domenica 21 giugno 2009

Fantasia di pagnottine ai semi di lino


L'ottimista vede la rosa e non le spine......



Il pessimista si fissa sulle spine, dimentico della rosa.....

Kahlil Gibran (1883/1931) intellettuale e poeta



A metà strada, sabato pomeriggio, mentre stavo andando ad Avigliana dalla mia amica Renata.....


Ho esclamato fra me e me:" MANNAGGIA ALLA PUPAZZA!!! HO DIMENTICATO DI STACCARE DALLA CORRENTE IL TELEVISORE ED IL CORDLESS!!!!"



E sì perché 4 anni fa, ma allora era ottobre, al ritorno sempre da Avigliana e non prevedendo il temporale che allora si abbatté nella mia zona, trovai i due oggetti succitati "ciniti" da un fulmine.....


Questa volta invece mi è andata bene..... ho trovato solo i gigli un po' spennacchiati dalla pioggia forte e con la consolazione che almeno per un giorno non devo annaffiare il giardino.....



Ieri, però, sono riuscita a prendere un po' di tintarella sul bordo della piscina della mia amica e mi si sono seccate le tonsille per le chiacchiere che ho scambiato con Renata, e con tutta la famiglia......


Come di consueto le ho portato un "pronto soccorso gastronomico" come lo chiamo io anche se a casa sua il frigo è talmente ben fornito che non ne ha bisogno... ma certamente il paté era atteso, i due dolci pure (parecchio apprezzati specie uno, che pubblicherò a breve, è stato moooooolto gradito anche da chi il dolce non lo ama e questi panini un po' particolari che sono finiti quasi subito......



Eccolo qui sotto l'ingrediente particolare che ho aggiunto al mio pane........



Eccoli qui questi bellissimi semi di lino, acquistati non so per quale preparazione e finiti, con un po' di incertezza nei miei panini.......

E ancora più sotto gli ingredienti e ricetta relativa......



Non fatevi spaventare dal fatto che ora fa caldo e che piuttosto che accendere il forno vi tagliereste le vene......

Il tempo di cottura è relativamente breve e il risultato è evidente...

Tempo di preparazione: 15' per l'impasto più il tempo di lievitazione e l'ammollo sei semi (una notte ...ma anche 3 o 4 ore saranno sufficienti).
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI
60 gr di semi di lino ammollati in acqua a temperatura ambiente per una notte ( anche meno ma almeno per 3 ore)
300 gr di farina 0
300 gr di farina integrale
40 gr di fiocchi di patate (quello che si usa per il purè istantaneo)
12 gr di sale fine
3 cucchiai di olio extravergine
20 gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di zucchero


Ecco qui sotto come appare il pane (l'impasto è stato diviso in due scodelle ) prima della lievitazione.....



Particolare .......


E qui come appare l'impasto dopo almeno 2 ore di lievitazione in forno spento ma con la sola luce di cortesia accesa nella prima scodella.......



E nella seconda scodella......


Come appare evidente l'impasto è arrivato al bordo della stessa.....



Ma ora è arrivato il momento di spiegare il procedimento, semplice con cui ho proceduto.....

La sera prima ho messo a mollo i semi di lino in una tazzona da colazione piena fino all'orlo di acqua a temperatura ambiente.........



Il mattino dopo ho messo ho sciolto il lievito di birra fresco in acqua appena tiepida con un cucchiaino di zucchero ( se si usa quello congelato come faccio sempre io l'acqua è fredda).....



Ho quindi versato nel boccale del mixer le farine e via via tutti gli altri ingredienti compresa tutto il contenuto della tazzona in cui avevo messo in ammollo i semi di lino.....

Azionare il robot fino ad ottenere un impasto che deve essere MOBIDO......



Estrarre l'impasto dal boccale, lavorarlo brevemente, dividerlo in due porzioni , conferire loro la forma consueta di una palla che va incisa a croce, pennellata con olio (così non si forna la crosta dura e non si appiccica alla pellicola trasparente con cui si avrà cura di ricoprire la scodella).....



Mettere quindi i due contenitori in forno spento con la sola luce di cortesia accesa e per almeno due ore, o fino al raddoppiamento del volume dell'impasto, potete andare a fare quello che volete......



Passato questo tempo sgonfiare la pasta a pugno chiuso, rilavorare brevemente l'impasto, dividerlo in porzioni e sfrenare le vostre fantasie più nascoste......


Come appare più su per quello che riguarda le pagnottelle tonde ho semplicemente inciso a raggiera i panini.....


Oppure longitudinalmente con piccoli tagli trasversali.........


Oppure arrotolati a forma di chiocciolina....



Oppure a forma di treccia..... e qui sotto appare come appare il "retro" del pane ben cotto, dorato e leggero quasi come una nuvola (stavo anticipando le condizioni metereologiche???ahahahah)



Ho disposto via via le varie pagnottine su teglie ricoperte da carta da forno e ben DISTANZIATE perché devono lievitare ancora e le ho rimesse in forno, sempre con la luce di cortesia accesa per almeno un'altra ora.......



E fin qui niente di trascendentale vero???????



Al momento di infornarle a 180° per circa 20' le ho spruzzate con le dita ( come si faceva per la biancheria prima dell'avvento del ferro a vapore)......



E voilà ecco cosa ne è venuto fuori......



Bello, saporito, leggero, buono da mangiare così alla brutta oppore con tutto quello che si vuole......


Poca spesa, impegno minimo.... resa altissima!!!!

20 commenti:

manu e silvia ha detto...

caspita, i semi di lino ancora ci mancano da provare! certo che ti sei prorpio sbizzarrita con le forme: questi pani sono uno migliore dell'altro!!
un bacione

Fra ha detto...

Questo pane mi piace molto, proverò a farlo sicuramente
Un bacione e buona settimana
fra

Federica ha detto...

Bellissimi questi pani, conosco bene i semi di lino..li uso spesso quindi immagino il profumo e il gusto di pane meraviglioso!! ciaoooooooo

Claudia ha detto...

Naaaa il pane ai semi di lino!!!! ma sei stata bravissima....
ps: ho fatto il tuo "cobbler alle pesche".. mamma mia che bontà.. oggi credo di postarla.. grazie!!!!! bacioni

Mary ha detto...

buona questa pagnotta !

Micaela ha detto...

Grazia sono stupende queste pagnottine, una più sfiziosa dell'altra! Sei stata molto fantasiosa come sempre. Un bacione.

Maurina ha detto...

I semi di lino nel pane sono buonissimi!!

Mariarita ha detto...

Grazia questi sono dei panini da regine!!!
Ricordi Maria Antonietta???
"Il popolo ha fame, non ha il pane..."
E lei rispose: "Ed allora dategli delle briosche"...!!!
Bravissima!
Baci e buona settimana
Mariarita

Mariù ha detto...

Bellissimo questo pane, coi semi di lino è qualcosa di spettacolare.
Mi piace da matti!
m.

tartina ha detto...

Io mi soffermo né sulla rosa, né sulle spine. Piuttosto sulla tua pagnotta :P

*

Mimmi ha detto...

Anche stavolta hai scelto una citazione bellissima, per non parlare poi del resto!!
Chissá come é stata contenta la tua amica Renata :-)
Un bacione e buona giornata, Mik

Mirtilla ha detto...

che ricetta deliziosa ;)
i semi di lino,anche se deliziosi,sono purtroppo poco usati in cucina!!
qui da me poi,introvabili ;)

lelli ha detto...

uauuuuuuuuuuu che belloooooooo

eli ha detto...

queste pagnotte sono spettacolari, eppoi cosa c'è di più buono del pane?
(si vede che comincio ad aver fame eh?)

minnie ha detto...

Anche se ho appena finito di cenare una di queste pagnottine me la farei volentieri!!!

Anna Righeblu ha detto...

Un pane delizioso! e con forme varie, molto belle!
Foto splendide, come sempre... Brava!!!
Baci

katty ha detto...

sei bravissima!! le forme del pane sono deliziose!!! buona notte!!!

babi ha detto...

Buondì Mammazan! Devono essere buoni questi paninotti con i semi di lino (mai provati, ma mi fido)! Ti assicuro che stamattina l'idea di accenderee il forno non mi spaventa per niente: appena sveglia mi son dovuta mettere un maglioncino perchè c'era un freschetto... ma l'estate s'è persa per strada???
Buona giornata!
Barbara :)

anna63li ha detto...

Le torte e il patè saranno state senz'altro ottime, ma ta assicuro che io preferisco una buona pagnotta .....
Ciao Anna

Ely ha detto...

mamma mia ma sono meravigliose tutte ste pagnottine!!!! e con i semi di lino non avevo mai provato ma ovviamente... li ho :-)))) baci Ely