venerdì 29 maggio 2009

Pan di mais


E anche quest'anno è andata......


Ho fatto il 730 ed ho scoperto che tutte le medicine che prendo, poche in verità, e tutte a mio carico, non sono deducibile dalle tasse perché sono dei "paramedicinali" che comunque il mio oculista mi fa assumere per i problemi che ho.....



Per fortuna ho un'esenzione per patologia che mi permette di non pagare un solo medicinale...


E ho l'esenzione per età e reddito e non so se essere contenta perché ciò vuol dire che non sono più giovane.....

E non capisco come mai per fare il conteggio del reddito si parta sempre dal lordo e se hai dei C.U.D aggiuntivi, anche se prevedi che l'anno successivo non ne avrai ,devi ugualmente pagare l'acconto a novembre che verrà, si spera, ricalcolato a credito..... se non cambiano le normative...


Se solo poi penso a quanti non pagano neanche un centesimo di tasse e la passano liscia o, grazie ad uno dei tanti condoni che sono stati fatti in passato e verranno sicuramente applicati nel corso di questa legislatura , pagheranno solo la cifra evasa e come penale solo 1/8 della cifra evasa,...beh allora divento furiosa!!!



Allora viene da pensare che chi non ha niente non deve pagare nulla ma se per caso hai qualche cosina, un pezzo di casa, faticosamente acquistata ..allora vieni sempre penalizzato .

C'è sempre qualcosa che fa cumulo e fa scattare la famosa aliquota....



Ma pensiamo alla salute e mettiamoci a spignattare tanto il vizio di mangiare resta!!!

Propongo alle mie amiche questo pane ricco, saporito, che può essere gustato a temperatura ambiente senza essere riscaldato in forno e può accompagnare qualche antipasto, ma anche mangiato da solo non è per niente male....

Io ho usato il lardo ma può essere sostituito con pancetta o altro salume a seconda del gusto personale...

Tempo di preparazione: circa 30'
Costo: medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI
250 gr di farina Fioretto
60 gr di farina 00
1/2 cucchiaino di bicarbonato
12 gr di lievito in polvere a lievitazione istantanea per torte salate
5 gr di sale fine
100 gr di lardo
300 gr di panna acida
1 uovo
Poco burro per pennellare la superficie del pane


Ecco qui il lardo, ma se lo trovate potete anche usare il lardo alle erbe che è particolarmente profumato...


Al supermercato ho trovato la panna acida..



Ma se non la trovate si possono aggiungere delle gocce di limone alla panna da cucina...



Cominciamo con soffriggere circa la metà del lardo, e senza condimento, in un padellino antiaderente e farlo raffreddare .... verrà aggiunto in seguito alle farine come mostra la foto qui sotto


In una scodella mescolare l'uovo sbattuto leggermente con la panna acida e il restante lardo tagliato a listerelle....


Versare la farina setacciata in una capace scodella, aggiungere la farina di mais, il sale e mescolare accuratamente ......

Unire il lardo fatto rosolare .....



E aggiungere il miscuglio uova, panna acida e il restante lardo ....



Mescolare sempre accuratamente e velocemente e versare in uno stampo da plum cake .....



Mettere sulla superficie del cake qualche fiocchetto di burro o se avete tempo spennellare con poco burro fuso....


Infornare quindi in forno preriscaldato e ventilato a 180 ° per circa 25'.....



Fare sempre la prova dello stuzzicadenti che come al solito deve uscire asciutto se il pane è ben cotto......



La mia mania della decorazione mi ha fatto aggiungere le foglie di alloro che non sono pertinenti alla preparazione....




Può essere un'idea per portare un regalo "mangioiro" come si dice qui in Piemonte e credo che non ci sia bisogno di traduzione....



Avvolto in carta da forno ma rigorosamente infiocchettato sarà una piacevole sorpresa per chi lo riceverà.....


Pensandoci bene a me non portano mai niente di simile e neanche qualcosa di dolce... solo del vino che è l'unico contributo che chiedo quando mi chiedono: "Che cosa ti porto?".....



Ma credo che anche voi abbiate l'abitudine di portare delle cosine fatte in casa , daltronde il fatto di avere un blog di cucina è lo scotto da pagare.....



Non è vero????



15 commenti:

Luca and Sabrina ha detto...

E' una vergogna l'intero capitolo tasse, meglio sorvolare perchè ne avremmo da dire, l'unica cosa sicura è che se hai qualcosina ti devi svenare e se hai tanto, chissà com'è che riesci a dedurre di tutto e di più o addirittura evitare di pagare!
Il pane al mais è un bel modo per consolarsi dalle brutture del mondo o meglio, delle ingiustizie umane! E' un piacere soffermarsi sulle tue foto e trovare sempre tanto di quell'amore nelle tue preparazioni.... e questa è la cosa più bella!
Un abbraccio e passa un bel fine settimana pieno di sorrisi!
Sabrina&Luca

Federica ha detto...

Carissima!! non riesco a starti dietro con tutte queste belle ricette!! intanto segno.... anche se a volte penso che mi ci vorrebbe un'altra vita per realizzarle tutte...Bacioni!!

NIGHTFAIRY ha detto...

In Italia siamo pieni di contraddizioni e regole fasulle..la cosa é certa: se ti possono fregare, ti fregano!
Consoliamoci con questo splendido plumcake..dev essere divino!
Buon weekend! :)

Giovanna ha detto...

Brava Grazia, ottimo modo per consolarsi. Questo plumcake è splendido, ottimo sia come aperitivo accompaganato da un buon vino, sia per un picnic.
Come sempre mi complimento per le foto e la fantasia. Baci Giovanna

Saveurs et Gourmandises ha detto...

Je regrette beaucoup de ne pas lire italien. Mais cela ne m'a empêché d'apprécier la qualité de tes réalisations. Bravo. Tes photos sont très parlantes.

Claudia ha detto...

Mmmmm ma è bellissimo.. :-)))) bacioni

*Mariarita* ha detto...

Come sempre bravissima!!!non me nè perdo una delle tue creazioni!!!
Baci ...
Buon w.e.

eli ha detto...

Anche qui da me si fa il pane con la farina di mais, lo chiamano pan de mej o pan giald a seconda delle zone però è senza salumi.
Di sicuro le tue ricette aiutano a mandar giù il boccone amaro tasse!
Buon w.e. e bacioni.

minnie ha detto...

Te lo dico sottovoce ma io, che lavoro proprio da un commercialista, ne avrei di imbrogli da denunciare :-(( e invece mi tocca accontentare qualche cliente imbroglione.
Per fortuna non sono tutti così! Ed è proprio vero che bisognerebbe rivedere un po' la normativa fiscale.... e dopo tutte queste inca@@@@@@ la sera mi consolo ai fornelli!!!

Simo ha detto...

Che buono, chissà che saporino...
...per l'argomento tasse...sorvoliamo, ce ne sarebbero da dire che tutto lo spazio non basterebbe!
Un bacione grande!

manu e silvia ha detto...

Ciao! proprio buone notizie da questo 730...tanto per sollevarci il morale no?!
che bello questo cake: la panna acida ci incuriosice parecchio, ma non è facile da trovare!
particolare anche per l'utilizzo della farina di mais...dobbiamo deciderci a provarla anche noi!
Un bacione

Gunther ha detto...

meglio pensare al pan di mai, magnifica ricette molot ma molto documentata e fotografata

sorbyy ha detto...

Meglio gustare il tuo pane che pensare alle tasse!!!
Altrimenti ci facciamo il sangue amaro!
La ricetta l'ho copiata mi piace molto appena la provo ti faccio sapere ciao

Mariarita ha detto...

Se provassi a fare tutte le tue ricette diventerei così larga che dovrei allargare le porte...mi accontento di leggere e di assaporarle virtualmente tutte provando quelle a qui non posso resistere.
Baci tesora e grazie.
Mariarita

Mariù ha detto...

Eccome se è vero, però lo si fa con piacere!
E al vinello ci pensano loro!
Buono questo pan di mais!
m.