martedì 12 maggio 2009

Pandolce allo zafferano, cannella e....



Se picchiate una donna con un fiore......


Preferite una rosa.....


Per via delle spine....

Henri de Régnier (1864-1936) scrittore-poeta.


Care amiche non indignatevi!!!

La parte finale dell'aforisma era troppo divertente per non includerlo nella raccolta che vi propongo all'inizio di ogni post.....



Volevo postare questa ricetta, covata da quest'inverno, da un po' di tempo e desideravo inserirla nella raccolta di "Qualcosa di Speziale" del blog di Piccola cuoca....



Avevo già inserito il banner e al momento di linkare il blog in cui questa raccolta era inserita, scorrendo la lista delle ricette già postate mi sono accorta che ce n'era una dal titolo simile al quello del mio pandolce.



Ho controllato e ho scoperto che la collega blogger faceva riferimento ad una ricetta copiata da un ricettario dello Zafferano Leprotto .....



La ricetta a cui invece mi sono ispirata e qui eseguita con qualche modifica nei dosaggi è tratta invece dal ricettario che io possiedo in 4 piccoli deliziosi volumetti editi per conto della marca 3 Cuochi , e precisamente dal n 2....


Ora credo che le due case produttrici si sono passate o copiate le ricette e sia la mia collega che io siamo state attratte dal tipo di pane speziato....


L'aspetto è diverso, ognuna di noi l'ha presentato secondo il suo stile, ma la ricetta è praticamente identica con poche variazioni di esecuzione, ma dato il tempo che ho dedicato alla preparazione, alle fotografie fatte, e a quello impiegato per allegare la solita marea di immagini, ho deciso di pubblicare ugualmente la ricetta senza partecipare per ora alla raccolta....


Ritengo doverosa questa precisazione sia per correttezza nei confronti della collega sia per la serietà con cui conduco il mio blog.

Tempo di preparazione: circa 30' più il tempo della lievitazione
Costo : medio
Difficoltà:**

INGREDIENTI

17 gr di lievito di birra (tanto ne pesava la porzione che ho usato)
2,5 dl di latte
1 cucchiaino di zucchero (da aggiungere al lievito)
1 bustina di zafferano
100 gr di uvetta
500 gr di farina 00
5 gr di noce moscata
8 gr di cannella in polvere
150 gr di burro
120 gr di zucchero
70 gr di canditi ( io ho usato una macedonia)


Sciogliere lo zafferano in poco latte appena tiepido, aggiungere il lievito di birra sbriciolato e un mezzo cucchiaino di zucchero.



In una scodella mescolare la farina , tenendone da parte un poco, con la cannella e la noce moscata ( ho eseguito tutto manualmente ma chi preferisce usi pure il mixer).....



Unire il burro liquefatto e appena tiepido, mescolare di nuovo con cura e formare nel centro una piccola conca in cui verrà versato il lievito ormai sciolto....



Versare la poca farina messa da parte e attendere fin quando il lievito comincia a schiumare mescolando per farla penetrare .....

Ci vorranno almeno 30'...



A questo punto aggiungere i canditi ( ho usato una confezione di macedonia bella colorata)....



E l'uvetta ammollata precedentemente in acqua tiepida e ben tamponata con carta da cucina....


Mescolare con cura .....


A me è venuta così bella gonfia.....


Anche perché ho messa la scodella, sigillata con pellicola trasparente, a lievitare in forno acceso a soli 30'..... avevo un po' di fretta....




La preparazione si presenta molto morbida e quindi per non rischiare l'ho versata in una teglia foderata con carta da forno bagnata, strizzata e ben modellata nello stampo....



Ho fatto lievitare ancora per circa un'ora e quindi l'ho infornata in forno preriscaldato e ventilato a 170° per circa 30'/40'......


Fare sempre la prova dello stuzzicadenti per saggiare la cottura del pandolce.....



Una volta estratto il dolce dal forno porlo a raffreddare su una gratella e quando è ben freddo.....


Rigirarlo e sistemarlo su un piatto da portata sfruttando così la parte inferiore del dolce completamente piatta,regolare e adatta ai miei scopi.....




Non volevo cospargere con il cioccolato in polvere... non mi sembrava adatto .......



Fare la solita spolverata con lo zucchero a velo non mi soddisfaceva completamente.....



Allora ho sistemato sul dolce uno di quei pizzetti di carta che uso normalmente e su cui dispongo i dolci prima di portarli in tavola....



Un pizzetto piccolino e al centro del dolce.... non sapendo cosa se ne sarebbe uscita fuori una cosa orribile( ma tanto sarebbe bastato ricoprire tutte le macerie con altro zucchero a velo)....



Poi ho cosparso generosamente con zucchero a velo vanigliato e alla fine ho sollevato con cautela il pizzetto con una pinzetta...


Ed ecco qui il risultato....

Il profumo ve lo lascio immaginare!!!!

21 commenti:

manu e silvia ha detto...

Ciao Grazia! ma questo pane dev'esere proprio buonissimo! dobbiamo provare anch enoi un pane dolce e questa ricetta ci sembra proprio perfetta!
bravissima come sempre!
bacioni

Simo ha detto...

Che buono....dev'essere davvero speciale!!
Bacioni

marypoppins ha detto...

mmmmhhhhh! che bontà!
da provare sicuramente!
Buona giornata
Mary

Magnolia Wedding Planner ha detto...

buongiorno cara! come va? qui abbastanza di corsa come sempre!
buonissimo questo pandolce..ad avere tempo! :-D

bacione
Silvia
p.s. beh con la 42 non avrà problemi...ma la wedding planner non serve solo per i vestiti eh :-D

Claudia ha detto...

Sarà pure una bomba calorica.. ma è favolosa!!!! bacioni

minnie ha detto...

Mammazan carissima, seguo da poco il tuo blog e non ho mai avuto occasione di lasciarti un saluto.
Ne approfitto ora perchè questo dolce mi intriga moltissimo.
Copio subito la ricetta!!!!
Complimenti per il blog e le tue meravigliose ricette.
Ciao e a presto
Lisa

Fra ha detto...

delizioso...mi piace davvero l'uso delle spezie nei dolci e poi ha un aspetto magnifico
un bacione
fra

Mariarita ha detto...

Grazia che capolavoro!!!
Manco da un po' di giorni causa febbre e tu hai postato ricette davvero interessanti e il tuo viaggio fantastico.
Grazie.
Baci
Mariarita

sly ha detto...

hei Grazia e queste foto con chiaro scuro?hai fatto qualche corso in mia assenza?ciao ciao

emilia ha detto...

Ho assaggiato dei muffins con lo zafferano..ottimi...mi piace il tuo pandolce.
Buona giornata cara, un bacio :-)

stefi ha detto...

Che dire se non che sembra delizioso!!!!!!!
Ciao Grazia a presto!!!!!

Giovanna ha detto...

Ottimo! Cannella, noce moscata, zafferano, veramente molto speziato ed aromatico. Io lo abbinerei con una buona tazza di tè verde, semplice e leggere che accompagna il pandolce, senza sovrastarlo con altri sapori. Baci Giovanna

*Mariarita* ha detto...

Questo pane è davvero speciale!!ti è riuscito una meraviglia!
Brava!!!
Baci ...

Patty ha detto...

Complimenti davvero per il tuo blog e' bellissimo e gustosissimo

Chiara ha detto...

che preparazione profumata, aromatica, speziale!!
le tue creazioni sono sempre fantastiche!!
baci

Mattarella ha detto...

Ma che bella la decorazione "all'uncinetto"!!chissà che profumino nella tua cucina!

katty ha detto...

che buono!! un pezzetto per domani mattina ci vorrebbe proprio!! buona notte!!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Questa è proprio la tipologia di dolce che garba a me! Speziato... mettici poi le mie due spezie preferite ovvero zafferano e soprattutto la cannella ed il gioco è fatto ;-) Un abbraccio Laura

il_cercat0re ha detto...

essì! pare proprio di sentirlo il profumo!

Anna Righeblu ha detto...

Non ho parole, ma dovevo dirtelo... è sublime, mi sembra di sentire il profumo!!!

Baci

Ross ha detto...

Che meraviglia, Grazia! Un pandolce speciale... io poi vorrei fondare il club delle fan dello Zafferano... e mi intriga moltissimo il connubio tra lo zafferano e la cannella, due profumi meravigliosi. Brava ! Ti abbraccio.