venerdì 9 luglio 2010

Conforto gastronomico terza ed ultima parte ovvero The big cake alle albicocche


Il cuore di un pazzo è nella sua bocca.......



Ma la bocca di un uomo saggio è nel suo cuore......

Benjamin Franklin (1706-1790)



Ho bisogno di un consiglio.......



E, come ho detto a mia figlia, sono certa che le mie amiche mi verranno in soccorso......



Devo assentarmi per circa 4 settimane ( nella prossima dirò di più) e devo fare in modo che le mie piante di casa non muoiano miseramente di sete.......



Non voglio vendere un rene per acquistare un impianto che assicuri loro un rifornimento idrico.....



Nel contempo vorrei che fosse efficace.....



Idee??????

Io sono qui che attendo lumi certa del fatto che, come già in passato e per altri motivi, mi avete ben consigliato.......



Come scambio "merci" propongo oggi questa "tortona" che potrebbe sfamare anche i carabinieri a cavallo.......



E' il terzo dolce che ho portato alla mia amica e che avrà fatto felici i suoi familiari......

Intanto quando sono andata l'altro ieri a trovarla era sulla sedia a rotelle combattiva come lo era prima dell'incidente.....

Sono certa che questa notizia sarà gradita alle amiche che hanno dimostrato la loro participazione a questo evento traumatico.....

Tempo di preparazione: 15' per la preparazione della pasta che servirà al "guscio" più il tempo di lievitazione, circa 2 ore, e almeno 30' per la farcia
Costo: medio
Difficoltà:**

INGREDIENTI

Per la scatola di pasta

270 gr di farina
12 gr di lievito di birra fresco
130 gr di latte
1 pizzico di sale
1 tuorlo
15 gr di zucchero

Per il ripieno

150 gr di uva sultanina
350 gr di albicocche peso netto
25o gr di ricotta
200 gr di robiola o formaggio tipo Philadelphia
180 gr di zucchero
3 uova
60 gr di burro
100 gr di yogurt
60 gr di pangrattato
1 bustina di vanillina
60 gr di brandy di buona qualità


Ecco qui sotto le albicocche......



Vanno denocciolate, cosparse di zucchero e spruzzate con un poco di rum e lasciate a riposare al fresco......



Allestiamo la pasta che servirà per contenere la farcia che verrà preparata in seguito....

Sciogliere il lievito nel latte e aggiungere lo zucchero......

Nel boccale del mixer versare la farina, il pizzico di sale e il lievito a cui è stato aggiunto alla fine, quando era ben sciolto il tuorlo ......

Azionare il robot ad ogni ingrediente aggiunto , lavorare brevemente il tutto, fare un taglio a croce e porre a lievitare in una scodella, sigillata con pellicola trasparente, in un luogo non soggetto a correnti d'aria.....io come al solito l'ho messa nel forno con la sola luce di cortesia accesa, fino al raddoppiamento del volume....circa 2 ore.....



Nel frattempo prepariamo il ripieno......

In una scodella capace mescolare la ricotta e la robiola ( o tutta ricotta se si preferisce) .......



Aggiungere le uova e il burro fuso e appena tiepido......



Sempre mescolando con la frustina ( io ho usato i metodo manuale) aggiungere lo yogurt dolce e intero......



Il pangratttato...



Il brandy, la buccia di limone ( che non si vedono in foto) e l'uvetta ammollata precedentemente e ben asciugata con carta da cucina......



Si dovrebbe ottenere un composto come appare qui sotto.....



Ora la pasta che, passate le due ore si sarà ben lievitata, andrà sgonfiata a pugno chiuso ......



Se ne utilizzeranno i due terzi che verranno stesi con il matterello in una sfoglia spessa pochi millimetri e che verrà adagiata in uno stampo pennellato di burro ed infarinato del diametro di base di cm. 22 altezza cm 6 facendola debordare un poco .....

Versare il composto precedentemente preparato......

Sistemare le albicocche sgocciolate sulla sommità del dolce ( non c'è la foto ...e dire che ne fatte almeno 3 relative a questa ultima fase) e chiudere la "scatola con il 3° della pasta steso anch'esso in una sfoglia altrettanto sottile e ritagliato in modo che la sua circonferenza di adatti alla parte superiore dello stampo.......



Ora rimboccare l'eccedenza della pasta facendola aderire alla sfoglia superiore con un poco d'acqua......



Porre ancora a lievitare come si è fatto in precedenza per un'altra ora, pennellare la superficie con poco latte e poi via in forno ( nella parte bassa) preriscaldato e ventilato a 180° per circa un'ora......

Si dovrebbe ottenere un risultato come appare qui sotto.....



Far raffreddare perfettamente e poi disporre il dolce su un bel piatto da portata......

L'operazione sarà semplice perché il dolce non è fragile....



Ed ora ditemi voi che passate di qui.......



Vi è venuta almeno un pochino la voglia di preparare questa "BIG CAKE"??????

Grazie anticipate per i consigli che mi darete!!!!

12 commenti:

viola ha detto...

Carissima Grazia, prima di tutto sono molto felice di sapere che la tua amica affronta con forza una situazione tanto difficile come la sua.....il recupero sarà più veloce e questo è importantissimo!
Poi il tuo dolce è meraviglioso e anche questo avrà contribuito a rimettere in forze Renata.....e non sto scherzando...non mi permetterei mai, ovviamente!
Poi le piante: ora io non so la tua situazione, ma se ti riferisci a quelle dentro casa, io una volta ho risolto così: le ho raggruppate mettendole vicine. Poi ho comperato quelle perette di terracotta che affondano sulla terra e che pescano l'acqua con una cannuccia di gomma da un secchio riempito e messo un pò in alto....A me è andato tutto bene. Le trovi nei negozi di articoli per giardinaggio e non costano molto...
Spero di essert stata utile. Se hai bisogno sai dove trovarmi...
Un bacione

manuela e silvia ha detto...

Ciao Grazia! ma che bel nuovo look pieno di colore! ottima scelta!
caspita che delizia questa torta alle albicocche ed uvetta, ammorbidita da formaggi ed yogurt...proprio perfetta!
un bacione

Cinzia ha detto...

Ma che buona torta anche oggi, sei sempre più tentatrice!!! Questa con le albicocche mi piace moltissimo... mi piace tanto anche il nuovo sfondo!!! un bacio

raffy ha detto...

che torta super, sarà strepitosa...
riguardo le piante non so che dirti, non me ne intendo per niente...so però che ci sono quelle piccole boccettine che si mettono a testa in giù e la nutrono per un mese! non so se valgono per tutte le piante, ma puoi chiedere!

Federica ha detto...

Questa torta è BIG in tutti i sensi, nella forma e nella golosità ^_^ Molto carino il nuovo look, solare e luminoso, mi dà una sensazione di aria fresca.
vedo che per le piante ti hanno già suggerito le boccettine che si mettono a testa in giù; è l'unico rimedio che conosco, mi spiace ma non posso sggerirti altro se non chiedere a qualche vicino di annaffiarle al posto tuo. Un bacio, buon fine settimana

Laura ha detto...

Bello il nuovo look e bellissima la torta!!!
Sono contenta per la tua amica.
Per quanto riguarda le piante ho anch'io il tuo stesso problema e non saprei come aiutarti, magari farò anch'io come dice viola :)
Un bacio e un abbraccio!!

ros ha detto...

e non si può no.. avere quest'acquolina alle 7 di mattina di un sabato lavorativo come al solito..
sei magnifica.. di cuore e di mani:))
ros
ps. grazie di essere passata e del commento dolce dolce

Anna Righeblu ha detto...

Ciao Grazia, innanzitutto complimenti per la scelta del nuovo look del tuo sempre bellissimo blog!!!
La super torta è invitante e... sì, avrei una gran voglia di prepararla subito! Tentatrice!!!
Per le piante non sono la persona più adatta a dare consigli, ho il pollice nero, a Roma... verde quando sono fuori! Pur non avendola mai provata, ho sentito anch'io parlare della soluzione indicata da Viola, so che funziona.

Sono felice che la tua amica si stia riprendendo
Ti auguro un buon weekend :-)

giulia pignatelli ha detto...

Che bel dolce, casalingo, buono e profumato!

Anonimo ha detto...

cara mammazan, scusa se ti chiamo così ma mi piace tanto il nome del blog!da un bel pò di tempo guardo sempre cosa cucini di buono e forse ispirata dalla nuova ricettina sfiziosissima e dal nuovo sfondo, mi sono decisa a scrivere!per le tue piante la prima cosa che mi è venuta in mente sono delle bottiglie d'acqua impiantate nella terra a testa in giù e bucate sopra!buona giornata =D

aleste ha detto...

Questa torta è deliziosa e meravigliosa come lo sono sempre le tue creazioni!
Per quanto riguarda le piante avevo letto anch'io di mettere nei vasi delle bottiglie di plastica piene d'acqua e capovolte ma non so se funzioni perchè non ho mai provato.Puoi sempre fare una prova in questi giorni che precedono la partenza!
ciao e buona domenica.

Agave ha detto...

Ciao, la torta è favolosa!
Sono contenta per la tua amica che sta meglio, spero possa superare presto questo momento.
Per le piante concordo con gli altri commenti, mio padre che ama molto le piante, quando andavamo in vacanza, interrava delle bottiglie piene d'acqua a testa in giù in ogni vaso, metteva tutte le piante in una stanza più fresca della casa oppure in un balcone non troppo assolato, e prima di partire faceva stare per un po' i vasi dentro a dei secchi d'acqua.
Un abbraccio a te ed alla tua amica!
Evelin