martedì 31 marzo 2009

Lonza farcita in pacco regalo


Con questa ricetta partecipo al contest di Fabiana



Quando mi metto ai fornelli in modo intensivo, ovvero ho ospiti sia che siano i miei figli o che siano amici, mi lascio SEMPRE prendere da una sottile "ansietta".......


Questa "anssietta", a giudizio dei miei cari è immotivata, ma comincia dalla composizione del menù che di solito prevede una quantità infinita di portate drasticamente ridotta anche perché poi alla fine della fiera non devo preparare un banchetto ( ma il vizio di fare una lista lunghissima è vecchia e radicata nel tempo).....



Quando mia figlia, qualche settimana fà, portò in ufficio un trancio della torta a forma di cuore una collega le chiese se io preparavo dei dolci su ordinazione....


La cosa sul momento mi inorgoglì molto, ma non essendo io una cuoca professionista non mi sarei mai azzardata a preparare qualcosa "su ordinazione", proprio per la paura di non essere abbastanza "in gamba" e per il timore di insuccessi senza la possibilità di rimediare adeguatamente....


Ricordo ancora quando una volta, tanti anni fa sformando una torta troppo frettolosamente, perché dovevo impacchettarla per regalarla, .... mi si ruppe a metà......


E ricordo ancora che la cosa mi dette un immediato, piccolo fastidio, ma dovendola regalare a dei cari amici, decisi che avrei semplicemente spiegato ciò che mi era successo e la cosa sarebbe finita lì... tanto ce la saremmo comunque mangiata intera o spezzata a metà.....


Questa volta, in occasione della cena di sabato scorso, la famosa ansietta da preparazione era dovuta al fatto che avevo voluto preparare quattro piatti nuovi ed ero clamorosamente indietro sui tempi.......

La torta l'avete già vista e, anche se semplice, prevedeva i suoi "tempi tecnici" di preparazione.

Questo rotolo di lonza, nel suo piccolo, non scherza anche perché va preparato in varie fasi e tempi.

Lo propongo perché non solo sono certa del risultato ma anche del gradimento: infatti è piaciuto moltissimo a tutti i miei commensali indistintamente: tutti infatti si sono serviti abbondantemente almeno due volte e sono riuscite a "salvare" la parte di fondo (c'erano altre due cose da mangiare) per fare le foto il giorno dopo.

Le quattro fette avanzate sono finite nel freezer di mio figlio a Milano ma non so garantire per la resa della sfoglia dopo lo scongelamento... ma credo che se le mangeranno lo stesso se avranno una bella fame!!!



Ora, bando alle ciance, elenco subito gli ingredienti ed il modus operandi e sono certa che a tutte, con un poco di tempo a disposizione, questo piatto di carne che io reputo abbastanza importante riuscirà alla perfezione......

Tempo di preparazione:

Per la bardatura e confezione del rotolo: circa 30' a dir tanto...

Cottura dell'arrosto in tegame: circa 1 ora e 1/2

Preparazione della pasta frolla col mixer: circa 10'/15' più il riposo in frigo, circa 30' almeno

Per la confezione del pacchetto regalo: almeno 30' con le piccole decorazioni (meno se lo si avvolge semplicemente)

Cottura in forno: almeno 30' o fino a doratura della pasta

Costo: medio

Difficoltà:**

INGREDIENTI per 6/8 persone

1,5 kg di lonza
6/8 fette di pancetta fresca di maiale
1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva
2 rametti di rosmarino
3 spicchi d'aglio interi e con la buccia
Sale e pepe macinato al momento q.b.
1/2 bicchiere abbondante di vino bianco secco a temperatura ambiente

Per la frolla salata

250 gr di farina 00
150 di burro salato (in mancanza usare burro normale e un bel pizzico di sale)
Poca acqua fredda
1 confezione di pasta sfoglia
poco latte per pennellare la preparazione


Cominciamo dalle dimensioni della carne: visto che non lo avevo fatto prima sono andata a misurare la grandezza del tegame in cui ho effettuato la cottura e la grandezza del tagliere in silicone.

Il tegame, in cui il rotolo è stato a forza sistemato, poi è andata meglio in quanto la carne si è ridotta un po', ha un diametro di 20 cm, mentre il tagliere (Ikea) ha una larghezza di 37 cm, tanto per dare l'idea della grandezza del rettangolo di carne......

La lonza va fatta tagliare a libro dal macellaio, magari meglio di come ha fatto il mio, e fatta appiattire con il batticarne...



La lonza poi ha questo aspetto innocuo, rosato ma poi risulta asciutta e dura come una soletta se non viene bardata a dovere.....



Ho risolto questo inconveniente quando ho visto dal macellaio questa pancetta fresca che ho disposto a fette sovrapposte sulla carne preventivamente salata e pepata (tanto la pancetta essendo fresca non lo era).

Se per caso si dovesse adoperare della salsiccia o salumi vari con un bel filo di grasso, con l'intento di ammorbidire la carne, tenerne conto per la salatura....



Disporre sulla pancetta delle scaglie di parmigiano e se lo si ha del prezzemolo tritato che qui non compare: non ne avevo....


Qui la sequenza delle foto è sbagliata, comunque questa è la vista della sezione del rotolo....



E qui sotto appare il rotolo ben stretto e legato con del filo che dovrebbe essere del filo per arrosti ma se non lo avete (io al momento ne ero sprovvista in quanto lo avevo dimenticato nell'altra casa) con del filo per ...imbastire...

Arrotolare dalla parte più corta e fare tanti bei giri con il filo cercando di lasciare in evidenza il capo finale per poterlo eliminare agevolmente a fine cottura....



Per la cottura usare abbondante olio extravergine .......


Un paio di rametti di rosmarino.......


Almeno 3 spicchi d'aglio con la camicia pestati con il batticarne (daranno profumo alla preparazione e non si bruceranno)....


Quando la carne è ben rosolata bagnare con un un mezzo bicchiere di vino bianco a temperatura ambiente meglio de tiepido...

Salare e pepare e portare a fine cottura, rigirando periodicamente la carne e aggiungendo del vino bianco e anche dell'acqua calda se il fondo cottura dovesse asciugarsi (di solito lo fa)....

Preparare quest'arrosto il giorno prima ...perlomeno io faccio sempre così con gli arrosti ....



Pensiamo ora alla sfoglia che deve avvolgere il rotolo.

Devo precisare che questa è una presentazione per un giorno di festa ma il rotolo una volta cotto, ovviamente, si può mangiare così com'è......

Preparare la frolla:

Versare nel bicchiere del mixer la farina, il burro salato a pezzetti ( o solo burro normale con un bel pizzico di sale), azionare il robot per alcuni secondi in modo che farina e burro si mescolino a dovere e aggiungere a filo poca acqua fredda in modo da ottenere una palla soda ed elastica che va rilavorata brevemente e posta nella parte meno fredda del frigo per almeno 30' (volendo la si può preparare anche il giorno prima).....

Al momento della confezione del "pacchetto regalo" estrarre la folla dal frigo almeno 30' prima di stenderla con il matterello in modo da ottenere una sfoglia sottile spessa pochi millimetri e sulla metà di essa appoggiare una confezione di pasta sfoglia........

Ripiegare la frolla a libro e stenderla di nuovo.........



A questo punto liberare il rotolo di carne dal filo, asciugarlo con un foglio di carta da cucina per eliminare l'eccesso del fondo di cottura e adagiarlo sulla sfoglia ottenuta come sopra descritto.....



E qui divertitevi a preparare la confezione.........



Io ho fatto un paio di tentativi, anche perché mi affido sempre all'estro del momento......




Avevo fatto all'inizio una specie di caramella che era venuta orribile.......



Poi ho eliminato le "code" sempre lavorando velocemente perchè la frolla se si scalda poi è difficile da maneggiare......



Ed ho ripiegato sulla forma a pacchetto con tanto di fiocco nelle cui anse ho infilato della carta stagnola per evitare che si potessero appiattire in cottura.....



Ho ritagliato delle strisce con cui ho realizzato le parti laterali facendole passare sotto il pacchetto ed eliminando gli eccessi......


Ho pennellato quindi il tutto con poco latte.......




Ho posizionato il tutto sulla placca del forno foderata con un foglio di carta da forno.....



Ed ho infornato in forno preriscaldato e ventilato a circa 180' per 30' ......


O perlomeno fino a doratura .... tanto all'interno la carne era già cotta e si doveva solo riscaldare.....


Passato questo tempo estrarre il rotolo, bello come il sole se c'è e se non c'è come ora è lo stesso....


Farlo raffreddare un poco, affettarlo e portalo in tavola per la gioia dei vostri commensali.....


Ovviamente potete sostituire la lonza con altra carne come ad esempio un bel cosciotto d'agnello dissossato e aperto a libro oppure con della fesa di tacchino senpre con le stesse modalità di preparazione variando magari e a piacere la farcitura.....

Ed ora come sempre: BUON APPETITO!!!!

26 commenti:

mammadeglialieni ha detto...

ma che meraviglia!!!!! cavolo, ma hai lavorato tantissimo, e che bella idea il fiocchetto di guarnizione! belle foto, come sempre!!!

Fra ha detto...

Un piatto davvero molto scenografico! Ideale per una cena con ospiti...bravissima grazia ;D
Un bacio
fra

manu e silvia ha detto...

No senti..a questo punto devi per forza dirci quando ci inviti a pranzo!!
è davvero troppo bella ( e pure buonissima) la lonza presentata così impacchettata!
sei proprio bravissima!
un bacione

katty ha detto...

sei stata super brava!! questa idea te la copio ho giusto sabato a cena degli amici poi ti farò sapere!!!baci e buona giornata!!!

LUNETTA ha detto...

Che delizia per gli occhi e per lo stomaco!!!Ogni volta che passo di qui so che non mi deluderai mai con le tue fantastiche ricette.
Un bacione
Maria

Luvi ha detto...

mammamia che spettacolo! :D

caravaggio ha detto...

l'ansietta è un classico x non si capisce bene x piatti prepatate volte su volte quel giono non vengono perfette!il titolo mi diverte la ricetta è x domenica certo la massacrerò con la pasta che ahimè non mi è mai riuscita bene ma prometto che il fiocco ci sarà! ma che aspetti a metere in fb certo dotandoti di cornetto rosso regalato come da tradizione bacio

Juls ha detto...

ciao! ho scoperto ieri il tuo blog e sono rimasta incantata dal modo in cui racconti e descrivi le ricette, sei bravissima!
ora ti tengo d'occhio!
buona giornata!
JU

sly ha detto...

hi!a me oramai l'ansia è passata del tutto e sai come?siccome sia io che i miei amici e parenti abbiamo capito che la cucina per me è un terno al lotto, una volta puo' capitare che un piatto venga uno spettacolo, altre dieci volte invece capita che viene una schifezza, allora ci siamo tutti messi l'anima in pace e quando porto le pietanze cucinate a tavola, sono serena, e penso sempre speriamo bene...ha!con me non esistono garanzie..
ma che bel pacco regalo, e che cura!(hai messo la stagnola per tenere il fiocco, non ho piu' parole...)brava!ciao

Dolce D. ha detto...

ma che bel pacco regalo!
a me in genere non regalano mai le cose che mi piacciono,ma se mi inviti questo me lo vengo a prendere di sicuro

Simo ha detto...

Che magnifico pacchetto! bello l'utilizzo della frolla, (mi son segnata gli ingredienti) abbinati alla sfoglia...e poi si presenta benissimo!
Compliments my darling...

anna righeblu ha detto...

Stupenda!!! Bravissima Grazia, è bellissima da vedere nelle foto, così bella nel suo pacchetto regalo!
Le foto sono magnifiche!
Baci e a presto

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Ma che spettacolo!!! se passi da me vedrai i tuoi cantucci :-) Un bacio Laura

Marina ha detto...

Ma che meraviglia! Bello il pacco dono, bello il contenuto, avrei voluto vedere le facce degli ospiti. Comunque anche a me viene l'ansietta quando siamo più di due a cena. Non faccio spesso gli arrosti però leggere che per questo ci sono voluto 90 minuti di cottura mi fa sorgere un dubbio, perché quando lo compero la tipa che me lo vende dice "bastano 45 minuti"? Non bastano perché a me resta molto rosa dentro e non mi piace.

Dadda ha detto...

Ciao Grazia,
questo è l'arrosto che sarà sulla mia tavola a Pasqua; è da Oscar, c'è tutto
regia, scenografia, e musica!
Grazie e Complimenti alla cuoca!
Un abbraccio

Luciana ha detto...

E' un secondo piatto meraviglioso, lo mangerei proprio molto volentieri!
Copio la ricetta, complimenti ;-) baci

Anonimo ha detto...

brava ..ti leggo sempre ..sei una brava cuoca...vorre farlo per domenica...ce dici?

Mammazan ha detto...

Per anonimo
Va benissimo per il pranzo di domenica...ma comincia a preparare l'arrosto sabato pomeriggio...se ci sono problemi sono qui!!

€llY ha detto...

Ma come fai a farti prendere dall'ansia??? Sei una cuoca troppo brava per avere paura di sbagliare!
Complimentoni e grazie degli auguri per la mia laurea!
Elsa

77mele ha detto...

wow che meraviglia ne ho mangiato un pezzetto con gli occhi deve essere buonissimo e poi la presentazione e superba, brava.
Grazie per essere passata a farmi visita spero di rivederti presto un bacio e buona serata.

Cristina ha detto...

Ciao ti ho lasciato un premio se vuoi puoi passare a ritirarlo mi farà piacere
baci
cristina

Henriette ha detto...

Bonsoir Grazia,
C'est une recette magnifique et les photographies sont splendides. Vraiment il n'y a pas de mots pour le dire!
Autant de plaisir pour le goût que pour la vue.
Félicitations et toute ma sincère amitié.
Henriette

germana ha detto...

il fiocco è fantastico, diventi sempre più brava!

Anonimo ha detto...

Sono estasiata e terrorizzata, infatti aspetto l'occasione giusta per prepararla. Pensavo di sostituire la frolla con una briseè fatta con i giri della sfoglia...
Cosa ne pensi? mi terrorizza la confezione esterna ,sopratutto il fiochetto:ll nodo è fatto, come un fiocco tradizionale? Ho anche io il vizio di provare una ricetta, (pessima aggiunge mia figlia)gli con ospiti. Lo preparo imperterrita. Grazie in tutti i casi per le spiegazioni e sopratutto le sequenze fotogafiche
è un piacere leggerti.Da alcuni termini adoperati direi che vivi nel Nord, io invece sono "quasi" una terrona. Ti avrei agganciato volentieri...

Anonimo ha detto...

Non sono un anonimo, forse solo poco pratica di pc,sono quella della brisè,al posto della frolla . un saluto da nonna fuaion

Mammazan ha detto...

Per nonna fuaion
Sperto di arrivare in tempo con le spiegazioni.
Va bene la brisè come la prepari abitualmente e se hai un rotolo fi pasta sfoglia sistemala a metà della brise come in foto.
Il fiocco l'ho preparato con un avanzo di pasta sfoglia ma tu adopea gli avanzi di frolla se ne hai .
Il fiocco è fatto come un fiocco tradizionale: prendi una striscia di pasta, forma le cocche del fiocco e poi avvolgi a metà un pezzetto di pasta come per creare il nodo. Bagna con il dito inumidito la pasta del rotolo e appoggialo sopra .Poi prepara dei cilindretti di carta d'alluminio e li infili nelle cocche del fiocco così non di appiattiscono e le togli quando il tutto è freddo.
Ma puoi anche fare un tralcio e aggiungere delle foglie fatte con un tagiabiscotti e sotto ugnuna metti una pallina di alluminio così rimangono sollevate e vai tranquilla vedrai che andrà tutto benissimo!!
Io vivo qui in Piemonte da quando ero piccola ma sono una terruncella come mi definiscono, tanto per ridere, le mie amiche piemontesi.
Per qualunque chiarimento...io sono qui sperando di riuscire e spiegarmi bene!!!
Un bacio