lunedì 15 marzo 2010

Tortino di patate e lingua


Eccetto l'uomo non esiste al mondo animale che torturi un altro al solo scopo di torturare.......



Questo è ciò che rende diabolico il caratttere dell'uomo........



Cosa di gran lunga peggiore del carattere puramente animalesco......

Arthur Schopenhauer (1788-1860)



Dopo questo aforisma sembra quasi fuori luogo postare una ricetta.......



Infatti basta scorrere i titoli dei giornali o sentire in diretta le notizie che arrivano dal mondo per uscirne quasi costernati......

La fantasia dei "cattivi" è veramente infinita e spesso sono paragonati alle bestie che dovrebbero sentirsi parte lesa per essere state paragonate a queste creature inqualificabili.....



Poco fa mentre stavo allegando le immagini ho sentito (la televisione andava ...ma non la guardavo) quali saranno i temi principali dei servizi che verranno trattati stasera in "Chi l'ha visto".......

Uno, in particolare, mi ha fatto star male.......

Se qualcuna delle mie amiche seguirà la trasmissione sono sicura che capirà subito di cosa parlo......

Ma ora parlo, tanto per essere terra terra, del tortino che propongo stasera.....



Un amico dei miei figli che si trovava in casa mentre la teglietta era in forno ha esclamato: "Che profumino"......

Ed io gli ho risposto:"E' l'aglio".....che se solo è possibile non va escluso dalla preparazione....

Tempo di preparazione: circa 20' oltre alla cottura delle patate 10' a vapore
Costo: medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI

150 gr di lingua salmistrata
600 gr netti di patate gialle
1/2 bicchiere di latte
1 uovo grande
2 cucchiai d parmigiano grattugiato
1 spicchio d'aglio
1 ciuffo di prezzemolo


Sbucciare le patate, ridurle in tocchetti e cuocerle a vapore......

Schiacciarle con l'apposito utensile oppure con una forchetta e trasferire il tutto in una capace scodella.......



Unire il latte, il parmigiano, l'uovo intero, l'aglio schiacciato con lo spremiaglio.....nella foto sopra s'intravede l'attrezzino....

E qui sotto sull'uovo come appare la cremina che ne viene fuori...

Se non lo si possiede tritarlo finissimo.....



E ecco la lingua salmistrata....io andavo sicura circa il gradimento di questo piatto, perché so che a mia figlia piace......

Se non fosse gradita usare o prosciutto o mortadella..vedete voi......



Tagliarla a pezzetti piccoli e tritare il prezzemolo......

Salare e pepare q.b. e amalgamare con cura il tutto......



Trasferire il composto, livellando con cura, in uno stampo basso del diametro di base di cm.20 per cm 3 di altezza......pennellato con olio e cosparso di pangrattato.....

Non è per essere pedante ma desidero dare un'idea delle dimensioni finali del tortino.....



Infornare in forno preriscaldato e statico a 180° per circa 30'......



La doratura della preparazione sarà testimone alla sua perfetta cottura....in fin dei conti le patate sono cotte ...per cui.......



Volendo, per arricchire la perparazione, si possono anche aggiungere dei formaggi avanzati.....

La fantasia non manca certo alle mie amiche!!!!

14 commenti:

paolo ha detto...

meraviglioso, saporito un piatto veramente da mangiare

BARBARA ha detto...

Adoro la lingua salmistrata e in questa veste non l'ho mai mangiata; un'idea veramente notevole

Laura ha detto...

che meraviglia questo tortino, ne avrei assaggiato volentieri un pezzo!
Bravissima

Anna Righeblu ha detto...

Una meraviglia! Mai provato con la lingua salmistrata... proverò!

Un abbraccio :-)

marifra79 ha detto...

Cara Grazia,purtroppo credo di aver sentito la parte della trasmissione che indichi...dire di aver rabbrividito è poco,se penso che possano essistere certe persone sto troppo male....meglio non pensarci e stare sempre attenti!Un abbraccio
ps.che tortino particolare

anna the nice ha detto...

leggevo le stesse considerazione sulla cattiveria dell'uomo nel libro di Franco di Mare 'il cecchino e la bambina'.
Un libro che mi ha fatto pensare e inorridire molto.
Comunque mangiamoci un pezzo di questo splendido tortino...Che meraviglioso spuntino di mezzanotte sarebbe...
Anna

cielomiomarito ha detto...

Mon Dieu quanti ricordi!! Mia mamma lo faceca proprio uguale, solo che ci metteva il prosciutto cotto. Grazie per il tuffo nel passato :)

manuela e silvia ha detto...

Un tortino di patate molto originale! con lalingua non si vede tanto in giro...ma sicuramente ha dato un tocco di gusto in più!
bacioni

Fimère ha detto...

une tarte très appétissante avec de bonnes saveurs
bonne journée

eli ha detto...

E ti credo che faceva un buon profumino... con questi ingredienti!
Solo mio marito quando cucino qualcosa con l'aglio dice "Cos'è sta puzza!" e mi spalanca tutte le finestre anche se fuori c'è -5° :((((
Un bacione!

Stefania ha detto...

buono!!! chissà che profumo.
ciao
Stefania

maetta ha detto...

I tortini mi piacciono molto, e questo deve essere buonissimo!!! baci

Simplemente cocinera ha detto...

Mamma mia Grazia che buono! Una specie di gattò, con la lingua salmistrata dev'essere una bontà! Io lo facio di solito con la pancetta o il salame,ma mi appunto la tua versione che mi pare molto più raffinata! E sicuramente gustossisima. Sei forte!! Un grosso abraccio da una Trieste dove il sole a fatto capolino...finalmente! Sil

Anto:o) ha detto...

Buono!!
A casa mia adorano le patate e visto che, nel frigo ho del prosciutto che devo consumare, stasera la provo;o)

Lunedì ho fatto il risotto con le carote e noci...buonissimo!!!
Presto pubblicherò le foto sul mio blog;o)
Ho fatto anche il ciambellone alle mandorle, ma non è uscito granchè...colpa mia...non avevo farina di riso a sufficenza ed ho usato la fecola, così è venuto un po' spugnoso....Nei prossimi giorni ci riprovo e poi ti farò sapere:o)

Un abbraccio
Anto:o)