domenica 8 maggio 2011

Ecco come faccio fuori il pane raffermo ..ovvero...Crostata di pane e nocciole


A me piacciono troppe cose e mi ritrovo confuso e impegolato......



A correre da una stella cadente all'altra...finché non precipito.....

Jack Kerouac ( 1922-1969)



Avevo "puntato" questa ricetta già da un po' fin quando non mi sono ritrovato un filoncino di pane non più freschissimo e che ho destinato alla bisogna..

Devo dire che uso il pane avanzato anche per preparare le polpette che così rimangono più morbide e ..rendono di più oltre alla carne trita e alla salsiccia ovviamente......

Ora, visto che è domenica sera e voglio vedere qualcosa alla tele, sperando che non venga criptato il canale che mi interessa ( rigorosamente mettono fuori uso il 2° canale Rai...puntuali come la sventura...anche il pomeriggio quando trasmettono per l'ennesima volta La Signora in giallo..telefilm che ormai conosco a memoria!) ecco velocemente la ricetta che prevede l'accompagnamento a formaggi vari come suggerisce il vecchio numero di Cucina Moderna da cui ho preso la ricetta......

A mio parere è anche buona così com'è senza aggiungere niente altro come rinforzo.....


Tempo di preparazione: circa 30' più il tempo d'ammollo del pane nel latte...circa 2 ore
Costo: medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI

1 cofezione di pasta brisè pronta
250 gr di pane raffermo
250/300 gr di latte
2 tuorli di uova grandi o tre di uova piccole
200 gr di panna da cucina
50 gr di parmigiano grattugiato
100 gr di nocciole con la pellicina tritate grossolonamente

Mettere subito a mollo il pane spezzettato nel latte....

La crosta era chiara e non l'ho eliminata, ma se si usa pane casereccio e con la crosta spessa e scura è meglio eliminarla.....

Quando si è ben ammorbito frullarlo un momento nel mixer...

Tenere da parte....


Adagiare la pasta brisè pronta in una teglia da 24/26 cm di diametro base e con la carta forno in cui è racchiusa ...

Bucherellare la base, sistemare un altro foglio di carta forno sulla sua superficie e coprirla con fagioli secchi ( si possono riutilizzare più volte)

Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 170° per circa 15'.....



Passato questo tempo levare i fagioli, abbassare a 150° la temperatura del forno e cuocere ancora per circa 10'.....



Cospargere la base di brisè con un terzo delle nocciole tritate grossolanamente......



Diporre il pane passato al mixer a mucchietti regolari....



Ancora una spolverata di nocciole.....



Ora sbattere i tuorli con la panna e una macinata di pepe eseguita al momento.....



Unire la metà del parmigiano......



E versare il tutto sul composto sistemato nel guscio di brisè.....

Unire il resto del parmigiano e il resto delle nocciole......



Infornare ora in forno preriscaldato e ventilato a 170° per circa 30' o fino a quando la superficie appare dorata....

Far intiepidire, tagliare a fette non troppo spesse e servire con due o tre formaggi partendo dallo stracchino, seguito dalla toma di Martignana e concludendo con il taleggio.....

E' una torta che si può preparare in anticipo e mi sembra adatta, visto la sua particolarità, anche ad un pranzo importante per valorizzare al massimo il tagliere dei formaggi..usando ...alla fine ...degli ingredienti veramente poveri e semplici...

Una abbraccio a tutte e buon inizio settimana



13 commenti:

annaferna ha detto...

queste si che sono idee!!!
brava come sempre ..ora vado ...sto seguendo la gabanelli...smack e abbracci

eli ha detto...

Io invece niente TV, ho portato a spasso il cane e quando sono tornata mi sono accorta che il film che mi interessava era già iniziato da un'ora.
L'idea di valorizzare il tagliere dei formaggi con questa crostata di pane è geniale, lo farò alla prima occasione di un raduno fra amici!

Tamtam ha detto...

sei un genio, idea bellissima, la proverò....ciao Tam

Muscaria ha detto...

Il pane raffermo è un ingrediente versatilissimo, adoro utilizzarlo, mi salvo quindi questa tua fantastica vesione!

Buona giornata ;-)

raffy ha detto...

puro spettacolo...complimenti...

♫ ♪ Anna ♫ ♪ ha detto...

Bellissima idea ho sempre un pò di pane raffermo!
bravissima come sempre tesoro!!
un bacione Anna

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Grazia! è la prima volta che il pane raffermo viene utilizzato in un dolce, che non sia un impasto, ma con una sua base! dev'essere davvero aprticolare e buonissima!!
Bacioni

Lalu ha detto...

Un'idea stupenda! buon inizio di settimana! baci

marsettina ha detto...

davvero una ricetta nuova!

LA PASTICCIONA ha detto...

buonissima e invitante,ciao

viola ha detto...

Veramente favolosa. Mi sa che la proverò presto. Ho sempre parecchio pane eavanzato e mi piace molto riciclarlo. Un bacione

Sognando Dolcezze ha detto...

che idea ....da provare...
ciao

Edith Pilaff ha detto...

Ciao,anch'io uso il pane raffermo per le polpette,e' un must!
Pero' qui vedo qualcosa di ancora piu' delizioso.
Veramente un' ideona!