giovedì 8 luglio 2010

Conforto gastronomico seconda parte ovvero il Gateau de racine


Soltanto nella nostra attività.....



Troviamo la salutare illusione di un'esistenza indipendente dall'universo intero........



Del quale, tuttavia, costituiamo soltanto una parte trascurabile...

Joseph Conrad ( 1857-1924)



Piccola considerazione.....



Dicembre 2006:inaugurazione della tangenziale Pinerolo-Torino...primo passaggio GRATUITO!!!!


Il pedaggio il giorno dopo era di 0.9o centesimi.....



Passati quasi, se la memoria non mi inganna sulla data di inaugurazione, circa 3 anni e mezzo.....



Ritocchino dopo ritocchino il pedaggio è arrivato ad €1.30 con un incremento di quasi il 35%......

Ora io vado a Torino abbastanza saltuariamente...mediamente una volta alla settimana.....

Ma chi ci deve andare tutti i giorni ( come mia figlia ad esempio) avrà una spesa maggiorata considerevole...

Non sarà quella che la porterà alla miseria ...ma pensiamo a coloro che debbono affrontare viaggi più lunghi...in quel caso la batosta sarà più considerevole....



Consoliamo con questo dolce...anche in questo caso i "ritocchini" applicati alle materie prime sono consistenti....qualche centesimo qui e là quasi..... non ce ne accorgiamo.....

Tempo di preparazione: 15' più il riposo dell'impasto: circa 2 ore
Costo basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI

250 gr di farina 00
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
170 gr di zucchero
70 gr di burro
4 uova
la buccia grattugiata di un limone non trattato
500/600 gr di uva bianca

Ecco l'uva che ho usato...va lavata, asciugata, divisa a metà eliminando il vinacciolo....




In una scodella sbattere i tuorli con lo zucchero.......



Aggiungere il burro fuso e appena tiepido......



La buccia grattuggiata di un limone non trattato ( non è lime...il limone era verde)



La farina setacciata con l'aggiunta della vanillina e di un pizzico di sale.......



Si otterrà un composto come appare qui sotto......

A me è sembrato piuttosto sodo per cui ho aggiunto un goccio di latte.....

Far riposare per circa 2 ore o anche un po' meno se si ha fretta.....



Disporre gli acini d'uva, privati del vinacciolo, in uno stampo a cerniera sulla cui base ho disposto un quadrato di carta e foderato le pareti con due strisce che ho incollato alle pareti con una pennellata di burro ...come faccio di solito....



Unire ora all'impasto i bianchi montati a neve fermissima......

Mescolare con cura con movimenti circolari dall'alto verso il basso ......



E versare il tutto sopra i chicchi d'uva......



Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 170 per circa 35'/40'....



Saggiare la cottura della torta con uno stuzzica denti che deve uscire asciutto.....



Le tortine che ho preparato sono due: una (quella in cui ho usato lo stampo a cerniera) ha un diametro di 17 cm.....



E un'altra più piccola ( ho usato un piccolo contenitore in acciaio solo imburrato ed infarinato) con diametro di base di cm. 14......stesso tempo di cottura......



Ecco qui ...il dolce è pronto per essere gustato ...semplice semplice e senza fronzoli...non mi sono neanche ricordata di mettere lo zucchero a velo.....

E ora buona giornata a tutti....qui piove e per fortuna fa freschetto!!!

14 commenti:

raffy ha detto...

all'inizio non avevo capito cosa fosse, poi quando ho visto l'uva bianca mi si sono illuminati gli occhi! Grazia è una vera golosità...complimenti,non ho parole!

Federica ha detto...

Io la preferisco senza zucchero a velo, sarà che l'uva mi fa pensare ad una trota un po' "rustica" ...Ha un aspetto molto invitante e goloso, complimenti sempre una garanzia! baci

Simo ha detto...

Più che una torta, mi dà l'idea di una focaccia dolce..che bontà!
Un abbraccio

Edi ha detto...

Un colpo al cerchio ed uno alla botte... un ritocchino qui ed un ritocchino lì ed a fine mese i conti non tornano!!!
Delicato e semplice il tuo gateau, ma soprattutto versatile: perfetto con frutta di stagione dolce e succosa... o frutta esotica per un tocco particolare!

viola ha detto...

Che buoni i dolci semplici con la frutta, non mi stanco mai di dirlo e purtroppo nemmeno di mangiarli.
Carissima Grazia e' iniziato il conto alla rovescia per la preparazione della frutta sciroppata.....
Mi sto preparando!!!!!!!!!!!!!
Poi ti faccio sapere
Baci

eli ha detto...

D'estate le torte di frutta si mangiano più che volentieri!
Queste ultime ricette sono veramente preziose :)))
Un bacione.

manuela e silvia ha detto...

Perfettamente riuscito questa gateau, ci piace molto l'utilizzo dell'uva dentro l'impasto, lo rende diverso ed insolito.
Da quel che abbiamo capito comunque gli autisti dovranno aspettarsi non pochi aumenti nei pedaggi autostradali...e proprio in occasione delle vacanze estive..una casualità?!
baci baci

Cinzia ha detto...

Credo che questa torta dia propio un superconforto...bravissima come al solito!!!
Ciao

Anna Righeblu ha detto...

Mmm... "Fruttosa" e golosissima! che bella idea Grazia, la proverò!

Baci :-*

Lucia ha detto...

Mi piace da impazzire l'idea di un dolce soffice e goloso con l'uva nell'impasto... Sei una fucina di idee vincenti, cara Mammazan! Ma come fai? :-)

( parentesiculinaria ) ha detto...

Guarda, lascia stare... pianin pianino, un po' alla volta... vabbè mi veniva una cosa non troppo signorile e la tralascio!
Ma senti... mantre passi da TO non puoi abbandonare in tangenziale una delle tue specialità? Garantisco che non toccherebbe nemmeno terra e sarei lì pronta a prenderla al volo!

Anicestellato ha detto...

Nonostante la lunga assenza rientrare nel tuo blog mi fa sempre respirare aria di casa, sarà il nome, sarà il tuo piacevole modo di scrivere o le tue ricette ma la sensazione è quella di entrare in una casa accogliente, un abbraccio

Luciana ha detto...

Ciao carissima ma lo sai che dalle immagini avrei giurato che fosse una focaccia??? ha l'aria di essere veramente buona!!!! l'interno è delizioso!!!! bravissima!!!

speedy70 ha detto...

Brava cara, un'altra torta super golosa!!! Un abbraccio!