venerdì 20 gennaio 2012

CONCHIGLIONI RIPIENI




    Esiste una stanchezza dell'intelligenza astratta che è 

    la più terribile delle stanchezze...






Non è pesante come la stanchezza del corpo e non è inquieta come la stanchezza dell'emozione...


E' un peso della consapevolezza del mondo, una impossibilità di respirare con l'anima...


Fernando Pessoa ( 1888- 1935)





Mamma quest'anno devi assolutamente andare in crociera.....


Vah bé... a Capodanno sono stata a Dublino ma magari un pensierino lo posso anche fare....


E questo prima del disastro della Costa Concordia...


Se ne è parlato nei giorni scorsi...e se ne parlerà ancora a lungo..
Ma io mi sono chiesta come mai la stupidità, la leggerezza di un omarino  con un cappello gallonato con delirio di onnipotenza possa riuscire a combinare tanti danni....


Senza dubbio le perdite umane sono veramente gravi e incalcolabili le conseguenze emotive per i congiunti, ma  pensiamo anche ai vari risvolti legali, assicurativi, di immagine della compagnia....


Mi viene quasi da pensare, per assurdo, a come un uomo come questo capitano, che di sicuro non navigherà più se non per conto suo,  possa aver affondato la nave, e la sua compagnia tutto in una manciata di minuti....


Passiamo alla ricetta anche se il pensiero va a tutto quello che è successo e mai lo si potrà dimenticare.....


Ricetta classica e semplice...sono certa che ogni amica  di cucina che passa di qui abbia la sua versione super collaudata....


Ma questa, la mia, è abbastanza veloce e facile da preparare anche con un certo anticipo.....


Tempo di preparazione: circa 40' 
Costo: medio
Difficoltà:*


INGREDIENTI
300  gr di erbette già cotte
3-4 cucchiai di olio extravergine 
1 spicchio d'aglio
80 gr di mortadella
250 gr di ricotta
3 cucchiai di parmigiano
1/2 confezione di Besciamella pronta GRAN CUCINA ALLA SOJA
Sale e pepe q.b.




Lavare e lessare le erbette in pochissima acqua salata al giusto per pochi minuti.....


Volendo le erbette possono essere sostituite con gli spinaci e magari il piatto viene anche più saporito...


Scolarle  con cura strizzarle per bene e farle insaporire con olio e aglio in un tegame anti aderente....






Ora porre le erbette, la ricotta, la mortadelle nel boccale del mixer e frullare fino ad ottenere una crema omogenea...

Regolare di sale e pepe macinato al momento...



La crema non deve essere troppo frullata a conservare una certa consistenza piuttosto grossolana...



Io usato i conchiglioni ma anche i paccheri possono essere impiegati allo stesso modo...
Nel caso si preferiscano questi ultimi consiglio di farcirli trasferendo l'impasto in una sac a poche....


La pasta va lessata almeno per i 3/4 della cottura indicata sulla confezione..io li ho cotti per circa 15'...


Eliminare eventualmente i conchiglioni che si fossero rovinati in cottura e non più recuperabili...





Riempirli pazientemente con un cucchiaino e sistemarli in  una teglia che vada in forno e che possa essere presentata in tavola cospargendone il fondo con un poco di besciamella...


Versare altra besciamella in superficie a una generosa spolverata di parmigiano grattugiato....





E via in forno preriscaldato, ventilato e alla temperatura di 180 per circa 20'/30' o perlomeno fino a doratura...



Un abbraccio a tutte e ..buon week end!!!!

21 commenti:

renata ha detto...

Primo: trovo stupendo l'uso delle erbette...Secondo: adoro i conchiglioni....Insomma questo piatto mi piace da matti!!! Fa venire fame ed io devo ancora cenare...
Complimenti molto goloso!!!

Ilaria ha detto...

Bella l'idea della ricotta nel ripieno... mi piace tantissimo. Chissà che buon profumino...
Speriamo che al dramma umano di coloro che purtroppo hanno perso la vita nel naufragio non si unisca anche un danno ambientale irreparabile.

unoscoiattoloindispensa ha detto...

condivido l'amarezza dei tuoi pensieri iniziali... Non ci volevo credere quando al mattino ho sentito i commentatori, con la loro pronuncia stramba dell'italiano, parlare del disastro...
ma ancora di piu' vorrei condividire un piatto di questi conchiglioni! :-)

Simo ha detto...

mmmm...cosa non è la prima foto...
vien voglia di metterci dentro la forchetta ed...azzannare!
Sul resto...beh, non farmi commentare. C'è poco da dire..ma anche tantissimo...

raffy ha detto...

ho già cenato ma... questi li assaggerei volentierissimooooooooo!!!

\ Lui e Lei in cucina \ ha detto...

un uomo, anzi come dici tu un omarino che nulla sa della consapevolezza del mondo... buon we e un abbraccio

lidia ha detto...

La copio questa ricetta....Buonissimo primooooooooo

la creatività e i suoi colori ha detto...

Ottima ricetta: il ripieno sembra delizioso. Buon fine settimana e a presto

aleste ha detto...

Ottima ricetta come sempre e che dire del disastro...inimmaginabile,migliaia di vite scosse (e questo è forse dire poco) per colpa di un imbecille che altro non vede che se stesso...che amarezza!
Buon fine settimana.

annaferna ha detto...

ciao cara
l'aforisma di questo post è tra i più significativi (ma ce ne sono tanti eh!) che ho letto !!!
tralascio il commento al prologo del post perchè scriverei un articolo giornalistico ^_^ ma mi soffermo , invece, come è consono al "nostro" ruolo (cuochine) su questa appetitosa ricetta che mi ha fatto riflettere che troppo spesso passo davanti a questi formati giganti, li osservo ma poi non li provo *_^

La cucina di Molly ha detto...

Che primo gustoso, ottimo il ripieno!Per quanto è successo sono molto rammaricata, non ho parole per descrivere la leggerezza di quell'uomo!Ciao

carla ha detto...

ma che bel piatto di pasta!!! Ho giusto dei conchiglioni, e credo che proverò proprio la tua ricetta.
Baci e buon we

la Zu ha detto...

Questa ricetta è divina, l'aggiunta della mortadella la trovo un'idea molto sfiziosa ;)
Buon fine settimana!

Silvia ha detto...

dovrebbero chiuderlo dentro e buttare via la chiave xD

bellissima ricetta comunque (:

Silvia ha detto...

il preparato per il purè nella pasta per la pizza??! Lo devo provare!

carla ha detto...

vergognosamente buoni!!!!!!!
troppo buoni|!|!!!!
bravissima!!!!

miracucina ha detto...

Buoniiiii!!! Ci vuole veramente tanta pazienza, ma il risultato appaga!
Complimenti!! Buon we

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Grazia, comn quella crosticina dorata in superficie ci hanno lasciate letteralmente a bocca aperta! Semplicemente divini questi conchiglioni!
Complimenti come sempre!
baci baci

elly ha detto...

Solo la foto ti dice: "Mangiami, mangiami, sono qui per te!" Ne afferrerei uno al volo.

Un piccolo inciso sulla tragedia del Giglio: Perdite umane inestimabili, ma anche il danno ecologico! Il Giglio la considero "la mia isola". Vi ho trascorso i momenti più belli della mia vita. Mi si spezza il cuore ogni volta che vedo le immagini alla TV, e per le persone che non torneranno più a casa e per il disastro che oramai è già cominciato! Non vorrei trovarmi il "gallonato" davanti agli occhi...

mari_angela ha detto...

Ho della gente a cena, li faccio sicuro :))

Anna Righeblu ha detto...

Grazie! Ottima ricetta, copio... per una cena della prossima settimana!
Quanto al naufragio della nave Concordia, condivido...
Non è giustificabile il comportamento di quell'uomo e di chi ne condivideva le responsabità, ma non mi piacciono i processi mediatici...
C'è il dramma di tante vite umane perse, e sconvolte, per le conseguenze di un comportamento "anomalo", noto a molti nel settore e, sconsideratamente, non valutato e sanzionato con la razionalità e la fermezza dovute.

Un abbraccio e buona domenica