martedì 17 aprile 2012

Moussaka di carciofi



Davanti a un'opera d'arte bisogna comportarsi come davanti a un principe e mai prendere la parola per primi...




Altrimenti si rischia di sentire soltanto  la propria voce...


Arthur Schopenhauer (1788-1860)






Tutte le mamme, le nonne  potranno comprendere la mia emozione quando stamattina ho visto la mia piccolina gattonare!!!!


Non la vedevo da venerdì mattina ma  tutto faceva capire che le prove erano in atto ..doveva solo trovare forza e sicurezza per per iniziare a esplorare il mondo a 4 deliziose zampine....


Mia figlia ha detto che Giulia è veramente "svizzera" quanto a progressi..tutto nella norma... a parte i primi dentini che sono spuntati  con parecchio anticipo, a 5 mesi e mezzo...


Domani me la godrò tutto il giorno a partire dal momento in cui , come al solito, arrivo e si mette a scalpitare ( è un eufemismo) in braccio alla sua mammina quando mi vede salire le scale....






Ma vogliamo parlare di questo tortino dal nome quanto mai azzeccato ( la ricetta è tratta da un vecchio numero di Donna Moderna) e dall'aspetto quasi innocuo???


La preparazione è semplice ma articolata in tre fasi e si può preparare in tre momenti diversi a seconda del tempo che si ha a disposizione...


Prego le amiche di  non arrendersi a priori dal preparare questo ottimo e gustoso secondo piatto.... se avranno la pazienza di leggere le mie spiegazioni vedranno che, anche con il loro poco tempo a di cui possono disporre, potranno cucinarlo con successo.


Tempo di preparazione: circa 20' per i carciofi, altrettanti per il ragù  bianco e circa 15' per la besciamella escluso il tempo di infusione delle spezie nel latte, circa 30'.
Costo: medio
Difficoltà:*


INGREDIENTI per 4/6 persone


Per il primo strato:
4  grossi  carciofi del tipo senza spine ( vista la stagione)
5 cucchiai di olio extra vergine
1 grosso spicchio d'aglio
1 bicchiere scarso di vino bianco secco
sale e pepe q.b.


Per il ragù bianco


100 gr di salciccia
300 gr di carte trita grasso-magra o di maiale
1 scalogno 
1 bicchiere scarso di vino bianco secco
sale e pepe q.b.


Per la besciamella aromatizzata


40 gr di burro
40 gr di farina
400 gr di latte
4 foglie di alloro, noce moscata, timo e  origano
50 gr di pecorino toscano semi stagionato  ( io ho usato quello del caseificio Spadi)


3-4 fette di pan carré


Con le dosi indicate di seguito si possono preparare tre tortini , diametro base cm 8.


Ho trovato al super questi bellissimi carciofi senza spine... sono i carciofi romani o cimaroli??


Di solito acquisto quelli con le spine ma questi non solo erano belli freschi e sodi ma a anche a  buon prezzo € 0.55 cadauno


Vanno eliminate le foglie più dure, tagliati a metà eliminando l'eventuale barba  e messi a bagno in acqua acidulata fino al momento dell'uso..


In un capace tegame  versare 4-5 cucchiai di olio extravergine , un grosso spicchio d'aglio tritato e  i carciofi affettati sottilmente..







Farli rosolare , mescolandoli spesso, bagnarli con un bicchiere scarso  di vino bianco secco .....



Continuare la cottura fin quando il vino è del tutto evaporato..


Mettere da parte...






Ora prepariamo il ragù bianco....


Occorre della carne trita grasso-magra o trita di maiale ( in questo caso ridurre l'olio)..






E della salciccia che va privata del suo rivestimento....


Deve essere sbriciolata con una forchetta e posta nella stessa padella in cui abbiamo cotto i carciofi  con poco olio extravergine e soffritta con uno scalogno tritato fine....





Unire ora la carne trita,mescolare con cura, salare, pepare e bagnare con vino bianco secco....

Portare a fine cottura e anche qui, mettere da parte...




Terzo step: la besciamella aromatica:


In un tegamino versare il latte, scaldarlo per pochi minuti e unire l'origano, il timo anche secco, l'alloro e la noce moscata in polvere o grattugiata al momento...


Far riposare circa 30' per far sì che il latte si profumi per bene....






Ora in un altro pentolino far fondere il burro, unire la farina e farla tostare ....


Unire a filo il latte caldo filtrato e far cuocere fino a quando la besciamella si è addensata come di consueto....






Infine aggiungere il pecorino toscano Spadi, che ho preferito all'Emmental , consigliato nella ricetta originale, perché lo considero di maggior carattere e sapore....


Mescolare fino a quando si è perfettamente sciolto....






Ora siamo finalmente alla fase finale della preparazione...


In uno stampino con la cerniera , il mio ha 8 cm di diametro , o in stampini individuali usa e getta , porre una fetta di pan carrè  sagomandolo sulla base...


Io ho posto sulla base un pezzetto di carta da forno ma è sufficiente imburrare o oliare base e parete dello stesso.....




Disporre uno strato di carciofi.....





Uno di ragù bianco....






E coprire infine con la besciamella....


Con le dosi indicate ho allestito tre stampini, quindi dividere equamente le varie preparazioni.. 






Infornare in forno preriscaldato, ventilato, alla temperatura di 170° per circa 30'/35' fino a quando la superficie della moussaka appare ben dorata....







Non ho provato a congelare questo piatto in quanto lo abbiamo fatto fuori subito, ma forse varrebbe la pena di fare un tentativo, visto che i carciofi stanno ormai finendo e la preparazione è piuttosto articolata per avvalersi di  questo tortino nei momenti di crisi quando il tempo manca e si vuol portare in tavola qualcosa di elaborato..


A tutte le amiche auguro : BUONA GIORNATA

15 commenti:

Simo ha detto...

davvero splendidi questi sformatini di moussaka!
E originali coi carciofi...ti ricordo sempre il mio contest... ;))
baciotti e un bacino alla piccola gattonatrice...adesso però bisogna tenerla moooolto d'occhio, perchè le esplorazioni hanno anche le loro problematiche, eheheheh!

eli ha detto...

Già gattona!
Come passa veloce il tempo!!
Ha ragione Simo, ora dovrete tenerla d'occhio, i piccolini sono sempre attirati dalle cose più impensate.
Fra le cose più assurde fatte da mio figlio in età da gattonamento ci fu quello di rosicchiare lo stipite di una porta (un roditore nel DNA????)

Deliziosi gli sformatini con i carciofi, mi autoinviterei volentieri a pranzo! E' un periodo che non ho voglia di cucinare nulla (si vede anche dal mio blog)

annaferna ha detto...

ciao cara amica
primo:
concordo con Schopenhauer!! ^_^
secondo:
dalle tue parole leggo la felicità di essere nonna ( è meraviglioso vero?)
terzo:
mi hai convinta la ricetta è superlativa, ma d'altro canto cosa potrei aspettarmi di diverso da te?.
I tuoi stampini sono favolosi ( ma te l'ho già detto tempo fa), qui sono introvabili :(
baci enormi

raffy ha detto...

adoro i carciofi, mi piace un sacco la mussaka..la provoooooooo!!!

Adriana Riccomagno ha detto...

Sono solo le 9.50, ed io sarei già pronta ad azzannarla!

renata ha detto...

Adoro il moussaka ma mai avrei pensato di farlo con i carciofi e immagino che sapore debba avere....
Ragazza mi inchino di fronte a questa meraviglia
Complimenti!!!!!
e un bacio alla tua splendida nipotina
Buona giornata anche a te!!!!!!!

Vica in cucina ha detto...

wow, un tortino molto ellaborato! deve essere assolutamente strabuono, praticamente hai messo tutti gli ingredienti che io adoro...(in realtà non c'è niente che io non mangi) Ma con questo mi hai conquistata!

muffins ha detto...

Complimenti per il blog e per le splendide ricette che posti. Da oggi ti seguo. Se ti fa piacere passa a trovarmi sul mio: Dolci idee e non solo!

emanuela ha detto...

Wow idea unica =)
Mi ispira molto, sia la fantasia ma soprattutto l'appetito =)
Complimenti mammazan =)
Bacioni

Bettaroberta ha detto...

Saporita ricetta!
Auguri per la piccolina. Ti capisco in pieno.
Un abbraccio
Bettaroberta

Bettaroberta ha detto...

Saporita ricetta!
Auguri per la piccolina. Ti capisco in pieno.
Un abbraccio
Bettaroberta

Yrma ha detto...

Che meravigliosa moussaka!!!!!!!!!!!!!e complimenti per la tua nipotina!un bacione!

elly ha detto...

Cara Mammazan, hai preparato un piatto che è "un'opera d'arte"! E io che ho una cartellina pronta chiamata RICETTE DA RIFARE ho subito memorizzato questa pagina. Ne vale veramente la pena... Deve essere squisito, oltre che molto bello da vedere.
Per quanto riguarda i carciofi, sono semplicemente carciofi, forse romaneschi. I cimaroli sono quelli più grandi in pizzo alla pianta dal quale si diramano i bracci laterali, con altri carciofoni... Questo non è un cimarolo, per il semplice fatto che un po' di pelo dentro ci sta, mentre i cimaroli non ne hanno e sono ancora ancora più grandi! Questo è quanto mi hanno insegnato qui a Cerveteri, terra rinomata per i carciofi romaneschi... Bacioni e buona serata!

Silvia ha detto...

ma allora la tua piccola ha quasi quanto la bimba di mio fratello, lei ancora non gattona, ma manca poco se non fosse così pigra (: son proprio bellissimi quando iniziano a crescere!

Donaflor ha detto...

ma che coccola la tua dolce nipotina...già la immagino a gattonare!!!
e la tua squisita mossaka???
una prelibatezza assoluta!
abbraccci