti che hai postato!!! Mi è venuta l'acquolina in bocca solo a guardare le foto..è normale???
p.s. a differenza tua mia mamma non vuole neppure imparare ad utilizzare il computer...!

marcella candido cianchetti ha detto...

che raffinatezza buon fine settimana

Carla ha detto...

Ciao mammazan! Ti ho assegbnato un premio, vieni a ritirarlo un bacio:)

FairySkull ha detto...

Che buoni che devono essere !!! Ciao Lisa http://ricettedafairyskull.myblog.it

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Sono proprio golosi ! Figurati qui con il marito cioccodipendente che mi ritrovo ... glieli devo preparare per forza!
Ps se vai sul mio blog trovi le ormai famose Pagnottelle al pesto.
Baci Laura

twostella ha detto...

E' la prima volta che ti lascio un messaggio. Mi é piaciuto veramente il tuo racconto e poi ho potuto apprezzare la tua ricetta. A presto e complimenti!

anna righeblu ha detto...

Ciao Grazia, sono tornata, tutto bene. Ti ringrazio per essere passata da me...
Sei davvero una bella persona, riesci a trasmettere positività in ogni caso.
I dolcetti sono bellissimi.
Un abbraccio

Mammazan ha detto...

Care amiche
adorabili amiche
Sono talmente in ritardo con tutto che do una risposta complessiva a tutte coloro che mi hanno onorato di un commento e apprezzamento.
Il post è stato scritto con il cuore e mi ha fatto piacere leggere i vostri commenti che concordavano nel sentire un sentimento di affetto e di amicizia creaotosi grazie ai nostri blog.
I nostri blog non sono solo di cucina, sono dei blog che vanno al di là delle ricette.
Creano un filo di seta sottile e resistente che ci avvolge tutte con in prezioso bozzolo.
Ora veniamo sul pratico come al solito.
Sono andata a Pinerolo nel negozio dove ho acquistato quegli stampini in solido ALLUMINIO.
Appena possibile fotograferò tutti quelli che ho ascquistato così li potrete vedere.
Ho parlato con la padrona del negozio e le detto che a molte di
voi che questi stampini era piaciuti.
Il nome del negozio è:
FATTORI casalinghi
Via Saluzzo 39/41
Pinerolo (Torino)
tel./fax 0121321067
La signora mi ha detto che si sarebbe informata presso la posta, per eventuali spedizioni in contrassegno ed eventuali ordini.
Baci a tutte e buona notte
Grazia