domenica 22 febbraio 2009

Biscotti con gocce di cioccolato al latte


Mia madre (85 anni), un paio di giorni fa, si era andata insieme ad un'amica (87 anni), a fare una passeggiata.....


Si sa, a quell'età, ci si può stancare facilmente anche se si è attive e si riesce (nel suo caso) non solo ad essere autosufficienti ma a fare tutti i lavori domestici......


Un po' stanchine e approfittando del sole caldo pomeridiano si sono sedute su una panchina prima di ritornare a casa......


Devo dire che mia madre abita in una zona ben frequentata e, per fortuna, non in periferia....


Ad un certo punto dietro alla panchina sono passati due ragazzi in bicicletta, che a giudizio della mia vecchietta erano più che adolescenti......


Il primo tamburella con le dita della mano sulle teste delle due anziane che avevano entrambi un cappellino........


Il secondo ragazzo, che segue a ruota il primo compagno, sferra un pugno violento sulla testa di mia madre e sghignazzando si allontana.......


Sconcerto ed un grande senso di umiliazione, sì mia madre si è sentita veramente umiliata, per quello scherzo cattivo, gratuito e crudele....


Tremo ancora adesso al pensiero di quella scena e dell'affronto che una persona così anziana ha dovuto subire e mi chiedo: quel ragazzo cosa avrebbe fatto se il pugno in testa lo avessero sferrato sulla testa di sua nonna????


Mi chiedo ancora e con rabbia: quale educazione ha ricevuto in famiglia ammesso che di educazione si possa parlare e ancora: cosa mai potrà trasmettere un domani ai suoi figli????


Mia figlia che è una personcina saggia una volta ha detto: "I ragazzi sono maleducati perché hanno dei genitori maleducati"....


Genitori che non hanno insegnato nulla sul rispetto dovuto alle persone anziane, ai superiori, agli insegnanti.....

Che non hanno chiarito ai loro pargoli su quali sono i loro doveri ancor prima di parlare dei loro diritti, che non hanno insegnato che ad ogni azione corrisponde una reazione....


Per fortuna mia madre si è un po' ripresa dalla sgradevole avventura e si è consolata con questi biscotti (insieme a parecchie altre dolcezze che le avevo portato giusto il giorno prima) ma quello che l'ha fatta particolarmente contenta è stato il fatto è che io prontamente ho mandato una lettera a "Specchio dei Tempi" nella cronaca di Torino della Stampa, parlando dell'accaduto e pubblicata oggi ....


Ma parliamo di questi biscotti semplici, profumati e friabili, veloci da fare e da cuocere....... e che sono spariti in un attimo!!!!

Tempo di preparazione: 20'
Costo: medio
Difficoltà:**

Ingredienti
160 gr di farina 00
120 gr di farina di mais BIANCA
6 gr di bicarbonato
1 bustina di vanillina
120 gr di burro
70 gr di cioccolato al latte da ridurre in pezzetti minuti
120 gr di zucchero
2 tuorli



Versare nel bicchiere del mixer le 2 farine, il bicarbonato, lo zucchero, la vanillina ed azionare il robot per mescolare il tutto....


Aggiungere quindi il burro fuso e appena tiepido ed i due tuorli continuando a mixare quel tanto necessario ad ad ottenere una palla....


Estrarla dal bicchiere ed aggiungere le gocce di cioccolato al latte, impastando velocemente.....fino ad incorporarle perfettamente.

Ora io vorrei sapere dove si vanno a trovare le gocce di cioccolato al latte e, in qualche ricetta di altri dolci sono indicate anche le gocce di cioccolato bianco, qui al supermercato si trovano solo quelle al cioccolato fondente......almeno quelle ci sono e solo quelle!!!!


Quindi ho usato una tavoletta di cioccolato al latte e l'ho ridotta in frantumi più o meno minuti cercando di ricreare l'aspetto delle fantomatiche gocce di cioccolato al latte......

Stendere quindi col matterello una sfoglia alta circa 3 o 4 mm con le formine che si hanno a disposizione ....

Io devo dire che ho voluto soffrire per questi biscotti perché ho utilizzato quella confezione da 100 pezzi di formine di plastica acquistato l'anno scorso alla Rinascente....


La codina dei topolini l'ho estratta con uno spillo dallo stampino e l'ho appiccicata al corpicino e così pure per le maledette antenne della farfalla che non ne volevano sapere assolutamente di staccarsi dallo stampo.... ma alla fine ne ho avuto ragione!!

Sistemare quindi i biscotti un po' distanziati su varie placche ricoperte di carta da forno ed infornare in forno preriscaldato e ventilato a 160° e per non più di 7' /8' controllandoli a vista come sempre raccomando trascorsi i primi minuti!!!!


Cosa ne dite: piaceranno ai vostri bambini?????

23 commenti:

Anonimo ha detto...

Mammazan sono una ragazza di 25 anni, studio ingegneria a Palermo e ho la passione della cucina per cui spesso leggo il suo blog...sebbene ancora non sia riuscita a realizzare nessuna ricetta:lo studio ruba tanto tempo!Anche a me è capitato di subire lo stesso gesto maleducato che hanno inflitto alla sua mamma.Anch'io mi sono sentita umiliata, triste ed impotente per ciò che avevo subito: un gesto privo di qualsivoglia spiegazione...proprio la consapevolezza che si trattasse di un gesto gratuito, una cattiveria gratuita, mi ha lasciato molto l'amaro in bocca.Spero che la sua mamma si sia ripresa totalmente, sicuramente rassicurata dall'amore della sua bella famiglia.Le auguro una buona serata,
Serafina

manu e silvia ha detto...

Ma veramente succedono queste cose?? Che razza di incivili! Un grde comlimento alla madre...non dicono che i figi crescono come li educhi?! Comunque è proprio vero che gli adolescenti di oggi non hanno ripetto per nulla e per nessuno! Ci dispiace veramente per tua mamma.
PEr quanto riguarda i biscotti....bè le forme son davvero bellissime, invogliano ancora di più a mangiarli ;)
bacioni

Mattarella ha detto...

Che brutta avventura per la tua mamma!spero ora stia meglio e che si sia consolata anche grazie a questi biscottini!sono carinissimi!!

Maurizio ha detto...

Sintomo della totale assenza di "sano rapporto" con i genitori... spesso troppo impegnati in altro o, peggio, a fare gli "amiconi" dei propri figli...
Forse è un'analisi semplicistica, ma per me è uno dei motivi di questo ed altri atteggiamenti dei "nostri" giovani...
A presto Grazia

Carolina ha detto...

Oh, Grazia! Mi sono sentita così male a leggere queste tue parole... Anche io ho provato umiliazione e rabbia, tanta. Tanta perché spesso anche una ragazza come me (nel pieno della sua gioventù) con una forza fisica maggiore rispetto ad una persona anziana si sente totalmente impotente. Sono consapevole del fatto che non si debba rispondere con violenza alla violenza, ma se io fossi stata lì e avessi visto la scena sono sicura che niente mi avrebbe impedito di prendere l'adolescente e annodarlo per bene. Perché quel gesto è stata pura cattiveria e noia. Ma come si fa ad essere annoiati da adolescenti? Ma che razza di società schifosa siamo per permettere cose di questo genere?
Spero con tutto il cuore che la tua mammina si sia ripresa da questo orribile sgarbo che ha subito. Mi vergogno di essere giovane in questi casi...
Buonanotte.

jeneregretterien ha detto...

cara Grazia,
ormai mancanza di rispetto e maleducazione la troviamo a tutte le latitudini.
Mio marito che lavora spesso di notte e torna ad ora tarda, spesso viene fatto segno a scene analoghe. Una sera si è preso una randellata sul casco (lui gira in motorino causa traffico) con una mazza da baseball e per fortuna non ha avuto conseguenze.
Qui la gioventù si diverte così. Gente col cervello vuoto, i cui genitori non si sono proprio posti il problema della loro educazione.
Ha ragione tua figlia.

Mammazan ha detto...

Ringrazio tutti per i commenti lasciatimi.
Mia madre ora sta meglio ma se il pensiero ritorna a quel momento ci sta ancora male come credo che ci stia male anche una persona più giovane come Serafina a cui è successa la stessa cosa.
Solamente che pur essendo deprecabile se succede tra giovani questo gesto possa essere scambiato per uno scherzo, certo un pò pesante ma se la stesso "trattamento" viene inflitto ad una persona anziana indica proprio uno spregio su cui converrebbe indagare a livello psicologico.

Mary ha detto...

Sei fantastica e questi deliziosi biscotti con queste forme sono meravigliosi , un bacione!

Claudia ha detto...

Ma che sgradevole esperienza per tua madre.. io dico che la prima educazione devono riceverla in casa, ma volte anche ricevendola quando escono fuori diventano teppistelli vuoi per le amicizie che frequentano, vuoi per il loro carattere debole che fa si che vengano coinvolti.. io comunque li prenderei volentieri a schiaffoni.... Ottimi e bellisimi sti bicottini..

Maurina ha detto...

Niente commenti sui biscotti oggi, non riesco! A leggere di certe cose ti assicuro mi si stringe lo stomaco e una vocina dentro di me grida: vendetta! E' la prima reazione a cotanta ignoranza(della buona educazione e del rispetto altrui) poi capisco che, anche sapendo chi fossero, non ne varrebbe la pena. Ma ho una mammetta anziana anch'io e ultimamente non sopporto nessun genere di affronto o mala-educazione nei suoi confronti, non se lo merita proprio!!

Anonimo ha detto...

che vergogna ,colpire una persona indifesa. credo sia l'atto piu' vile che possa esistere! ce' veramente da preoccuparsi ,e' una societa' malata . con esempi sbagliati. si parte d dalla famiglia,alla scuola ,ai media. basta vedere quello he succede in tv. un reality che a parere mio dovrebbe chiudere.e che la gente nn dovrebbe guardare. nn socome la 'signora' Marcuzzi nn si vergogni di se stessa a proporsi in tv per una cosa cosi'. e questo e' solo uno di tanti esempi.

spero con tutto il cuore che la tua mamma dimentichi l'accaduto e che riacquisti fiducia nella vita e ngli esseri umani. perche' per fortuna nn tutti siamo cosi' come quel delinquente che lha offesafisicamente e moralmente. un abbraccio-

Magnolia Wedding Planner ha detto...

tesoro spero sia tutto a posto e ti mando un grande bacio! ti sono vicina

Silvia

Dolce D. ha detto...

Un abbraccio affettuoso alla tua mamma
purtroppo certi ragazzi non pensano e basta!
inutile chiedersi se fosse stata la loro nonna,non hanno abbastanza cervello per ragionare in questo senso.

Dadda ha detto...

Ciao Grazia,
l'educazione oggigiorno è merce rara.
Una buona parte di genitori trasmette ai propri figli modelli di vita sbagliati, in quanto hanno perso, a loro volta i valori piu' profondi e significativi di educazione.
Auguro a te alla tua mamma un buon inizio di settimana e tanta solidarietà.

Fra ha detto...

Che vergogna!!! Ma davvero è assurdo che capitino cose del genere. Sono d'accordo con tua figlia, certe forme di rispetto si imparano in famiglia e il comportamento di quei ragazzi denuncia un preoccupante stato di inciviltà nella società italiana
Tornando ad argomenti più piacevoli...i biscotti sono deliziosi, come al solito i tuoi stampini mi fanno un'invidia ;D
Un bacio a te e un abbraccio alla tua mamma
fra

Michela ha detto...

Che tristezza questo racconto, vorrei non fosse vero ! penso alla mia nonna, se qualcuno le facesse una cosa del genere...
che squallore

Un abbraccio

Ross ha detto...

Cara Grazia, mi spiace tanto per la tua mamma, spero che dimentichi presto quei brutti momenti. Purtroppo ormai viviamo nell'inciviltà e nel degrado... Lo sai che devo spostare da parte, tutti i giorni, i cocci delle bottiglie rotte sul marciapiede? Lo fanno apposta perchè i cani si facciano male.... i soliti ragazzi che bevono la birra e poi rompono le bottiglie sul marciapiede. A Natale Taddeo si è procurato una ferita che ha richiesto 2 punti di sutura e dieci giorni di medicazione, che gli ha reso difficile anche il camminare.
I tuoi meravigliosi biscotti spero che abbiano consolato la tua mamma, alla quale porgo i miei abbracci più affettuosi. Ma come fai a farli stare in piedi??
Buona settimana, carissima. Ti abbraccio.

jeneregretterien ha detto...

Grazia, ho appena letto una notizia che ti farà piacere. Hanno riaperto il museo nazionale a Baghdad
http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/inbreve/visualizza_new.html_901822796.html

un saluto da parte mia alla supermamma :-)

Luciana ha detto...

Che brutta esperienza per la tua mamma :-(
I biscotti sembrano deliziosi, carine anche le formine :-)baci anche alla mamma!!!

Mammazan ha detto...

@ Jeneregretterien
Grazie infinite per l'informazione .. mi ha fatto felice sapere che quel museo che avevo visitato nel novembre del 2002 sia stato riaperto... ora vado a vedere.
Un bacio

marinella ha detto...

Sono desolata per la brutta avventura di tua mamma, la cattiveria gratuita non la capisco ma concordo con quelli che dicono che questi ragazzi hanno genitori che non si curano di loro.
I tuoi biscottini invece devono essere deliziosi e hanno delle forme decisamente simpatiche baci

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)