sabato 11 dicembre 2010

Ciambella ai datteri


E' meglio non avere legge che non farla osservare......



Fa più danno l'affanno che il malanno......

Proverbi

I proverbi, si sa, sono la saggezza dei popoli.......



Credo che nella maggior parte siano di origine contadina....



Comunque la saggezza dei popoli, che si ben evidenzia in queste affermazioni, credo sia lampante....



Inviterei le mie amiche ad inviarmi i proverbi che conoscono ..frutto della saggezza ed esperienza delle persone che, in antico, hanno popolato le loro terre....



Credo che potrebbe diventare una bella raccolta......



E, sempre parlando di raccolta...questa volta di ricette penso che questa ciambella un po' articolata ma per nulla difficile potrebbe interessare......

Potrebbe ante essere utile per smaltire la frutta secca, acquistata o ricevuta in dono, durante le feste....

Tempo di preparazione: circa 40'
Costo: medio
Difficoltà:**

INGREDIENTI

Per la frolla al cacao

230 gr di farina 00
30 gr di cacao
1 pizzico di sale
1 uovo
150 gr di burro
100 gr di zucchero fine del tipo Eridania
3 cucchiai di acqua fredda

Per la farcia

100 gr di cioccolato fondente
70 gr di burro
80 gr di zucchero velo
140 gr di mandorle con la pellicina
120 gr di datteri al netto dei noccioli
poca cannella


Prepariamo subito la base di frolla al cioccolato:

Versare nel boccale del mixer la farina setacciata precedentemente con il pizzico di sale e il cacao.....

Unire il burro a pezzetti, lo zucchero, l'uovo e 3 cucchiai di acqua fredda.....

Azionare il robot ad ogni ingrediente aggiunto.....



Formare quindi una palla, lavorandola brevemente, avvolgerla con pellicola trasparente e porla in frigo per circa 30'.....



Frullare le mandorle con lo zucchero a velo ....



Denocciolare i datteri, tritarli grossolanammente e metterteli a bagno con poca acqua tiepida profumata con un goccio di rum....



In un pentolino a fondo spesso e su fuoco basso fondere il cioccolato con il burro e mescolare fino ad ottenere una crema liscia e vellutata....



Unire un'idea di cannella ....



Unire ora i datteri strizzati delicatamente......



E le mandorle frullate in precedenza....



Mescolare con cura....



Ora stendere la sfoglia col matterello fino ad ottenere un rettangolo grande all'incirca cm. 43x 36 ( non voglio fare la pestina ma sono le dimensioni del foglio di silicone su cui l'ho stesa)....



Spalmare uniformemente la farcia appena preparata...

Arrolare aiutandosi con il foglio di silicone ......



E con un po' di pazienza sistemare il rotolo ottenuto in uno stampo grande con foro centrale cercando di rendere il meno evidente possibile il punto di giunzione delle estremità......




Pennellare con il burro fuso.....


E decorare il dolce con gli eventuali avanzi ottenuti pareggiando i lati del rettangolo...



Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 180° per circa 40'.....



Far raffreddare, sformare il dolce e cospargerlo di zucchero a velo....



E con questa ultima prodezza ahhahhhah auguro a tutte buon week end

La ricetta è tratta con varie modifiche da "Facilissimo in cucina"

9 commenti:

raffy ha detto...

che meraviglia...divina questa ciambella di frolla... bravissima!

Puffin ha detto...

bella e originale! copmplimenti

Natalia ha detto...

Ottima idea per utilizzare i datteri che a Natale mi ritrovo in grande quantità!
Grazie!

Fabiana ha detto...

Hai sempre delle buonissime idee!
Conosco un delizioso dolce inglese a base di datteri e latte condensato, a quanto pare il preferito della Regina Elisabetta e a lei intitolato....veramente dolcissimo, il tuo mi sembra più equilibrato, la frolla con cacao amaro probabilmente attutisce la dolcezza eccessiva dei datteri essiccati....che io peraltro mangerei ogni giorno(e pure notte!!).
Bacissimi, Fabi

La Gaia Celiaca ha detto...

bellissima questa ciambella, ricca ricca proprio da natale!

Ylenia ha detto...

Ottima spiegazione per questo splendido dolce, complimenti. Mi aggiungo ai sostenitori, a presto :)

zagara ha detto...

buona io adoro i datteri

colombina ha detto...

cia cra come stai? mi sei mancata, un bacione

terry ha detto...

"Chi vol star san, pissa spesso come un can" ...vecchio detto veneziano per ricordarci che bisogna bere tanto e duperar reni per star in salute! :)
"I fruti co la stagion, le parole co l'ocasion" ....ogni cosa ha il suo tempo e luogo :)

Ecco due detti che mi son venuti così ... se me ne vengon in mente altri te li lascio! :)
cmq sto dolce è favoloso... sarà che i datteri mi ricordan il mio babbo ei datteri che portava dall'Algeria... mi ricordano i suoi ritorni a casa! :)