venerdì 23 luglio 2010

Ann Arbor sei mia!!!!!


La giustizia dell'aldilà rende superflua quella dell'aldiquà.....

Roberto Gervaso (1937)



Eccomi nel mio elemento.....

Il refrigeratissimo magazzino del Kelsey Museum che ospita le terrecotte che sto fotografando a ritmo sostenuto.......



Circa un centinaio al giorno per un totale di 600 foto.....

Ma vogliamo parlare del FREDDO????

Già a bordo dell'aereo che da Amserdam co ha portato a Ditroit il gelo era un fatto ormai assodato fin dai primi momenti.

Io mi ero agghindata con un abito leggero , il più leggero che avevo considerata la temperatura di Milano....

Ci hanno dato una copertina che era un velo così sottile che si poteva vedere Superga....

La Siberia era in quell'aereo.....

Dopo 8 e dico 8 ore di viaggio siamo arrivate a destinazione ( in viaggio facevo della ginnastica con i piedi e con le gambe in modo da non arrivare con le "estremità" gonfie come delle zampogne)..

Ad attenderci c'era Il curatore del Museo che ci ha accompagnate alla casa che avevamo affittato per quattro settimane....

Siberia n. 2....

E sempre molto gentilmente Sebastian ( il curatore del Museo di cui sopra) ci ha dirottate a comprare qualcosa da mangiare in un supermercato vicino a casa.....

Siberia n. 3....

Il mattino dopo ( lunedì ci siamo recate al museo ( 2 km da fare a piedi ma molto piacevoli comunque) e lì siamo state introdotte nel sancta santorum dove erano custoditi i reperti che ci interessavano.......

Siberia n. 4....

La mia archeologa ed io ci eravamo portate dei golfini di cotone che ci passavamo l'un l'altra ma il freddo arrivava lo stesso alle ossa......

Roberta ( questo è il nome della mia archeologa , dalla disperazione, è arrivata a coprirsi le spalle e le gambe con dei fogli di pluriball (con cui avevo imballato il cavalletto e gli stativi per le lampade)......

Nei locali dove lavoriamo non si possono portare né cibo, né bevande, e per lavorare e toccare i reperti, dobbiamo indossare i guanti..per fortuna ci siamo abituate subito.....



Orario di lavoro ...a ritmo serrato ( i reperti sono tanti...troppi e per ognuno devo fare almeno 4 scatti se non di più se l'oggetto è notevole) dalle 8 del mattino.... pausa di 30 per ingoiare un pezzo di pizza e come è capitato il primo giorno un "fastoso" yogurt con gusti vari e guarniti con varie leccornie come appare qui sotto......



Ecco la varia e abbondante scelta di sfizioserie con cui cospargere la coppetta di yogurt....



Ed ecco qui sotto delle belle torte ...buone non so...dai nomi molto divertenti e accattivanti.....



UN APPELLO!!!!!



Nei prossimi giorni avremo a cena Sebastian ( di cui ho parlato sopra e sua moglie..una bella stangona)......

Il problema è rappresentato dal fatto che lei è VEGANA!!!!!

E allora cosa posso mettere in tavola per lei?????

Non ditemi di andare a curiosare nei vari blog che sono votati a questo argomento....non ne ho il tempo in quanto arrivate casa continuiamo a lavorare per rinominare tutte le foto attribuendo ad ognuna il relativo numero di inventario.....

Mandatemi ricette ...per favore affinchè io possa combinare qualcosa di decente......



A parte due dolci le cui foto sono rimaste nella digitale ( scaricate sul pc ieri sera) e che cercherò di postare a memoria in quanto mi sono dimenticata il quaderno delle ricette a casa spero di allegare delle foto incessanti appena avrò il tempo di girare per la città.....

A prestissimo allora!!



12 commenti:

( parentesiculinaria ) ha detto...

Ahahahah!!!
Mammazan, sei un mito!
Comunque qui oggi è bruttino... piove, cielo grigio e quant'altro.
Certo non il freddo da Mint Devastationo che averete lì...!
Come posso aiutarti... io ho questa, che avevi già visto. Se può fare al caso tuo, eccola!

http://parentesi-culinaria.blogspot.com/2010/07/semini-e-fagiolini-con-linguette-di.html

e anche questa:

http://parentesi-culinaria.blogspot.com/2010/07/crackers-hummus.html

Buon lavoro! :)

viola ha detto...

Carissima Grazia, che piacere sentirti e sapere che sei arrivata a destinazione. Mi è dispiaciuto non salutarti, in realtà ti avevo mandato una mail... Comunque, lo faccio adesso.
Vedo che di lavoro da fare ne hai parecchio ma noto che riuscite anche a concedervi qualche pausa molto calorica.....ma se siete strette nella morsa del freddo non avete scelta. Dovete mangiare per riscaldarvi.
Purtroppo con le ricette vegan non sono molto ferrata, perciò ti mando un abbraccio certa che ci saranno tante ragazze pronte a mandarti ricette fantastiche!
Buona permanenza e a presto.
Un bacione

Anonimo ha detto...

Grande Mammazan!!!!
Continuo a seguire il blog con sempre più entusiasmo... e grande ammirazione!!!

Ginetta (Firenze)

Anonimo ha detto...

Grande Mammazan!!!!
Continuo a seguire il blog con sempre più entusiasmo... e grande ammirazione!!!

Ginetta (Firenze)

Pamirilla ha detto...

oh, mammazan, come mi piacerebbe tenerti un pò qui con me: sapessi che calduccio che c'è!! E anche biscottini appena sfornati e profumati; già ho pure acceso il forno!!!! E per te lo terrei acceso così ti passerebbe la Siberia :)
mi spiace non poterti autare con le ricette vegan, sich

Italians Do Eat Better ha detto...

Non so se invidiarti o no, qua fa un caldo micidiale! Bello il tuo lavoro, son sicura sarà una bellissima esperienza! Mi spiace non esserti d'aiuto per la cucina Vegan, io sono onnivora ;-). Un abbraccio

Mammazan ha detto...

Un saluto ed un abbraccio a tutte le mie amiche!
Un saluto particolare a Ginetta di Firenze..
A presto con altre newsssssssss!!

eli ha detto...

Ciaooooo! che bello avere tue notizie!
E' vero gli americani sono dei patiti dell'aria condizionata esagerata eheheheh!
Per le ricette vegane, mi viene in mente l'italianissima farinata di ceci o cecina (se trovi la farina) o l'hummus. Il patè di olive da spalmare sui crostini. La ratatouille gratinata don un crumble di briciole di pane e erbe di provenza. Insalate di legumi (fagioli e cipollotti) o di cereali, come farro con verdure grigliate e basilico.
Non sono idee originalissime, ma magari ti servono come spunto.

Spero di esserti stata utile.
Un bacione e non surgelarti troppo!

La Cuoca Pasticciona.. ha detto...

Ahahaha,mi hai fatto morire dal ridere con quel fatto della Siberia!!Purtroppo non si sa mai cosa aspettarsi quando si parte,comunque bellissimo lavoro,ti invidio,anche se non per il freddo che hai preso ovviamente =),almeno però hai avuto l'occasione di andare in un posto nuovo e di vivere nuove esperieze,divertiti e trova il tempo per per postarci ancora questi divertentissimi resoconti.
P.S.fantastiche le leccornie per gli yogurt!!

Perla ha detto...

Un pò in ritardo ma... che bel viaggio, dai, immagino ne sia valsa la pena! ho girato questo tuo post a mia madre: lei è disegnatrice di reperti archeologici! com'è andata con la cena poi?

vio-yersinia ha detto...

ciao, spero di non arrivare troppo tardi con le ricette vegane. Di base si sostituisce il latte vaccino con del latte (succo) di soia e si usano più spezie per dare sapore. Non è una cosa molto difficile, chi mangia sano e variegato mangia molte cose "vegane" (tutti i legumi, verdure, cereali), basta stare attenti a non usare il burro, aggiungere latte o salumi. Con il latte di soia il pane viene squisito, e non è male nemmeno la besciamella.
Ti ho scritto 3 mie ricette, nel mio blog ne trovi altre. in quella dei pomodorini trovi un buon pesto leggero e senza latticini, molto saporito nonostante non ci sia formaggio
http://cantucciodiyersinia.blogspot.com/2010/03/pomodorini-ripieni-con-pesto-leggero.html

http://cantucciodiyersinia.blogspot.com/2010/03/involtini-sesamini.html

http://cantucciodiyersinia.blogspot.com/2010/03/involtini-di-melanzane-come-antipasto.html

Per i dolci si può usare margarina o olio di semi, latte o yogurt di soia, e poi li fai come fai i tuoi, unica cosa la mancanza di uova può creare un po' di problemi, non verranno dei dolci super spumosi ma saranno comunque buoni!

VerA ha detto...

Cara Grazia, leggendo le tue avventure "siberiane" non posso che solidarizzare con te, dato che la mia esperienza estiva in Virginia l'anno scorso è stata ugualmente traumatica! Un gelo polare ovunque a causa dell'aria condizionata usata in modo assennato! Pensa che le mie coinquiline tenevano temperature vicine allo zeroassoluto, lasciando però le finestre aperte!!!!! Un crimine! Per non parlare del laboratorio, dove in agosto indossavo pile e guanti di lana, ovviamente sbeffeggiata dai miei colleghi, ormai abituati a tale usanza a prova di pinguino! Per il resto l'america è un grande paese! Buon lavoro. P.S. Ad Ann Arbor lavora una mia amica!!! Piccolo il mondo!