mercoledì 25 febbraio 2009

Le tortine amamela di mammazan


Il 22 aprile la nostra Rita Levi Montalcini compirà 100 anni.....


Tutte le volte che la vedo alla televisione mi si allarga il cuore ......


Questa figura nobile, elegante, di grande dignità, sobria e discreta è veramente un inno alla vita, all'intelligenza, all'impegno continuo e costante....


E' un continuo insegnamento sullo stile di vita in ogni sua espressione.

Ci suggerisce, con quella sua voce di grande "vecchia", di coltivare i nostri interessi intellettuali, di far lavorare sempre il cervello con letture, con studi, con qualunque mezzo che lo possa e gli consenta di mantenersi attivo.....


E cosa dire di Margherita Hack?


La toscanaccia, come ama definirsi, che con i suoi 83 anni si perde, con quegli occhi intelligenti e vispissimi, nello scandagliare i cieli utilizzando le più avanzate tecnologie????


Allora mi consolo......


Se il mio cervello non andrà in pappa a breve, se continuo a coltivare i miei interessi, a litigare col computer un giorno sì e l'altro pure, cercando di riparare ai danni che ogni tanto faccio e di cui spesso mi vergogno (sono però molto orgogliosa di essere riuscita a mettere alcune foto su Flikr e non dico i tentativi non coronati da successo, anche se mia figlia mi ha lasciato una lista lunga un kilometro delle cosa che dovevo fare...) se continuo a leggere come una dannata, a cucinare, a cucire a fotografare.... così mi mantengo in esercizio.....



Allora le prospettive di un'orrenda vecchiaia si allontanano .....

Quando si è giovani la vecchiaia o l'età adulta sembrano lontane anni luce.

Ricordo che quando i miei figli erano piccoli...ringiovanivano anche me:"Ha i figli piccoli, quindi LEI sarà giovane!!!"

Man mano che crescevano la "mia datazione " diventava sempre più evidente.

Ora con due figli, la bimba di quasi 31 e il ragazzo, chiamolo così, di quasi 33 non ho più scampo... ma cerco di difendermi!!!!

E allora mi diverto a preparare queste cosette che dovrebbero piacere alle due meravigliose signore di cui ho parlato prima perché sono leggere, si preparano in poco tempo e particolare non disprezzabile sono anche economiche.....

Tempo di preparazione: Circa 20' più il tempo di cottura delle mele altri 20'
Costo.Basso
Difficoltà: *

INGREDIENTI

650 di mele renette già mondate
120 ml di succo d'arancia (circa 4 arance medie)
80 gr di zucchero
2 uova
150 gr di amaretti
150 gr di farina auto lievitante

Io ho usato le mele renette quando finalmente sono riuscita ad arrivare alla mia casa della collina e anche dopo circa un mese e mezzo erano ancora buone ... solo un po' grinzose....



Ma ovviamente si possono usare le mele che si preferiscono o che si hanno a disposizione.



Mettere a cuocere le mele a pezzetti in una casseruola irrorandole con il succo delle arance (le mie erano sanguinelle)......

Schiacciarle con una forchetta o usare il frullino ad immersione ( io il mio l'ho dato a mio figlio e...ormai devo considerarlo perso, ma me ne comprerò un altro!!)


Far raffreddare la purea e nello stesso tegame, che deve essere capace, aggiungere lo zucchero, le uova sbattute.......

Gli amaretti frantumati grossolanamente......


E per ultima la farina auto lievitante......


Io avevo anche degli amaretti piccoli che ho mescolato interi.....


A questo punto si può usare questo bellissimo stampo in silicone, regalatomi dalla ragazza di mio figlio oppure uno stampo di altre dimensioni...

Io ho deciso di fare delle tortine perché avevo intenzione di regalare il dolce a varie amiche e ad amici dei miei figli e mi è sembrato che così si presentasse meglio..... anziche fare delle fette...


Infornare quindi in forno preriscaldato e ventilato a 170° per circa 30'.

Consiglio di cospargere le tortine di zucchero a velo all'ultimo minuto perché il dolce tende a scioglierlo rapidamente!!!!



20 commenti:

jeneregretterien ha detto...

che belle che sono queste tortine. E anche buone a vedersi.
Le farò appena possibile, approfittando del fatto che ho finalmente trovato gli stampini in rame, una specie di quelli che mostrasti sul blog un po' di tempo fa.
Ah volevo dirti che ho fatto il dolce con le banane, è squisitissimoooooo
Grazie, Grazia dei tuoi ottimi consigli.

Simo ha detto...

Grazia devono essere deliziose...in questi giorni di crisi, me ne servirebbe davvero una per tirarmi su...un bacione!

Luca and Sabrina ha detto...

Grazia tu sei un vulcano, sei creativa, sei sempre con le mani in pasta, noi ti immaginiamo iperattiva, con le giornate che iniziano presto, che sono piene di progetti, di impegni. L'età è quella che senti dentro, questo è il nostro pensiero. Si può essere giovani e sentirsi vecchi, stanchi, perennemente depressi. Si possono avere più anni anagrafici, ma essere freschi come i germogli primaverili, pieni di aspettative, pieni di sogni, di voglia di fare.
Queste tortine sono deliziose, gli amaretti e le mele si sposano a meraviglia ed il sapore è quasi come sentirlo!
Un abbraccio da Sabrina&Luca

manu e silvia ha detto...

Grandi donne che anche noi stimiamo moltissimo! arrivare alla loro età con la loro intelligenza e la loro forza sarebbe proprio una bella conquista!!
Bellissime e anche leggere queste tortine! Le forme son veramente originali, complimenti per lo stampo!!
baci baci

Carolina ha detto...

Io adoro sia Rita Levi Montalcini che Margherita Hack, troppo in gamba entrambe! Tempo fa ho letto un articolo dove il giornalista cercava di far dire in tutti i modi alla Montalcini che il segreto della sua longevità era la sua alimentazione variata. Lei, "sfottendolo un po'", gli rispose che se per lui cenare tutte le sere con il semolino era variato allora sì... MITICA!!!
Le tue tortine sono fantastiche, e tu cara Grazie sei giovane dentro.
Un bacio!

fedeccino ha detto...

Mammazan, sono bellissime, mi ispirano un sacco, e le faro' domenica !
Non uso farina autolievitante, secondo te e' sufficiente un cc di lievito per dolci aggiunto alla farina, o meglio due ?
Quanto alla luce negli occhi di Margherita, alla sua autorevolezza, alla grazia fragile eppure solida di Levi Montalcini, sono persone rare, ed appartengono alla generazione della tua mamma (presumo, con la quale solidarizzo ed alla quale mando un saluto affettuoso), quella generazione per la quale civilta' ed intelligenza, e lottare per l'espressione di queste, era considerato un dovere.
Sono straniera in quest'epoca ...
A presto :)

Luciana ha detto...

Belle queste tortine: hai ragione sono leggere e sicuramente buonissime, da provare :-) baci

VerA ha detto...

Grazia, queste tortine sono spettacolari! E invogliano giovani e meno giovani!!!!

Mary ha detto...

che spettacolo queste tortine nelle varie forme,hai avuto un pensiero gentile di farle pensando alle signore...un bacione!

Mirtilla ha detto...

sono tutte piccoli capolavori ;)
ammiravo anche lo stampo,bellissima l'idea delle forme differenti ;)

tartina ha detto...

La Montalcini e la Margherita (l'astrofisiHa!!!) sono personaggi illustri, come darti torto?
Donne, si sono imposte in questa società grazie alla loro intelligenza che sembra essere, anziché diminuita, incrementata dall'avanzare del tempo.

Le tue tortine sembrano - ma azzarderei anche un "sono" - squisite.

*

Dolce D. ha detto...

Complimenti per queste mini tortine di mele,molto belle e decorative.
Ma tu sei sempre a cucinare hihihi

Claudia ha detto...

Io non ho parole.. sono stupendissimi con tutte quelle forme.. e saranno pure buoni visto che ci son mele ed amaretti .-))))) :-p slurp.. gnamm

Mattarella ha detto...

Anche inventare sempre nuovi dolcini fa mantenere la mente giovane e attiva!!bacioni!

Fra ha detto...

hai parlato di due signore di grandissimo spessore. Un esempio da seguire e ammirare. E tu Grazia con la tua simpatica iperattività sono sicura che seguirai sicuramente le loro orme!
Le tortine sembrano eccellenti con quella consistenza così morbida...bravissima!
Un bacio
fra

dolci a ...gogo!!! ha detto...

che delizia queste tortine....mamma mia mi piacciono troppo...ti copio la ricetta!!ab
bacioni imma

Gunther ha detto...

posso dirti che sono una vera delizia? mi paice molto l'impasto complimenti

rosy ha detto...

Ciao, carissima Grazia, mi prendi sempre per la gola, mi viene l' acquolina in bocca anche questa volta. Ce ne vorrebbero di donne come Rita Levi Montalcini, e Margherita Hack, un elogio alla cultura e all' intelligneza.... !!!!

Ho letto ieri sera il post sui tuoi biscottini, sono molto dispiaciuta per tua mamma, spero che si sia consolata con i dolcetti, ma che belle formine originali che trovi sempre tu, sarà la tua vena artistica che te le fa scoprire.... bacioni buonanotte

Caty ha detto...

quando vedo le donne che hai nominato penso che fanno onore a tutte le donne , tutte le donne che lavorano e faticano nel mondo , sempre con un'attenzione particolare per ogni cosa .e che dire di questa golosisssima ricetta??grazie di averla ccondivisa!un saluto

anna righeblu ha detto...

Come non condividere l'ammirazione per queste due grandi, magnifiche donne della Scienza?
E per te, che hai espresso così bene anche le sensazioni del mio percorso di vita...un grande abbraccio e tutta la mia simpatia... anche se sei una grande tentatrice, con queste tortine!!!
Baci :-***