martedì 10 febbraio 2009

Amor Polenta alla moda di Mammazan


I nostri blog non solo dei blog di cucina......


Dei semplici contenitori di ricette, di ingredienti, di foto.....


Attraverso essi avviene uno scambio di esperienze, di trucchi ...... di conoscenze nuove e non solo in campo culinario....


Si parla di libri, di musica, della nostra vita quotidiana, delle nostre emozioni, dei nostri viaggi , delle nostre esperienze, dei nostri problemi, della nostra salute..... delle nostre sofferenze sia fisiche che morali......


E si crea una sorta di complicità tutta squisitamente femminile che ci porta a gioire, a soffrire con le nostre amiche virtuali.....a chiederci spesso, quando una di noi per un certo tempo non compare con le sue ricette, cosa ne è successo di lei....

Quando dalle sue parole, a volte scarne, si intuisce un tormento, un problema e ci sentiamo impotenti..... e vorremmo far qualcosa!!!



Qualche volta abbiamo la fortuna di dare un suono alle parole delle mail, un volto ad uno pseudonimo e allora sembra quasi che un miracolo sia avvenuto... abbiamo davanti a noi un'amica in carne ed ossa con cui abbiamo scambiato pensieri, emozioni.....

Prima quasi timidamente e poi, sciolto il doveroso riserbo, possiamo parlare di mille cose .....
sicure di essere comprese e capiamo che se abbiamo un problema abbiamo trovato un orecchio pronto ad ascoltarci, se abbiamo una gioia abbiamo qualcuno con cui condividerlo e se siamo sole abbiamo trovate amiche sincere che quasi non speravamo più di incontrare....


Ed io di amiche ne ho trovate veramente tante con cui dialogo, e molto spesso, al di fuori di questo contesto e a cui dedico questo dolce che mi è stato ispirato da un'amica simpaticissima....

Tutto è nato dall'uso di uno stampo a forma di pannocchia che mi è servito poco tempo fa come contenitore per la polenta...


Allora Simo mi ha suggerito di usarlo per preparare " l'Amor polenta " che io nel titolo del post ho definito alla moda di Mammazan , molto ampollosamente, ma non è farina, anzi Fioretto, del mio sacco.....


Simo mi ha dato le indicazioni per trovare la sua ricetta ed io l'ho preparata esattamente come lei l'aveva postata..... solo qualche insignificante variante.....


L'ho infiocchettata a dovere anche perché non ho voluto cospargere il dolce con la solita coltre di zucchero a velo....


O con una spolverata di cacao......


Ho trovato al supermercato questi alchechengi e nella mia fantasia perversa ho visto subito come potevano servire per decorare questo dolce.....


Ecco qui la ricetta semplice, facile, che da origine ad un dolce che appare rustico ma è sontuoso al gusto, grazie al burro che unito al rum gli conferiscono un aroma un aroma unico....

Tempo di preparazione: circa 20'/30'
Costo: medio
Difficoltà:**

Ingredienti
150 gr di burro più quello per lo stampo
80 gr di farina 00
80 gr di farina di mais fine tipo Fioretto
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
50 gr di mandorle a lamelle
1 pizzico di sale
40 ml di rum di buona qualità
2 uova più 2 tuorli
150 gr di zucchero
150 gr di burro

Setacciare 2 volte la farina con il lievito, versarla in una capace terrina ed aggiungere la farina di mais Fioretto e le mandorle a lamelle (usate per velocità d'esecuzione oppure tritarle come nella ricetta originale) mescolando con cura....


In un'altra scodella mescolare le uova intere ed i tuorli con lo zucchero e montarle bene con una frustina...

Aggiungere quindi il rum e il burro fuso e appena tiepido mescolando sempre fino ad ottenere un composto ben amalgamato....

A questo punto unire a filo il composto liquido a quello secco mescolando velocemente ed energicamente fino ad ottenere un composto omogeneo.....


Versare quindi il tutto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato .....

Ed infornare in forno preriscaldato e ventilato a 170° per circa 40'.

Prima di sformare il dolce farlo raffreddare perfettamente perché il dolce è fragile e potrebbe rompersi.....
Poi decoratelo e infiocchettatelo a piacere.....

Cara Simo cosa te ne pare?????

E grazie per l'idea e la ricetta!!!

20 commenti:

manu e silvia ha detto...

hai ragione! i blog contengono davvero molte cose..alla fine sono uno specchio per se stessi....
buono questo dolce! e crediamo che le tue modifiche lo abbiamo reso ancora più particolare!! bellissime le decorazioni!!
un bacione

Caty2 ha detto...

evviva ho trovato la ricetta (credo) della Nonna Elvira!!! era la nonna del mio ex marito, di origine di Valpolicella, faceva una meravigliosa torta di polenta,ma non ha mai scritto la ricetta e ancora io non mi interessavo di cucina. Provo a farla e poi ti dico.
Anch'io ho trovato tante amiche qui sul blog e quando non riesco ad aprire il PC (come mi è successo ultimamente )mi mancano veramente tanto. Ciao Grazia buona giornata Caty2

Fra ha detto...

E' vero i nostri blog non sono solo ricettari...assomigliano più a cronache di vita in cui la nostra passione si mescola alla nostra esistenza e alle nostre emozioni
...ed emozionante è stato vedere questo tripudio di arancio e giallo...una sferzata di luce!
Un bacio
fra

Claudia ha detto...

E' vero oltre che ricettari i nostri blog parlano anche di noi....Ma come è buono questo dolcetto!!!!e si presenta proprio bene con quelle guarnizioni .-))))))

Grazia ha detto...

Fantastica, mammazan! Grazie per il commento sul mio piccolo blog, sono lusingata. Grazia

michela ha detto...

Beh il dolce strepitoso..la decorazione veramente spettacolare..sai che io gli alchenengi non li trovo mai?

Michela ha detto...

ma tu sforni queste meraviglie quotidianamente ??!! Beati i tuoi figli ! SANTA SUBITO

sorbyy ha detto...

Bello questo dolcetto!!!
Belle foto e splendida presentazione!!
Ciao

Luca and Sabrina ha detto...

Blog = diario
Libretto di appunti dove molti di noi si raccontano. Condivedere ricette e pensieri con altri, ci aiuta a crescere e ci mantiene giovani. Hai ragione Mammazan su tutta la linea.
Questo dolce da proprio l'idea di essere molto morbido e "succulento".
Un abbraccio dai tuoi fan
Sabrina&Luca

anna righeblu ha detto...

E' vero cara Grazia, i nostri post e i nostri commenti parlano di noi, anche quando non ne pubblichiamo.

L'amor polenta è un dolce che non mangio da tanto tempo... il tuo è bellissimo, copio e archivio.
Baci

Simo ha detto...

Grazia, ma è spettacolare!!!!!!!!
Favolosa, ricamata a festa, con tutti quegli alchechengi e bellissima!
Hai visto quanto è buona?
Sono strafelice di esserti stata d'ispirazione, non immagini quanto...e tutto quello che scrivi lo quoto al 1000 per 1000!!!!!!!
Ti abbraccio fortissimissimissimo!

Simo ha detto...

Ah, dimenticavo che se passi da me, ho un premietto per te!

Mirtilla ha detto...

bellissimo il dolce,e la presentazione..spettacolare ;)

Fantasilandia ha detto...

Concordo su quello che hai detto sui blog, effettivamente rispecchiano noi stessi perchè diventano parte di noi.
Questo dolce ti è venuto benissimo la foto finale fa capire che è di una morbidezza unica.
Baciniiiiiiiiii

mammadeglialieni ha detto...

mi hai fatto venire una voglia....dai, prima che finisca questo freddino lo faccio anche io, ho la ricetta di mia mamma e viene davvero buono. ho visto il cinghiale in crosta, me lo ricordavo, anche se non avevo lasciato un commento, molto bello davvero! però prova il ragù, sulla polenta, sulle tagliatelle o meglio sulle pappardelle, poi sappimi dire...
hai ragione sui blog, una sorta di diario, uno scambio di opinioni e impressioni... mi piace un sacco! pensa che rabbia quando per ragioni di figliolanza ho il pc occupato!
un abbraccio!

mammadeglialieni ha detto...

p.s. ma quelli sono alchechengi?
beeelliiiii....

nora ha detto...

Splendida e insolita idea quella di decorare
il dolce con gli alchechengi.
Come sempre la fantasia di Mammazan
è infinita e non cessa di stupirmi.
L' amor polenta è una torta deliziosa che da tempo non preparavo più. Vederla così invitante me ne ha fatto venire una gran voglia. Un abbraccio.
Nora

dolci a ...gogo!!! ha detto...

wow mai vista questa torta di polenta ma sembra davvero divina e sai che profumino:-)troppo brava mammazan come tutte le tue ricette:-)bacioni

LUNETTA ha detto...

un bacione gandissimo.Le tue ricette sono sempre uniche!

marcella candido cianchetti ha detto...

w la complicità femminile ......! poi unita a golosa ricetta che cosa volere di più ciao