venerdì 3 settembre 2010

Cobbler alle pesche


L'uomo diventa vecchio......



Quando i rimpianti prendono il posto dei sogni....

John Barrymore (1882-1942)



Mentre allegavo le immagini al presente post...lavoro poco impegnativo...sentivo al telegiornale della terza rete le notizie riguardanti le proteste dei precari.....



Marce, cortei di studenti, professori, genitori, esami fatti all'aperto in segno di protesta......



E mi sono chiesta sconsolata: Servirà mai tutto questo a scrollare il ministro della Pubblica Istruzione dalla granitica certezza di fare tutto il bene possibile per la scuola in genere???



Ne dubito........



Mi piacerebbe sapere dai miei lettori, sia che siano genitori o insegnati, cosa ne pensano al proposito......



Ho pensato anche ...per fortuna i miei figli sono grandi e ora devono solo a lavorare... ma cosa riserverà il destino ai miei futuri nipoti quando arriveranno????


Per ora smetto di pensare, si fa per dire, e parlo un po' di questa ricettina facile da pare , veloce e moooolto gratificante.....

A parte la pelatura della frutta e conseguente taglio in fette anche un bambino potrebbe preparare questo dolce...state a vedere!!!

La ricetta è tratta da "Delizie al forno"

Tempo di preparazione...circa 30'
Costo:basso
Difficoltà:

INGREDIENTI

7 pesche medie
125 gr di zucchero
il succo di 1/2 limone
1/2 cucchiaino di fecola
1/2 cucchiaino di essenza di mandorle

Per la copertura
180 gr di farina autolievitante
120 ger di zucchero
1 pizzico di sale
90 gr di burro
1 uovo grande
6/7 cucchiai di latte


Sbollentare un istante le pesche passarle velocemente sotto lìacqua fredda, pelarle e ridurle in spicchi non troppo sottili....

In un piatto mescolare con cura lo zucchero, il succo di mezzo limone, la fecola e l'essenza di mandorle.......



Imburrare un stampo quadrato di 22 cm di lato e disporre le fette di pesche .....



Versarvi il mix appena preparato mescolando per bene.....

Infornare ora in forno preriscaldato e ventilato a 220° per circa 15'/230'.....




Mentre le pesche cuociono preparare la copertura....


Unire alla farina autolievitante lo zucchero meno due cucchiai , il pizzico di sale aggiungere il burro morbido e con le dita lavorare il tutto fin quando si ottiene un composto granuloso....

A parte sbattere leggermente l'uovo ed il latte e unire al mix di farina ... mescolando per bene

L'impasto deve apparire morbido e leggermente fluido ...se ciò non fosse unire ancora poco latte...io però non ne ho avuto bisogno......



Ecco come appaiono le pesche cotte......



A cucchiaiate versare l'impasto e livellare per bene...comunque si allarga abbastanza bene anche da solo.....

Cospargere con lo zucchero messo da parte....



Infornare ora nuovamente avendo cura di abbassare la temperatura del forno a 180°/190° per 15'/20'.....




Il dolce freddo o appena tiepido va servito nel recipiente di cottura e prelevato con un cucchiaio......



Non sto a dire che è buono ..lo constaterete voi stesse se penserete di prepararlo.....



Se poi si vuole raggiungere il massimo accompagnare la porzione del dolce con un poco di gelato.....



Quello che ho aggiunto io era un affogato all'amarena...quello che avevo in casa...ma anche solo alla panna sarà ancor meglio....

21 commenti:

annaferna ha detto...

Ciao Grazia...mi sa che questo dolce deve essere veramente buono, ma..sai..io non amo molto le farine autolievitanti.....e se usassi semplicemente farina e pane angeli?
baci e buon w.e.

p.s.
credo che chi ci governa abbia dimenticato cosa significa vivere una vita "normale" e mi sa che fanno a gara per rimanere nella storia come quelli che hanno sbagliato tutto nella loro carriera politica...soprattutto hanno sbagliato a fare i politici!!

Laura ha detto...

wow che goloso!!!!
Bravissima :)
Pensi che potrei usare le pesche sciroppate invece di quelle fresche?
Grazie!

giulia pignatelli ha detto...

mia cara, anch'io dubito molto sul ministro della pubblica istruzione... intanto mi consolo con questo tuo magnifico dolce !

manuela e silvia ha detto...

Questo dolcino è una vera chiccca! ma come ti è venuta l'idea?! PArticolare nelal preparazione, sofficne e delicato nel gusto! PErfetto l'abbinamento con il gelato, soprattutto l'affogato all'amarena ;)
baci baci

marifra79 ha detto...

Cobbler segnato!M'ispira parecchio e poi con le pesche dev'essere buonissimo!!!!!!!!!!!
Per argomento scuola e soprattutto ministro dell'istruzione meglio che non dica niente e già puoi intuire come la penso!
Un abbraccio e buon fine settimana!!!

( parentesiculinaria ) ha detto...

Trovo che abbiano dato un colpo di grazia a una situazione già non facile. Il futuro di una nazione comincia dall'istruzione dei suoi "figli"... non lamnetiamoci delle fughe dei cervelli...
Inoltre trovo che un mestiere così importante come quello dell'insegnante sia davvero malpagato e assolutamente da elevare allo stato che merita.
E invece si rotola nelle direzioni opposte...

Mammazan... è strano che ti riescano stupendi dolci nonostante tu li prepari sentendo ste cose che fanno impazzire la maionese e ciapè il nervùs!

Mammazan ha detto...

@Annaferna
Puoi usare farina e lievito..io uso quella autolievitante quando sono di fretta o desidero una dose perfetta tra farina e lievito specie quando la farina da usare è poca!!
Baci
@Laura
Certo che puoi usare quelle sciroppate così puoi preparare il dolce anche quando le pesche fresche nnon ci sono più!
Buon we!!

aleste ha detto...

Per quanto riguarda il mondo della scuola mi cogli sul vivo visto che sono bidella di cooperativa ridotta dalla Gelmini a lavorare solo 3 ore al giorno dalle 5 ore che facevo quando sono entrata e la mole di lavoro pensa che è sempre la stessa!Quest'anno non sappiamo ancora quando entreremo,se lavoreremo.Un vero schifo!Gli alunni sono abbandonati a loro stessi e circondati da ignoranza e sporcizia.
Scusa se mi sono sfogata ma la cosa è veramente seria sia per noi che per gli insegnanti e soprattutto per i nostri figli.
Siamo proprio alla frutta,meglio mangiare una bella fetta del tuo dolce che sembra bello goloso e quindi consolatorio.
Ciao e buon fine settimana.

da Sergio ha detto...

Io tento di fare un dolce, non mi riesce, poi passo da te e vedo cosa fai e... mi deprimo. Maledizione! Quanto sei brava?

Massaia Canterina ha detto...

Cobbler... me lo devo ricordare!
Non conoscevo questo dolce, ma vedendone le fotografie mi ispira davvero molto: dev'essere sofficissimo e gustoso alla massima potenza!
Grazie mille, Grazia, per quest'altra splendida ricetta!
Elisa

viola ha detto...

Mi sono persa un sacco di delizie in questi giorni.
Il tuo dolce è davvero stupendo.
Purtroppo sono di frettissima e non riesco a commentare il discorso istruzione.
Dico solo che stiamo diventando il fanalino di coda.....e con questo ho già detto tanto
Ti abbraccio carissima. A presto.

Ely ha detto...

Bentrovata cara Grazia!!! e che morbida e buona questa torta!!!!! baci Ely

Lucia ha detto...

Mio padre era un professore di Lettere e quando mi consigliava di seguire le sue orme era davvero convinto di darmi un ottimo consiglio perché trent'anni fa i professori erano rispettati, apprezzati e gratificati. Oggi, purtroppo, non è più così. Insegno in un Istituto superiore, ma ho avuto esperienze di insegnamento anche in altri ordini, per cui conosco perfettamente la situazione della scuola italiana nel suo complesso: se vi raccontassi cosa è diventata non mi credereste...

Lucia ha detto...

Ovviamente la mancanza di rispetto nei confronti degli insegnanti e della scuola di cui parlo non è da parte dei ragazzi, ma dello Stato.

Ka' ha detto...

Dolce particolare il nome mi aveva intimorito...ma pare fattibile! Riguardo alla discorso scuola ormai non è più il ministero dell'istruzione, ma quello della distruzione e secondo me lo sanno bene tutti, ma da ciò scaturiscono troppe conseguenze positive e non certo per noi...

madama bavareisa ha detto...

Oh...un'altra delizia alle pesche... ecco, proverollo, anche questo!! (e intanto mi rileggo le rpecedenti, che son rimasta, ahimé, indietro, causa motivi...ehm, famigliari... :-/ )

Luciana ha detto...

Pesche e mandorle è un abbinamento perfetto!!! questo dolce per me è nuovo, infatti non lo conoscevo...ma mi piace molto, sembra dolce e genuino!!! bravissima e soprattutto buona Domenica...un abbraccio

Ele ha detto...

Ciao Grazia,anch'io non conoscaevo il dolce e mi sembra davvero invitante e goloso...
per quanto riguarda il discorso istruzione, son d'accordo con te....mia mamma è insegnante da molto tempo e anno dopo anno è sempre più demoralizzata e sconcertata...nonkè sottopagata!
Io invece son preoccupata per quanto avrò dei figli...ke mondo li aspetta?
Un abbraccio Elena

speedy70 ha detto...

Ma cosa hai tirato fuori dal tuo cappello magico oggi?????? Delizione queste pesche, sei insuperabile cara Mammazan, ti abbraccio!!!

jeneregretterien ha detto...

purtroppo la granitica indifferenza di Meri Star rimarrà tale. Lei si adopera principalmente per la privata. Basta leggere i titoli dei giornali in questi giorni di riapertura delle scuole. Hai letto di quella preside di Milano che ha invitato i ragazzi a portarsi le sedie da casa? E che sta pitturando la scuola con l'aiuto dei bidelli utilizzando i fondi di istituto?
Bello il cobbler, provo a farlo

la Zu ha detto...

Mamma mia che belvedere c'è qui?!Caspiterina, lo asseggerei più che volentieri!!!!