venerdì 7 agosto 2009

Ramassin in crosta di frolla e crema


Come una candela ne accende un'altra......


E così si trovano accese migliaia di candele.....



Allo stesso modo un cuore ne accende un altro......


E così migliaia di cuori si accendono....

Lev Nikolaevic Tolstoj (1828-1910) scrittore e drammaturgo



Alle volte quando carico le immagini mi viene in mente l'Elna......



L'Elna non è una signora ma..... una stronzissima macchina da cucire...... (scusate la parola greve)......


Mia madre decise che avrei dovuto possedere una macchina da cucire con i fiocchi e questa i fiocchi ce li aveva tutti a partire dal prezzo.......



Quasi uno stipendio di allora e parlo del 1962.......



Mia madre, grazie alle lezioni dell'incaricata, imparò a usarla alla grande e con enorme entusiasmo anche perché era una delle primissime macchine da cucire elettriche......



Conservò inoltre e con cura tutte le istruzioni, annotate a parte e di pugno della sua istruttric, che integravano alla grande quelle stampate sul libretto della macchina ....



E grazie ai dischetti semplici e doppi realizzò una serie di piccoli capolavori..... io lavoravo e della macchina da cucire non poteva importamene meno......



Quando mi trasferii qui me la mollò....... ma nel frattempo si era dimenticata TUTTE le istruzioni relative all'uso ( e anche rileggendole non ci si raccapezzava più) per cui quando decisi di realizzare i punti che la macchina poteva fare mi trovai in un pantano.......



Non solo, ma dopo il lungo "riposo" la macchina non funzionava più a dovere.......



La feci controllare diverse volte e il ritornello fu sempre lo stesso: "Signora, deve mettere solo un po' d'olio e vedrà che andrà tutto bene!!!"



Io di olio ne ho messo a litri ma la maledetta continuava a fare i capricci.......

Alcune volte avevo a disposizione pochi minuti per eseguire UNA e dico UNA cucitura per poter andare avanti nel lavoro di confezione e lei si ingolfava, il filo di sotto era troppo teso mentre quello di sopra era molle......insomma continuava a farne di tutti i colori per cui quando finalmente non si accese più andai a gamba tesa ad acquistare la mia gloriosa Toyota che non mi tradisce quasi mai.....

Tutto questo pistolotto per dire che ho sostituito la macchina da cucire ma il maledetto server ...quello non lo posso sostituire in più ieri sera dopo che avevo scritto tutto il testo del post ho scoperto che la connessione era saltata: il famoso NO SERVICE era apparso nella finestrella per nulla era stato salvato e mi ritrovo qui a riscrivere tutto.....MANNAGGIA!!!!!!



Speriamo che oggi vada meglio!!!

Propongo alle mie amiche questo dolce a base di frutta un po' particolare e semplice da preparare anche se sembrerà a prima vista un po' complesso e mi affretto a farlo anche perché non vedo più in vendita i Ramassin e anche di prugne normali ne vedo poche in giro.....


I Ramassin ( non conosco il loro nome commerciale) sono delle piccole e profumatissime prugnole il cui nocciolo si stacca senza difficoltà.......



Se non le doveste reperire possono essere sostituite dalle prugne scure normali.....

Tempo di preparazione : circa 15' per il guscio di frolla e 30' per il riposo in frigo e circa 40' per la crema e l'assemblaggio del dolce.
Costo: basso
Difficoltà:**

INGREDIENTI

600 gr netti di Ramassin o altre prugne a piacere
una manciata di biscotti secchi

Per la frolla
300 gr di farina 00
70 gr di olio extravergine
100 gr di zucchero
1 uovo e 1 tuorlo
poca acqua fredda

Per la crema
4 uova (tuorli e albumi separati)
8o gr di farina
90 gr di zucchero
300 gr di latte


Cominciamo a preparare la pasta frolla che come si è visto dalla lista ingredienti è preparata con l'olio: si può preparare a mano o con l'aiuto del mixer nel cui bicchiere verseremo la farina e via via tutti gli altri ingredienti azionando il robot ad ogni aggiunta.....



Aggiungere pochissima acqua fredda fino ad ottenere una frolla di giusta consistenza che va rilavorata brevemente e, avvolta in pellicola trasparente, messa a riposare in frigo per almeno 30' ( la si può preparare anche il giorno prima).....



Passato questo tempo stenderla allo spessore di pochi millimetri e disporla in uno stampo alto precedentemente foderato con carta da forno bagnata e strizzata.......

Come si vede dalla foto qui sopra bisogna cospargere la base della frolla con una manciata di biscotti secchi grosssolanamente frantumati per assorbire l'umido della frutta .....

Con le dosi indicate io ho usato due stampi delle stesse dimensioni, circa 17 cm di diametro, come spesso faccio, il primo è un piccolo stampo per soufflè, il secondo è a cerniera, ma voi usate quello che avete a disposizione purché sia alto......



Mentre la frolla riposa in frigo ( ma anche in questo caso si può preparare il giorno prima o quando si ha tempo) cuciniamo la crema di copertura.........

In un pentolino di medie dimensioni versare farina e zucchero, mescolare con cura, aggiungere poco latte fino ad ottenere una cremina omogenea e uno per volta i tuorli (i bianchi, montati a neve fermissima, verranno aggiunti in seguito).....

Versare ora a filo il latte bollente e cuocere la crema fino ad ottenere una densità media.....

Far raffreddare la crema immergendo il pentolino in acqua fredda e continuando a mescolare affinché non si formi sulla superficie una "crosta".... se non la si usa subito riporre in frigo.....

Unire ora alla crema perfettamente raffreddata i bianchi montati a neve fermissima ( ottima occasione per far fuori i bianchi avanzati da altre preparazioni) mescolando con delicatezza per non "smontare" il tutto.......



E versare ora la crema ottenuta sulla base di frolla che avremo ricoperto di Ramassin denocciolati e semplicemente divisi a metà......



Usando il matterello passato sul bordo della teglia eliminare l'eccedenza di frolla......



Ed infornare in forno preriscaldato e ventilato a 180° per circa 40'.......



Se la superficie dovesse scurirsi passati almeno 20' coprire con un foglio di carta da forno......



Come è evidenziato dalle foto la copertura si gonfia quasi fosse un soufflè......



Solo che a differenza del soufflè che "si fa aspettare ma non può aspettare".....



Il dolce per poterlo gustare deve raffreddare perfettamente......



Mentre la superficie si affloscia inesorabilmente......



Comunque sia la presenza mi sembra ancora buona ......



E soprattutto golosa anche se rimane comunque un dolce semplice......



Che potrete "propinare "a piccoli e grandi con la scusa di far loro mangiare della frutta che comunque è presente in discreta quantità.......



Frutta che puà variare a seconda di quello che si ha a disposizione, mescolata ad altra di consistenza simile......



Consiglio di conservare il dolce in frigo perchè col caldo non vorrei che la frutta, pur essendo cotta, possa inacidire.......



Volendo, ben confezionato, questo dolce potrebbe far parte di un "Pronto Soccorso Gastronomico".......



Vedete voi!!!!!

Ed ora auguro alle mie amiche un felice fine settimana o, se sono in vacanza, tanto sole anche se stamattina il tempo, almeno qui, non promette bene...anzi c'è stato il primo temporale della giornata!!!


16 commenti:

sogno93 ha detto...

ma che meraviglia!!! un dolce che mi stimola le papille gustative!!!! morbidissimo...da affondare di bontà

Mary ha detto...

Che meraviglia , questa me la segno è fantastica!

Tania ha detto...

:-D a un tratto ho riconosciuto mia madre nel tua racconto, quando si lamentava della sua vecchia macchina da cucire che saltava qualche punto e che poi è stata sostituita da un'altra più moderna e che no, non tradisce!
Queste prugne le ho mangiate la scorsa settimana, non sapevo si chiamassero così. Scommetto che in questo dolce devono essere ancora più buone, ha un aspetto così invitante!

Federica ha detto...

che dolce eccezionale!!! come te del resto!!! baci!

Snooky doodle ha detto...

che bella ricetta. Golosissima. Non avevo mai visitato il tuo blo, che peccato. E propio favoloso :)

Elena ha detto...

Questo dolce è davvero spettacolare...complimenti e peccato per la macchina da cucire e il server...più stronzetto della Elna! :-) Grazie per essere passata da Zagara e Gelsomino, se ti va vieni a trovarmi nella mia Montagna incantata
www.lamontagnaincantata.blogspot.com

emilia ha detto...

Che bella idea ! La immagino morbida !!
Un bacio cara e buon fine settimana :-)

Daniela ha detto...

Sembra un dolce semplice ma ottimo9 al gusto, complimenti...
lo proverò se trovo questi ramassin

Nanny ha detto...

Ma sai che mia madre sono anni che vuole farmi compare la sua Toyota?Io non so cucire ,al massimo mettere un bottone,mentre lei è bravissima e mi consiglia sempre di acquistarla perche' in futuro potrà servirmi,mi sa che mi conviene seguire il suo consiglio.Riguardo il tuo dolce ,rimango sempre a bocca aperta,sono dei capolavori ;)

marifra79 ha detto...

Dai non fare così!!!!Infondo tua madre cercava il meglio, se poi la macchina è stata quello che è stata non è colpa sua!Però hai fatto benissimo a sostituirla, anzi se è stata tanto "rognosa" avresti dovuto farlo prima! Io ho una Singer, non l'uso spesso soprattutto da quando lavoro, però averne una in casa è comoda!

Le prugne sono una delizia!!!Così la torta!!!Un abbraccio!!!!

Danea ha detto...

Sembra davvero squisito e dev'essere anche profumatissimo!!
Complimenti e buona domenica :)

marzia ha detto...

...i ramassin! :):) ho trovato un nome tecnico che recita:"Susino Damaschino"...un po' pomposo :) sono frutti eccezionali...sta finendo anche la loro stagione, l'albero nell'orto fino a un mese fa si piegava sotto il loro peso e ora gli ultimi sopravvissuti stanno aspettando di cadere :) che meraviglia questa ricetta, non li avevo mai trovati usati in veri e propri dolci :)...grazie per avermi fatto visita!sono davvero felicissima di conoscerti :) a presto!

manu e silvia ha detto...

Che ci vuoi fare..a volte le macchine sembrano proprio far quello che vogliono eh?
Buonissimo questo dolce. Particolare la frolla con dentro i biscotti secchi, e con tutte quelle prugne dentro...
bacioni

Claudia ha detto...

E che te lo dico a fare che me la salvo e la proverò a fare in autunno??? bravissima!!!!!! bacioni grandi :-))))

Brad ha detto...

Sembre cozi buono.
Ho un picola sorpreza per te :)
E que :
http://heretoannarbor.blogspot.com/2009/08/two-friendship-awards.html
Brad

Giovanna ha detto...

Ma che bel dolcino! Dev'essere molto morbido e profumato. Baci e buona settimana. Io le ferie le ho fatte e ho già ripreso a lavorare. Giovanna