lunedì 30 settembre 2013

Quiche al radicchio


Chi ha la testa riflette...


Chi non ce l'ha chiacchiera...
Oreste Del Buono (1923-2003)


Flaiano diceva che in Italia la linea più breve tra due punti è l'arabesco.
Quando Dio, o chi per lui, cito il testo apparso sulla Stampa  dello scorso giovedì scritto da Gramellini, cucì la testa degli italiani gli si deve essere aggrovigliato il filo.
La conversione del decreto sulle donne entro sessanta giorni si presentava come una passeggiata, ma i deputati dei vari gruppi hanno inzeppato il testo di ben 414 emendamenti.
Mancano ormai tre settimane alla scadenza  e per pigiare i tasti per approvarli tutti bisognerebbe pigiare i tasti, appunto,  un altrettanto numero di volte...
Ci vorrebbe una tribù di millepiedi per farlo.
E ci si chiede coma mai un gruppo di adulti normodotati, si presume, possa complicare le cose più semplici del mondo: semplicissimo..basta sentirsi molto furbi e approfittare di una legge circonfusa di santità per infilare tra le sue pieghe qualsiasi faccenda che altrimenti non si riuscirebbe a far passare.
Esiste il rischio concreto che il decreto precipiti nel buco nero in cui da queste parti vengono sistematicamente tumulate le buone intenzioni. 
Parliamo della ricetta che è meglio!!
Per il radicchio non è ancora stagione ma  manca poco però ( quindi potrebbe per il momento essere sostituito con altra verdura) ma appena apparirà sui banchi del mercato acquistatelo per preparare questa quiche sempre che la ricetta sia di vostro gradimento:

Tempo di preparazione: circa 25'
Costo:medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI
1 confezione di pasta frolla salata
240 gr di radicchio
150 gr di salsiccia 
2 uova
2 cucchiai di parmigiano
100 gr di panna
4 cucchiai di olio extravergine
200 gr di provola 
sale e pepe q.b.

Lavare per bene il radicchio e tamponarlo con uno strofinaccio...


Tagliarlo a listerelle...


Fare altrettanto con i cipollotti eliminando radici e la parte dura dei gambi...ci dovrebbe essere poco  scarto...


Tagliarli  a pezzetti non troppo piccoli...


In una capace padella rosolare la salsiccia sbriciolata nell'olio..


Aggiungere i pezzetti di cipollotto e mescolare con cura...
Farli appassire qualche minuto.....


Quindi unire il radicchio che abbiamo preparato prima e far stufare il tutto ....


Ridurre in dadolata la provola...


In una capace scodella mescolare il parmigiano, le uova, la panna e i dadi di provola....


Ora, e siamo alla fine, aggiungere il contenuto della padella...


Regolare di sale e pepe e mescolare con cura...


Sistemare in una teglia di 22 cm di diametro la pasta frolla pronta usando la carta da forno in dotazione e punzecchiarne il fondo con i rebbi di una forchetta....


Versare il composto, livellare per bene e ripiegare l'eccedenza di pasta come appare in foto....


Pennellare la pasta con poco latte....


Ed infornare in forno preriscaldato, ventilato con il termostato impostato sui 190° per circa 30'...
A tutte le amiche auguro buona lunedì...almeno oggi sembra che non debba piovere e va bene anche per me che fra poco andrò dalla mia mamma in ospedale!!!

6 commenti:

Fabiana Del Nero ha detto...

Lucida e puntuale la tua analisi, "purtroppo" mi tocca condividerla, l'evidenza dei fatti non lascia margine per altre ipotetiche interpretazioni, men che meno giustificazioni:(((

Quando inizia la stagione dei radicchi il mio entusiasmo sale alle stelle, colore, croccantezza, mille sfumature di sapore e....fiori splendidi senza aspettare che qualcuno te li regali;))))

Un abbraccio ligure

virgikelian ha detto...

Adoro le quiches e la preparerò presto.Un abbraccio e un augurio per la mamma.

Manuela e Silvia ha detto...

Buonissima! eh si, ora si comincia con il radicchio in tutte le sue preparazioni! questa è tra quelle che preferiamo, una quiche!
Ottima con anche salsiccia e filante provola, per diventare un perfetto piatto unico!
bacioni

Elena ha detto...

Una vera bontà!!!!!!!!
Mi viene voglia di assaggiarla!
Un bacio grande, a presto!

matematicaecucina ha detto...

me l'ero persa! recupero! e prendo la ricetta, mi piace molto

Elisaltea ha detto...

Altro che se è di nostro gradimento!! Davvero una prelibatezza, non vedo l'ora di provarla quando avrò il radicchio nell'orto!! Un abbraccio!