giovedì 25 giugno 2015

Ravani



Quando ci rivolgiamo agli altri per un consiglio...


Riduciamo il numero dei nostri nemici..
Kahlil Gibran ( 18883.1931)



Avevo già preparato e pubblicato questo dolce addirittura 5 anni fa..
La versione, tonda, con un'altra ricetta  la potete vedere qui
Ma tanta acqua è passata sotto  i ponti.... ho modificato le tecniche di ripresa e forse ora sono un poco migliorate..
L'entusiasmo a volte scema un poco ma poi alla fine mi ritrovo a pasticciare in cucina provando nuove ricette e arrabbiandomi quando qualcosa va sorto...


Si nota facilmente che ho fatto un po' di esercizio fotografico e le foto allegate sono in parte fatte con la digitale e in parte con il mio smartphone che ...adoro...quando non mi fa arrabbiare...
Dalla doppia modalità di mezzi usati per riprendere questo dolce dall'aspetto un poco anonimo ma buono da matti,  viene fuori tanto di qual materiale che spesso decidere è veramente un'impresa...
Dolce greco o albanese???
La ricetta è tratta da un libro che mia figlia mi regalò 5 anni fa appunto, ma semplificata e modificata un poco negli ingredienti..
La sostanza e  la bontà sono  invariate!!!

 

Tempo di preparazione: circa 30'
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI 
160 GR DI BURRO
180 GR DI ZUCCHERO
3 UOVA
160 GR DI LATTE
250 GR DI FARINA 00
1  CUCCHIAINO DI LIEVITO PER DOLCI
1 PIZZICO DI SALE
150 GR DI COCCO DISIDRATATO

PER LO SCIROPPO
200 ML DI ZUCCHERO
300 ML DI ACQUA
20 ML DI SUCCO DI LIMONE
LA BUCCIA DI UN LIMONE BIOLOGICO

Setacciare la farina con il lievito e il pizzico di sale..
Mescolare con il cocco disidratato..


Con le fruste mescolare il burro fuso e tiepido con lo zucchero...


Unire un uovo per volta...


Il latte a temperatura ambiente...


E per ultimo il mix farina-lievito e cocco disidratato...


Versare la massa ottenuta in uno stampo rettangolare di cm 25x19...
Se si usa uno stampo più piccolo il dolce verrà più alto of course..
Lo stampo va foderato con carta da forno ben sagomata negli angoli...

Infornare in forno preriscaldato, ventilato con il termostato impostato sui 170° per circa 35'...
Far intiepidire...


Con uno stuzzicadenti praticare una serie di forellini su tutta la superficie del dolce onde favorire l'assorbimento dello sciroppo...


Mentre il dolce si intiepidisce prepariamo lo sciroppo..
Porre in un pentolino l'acqua, lo zucchero la buccia e il succo di limone...che ho utilizzato per la decorazione di un quadrotto come si è visto nelle foto di inizio post..
Far arrivare all'ebollizione  senza coprire quindi levare dal fuoco e far riposare per 10'..


Versare lo sciroppo caldo e a cucchiaiate sul dolce in modo che si imbibisca bene...
Quando è ben freddo avvolgerlo con pellicola trasparente e porre in frigo per una notte..
Eliminare i bordi ( che non verranno sprecati ma mangiati subito) ..


E tagliare in quadrotti regolari....


Cospargere con abbondante cocco e gnammmm
Mangiare!!

6 commenti:

andreea manoliu ha detto...

Lo era bella soffice al tempo, ma anche ora non è di meno, anzi, sembra ancora più soffice e golosa. Un quadratino lo mangerei molto volentieri, che bontà !

Mammazan ha detto...

@andreea manoliu
Infatti è un dolce semplice da realizzare, fresco ed invitante

paola ha detto...

da fare sicuramente,buono,e bello,complimenti

paola ha detto...

da fare sicuramente,buono,e bello,complimenti

speedy70 ha detto...

Grazie cara, non conoscevo questo goloso e soffice dolce... da rifare!!!!!

Jean-Michel ha detto...

In realtà il revàni è di origine turca, ma i greci lo fanno molto bene... :)