lunedì 1 febbraio 2010

I Navigli d'inverno e....due CROSTATINE TRIPLO GUSTO


La nostra memoria è come un setaccio i cui fori all'inizio sono piccoli e lasciano passare poco......



Poi, però, diventano sempre più grandi....



E alla fine talmente grandi da lasciar passare quasi tutto ciò che vi su butta dentro.....

Arthur Schopenhauer (1788-1860)



L'ultima domenica di ogni mese lungo i Navigli vengono allestiti due chilometri di bancherelle sulle quali, in esposizione, ci si può trovare di tutto........



Oggetti d'antiquariato, gioielli, lampadari, statue lignee del XV° XVI° secolo ( prezzo dai 4000 € in su....sarei poi curiosa di sapere chi le compra ....) borsette di ogni genere firmate e non,capi d'abbigliamento vintage.........



Tutto caratterizzato da un unico denominatore....TUTTO ESTREMAMENTE COSTOSO!!!!!!!




Le signore impellicciate, sia al di qua che al di là dei banchi, erano più numerose di quelle che indossavano semplici cappotti........




E ci si poteva imbattere in una Natalia Aspesi ( a cui ho attaccato un brevissimo bottone) e un Claudio Bisio che stava pacatamente discutendo con il figlio che, stanco morto, voleva solo ritornare a casa........


Freddo cane.... anche se la giornata era magnifica ed il sole in alcune stradine, lungo le quali erano posizionate le bancherelle, abbagliava rendendo perfino impossibile vedere la merce esposta......



Ci siamo divisi in due gruppi: mio figlio e la sua ragazza se ne sono andati per conto loro (tanto con i cellulari era possibile una veloce localizzazione ) mentre la mia consuocera ed io ci siamo gettate nella mischia come due galline starnazzanti.....



Sia lei che io abbiamo fatto danno ma....io mi sono divertita a contrattare riuscendo a pagare la metà del prezzo di un paio di orecchini e un corposo sconto su un cappottino vintage veramente carino........



Credo vi sarebbe piaciuto vedere Mammazan che si toglieva cappotto, guanti e sotto a tutto posizionava la borsetta ...non si sa mai.... e incurante del freddo si provava i vari capi......



E che soddisfazione poi tornare a casa, trascinando i piedi ( due pezzi di ghiaccio) con il "bottino"!!!!!


Ma passiamo alla ricetta.... e cercherò di dare un senso al titolo criptico del post ( ma neanche poi tanto credo!!!)


Questi due dolci sono stati preparati per la mia gita a Milano: non potevo certo mettere nel trolley delle cose grondati creme o panne varie per cui la crostata classica è stata una scelta obbligatoria e siccome non postavo da alcuni giorni ....per fare ammenda ...di dolci ne propongo due.....

Il primo è relativo alla crostata vera e propria e il secondo mostra in quale modo ho risolto il problema dell'avanzo di frolla...due al prezzo di uno!!!!

Tempo di preparazione: 15' per la frolla di base più almeno 30' di riposo in frigo
Costo: medio
Difficoltà:**

INGREDIENTI

Per la frolla di base

300 gr di farina
1 pizzico di sale
120 gr di burro
120 gr di zucchero
La buccia grattugiata di un'arancia o limone biologici
1 uovo e un tuorlo

Per la farcitura della crostata

marmellata di albicocca e di susine ( comunque una chiara ed una scura)

Per la crostatina di "recupero"

2 piccole pere kaiser
40 gr di cioccolato fondente ( nel mio caso 72 &)
1 cucchiaio di zucchero


Per la preparazione della pasta frolla:

Versare nel boccale del mixer la farina, il burro a pezzetti e il pizzico di sale, azionare il robot per pochi istanti fin quando farina e burro si sono bene amalgamati ( si deve ottenere un composto granuloso)...

Aggiungere ora e in sequenza lo zucchero, la buccia di limone o d'arancia grattugiata, l'uovo e il tuorlo e continuare a mescolare , sempre col fido mixer, fin quando si forma una palla che va estratta, lavorata brevemente, avvolta in pellicola trasparente e messa nella parte bassa del frigo per almeno 30' ( volendo si può preparare con anticipo anche di qualche giorno)......



Per comodità mia ho usato questa teglia in carta da forno comoda per il trasporto ( anche riciclabile) che non necessita di trattamento alcuno...altrimenti usare quella tradizionale ben imburata e infarinata....



Lavorare ora con il matterello la frolla estratta almeno un mezz'ora prima dal frigo e stendenderla in una sfoglia sottile circa 3/5 mm......

Per stenderla più agevolmente ho usato un foglio di silicone che si intravvede in basso nella foto qui sotto......

Con un coltellino, dopo aver fatto aderire la sfoglia allo stampo, eliminare l'eccedenza......



Punzecchiare la sfoglia con i rebbi di una forchetta per evitare che si gonfi in cottura......



Particolare......come se non si vedesse!!!!!!!!



E ora divertiamoci a creare una crostata diversa solo sfruttando una semplice decorazione.....


Con il dito inumidito fare aderire i due rotolini come appare qui sotto......



E aridanga con i particolari........



Ora versare due tipi di marmellata una chiara ed una scura (albicocca e susina nel mio caso)......



E infine, usando dei piccoli tagliabiscotti ( grazie Viviana!!!) posizionare queste piccole decorazioni come appare qui sotto......

Rimboccare i lembi lungo la circonferenza cercando di pizzicare la pasta lungo il perimetro.....

Infornare ora in forno statico e partendo da freddo a 160° per circa 30' o perlomeno fino a doratura.....




E cosa me ne facevo dell'avanzo di frolla?????

Avrei potuto anche congelarla col rischio poi di dimenticare in freezer quel grumo di pasta biancastra e invece mentre la crostata si cuoceva ho imburrato e infarinato uno stampo di alluminio da 12 cm di diametro , vi ho sistemato una parte dell'avanzo...poco più della metà cospargendo la base di poca marmellata di albicocca......



Ho sbucciato e ridotto in dadolata due piccole pere Kaiser ( ma si possono usare pere di altra qualità).....



Per comodità mia e per non perdere troppo tempo a frantumare delle cialde di cioccolato ho usato mezza tavoletta scarsa da 100 gr di coccolato fontente.......



Pezzetti abbastanza piccoli ...comunque con la cottura si fondono.......



Ho mescolato la dadolata di pere con i pezzetti di cioccolato, aggiungendo un poco di zucchero (il cioccolato era fondente e le pere poco dolci) e ho sistemati tutto nella base di frolla creando una montagnola........



Che è stata ricoperta con la restante sfoglia...poi con un tagliabiscotti ho inciso la parte superiore in modo da formare un "camino" e con il fiorellino ricavato ho formato queste 4 sferette....



Che qui appaiono più evidenti......



Anche qui rimbocccare i bordi e ........



Tiata fuori la crostata ormai cotta........



Via in forno per almeno 25'/35'........

Quando la parte superiore di questo dolce appare dorato spostare la teglia sula parte bassa del forno affinchè si cuocia perfettamente anche nella parte inferiore......



La fetta della crostata non appare..per ovvi motivi........



Ma la parte interna di questa crostatina di recupero valeva la pena di essere vista!!!



Solo un pò di pazienza e di fantasia e una semplice crostata diventa più graziosa...o no??????

19 commenti:

michela ha detto...

Hai ragione..avrei proprio voluto vederti.!!
:-))
finalmente riesco a passare..forse i problemi al pc son risolti?

Roberta ha detto...

ciao tesoro!!
mi fai sentire a casa dalla mamma con questa splendida, tripla crostata!! ti abbraccio forte! buona settimana! se passi da me vedrai qualcosa in tuo onore!!

raffy ha detto...

splendide...e chissà che buoneee!!! complimenti..

Federica ha detto...

che meraviglia!!! non saprei quale scegliere da quanto son deliziose!

ELel ha detto...

Voto quella di recupero: fantastica!

marifra79 ha detto...

Ciao!!!Quanto avrei voluto essere lì con te...dev'essere stato divertente anche con tutte quelle signore sciccose in giro!!!
Buona e bella la crostata!!!
UN ABBRACCIO

Simo ha detto...

...mi sembrava di vederti, dal tuo racconto ho immaginato la scena alla perfezione, eheheheh!
Sai che non ci sono mai stata al mercatino sui Navigli? Troppa confusione...
Complimenti vivissimi alle crostate, beato chi se le è pappate!
bacione

Lauradv ha detto...

E' da tanto, troppo tempo che non fo più una bella crostata come le tue! Mi hai fatto venire voglia ;-) dovrò rimediare! Buona serata Lauradv

Laura ha detto...

Bellissime tutte e due...ma quella di recupero è fantastica!!
Bravissima come sempre :)

Vania e Paolo ha detto...

Meravigliosamente .....tutto.....spettacolare !!!!!!:)
Ciao Vania

Loredana ha detto...

è da poco che ho scoperto il tuo blog di solito non commento ma dopo la crostata pere e cioccolato....ho "dovuto" esprimere tutto il mio apprezzamento!! fantastica
alla prossima crostata cercherò di far avanzare la frolla....da provare!

chabb ha detto...

Mi è piaciuto leggere il tuo e ti trovo simpaticissima, poi che dire delle crostate, se facessi quello splendore a mio marito mi direbbe che è come se la mangiasse due volte, prima con occhi e poi con la bocca.
Complimenti vivissimi per il blog.
Sandra

manuela e silvia ha detto...

Ci piacciono tantissimo questa specie di mercatini! si possono trovare delle vere chicche e poi tante cose particolari!
ottime e davvero molto belle queste due torte! scenografiche, ma dagli ingredienti semplici!
un bacione

lucia ha detto...

I mercatini dei Navigli... ci abito abbastanza vicino, ma figurati se riuscirò mai a convincere il marito a farci un giro! Neanche con una delle tue crostate riuscirei...
Magari ci provo!

stefi ha detto...

Mamma mia sono buonissime tutte e due ma quella chiusa col cioccolato e le pereè da svenimentoooo!!!!!!

Nanny ha detto...

Una crostata,anzi due per tutti i gusti,deliziose :P

Ely ha detto...

Graziaaaaaaaaaaaaaaa che spettacolo ste torte sopratutto la seconda.... da leccare il ripieno!!!! baci Ely

eli ha detto...

Ma pensa che abito ad un tiro di schioppo da Milano e non sono mai andata al mercatino dei Navigli.
Ma ci farai vedere i tuoi acquisti????
Sono curiosa!
La crostatina di recupero (ma io non la chiamerei così) deve essere ancora più buona di quella classica che però con i suoi quattro scomparti è bellissima.
Mi hai fatto venire in mente che non faccio crostate da una vita... e dire che sono il dolce preferito di mio figlio

eli ha detto...

ho dimenticato i saluti...
Ciao carissima, un bacione!