giovedì 27 gennaio 2011

Ciambelline al vino


Uomo che ami parlare molto: ascolta e diventerai simile al saggio......



L'inizio della saggezza è il silenzio....

Pitagora ( 575 A.C.-495 A.C.)



Questo aforisma mi ha fatto riflettere...




Ma ci sarà qualcuno nel nostro paese veramente saggio?????

Parole, parole sempre e soltanto parole che non dicono nulla che lasciano il tempo che trovano che non comunicano alcun concetto apprezzabile...

Fossero solo parole..troppo spesso sono parole urlate che offendono, che indignano ...che disturbano e da cui emergono arroganza, protervia a mascherare la cattiva coscienza.....

Ragazze mie.....passiamo ad argomenti più pertinenti in questa sede.....parliamo di dolci.....

Resta il fatto comunque che noi siamo liberissime di trattare qualunque argomento ci sembri interessante, ci tocchi da vicino o coinvolga la società in cui viviamo!!!


E con questa ricetta partecipo al contest del:Il ricettario di Cinzia




Tempo di preparazione: Circa 40' più il tempo di riposo della pasta: un'ora
Costo:medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI

1/2 dl di olio extravergine
9 gr di semi d'anice
500 gr di farina 00
1 bustina di vanillina
120 gr di zucchero
100 gr di miele millefiori o quello che si ha in casa
160 gr di vin santo
Il succo di una grossa arancia


In un pentolino a fondo spesso scaldare a fuoco basso e per 10' olio e semi d'anice.....

Ritirare dal fuoco e far raffreddare per circa un'ora.....



Mescolare con cura il miele, lo zucchero, il succo d'arancia e il vin santo........



Setacciare la farina con la vanillina e trasferirla nel boccale del mixer ...

Mentre il robot è in funzione unire l'olio aromatizzato ai semi di finocchio , filtrato con un colino, e il resto dei liquidi mescolati precedentemente......



Azionare il robot fino a quando il tutto si è ben amalgamato, estrarre l'impasto, lavorarlo qualche minuto e farlo riposare a temperatura ambiente per circa un'ora....





Staccare ora delle piccole porzioni, ricavare dei bastoncini spessi 1 cm o poco più e tagliare dei segmenti lunghi 12/14 cm, formare di tarallini ,e man mano che sono pronti adagiarli su grandi teglie ricoperte da carta da forno.....

Mescolare qualche cucchiaio di miele e poca acqua e scaldarlo un momento su fuoco basso .....

Pennellare le ciambelline e cospargerle di semi d'anice....



Come appare qui sotto una parte dei dolcetti è stata lasciata così com'era perché a mia figlia non piace trovare sotto i denti i semini...... intanto l'impasto è stato aromatizzato a ...monte!!



Infornare ora in forno preriscaldato e ventilato e nella parte alte a 180° per circa 20' o perlomeno fino a doratura...



Ci vuole un po' di tempo per formare tutte le ciambelline......



Ma ogni tanto , se se ne ha il tempo, ne vale la pena!!!!

14 commenti:

raffy ha detto...

quanto mi piaccionooooooooooo!!! bravissima Grazia, sono meravigliose... posso una???

annaferna ha detto...

mmmmmm.....vogliosi..invitanti e belli pure!!!!!
baci,baci,baci

La Cucina di Papavero ha detto...

Sono veramente deliziose!! Brava!

zagara ha detto...

Io come tua figlia ne prendo uno senza semini...mai mangiati non conoscevo questa ricetta una domanda se posso...sono morbide o sono biscottate?
un abbraccio

Erica ha detto...

Sno davvero particolari! non conoscevo queste ciambelline.. grazie!

Mammazan ha detto...

@zagara Appena fatte sono abbastanza morbide..non so com lo sarebbero state in seguito perchè sono finite tutte!!

viola ha detto...

Ciao cara Grazia, queste ciambelline sono davvero deliziose e io penso che ne valga proprio la pena di metterci un pò di tempo in più!
Un bacione

ranapazza65 ha detto...

Mio padre adora le cimbelline al vino e devo provare le tue!!
bravissima come sempre
buona giornata Anna

Simo ha detto...

...che buone...mi segno la ricettina!
Io le faccio ma in maniera completamente differente...questa variante mi attira parecchio.
Bacioni

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao! allora..una scatolina ben chiusa direttamente a Padova? con un buon vino passito e il retrogusto agrumato...devono essere divine!
bravissima!
bacioni

eli ha detto...

Anche io sono pienamente d'accordo con l'aforisma.
Sinceramente sono stufa di sentir parlare di Ruby, della casa di Montcarlo, ebbene si! se ne riparla.
degli insulti via telefono e di chi si alza e se ne va dai vari talk show
Possibile che non esistano dei "veri" argomenti di cui discutere?
Ieri era la giornata della memoria, ma si è persa in mezzo ai pettegolezzi.

Le ciambelline hanno un aspetto invitante!
Ma dimmi la verità...esiste un dolce che non ti riesce?
Io dico di no! :DDDDDD

La Gaia Celiaca ha detto...

le ciambelline al vino sono tre o quattro domeniche che le voglio fare poi, per un motivo o per l'altro, salto.
ma presto saranno mie, e mi ricorderò della tua ricetta, perché ti sono venute benissimo|

Cinzia ha detto...

Sei sempre super...é un sacco che non passo, ma il contest mi stà assorbendo un sacco di tempo!!!
Grazie di aver partecipato mi hai fatto felice ^__^
Se prepari qualche altra delizia agrumosa ricordati del mio contest.
Un bacio

terry ha detto...

Chissà che profumo ste ciambelline! ne provai già pronte di ciambelline al vino...sempre piaciuto...potrei rifarle ora! :)