martedì 19 maggio 2009

La torta russa di nonna Esterina


Cosa c'entra il leprotto???

Proprio niente, ma l'ho visto nel prato dietro casa dalla finestra della cucina, e sono riuscita a fotografarlo mentre lui imperterrito continuava a mangiare.... non è un granché di foto ma l'ho fatta alla veloce!!



Spargi ancora a profusione su di me i gigli pallidi....


Grandi gigli dei tuoi canti.....



Rose rosse dei tuoi valzer.....

Hermann Hesse (1877-1962) scrittore e poeta.



Perché Torta russa????


Non ho avuto modo di sapere il perché di questo nome...non ne ho avuto il tempo....



Anche perché la sera della scorsa Pasqua, tornando da un fantastico pranzo offerto dai miei cari consuoceri in un paese vicino a Verona, con la pancia tesa come un tamburo in quanto avevamo mangiato benissimo e come dei cinghiali.....



Siamo passati a fare un saluto a casa di parenti dei miei consuoceri e lì ho adocchiato su un piatto di portata gli avanzi, ancora consistenti, di questa torta preparata dalla nonna, Esterina appunto, della ragazza di mio figlio......



Sfacciata come sono ho chiesto il nome della torta e per risposta me ne hanno offerta una fettina che per golosità ho assaggiato e constatane la bontà ho chiesto alla deliziosa vecchietta la ricetta.....


E lei (quasi 80 anni) con sicurezza e precisione mi ha fatto l'elenco degli ingredienti che mi sono affrettata ad annotare....

A differenza di nonna Esterina, che ha usato una pasta sfoglia pronta (come me del resto) ma tonda , probabilmente della Buitoni, ed un unico stampo grande, io invece ho usate due confezioni dell'Eurospin che purtroppo sono rettangolari e le ho sistemate in due stampi piccoli, come apparirà nelle foto che seguono, con un po' di difficoltà e con alcuni avanzi che ho utilizzato come apparirà nel prossimo post....

Tempo di preparazione: circa 20'/30'
Costo: medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI

2 confezioni di pasta sfoglia pronta (Eurospin o altra marca)
150 gr di burro
150 gr di zucchero
250 gr di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
1 fialetta di aroma alla mandorla
200 gr di mandorle con la buccia
100 gr di amaretti
1 pizzico di sale
3 uova medie
70 gr di cioccolato fondente



Le mandorle, frullate grossolanamente , devono avere la pellicina.....



Gli amaretti vanno frantumanti a mano.....



Il cioccolato va ridotto a pezzetti grossolani e frullati con le mandorle....



Setacciare la farina con il lievito ed un pizzico di sale......



Trasferirla un una scodella ed aggiungere le mandorle ed il cioccolato frullati grossolanamente e gli amaretti frantumati a mano......



Sgusciare le uova in un'altra terrina, unire lo zucchero e lavorarle con cura con una frustina...


Aggiungere il burro fuso e appena tiepido, la fialetta di aroma alla mandorla e quando si è ottenuto un composto omogeneo versarlo a filo nella terrina con la farina e gli altri ingredienti secchi e mescolare accuratamente con un cucchiaio......



Aggiungere un mezzo bicchiere di latte per rendere il composto morbido....


Versare quindi il tutto in due stampi tondi ( io usato i soliti due di diametro 17 cm).....



Precedentemente pennellati con il burro e debitamente infarinati.....




E foderati pazientemente con la pasta sfoglia (essendo piccoli sono più rognosi da foderare)
facendo debordare la pasta all'esterno per pochi centimetri......



Bucherellare il fondo con una forchetta e, una volta versato il composto equamente suddiviso fra i due ......



Sbattere gli stampi sul piano di lavoro affinché si assestino perfettamente.......



Rimboccare i lembi di pasta sfoglia come appare in foto....



Ed infornare in forno preriscaldato e ventilato per circa 40'.....



Se il dolce dovesse scurirsi troppo in superficie......



Passati almeno 20' dall'inizio della cottura.....



Coprire le torte con carta da forno o alluminio....



Passato questo tempo e controllata cottura con uno stuzzicadenti che deve risultare asciutto se il dolce è cotto perfettamente....


Estrarre i dolci dal forno e quando si sono un pò intiepiditi farli raffreddare su una gratella...

Non ho ritenuto opportuno cospargere con lo zucchero a velo tanto erano belli così com'erano!!



30 commenti:

Mimmi ha detto...

Cara Mammazan, passare di prima mattina a trovarti é diventata per me una sana e golosa abitudine. Hai sfornato un capolavoro di gemelli (mi riferisco alle torte, naturalmente) e la sequenza fotografica, come sempre, rende la "lezione" ancora piú interessante!
Buona giornata, Mik

fantasie ha detto...

Che bella torta e anche il plumcake fantastico. Purtroppo il mio computer fa le bizze e non sempre mi consente di scrivere commenti o vedere le immagini! Che bello vedere le tue sequenze fotografiche! Questa torta mi verrà difficile da rifare, ma il plumcake lo rfarò questo fine settimana, quando interrompo la dieta!

Marina ha detto...

Mammazan ancora una volta arrivo in ritardo e mi godo tre ricette in un colpo solo, ma questa della torta russa è davvero fenomenale. Un dolce sontuosissimo per le grandi occasioni! Come sempre brava. Lo sai che come Fantasie anche io ho dei problemi di visualizzazione delle foto e mi dispiace perché penso al tuo lavoro, ogni passaggio via scattare foto, un impegno in più.

Dolce D. ha detto...

Oddio ma vivi nel paese incantato?
pure i leprotti dietro casa ti invidiooooooooo

Giovanna ha detto...

Adoro nonna Esterina! Grazia, che bella ricetta, e com'è carino il leprotto! Baci Giovanna

germana ha detto...

ciao Grazia che bella questa torta, estremamente golosa e originale! mi sorprendi sempre. Ciao e buona giornata

Gunther ha detto...

grab bella tortona, russa per la preparazione credo che hanno nell'est di fare le torte con la pasta intorno e con molta frutta secca dal momento ch ehanno poca frutta fresca, almeno credo

Claudia ha detto...

Ammazza quanto è alta sta torta.. tutta quanta piena di cose buone :-)))) e mi sembra anche soffice dalle foto!!! Sei troppo brava!

manu e silvia ha detto...

Ciao! ce la faceva spesso nostra mamma quando eravamo più piccole, senza cioccolato però! a noi, amando il sapore di amaretti e mandorle, piaceva davvero moltissimo!
Possiamo avere quella fettina...in memoria dei vecchi tempi??!
un bacione

Mariù ha detto...

Grazia, ma come fai a fare le torte sempre così alte?
Sono tutte uno spettacolo!
Questa è un'altra da lasciarmi senza fiato.
Un bacio,
m.

eli ha detto...

Che carino il leprottino, se dovesse passare dietro casa mia...il mio cane gli farebbe la festa! (poverino!).
Siccome sono a dieta (ormai l'ho detto a tutti...che tristezza) passo apposta dal tuo blog e almeno mangio virtualmente le tue sontuose torte! (chi si contenta gode :))))

marsettina ha detto...

è una vera bontà

Federica ha detto...

Anch'io l'ho fatta questa torta tempo fa ed è meravigliosa... la tua poi... baci!

minnie ha detto...

Mamma mia che meraviglia!!!
Mi ci vorrebbero le giornate di 48 ore per riuscire a provare solo una parte di tutte queste ricette!

Tania ha detto...

Caspita che torta! Bella da vedersi, ottima da mangiare :-P Simpatico anche il leprotto!

Chiara ha detto...

bellissimo il leprotto!!!!!
la torta è un capolavoro e chissà come deve essere buona?!per saperlo basta provarla...me ne mandi un pezzettino?:)
bacii e buona girnata!!!

Juls ha detto...

ricchi e buonissimi, direi fastosi nel ripieno!
ma sai che da quando parli di eurospin (mi ricordo per l'uvetta, mi dicesti, e adesso vedo il cioccolato) ci vado spesso anche io e mi trovo molto molto bene!
un abbraccio

Fantasilandia ha detto...

Ciao Grazia come stai?!?!?!
E da tantissimo che non passavo a trovarti ma, per fortuna sono tornata fra di voi e posso ricominciare a girellare fra le vs delizie.
Ti mando un mega abbraccio

Mirtilla ha detto...

incantevole!!di quelle che solo tu sai preparare ;)

marypoppins ha detto...

adesso è un po' tardi per la merenda .....ma questa torta è proprio da acquilina!!
buona serata
mary

lelli ha detto...

Mammazan tu sei fantastica
Ma che bella e che buona deve essere questa torta
...
il leprotto è bellissimo :)
Per la prossima volta mi prenoto una bella fetta gigante

stellamarina73@libero.it ha detto...

la ricetta della torta russa l'ho letta per la prima volta in un ricettario paneangeli.
te la mando:
per impasto 230 gr pasta sfolgia già pronta,200 burro,150 zucchero,1 fialetta roma rhun,3 uova,100 mandorle,220 amaretti,200 farina bianca,150 latte,2 cucchiaini di lievito,zucchero a velo per cospargere alla fine.
ciao.roberta

*Mariarita* ha detto...

Ottima riuscita, non nè avevo dubbi!!!
Trovo le tue creazioni nuove e tanto interessanti!!!
Quel leprotto è bellissimo, beata te,che vivi in quel posto incantato!!!!
Baci ...

Luciana ha detto...

Ma questa torta è assolutamente fantastica, le tue foto sono la testimonianza della golosità del ripieno! Bravissima :-)
Il leprotto e troppo bello, baci!

Anna Righeblu ha detto...

Torta spettacolare cara Grazia! Sono incantata, come al solito, davanti alle tue bellissime foto!
Un grande abbraccio e buon weekend :)

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Sono veramente bellissimi! Questa ricetta me la segno! Un abbraccio Laura

Maurina ha detto...

Adoro la torta russa, e' una delle mie preferite!!!

michela ha detto...

Giuro sono allibita!
Mi stavo per perdere tutte queste ricettina..ma ora recupero non ti preoccupare!!
An che se non scrivo adesso mi segno tutto..

lakbira31 ha detto...

Magnifique!!!Cette tourte est toute belle et bien gourmande!

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e