lunedì 27 dicembre 2010

Short bread alla moda di Mammazan


Sotto le più belle azioni c'è la vanità......



Come sotto ai più bei ricami c'è lo spago....

Francesco Algarotti (1712-1764)



Un ricordo è all'improvviso affiorato nella mente di mia madre (86 anni ) che è venuta qui da me per le festività natalizie.......



Utica N.Y 1930

Un negozio tutto illuminato a festa per il Natale ospitava un vero Babbo Natale......

Mia madre accompagnata da mia nonna vi entrò e il Babbo Natale la fece sedere sulle sue ginocchia e le chiese quali doni desiderava trovare sotto l'albero..con mia nonna che tendeva l'orecchio per captare i desideri della sua bambina ...figlia unica supersiste di una nidiata di 10 figli....


Nonna Rosina, dapprima timorosa, si rinfrancò, sentendosi poi tutta orgogliosa per la fortuna che le era capitata e tra le altre cose chiese una bambola .....se la ricorda ancora....e che puntualmente le arrivò.....



Se la portava stretta al cuore quando, nel 1932, con i suoi genitori fece rientro in Italia a bordo del transatlantico più famoso dell'epoca : il Rex che aveva fatto qualche tempo prima il suo primo inaugurale verso gli States.....

Ecco qui i miei short bread addomesticati a dovere secondo una mia intrepretazione ma spero ugualmente graditi alle mie amiche...

Tempo di preparazione: circa 20' più il riposo in frigo per circa 1 ora
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI

250 gr di farina d'avena integrale
120 gr di farina di riso
125 gr di zucchero semolato più un po' per cospargere i biscotti
250 gr di burro
1 pizzico di sale


Ecco qui sotto la farina integrale..se non fosse di facile reperimento (a volte i supermercati abituali non sono molto forniti) usare la farina 00...




Versare nel boccale del mixer le farine e azionare il robot per miscelarle e aggiungere il burro e lo zucchero e un goccino d'acqua fino ad ottenere un composto omogeneo.....

Lavoralo un momento e dividerlo in tre porzioni conferendo loro l'aspetto di un grosso salame....



Avvolgere ognuno con pellicola trasparente e porre in frigo per almeno un'ora....



Con un coltello affilato fare delle fette spesse poco più di un cm e disporle su un paio di grosse teglie da forno......



Cospargere con zucchero semolato e infornare in forno preriscaldato, ventilato e nella parte alta a 170° per circa 10'/15'......



Io non ho bucherellato i biscotti e ho conferito loro una forma tondeggiante...



D'altronde le forme con cui vengono preparati nel loro paese d'origine sono varie...



E poi come ho scritto del titolo del post.....



Sono alla moda di Mammazan!!!!!

Un abbraccio a tutte!!

10 commenti:

La Gaia Celiaca ha detto...

bellissimi questi shortbread. quasi quasi provo a farli sostituendo la farina di avena integrale con quella di grano saraceno, che dici?

non sapevo che tua mamma fosse stata un'emigrante di là dall'oceano! anche mia nonna, però più a sud (argentina) e anche lei tornò con un transatlantico verso i lidi domestici. che bei ricordi...

Chiara ha detto...

Che bello quando le nonne raccontano le loro storie, chissà quanti ricordi!
Adoto questi biscotti!!!!!!!!!!!!!!

Simo ha detto...

Coe raccontavo nel mio post....come mi è mancata la mia nonna questo Natale...i suoi racconti, i suoi proverbi...
Buoni i tuoi biscotti!
bacioni

annaferna ha detto...

ciao modista di biscotti ^_^....io mi appartavo con la nonna di mio marito ed ascoltavo in religioso silenzio i suoi racconti di gioventù......quando a 96 anni se ne è andata ha lasciato un gran vuoto ma tanti ricordi da tramandare.
farò i biscotti con farina integrale che dici?
un abbraccio alla mia blogger preferita *_^

aleste ha detto...

Questi biscotti sono così invitanti che devo assolutamente provarli,sono bellissimi!
Ciao!

jubistacha ha detto...

Che bello!

honey82 ha detto...

Son bellissimi gia da vedere,chissà che sapore,bravissima!!! ;-)
Un bacione:-***

Gina ha detto...

Ciao, bella ricetta e bel pranzo!!!! ho girato un pochino nel tuo blog,ripasserò con calma.
Intanto ti lascio i miei AUGURI DI BUONE FESTE (meglio tardi che mai).
A presto.

Mary ha detto...

Sono storie che ci restano nel cuore , mi hai commossa, buoni i biscotti!

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Grazia! natale vuol dire famiglia, quindi perchè non pensare anche alle persone a cui abbiamo voluto bene e di cui portiamo sempre il ricordo nel cuore!!
mamam che deliziosi questi biscottini! eh..al burro son sempre infallibili e belli anche zuccherini!!
baci baci