giovedì 26 aprile 2012

Torta soffice all'inglese e..La rivincita della donna matura



Tutti abbiamo una vita interiore.


Tutti sentiamo di far parte del mondo e nello stesso tempo di esserne esiliati...







Bruciamo tutti nel fuoco delle nostre esistenze...


Abbiamo bisogno delle parole per esprimere ciò che abbiamo dentro...


Paul Auster (1947)




Tre sono i momenti, durante la giornata, che dedico alla lettura.


Il primo quando uso la pedaliera che è una sorta di aggeggio, consigliatomi dall'ortopedico per le mie ginocchia che   da tempo mi fanno vedere le stelle...


La lettura fatta in quel momento mi aiuta a dimenticare l'orologio, dovrei infatti pedalare per 20 minuti e facilmente vado oltre il tempo prescrittomi..


Gli altri due sono legati a quando faccio il riposino pomeridiano, e quando vado a letto la sera....


Sono momenti di grande appagamento e ai quali non rinuncio mai....






Ho appena finito di leggere "La rivincita della donna matura" di Elizabeth Buchan ne parlo subito in quanto la cara Eli, in un suo commento, mi ha chiesto di esprime un mio giudizio  una volta che avessi completato la lettura....


Devo dire che mi è piaciuto molto, ben scritto, ben tradotto ( la buona resa del linguaggio di chi scrive è indispensabile per una lettura senza intoppi  come invece mi era successo per Le due città di Dickens, infatti spesso dovevo rilegge due volte le frasi per capirne il senso)..


La trama del libro, in breve, è questa:


Rose è una donna di successo, ha tutto quello che si può desiderare dalla vita: un marito adorabile, una bella casa, un lavoro che la gratifica, due figli ormai grandi.

Ma lei, super organizzata, lo deve essere per forza per gestire ogni cosa, non immagina che tutto quello che ha costruito nell'arco della vita matrimoniale e lavorativa stia per dissolversi come per incanto.



E quando tutto sembra perduto  non le rimane altro che rinchiudersi in casa e leccarsi le ferite cercando di superare lo shock dell'abbandono....


Mi è sembrato, leggendo questo libro di ricordarne un altro che avevo letto tempo fa e che aveva generato in me un grande senso di angoscia:  mi riferisco a "Una donna spezzata" di  Simone de Bauvoir che è il primo dei tre racconti racchiusi nel libro.


Ma a differenza di questo il finale del libro, la cui lettura propongo oggi,  è meno tragico e in un certo senso confortante...


Le risorse cui  le donne, almeno la maggior parte,  sanno attingere riescono a dare una svolta agli eventi che stanno funestando la vita della protagonista...


Infatti le sorprese che la vita riserva per fortuna non sono tutte nere...


Nuove opportunità di lavoro, il prendersi di nuovo cura di se stessa, scoprendosi ancora bella e affascinante, il ricomparire  di un amore del passato ...mai dimenticato...affacciatosi  quasi per caso nella sua vita, la rendono una donna nuova e con grandi prospettive per il futuro..


Insomma la vita può continuare come e forse meglio di prima. 






Insomma...la ricetta????


Eccola!!


La cosa bella di questo dolce è rappresentata dal fatto che non contiene burro e la rende appetibile sia per chi è a dieta sia per  coloro che sono intolleranti ai derivati del latte..


Tempo di preparazione: circa 20'
Costo: basso
Difficoltà:*


INGREDIENTI


90 gr di farina
1 cucchiaino raso di lievito per dolci
90 gr di zucchero fine tipo Eridania
3 uova
succo e buccia di un limone piccolo


In una scodella lavorare i tuorli con lo zucchero fine ( io ho usato l'Eridania, in mancanza di questo si può usare tranquillamente quello normale semolato) e, potendo, usare le fruste elettriche per almeno 1 minuto o più...





Grattugiare la buccia di un limone piccolo e filtrane il succo....



Unirlo ora alla crema di uova e zucchero e mescolare ancora....






Ora a cucchiaiate spargere la farina setacciata precedentemente con il lievito per dolci....




E, per ultime, le chiare montate a neve fermissima con un pizzico di sale....


Ora è il caso di usare o un cucchiaio di legno o ancor meglio una spatola di silicone.....


Aggiungere le chiare poco per volta amalgamando con delicatezza con movimenti dal basso verso l'alto...







Si dovrebbe ottenere una massa gonfia e spumosa come appare qui sotto...






Versare il tutto in uno stampo pennellato di burro ed infarinato....


Il mio ha diametro base di 17 cm...




Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 170° per circa 35'/40'...





Penso valga la pena di mangiarla così com'è, senza altre aggiunte..






Altrimenti dove va a finire la dieta????


La ricetta è tratta dal grande libro di ricette di Gualtiero Marchesi...scopiazzate mentre la mia piccolina dorme!!


26 commenti:

Dana ha detto...

Sì ma non sempre da donna matura si può riprendere un lavoro appagante, ci si trova ancora attraenti e si rincontra un vecchio amore e quindi cosa fare? Purtroppo certe realtà iniziano e finiscono tra le pagine di un romanzo. A me oggi basta anche una fetta della tua soffice torta.
A presto!

Mary ha detto...

..ed invece a volte la vita ricomincia a 40 anni ;)) a me è successo! e a distanza di quasi 10 anni ammetto che anche le situazioni piu' difficili mi hanno fatto scoprire (meglio dire riscoprire) una me stessa che si era assopita e la vita mi ha concesso nuove opportunità..e questa bella tortina è perfetta per la colazione di domani mattina..segno ^_^
un abbraccio!

Il blog di Ivana ha detto...

la trama del libro l'ho saltata perchè a me non piace sapere nulla di un eventuale libro che potrei comprare.....quindi, la torta ti è venuta di un soffice che mi ci tufferei. Ciao, buona giornata !

Silvia ha detto...

buona e soffice..! Anche io lessi un libro simile qualche tempo fa, è interessante pensare che a volte non tutto il male viene per nuocere..

renata ha detto...

Se c'è una cosa di cui vado matta sono proprio le rivincite!!!!! Le amo ... le ho sempre amate da piccola... ho adorato quella della povera Cenerentola e ancora adesso che sono grande ...ci credo fortemente!!!!!!!!!
Ottimo dolce...
un bacione Mammazan!!!!!!!!

Manuela e Silvia ha detto...

Che spettacolo questo dolce! Alto soffice e delicato!!
Carino il libro,anche noi amiamo molto leggere, ma generalmente sedute comodamente sul divano, per lo sport c'è la palestra o le pedalata fuori in campagna!
un bacione

Yrma ha detto...

Uhmmmmm, devo dare ragione a Dana...sarebbe bello se tutti avessero la possobilità di "riscatto" ad una certa età...auguriamocelo tutti e..per festeggiare io mi pappaomalla grande la tua torta perchè è un capolavoro!!proprio come piace a me, semplice, alta, soffice che sa di buono vero!!!Bravissima come smepre!!!

Francesca ha detto...

E' buonissima questa torta: semplice e delicata, hai ragione: che c'è di meglio se non gustarla così com'è al naturale...????
Franci

Damiana ha detto...

Mi piace la trama di questo romanzo,anche il titolo stesso incuriosisce,forse perchè ci si immedesima immediatamente!!E vorrei tanto immedisimarmi in chi ha avuto la fortuna di provare questa nuvola..assomiglia un pò al pan di spagna,quindi altro che dieta,io sto già pensando alla farcitura!!Un abbraccione GRazia e bellissima giornata!!

Lenia ha detto...

Gnam,gnam!Complimenti per questa torta spettacolare!

Nelly ha detto...

Mmmm...sento il profumino dell'aroma di limone fin qui..può essere?! :) squisita questa torta..me la segno eh! :)
Anche a me piace un sacco leggere e ora che ci penso è un po' che non compro libri! Prendo nota anche di questo libro (già sentito dalle mie orecchie) mi ispira molto la trama!
Buona giornata!
Nelly

matematicaecucina ha detto...

L'ideale sarebbe leggere il libro gustando una fetta della tua torta insieme ad una tazza di te! Laura

La cucina di Molly ha detto...

Ma che soffice questa torta, ottima per l'ora del tè!Non conoscevo questo libro, dovrò comprarlo,è interessante la trama!Ciao

sississima ha detto...

forse ho capito perchè a me i dolci alti e soffici non mi vengono quasi mai, devo abbassare un pochino la temperatura del forno...un abbraccio SILVIA

Mari e Fiorella ha detto...

Cara, il libro mi sembra racconti una bella favola, resta il fatto che la realtà può superare la fantasia!!!!!!!!La torta è una meraviglia, io farei doppia dose!!!!!!!!!!Buon proseguimento....

Mari e Fiorella ha detto...

Cara, il libro mi sembra racconti una bella favola, resta il fatto che la realtà può superare la fantasia!!!!!!!!La torta è una meraviglia, io farei doppia dose!!!!!!!!!!Buon proseguimento....

eli ha detto...

Grazie per la recensione!!
Beh, ogni tanto è bello anche sognare e pensare che ci sia sempre un modo di rivalersi sui torti della vita!
Un libro rincuorante, che lo diventa ancor di più con una bella fetta di torta!

Valentina ha detto...

Ciao Grazia, grazie per questa torta sofficissima e per il consiglio, io sono sempre alla ricerca di bei libri, non me li faccio scappare insomma!! E una bella fetta di questa torta mangiata con un libro in mano be, il massimo!!
A presto, buon fine settimana*

La Gaia Celiaca ha detto...

ha un aspetto morbidissimo... ed è pure senza burro!
mi sa che fa proprio per me!

Scamorza Bianca ha detto...

MMMMMMM che invidia sapere che riesci a fare il riposino pomeridiano!!!! La torta te la copio di sicuro eh!

Ombry ha detto...

Aihmè, mai fatto il riposino nemmeno all'asilo: devo avere il"blocco del riposino"!
Ti confesso che ho sfruttato la tua ricetta ieri come base per i muffin: ho dimezzato i tempi di cottura e gnam gnam... oggi non ce n'è già più!!! Grazie della ricetta... Un caro saluto...

Giovanna ha detto...

che meraviglia un paio di fette per domani

Christina ha detto...

Wow! Che bellissima!!

Terry ha detto...

Interessante la recensione del libro e pure la torta, leggera per forma, consistenza e calorie ;) da fare!!!

Ilaria ha detto...

Anche io cerco di ritagliarmi ogni giorno un po' di tempo per la lettura. Di solito ne approfitto durante i miei spostamenti quotidiani in treno: 30 minuti di buona lettura è proprio quello che ci vuole per far trascorrere il tempo di un pendolare... :-)
Questa torta è fantastica. E' così alta che deve essere sofficissima. Davvero splendida.
Buon weekend.

Elena ha detto...

Ciao...ho usato la tua ricetta e la sto postatando sul mio blog...ti ho anche citata...spero tu non ti arrabbi :-) ma questa ricetta è ottima.
Grazie