mercoledì 29 settembre 2010

Tortine allo sciroppo d'acero


Non mandate a domani il bene che potete fare oggi.....



Perchè forse domani non avrete più tempo...

Don Bosco (1815-1888)



Ed io, parafrasando l'aforisma appena citato, consiglio alle mie amiche di non rimandare a domani la preparazione di queste tortine..... per il bene dei loro cari.....



Non sempre tutto quello che cucino mi piace o riesce bene ma questi dolcetti dall'aspetto...diciamolo pure...modesto sono veramente deliziosi......



La preparazione è semplice e, considerando anche i pochi ingredienti usati, il risultato è notevole......



Sarà sicuramente per lo sciroppo d'acero a lungo contemplato sullo scaffale del super mercato e mai acquistato fino ad ora per il suo prezzo... per un insano attacco di pidocchioseria......



Ad una amica che mi ha chiesto con cosa poteva sostituire questo ingrediente che compare nel titolo del post ho consigliato, visto che lo sciroppo in questione è un dolcificante, molto usato negli States, di sostituirlo con il miele ...vedete voi....



Quando, a colazione ho messo in tavola questo insolito dolce, almeno per i miei cari, ho anche aggiunto la bottiglietta caratteristica e mio figlio, che di solito è diffidente, ne ha versato su un dolcetto taggiaiato a metà ed è andato in visibilio......



E dopo questo delirio autocelebrativo mi accingo a scrivere...finalmente gli ingredienti....



E le modalità di esecuzione....

La ricetta è tratta dal bellissimo libro: Dolci e biscotti" non ho a portato di mano la pubblicazione e quindi non posso citarvene l'editore...ma lo farò in altra occasione.....

Tempo di preparazione: Circa 20'/30' più il riposo della pasta di base e l'allestimento dei dischetti di frolla
Costo: medio
Difficoltà:**

INGREDIENTI

Per la frolla di base
90 gr di farina 00
65 gr di burro
1 pizzico di sale
latte q.b.

Per il ripieno
100 gr di farina 00
6 gr di lievito
40 gr di burro
60 gr di zucchero di canna
1 uovo
1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia
Sciroppo d'acero nella quantità indicata nell'esecuzione circa 22 cucchiaini

Ecco qui sotto lo sciroppo in questione....



Per la preparazione della pasta frolla di base basta versare nel boccale del mixer la farina, il burr, il pizzico di sale e latte quanto basta per ottenere un impasto morbido ma abbastanza consistente....

Non c'è zucchero!!!!!!

Azionare il robot ad ogni ingrediente aggiunto, lavorare brevemente il panetto ottenuto, avvolgere in pellicola trasparente a porre in frigo per circa 30'...


Passato il tempo di riposo in frigo stendere una sfoglia spessa pochi millimetri e ricavare del tondelli con un tagliapasta scanalato del diametro di 5 cm.

Con questi tondelli ho colmato i vani di uno stampo da 15 posti in silicone....

Pur avendo dimezzato le dosi della pasta di base mi rimaneva ancora parecchia sfoglia e allora sono andata a recuperare lo stampo da 12 vani in cui di solito cuocio i muffin.....

Essendo le cavità dello stampo più grandi (lo vedrete più sotto )ho usato un tagliapasta da 8 cm ponendovi dei pirottini di carta.....non è in silicone...



Dopo aver sistemato TUTTI I tondelli negli appostiti stampi prepariamo il ripieno...ci vorrà un momento... e si potrà eseguire a mano.....

Lavorare il burro fuso e appena tiepido con lo zucchero di canna......



Aggiungere l'uovo e l'essenza di vanillina ......



Versare a pioggia (usare lo spargifarina) la farina, setacciata precedentemente con il lievito, mescolando il tutto accuratamente....



Ecco qui sotto lo stampo più piccolo in silicone da 15 cavità.....



E quello più grande in cui ho sistemato solo 10 fondi di frolla...la pasta era finalmente finita!!!



Essendo le cavità più piccole e di conseguenza anche i tondelli sono di dimensioni ridotte ho versato in ognuna 1/2 cucchiaino di sciroppo d'acero....



In questo qui sotto, più grande, ne ho versato 1 cucchiaino..tanto per essere precisa...


Ho quindi suddiviso la cremina precedentemente preparata fra i tutti i fondi di frolla e si potrà veder in seguito che qualcuno ha il "cappello" un po' sghembo...anche qui ho voluto far fuori il ripieno...non si butta via mai niente, vero???



Infornare ora in forno preriscaldato e ventilato a 180° per circa 12'.....



I pirottini in carta da forno si sono staccati agevolmente dai dolcetti...



Raccomando di fare 2 infornate in modo da poter controllare meglio la cottura....



Che, come avete visto, è veramente breve......



Le tortine si conservano inalterate per pochi giorni...ma credo che spariranno subito.....

Se volete, ripeto, servitele appena tiepide con lo sciroppo d'acero...saranno il massimo!!


7 commenti:

annaferna ha detto...

fiuuuuuu!!!!
Che pazienza sovrumana!!!
Ma quanti ne hai fatti!!!
...Ma qui lo sciroppo d'acero non lo troverò MAI!!!
mmmm...forse in erboristeria?
Cmq, carissima sono venuti davvero bellini degni di essere divorati in un sol boccone!!!
bacibaci "precisissima" *_^

Federica ha detto...

Mai usato lo sciroppo d'acero ma confesso che mi tenta. E ora che ho visto questi dolcetti ancora di più. Un bacio

manuela e silvia ha detto...

Ciao! queste ci sembrano decisamente più gustose dei pancakes: soffici e originali, un modo diverso con cui utilizzare questo particolare sciroppo!
allora...ce ne prenotaimo due per domani mattina!
un bacione

Simo ha detto...

Che particolari queste tortine...come al solito hai fatto centro!!!!!!!
Molto bella la frase di Don Bosco....
Un abbraccione

Ale ha detto...

chissà che buone ! sempre molto utili tutti i passaggi fotografati.

Gunther ha detto...

stai scherzando vero apparenza modesta!! è una bella alternativa allo zucchero da utilizzare ogni tanto io metto lo sciroppo d'acero per dolcificare lo yogurt, ma la tua preparazione mi tenta molto per una prima colazione

Laura ha detto...

Ma guarda che belli che sono e poi velocissimi....tutti da provare ;)
Bravissima!!!
Un abbraccio!