martedì 7 giugno 2011

Un dolce con le mele in "galera"!!!!!

Tra ciò che uno ha, non ho annoverato la moglie e i figli.......

Poiché da questi è meglio dire che si è posseduti...

Arthur Schopenhauer ( 1788-1860)



Finalmente stamattina ho avuto il bene di vedere alla Tv il regionale del Piemonte......

Mi sono deliziata a lungo con quello della Campania e l'odore della monnezza arrivava fin qui...

Parimenti ho avuto il piacere di vedere anche quello sul Lazio, Romagna e Lombardia che mi interessava un tantino di più in quanto mio figlio abita a Milano......

Particolarmente interessante durante i ballottaggi......

Ma stamattina, dicevo, mi sono cadute le braccia....

Praticamente qui dove abito la temperatura si attestava, alle 7, intorno ai 13°........

In più, tanto per migliorare l'umore, dopo 20' di coda alla posta non sono riuscita a pagare un bollettino (l'ho pagato poi in tabaccheria e stamattina, sempre nella stessa tabaccheria il terminale del'Enel non era in funzione per cui il pagamento di un altro bollettino verrà fatto in seguito...domani..dopodomani???

Chissà!!

Per fortuna la Panda, dopo tanta pioggia, dopo avermi fatto soffrire un po' e avermi fatto tremare i polsi (la batteria è andata a p....????) è partita e quindi sospirone di sollievo!

Quindi care amiche che abitate al sud ..sudate allegramente e mettete le creme solari...qui fra un po' accendo la stufa e mi metto a cucinare la polenta con lo spezzatino......

O meglio ancora preparo un dolce che, grazie al calore del forno, mitiga la temperatura e riscalda il cuore....

Ecco qui un dolce che prevedeva l'uso della cocotte..ma la cocotte non era in dotazione tra tutto il caccavellame che ho a disposizione per cui ho usato uno stampo piccolo da soufflè ...base 17 cm di diametro.....

La ricetta è tratta da schede raccolte in un classificatore ad anelli sul cui frontespizio c'è la dicitura "Cucinare con fantasia"...non sono riuscita a capire qual'è l'editore.......

Tempo di preparazione : circa 20'
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI

3 mele golden di media pezzatura
il succo di un limone
4 uova
120 gr di zucchero
140 gr di panna o latte
350 gr di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina


Sbucciare e detorsolare, con l'apposito attrezzo, le mele, quindi tagliare in fette orizzontali mantenendo la loro forma originale e irrorarle con succo di limone.........



Nel mio stampo ce ne stavano solo tre.......



Disporle ora in uno stampo alto da soufllè imburrato ed infarinato e inserire in ogni cavità della marmellata ( io ho usato la mia preparata con il succo dei limoni usati per il limoncello....ma va bene qualunque tipo si abbia a disposizione) .......




Ed inserire anche degli amaretti piccoli......



Ci siamo quasi......

In una scodella sbattere con le fruste elettriche le uova con lo zucchero e la panna o il latte se ci sono problemi di colesterolo........

Io ho usato il latte perché in casa c'era qualcuno che gemeva per i grassi...........

Aggiungere ora a manciate la farina, precedentemente setacciata con il lievito e la vanillina, o ancor meglio usare lo spargifarina......

Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo........



Che va versato sulle mele fino a ricoprirle completamente.......

E qui momento di panico perché l'impasto è arrivato quasi all'orlo dello stampo per cui , come si vede dalla foto, per arginare l'esuberanza della crescita del dolce, ho contornato lo stampo con delle strisce di carta d'alluminio......


Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 180' per circa 25'......



Invece è andata bene....il dolce è cresciuto in altezza....avrei dovuto immaginarlo...ma temevo di avere più dolce che stampo.......

Insomma è venuto un monumento!!!!



Ora farlo raffreddare perfettamente e tagliarlo a fette.....



Mi rendo conto di essermi dimenticata di cospargere il dolce con lo zucchero a velo...altro che torte decorate!!!

Se da voi FA CALDO conservare il dolce in frigo ......le mele potrebbe fare la muffa se lo stesso non viene consumato a breve........

E dalle mie gelide valli..auguro a tutte un'ottima giornata!

18 commenti:

Tamtam ha detto...

Grazia è stupendo, sembra un panettone di mele....o un sufflé, vero? bellissimo, e buono, adoro le torte con le mele e la frutta in genere...

Damiana ha detto...

E che monumento Mammazan,uno scrigno di mele preziosissimo!!Però quella spolverata di zucchero al velo,ci voleva proprio eh??Comunque fantastico!!
Qui fa un caldo così umido,che ti invidio...visto??nessuno è mai contento!!
UN bacio e alla prossima!!

Mary ha detto...

ahaha bella questa della galera , favolosa!

Manuela e Silvia ha detto...

Insomma...una giornataccia! anche a noinon è andata meglio e poi..quanta pioggia!!
un dolcino così rimette su il morale!! semplice e molto dolce!!
baci baci

Ely ha detto...

che meraviglia! mi piace la dicitura mela in galera!!!! una dolce prigione per un dolce delizioso! un bacione Ely

Olga ha detto...

Mi piace questa mela "galeotta"!!!! bravissima!!! Olga

Simo ha detto...

Mamma mia che splendida lievitazione...che bontà, adoro le mele in galera!
Consolati...qua nell'hinterland milanese piove e fa freddino...

Elisabetta ha detto...

ma che delizia questo dolce,Grazia!!le mele in galera,mi piacciono tanto...eheheh finche' restano loro,al fresco va bene..eh si,cara,qui fa caldo,anche se oggi,un po' di venticello è venuto in soccorso,per dare un po' di refrigerio..vorrei io,un po' del tuo fresco..pur essendo nata in una citta' di mare,amo le montagneeeeeee :))non mi parlare delle poste...mio marito dalle 8.00 è tornato a mezzogiorno e gli è andata bene,perche' pare si sia risolto tutto..almeno cosi' pare..buona giornata ed un bacione,carissima *:*

La Gaia Celiaca ha detto...

è veramente bellissimo grazia, hai ragione, è un monumento di dolce, così lievitato, quasi un sufflé

ne sai sempre una più del diavolo, tu :-)

piera ha detto...

Brava Grazia, ingegnosa l idea di "arginare" lo sampo con carta di alluminio!!!E che bel risultato.
Un dolce semplice e senza burro in barba al colesterolo....fa proprio per me. Bacioni :-))

eli ha detto...

La foto del dolce appena sfornato, in tutta la sua monumentale copiosità, mi piace moltissimo!
Consolati! anche qui in pianura c'è la stessa temperatura, sto lavorando con le finestre chiuse e la luce accesa :(

p.s. chi geme per i grassi? a casa mia di solito è mia figlia :DDD

matematicaecucina ha detto...

Ottimo dolce e furba la soluzione della stagnola. Ciao, Laura

Ramona ha detto...

Vorrei essere anche io in galera...:-)straordinario dolce che presto ti copierò..MI PIACE!

Ale ha detto...

caspita che tortona melosissima ! adoro le mele nei dolci

giovanna burroealici ha detto...

ma tu guarda che dolce! altissimo, bellissimo! Queste tue mele in galera mi piacciono proprio tanto!!!

marsettina ha detto...

un incanto!

LA PASTICCIONA ha detto...

è un opera d'arte brava come sempre,ciao

ristoranti di roma ha detto...

Delizioso il dolce con le mele! mi rcordo da bambino ne mangiavo a non finire!