mercoledì 12 agosto 2009

Crostata di cipolle


Il primo che disse ad una donna.....


"Sie bella come una rosa".......


Fu un poeta......


Il secondo ...un cretino....

Dino Segre (1893-1975) scrittore


Erano anni che non preparavo questa crostata ........



Ed ho rispolverato la ricetta anche perché volevo preparare per mia figlia, oltre all'immancabile dolce........



Un qualcosa di salato da proporre come antipasto un po' insolito e sfizioso.........



L'annotazione che avevo scritto accanto alla ricetta era: OTTIMO........



E forse l'unica remora era la preparazione delle cipolle......

E i pianti che dovevo fare nell'affettarle..... ma adesso spiegherò cosa ho combinato anche perché vale veramente la pena di preparare questa crostata salata....



Tempo di preparazione: per la pasta brisée circa 15', e circa 45' per la cottura delle cipolle
Costo: basso
Difficoltà:**

INGREDIENTI

Per la pasta brisée

250 gr fi farina 00
120 gr di burro
1/2 cucchiaino di sale
Poca acqua fredda

Per il ripieno

1 kg di cipolle, peso lordo
30 gr di burro e 3/4 cucchiai di olio per cuocere le cipolle
200 gr di panna da cucina
3 uova medie
30 gr di farina

La preparazione di questa crostata si può suddividere in due fasi.....

La prima prevede la confezione della pasta brisée che può essere effettuata anche il giorno prima.....



La seconda nell'affettare a pezzi grossi le cipolle e tenerle a bagno nell'acqua per una notte: diventeranno più digeribili e non vi accorgere di averle mangiate......

La pasta brisée si prepara versando nel bicchiere del mixer la farina, il sale, il burro a pezzetti e poca acqua fredda azionando il robot ad ogni elemento aggiunto.

La pasta ottenuta va lavorandola brevemente e poi, avvolta in pellicola trasparente, posta nella parte bassa del frigo lasciandovela anche per una notte.

Se la si prepara sul momento lasciarla in frigo per almeno 30'....



Scolare le cipolle, se si ha tempo cambiare l'acqua una volta mentre sono a bagno.....

Affettarle ora finemente ...non vi faranno pingere assolutamente.....



E metterla a cuocere in un capace tegame antiaderente con poco burro e olio......



Le cipolle vanno mescolate spesso perché devono appassire dolcemente.......ma non colorire .....



Salare e pepare con moderazione anche perché la massa delle cipolle può trarre in inganno e si può rischiare di salare troppo......



Ora versare la farina in una capace scodella e aggiungere a filo la panna, mescolando in modo da ottenere un composto omogeneo e senza grumi.....



Unire le uova una alla volta mescolando con una frustina ......



Versare il composto ottenuto nel tegame in cui si sono cotte le cipolle che nel frattempo si saranno intiepidite.......



Fin qui è una passeggiata... vero????



Stendere con il matterello la pasta brisée, tolta per tempo dal frigo, fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di pochi millimetri....



Sistemarla in uno stampo per crostate, debitamente imburrato ed infarinato, del diametro di cm 26.......



Versare il composto di cipolle panna ed uova e con l'avanzo della pasta e con la rotella dentata.....


Ricavare delle strisce che vanno sistemate sulla crostata come si fa di solito......


Se avanzasse ancora della pasta fare delle decorazioni come appaiono in foto .......

O come suggerisce la vostra fantasia.....



Avendo cura di farle aderire alla preparazione semplicemente inumidendo il punto esatto con il dito bagnato nell'acqua...sarà sufficiente......



Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 180° per circa 45'/50'.......



Ho sistemato la tortiera nella parte bassa del forno affinché si potesse cuocere per bene nella parte inferiore.....


Con la ventilazione la crostata si cuocerà perfettamente anche sopra......



Ognuna, ovviamente, si potrà regolare a seconda del suo forno......



Far raffreddare perfettamente prima di sformare la crostata......



E per farlo basterà poggiare sulla superficie un grande piatto da portata ....



E poi sformalo su un secondo piatto delle stesse dimensioni....

La crostata è "robusta" e seguendo le mie istruzioni non succederà nulla....spero di non sembrare troppo pedante......


Noi l'abbiamo consumata in breve tempo ma se ciò non avvenisse conservare in frigo l'avanzo ...lasciandolo poi a temperatura ambiente per circa 30'......non è il caso di scaldarla col microonde , almeno io non lo faccio perchè temo che possa rovinare il guscio di brisée.....

13 commenti:

Simo ha detto...

Mmmmmm...proverò!!! Questo sistema per alleggerire le cipolle mi ispira davvero......io le digerisco poco, solitamente!

marifra79 ha detto...

Complimenti!!!!Bellissima ...mia madre usava le cipolle per la focaccia...una bontà, e chissà la tua crostata!!!!!
Grazie per i consigli sui biscotti!!Sei un tesoro!

Polinnia ha detto...

divina! sono in calabria ora e ho le cipolle di tropea a disposizione...mi sa che provo con quelle...anche se forse la panna credo che la toglierò, non vorrei gli desse un sapore troppo dolciastro pur essendo quella da cucina...tu che mi consigli?

marcella candido cianchetti ha detto...

m'inviti a nozze! mia nonna metteva un pizzico di bicarbonato in acqua x alleggerire le cipolle vasuneddi

manu e silvia ha detto...

Già dalle prime foto ci faceva voglia!
Una preparazione così lunga però vale la pena se questo è il risultato! E poi da te certo non ci si poteva aspettare qualcosa di "classico", in ogni ricetta c'è sempre il tuo tocco o segreto per un'ottimo piatto!
Comunque la ricetta ce la segnamo!
baci baci

Agave ha detto...

Mi piacciono le cipolle (usero la tua tecnica per renderle più digeribili) e mi piacciono le crostate, ma non ho mai unito le due cose in una. Questa Crostata è favolosa, con quella cremina con la panna...buoona!
P.s. la citazione iniziale è veramente bella!

Evelin

Fra ha detto...

sembra assolutamente deliziosa e poi in famiglia amiamo tutti le cipolle!
Un bacione
fra

Ruby ha detto...

Io vado pazza per le cipolle! E questa crostata è assolutamente da provare! Come sempre le tue ricette sono superbe, e fanno sempre venire l'acquolina.
Buona giornata! :)

Ruby ha detto...

Dimenticavo....ho imparato dalla mia nonnina a lasciar riposare le cipolle in acqua fredda o acqua e latte o solo latte, per diverse ore. In questo modo non fanno piangere quando le si affetta e diventano digeribili e leggere.

Barbara ha detto...

Mamma mia, l'amo a tal punto che... me la mangerei persino a colazione, magari senza il caffellatte....;-))) subito copiata, grazie!

Nanny ha detto...

Sublime questa crostata,adoro le cipolle,crude o cotte che siano ne mangerei a chili,non m'importa nulla dell'alito,li adoro!

dolceamara ha detto...

caspita, questa crostata è da provare quanto prima...mi ispira mooolto.
Ciao. Lisa

marifra79 ha detto...

Ciao....Volevo tanto augurarti BUON FERRAGOSTO!!!!
(la scatola di latta sono riuscita a trovarla!!!)