venerdì 10 giugno 2011

La prima torta alle pesche di quest'anno


La corruzione........


Comincia con un piatto di pasta.......

Indro Montanelli ( 1909-2001)



Domenica 12 e lunedì 13 giugno ci si deve recare alle urne per votare i 4 referendum.....

Mi permetto di dare alle amiche e a coloro che passano di qui questi suggerimenti:

1° Votare è un diritto-dovere per esprimere il proprio pensiero ( non tenete conto di chi, per proprio tornaconto, suggerisce di disertare questo importante evento) e non lasciare che altri decidano per conto nostro.

2°leggere attentamente il contenuto di ogni scheda, anche se ormai, in tutte le trasmissioni televisive si è sentito il pro e il contro su ogni tema trattato....

3°Non sovrapporre le schede quando si indica con la croce la casella che reca la scritta SI o No .....il segno relativo si trasferirebbe su quelle sottostanti e le schede TUTTE sarebbero nulle.....

E....soprattutto, vincendo la pigrizia, lo scontento, la convinzione che il nostro voto non serva a nulla,....andare a votare...il voto è un mezzo efficace per cambiare....almeno lo si spera...lo stato di cose attuali e future.....


E dopo questo pistolotto, sperando di non aver annoiato le amiche propongo questo dolce la cui ricetta è tratta dal bel libro, cui spesso mi ispiro, "1000 ricette con la frutta"....veloce e sopratuttto buono

Tempo di preparazione: circa 30'
Costo: basso
Difficoltà:*

Ingredienti
250 di farina antigrumi del molino Chiavazza
12 gr di lievito per dolci
1 pizzico di sale
2 uova grandi , tuorli e bianchi separati
120 gr di zucchero
100 gr di burro
4 pesche noci 1 bicchierino di Maraschino o altro liquore
10/12 amaretti piccoli
Poco burro extra per la superficie del dolce

Cominciamo con il lavare , affettare le pesche (le mie sono pesche noci , si dovesse usare quelle normali, sbollentarle per un istante in acqua ben calda, passarla sotto quella fretta e poi pelarle.

Cospargerle con poco zucchero e Maraschino.....

Tenere da parte....


In una scodella sbattere il burro e il resto dello zucchero.......



Aggiungere i tuorli e la farina setacciata precedentemente con il lievito

Se l'impasto dovesse apparire troppo sodo aggiungere un poco di latte......



Unire ora le chiare montate a neve fermissima con un pizzico di sale.....



Versare il tutto in uno stampo ben imburrato ed infarinato ( base 22 cm ) e disporvi le fettine di pesca ben sgocciolate come appare in foto, conservando il liquido della "marinata".....



Cospargere la superficie con qualche amaretto sbriciolato e qualche fiocchetto di burro.....



Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 180° per circa 25'/30'.....

Se il dolce dovesse scurire , passati i primi 20' coprirlo, con un foglio di carta d'alluminio.......



Passato questo tempo, estrarre il dolce dal forno, farlo intiepidire e quindi cospargerne la superficie con il succo rimasto dalla marinata delle pesche e Maraschino......


Ottimo per la colazione......



Fresco.......


E leggero...

Ed ora buona giornata a tutti...

Se questa torta piace alle mie amiche e se decidono di prepararla ...fatemi sapere!!!

15 commenti:

arabafelice ha detto...

Bella! Qui le pesche non sono ancora arrivate...

Manuela e Silvia ha detto...

Che meraviglia! ti diamo una mano ad inauguararla?? dolce e fruttata...proprio perfetta!
un bacione

Tamtam ha detto...

bella, stavo cercando una torta appunto da colazione, e questa è davvero adatta...un abbraccio

neve di marzo ha detto...

che bella,presto ne postero' una anche io,ma con pesche sciroppate e farina di riso!Complimenti per il blog!

Simo ha detto...

Pesche...le adoro...meno male che stanno arrivandooooooo
Favolosa la tua tortona!

giovanna burroealici ha detto...

Le pesche!!! ancora non ne trovo di profumate e buone perciò aspetto... amo le pesche! Ma tutti qeusti dolci a ritmo incalzante chi li mangia??

raffy ha detto...

spettacolareeeeeeeee!! Grazia che dirti, sei troppo troppo brava!

Natalia ha detto...

Cara, la corruzione inizia con un primo piatto ma tu hai iniziato con questo dolce favoloso.
Io andrò a votare!

eli ha detto...

A votare ci vado eccome!
Ieri alla televisione un tg (non ricordo quale) diceva che ora si confida nel bel tempo per dissuadere gli elettori dall'andare alle urne!
Decisamente non sanno più a che santo votarsi!

La torta con le pesche non vedo l'ora di riprodurla!
Buon weekend!

Mary ha detto...

Io da brava cittadina italiana ho già fatto il mio dovere di votare per i referendum..ovvio che risiedo all'estero ;)
Grazia,è uno spettacolo questa torta.. io la magerei non solo a colazione ma in qualsiasi momento ;)
Un abbraccio e buon fine settimana ^_^

Olga ha detto...

Ma che bella, io ancora quest'anno non ho ancora mai mangiato una pesca!!!! bravissima!!

Enza C. ha detto...

Ciao e complimentoni per il tuo blog: è pieno di bellissime ricette! Io ne ho creato uno da 2 mesi e se vuoi puoi farmi una visita e aggiungerlo agli altri...buon weekend, Enza.

ristoranti di roma ha detto...

Come prima torta alle pesche per quest'anno direi che è ottima! complimentoni

Elena ha detto...

Guarda, l'ho fatta ed è veramente FANTASTICA!
Sono rimasta sveglia fino a adesso perchè volevo provarla e ho dovuto aspettare che si raffreddasse!
D'accordo, non che io di torte ne abbia fatte migliaia fino ad ora, ma questa è senza dubbio la torta alla frutta che mi è venuta meglio di tutta la mia vita!
..non vedo l'ora di farla provare al mio ragazzo! ;)
E il blog è veramente bellissimo, con tante foto utili :)

Mammazan ha detto...

@Elena
Questo commento mi ha fatto veramente piacere..per la torta che ti è riuscita benissimo e anche per il mio lavoro di documentazione...non perderti le altre torte che devo postare a base di mirtilli..
Qui a casa sono sparite in un momento
Baci