venerdì 28 novembre 2008

Ciambella bicolore al cioccolato e cocco

Non ho impostato sulla digitale la modalità Bianco e Nero....

Il colore era proprio così....desolante!!

Solo 8 giorni fa ho postato delle immagini ben diverse...

Faceva un freddo cane ma c'era il sole.

Adesso fa un freddo terribile e il sole ce lo immaginiamo....

Vi ricordare della grondaia piegata a V dal vento??

Beh eccola qui, casomai non mi fossi spiegata bene.....

Altri soldi da spendere per sostituirla!!



E qui c'è il prato e le piante tutte infiocchettate di neve...



Si vede la neve che cade? Spero proprio di si....

E quindi il risultato è che mio figlio non può venire a casa, visto che in televisione hanno raccomandato a tutti di starsene a casina loro, che il pranzo di compleanno dovrà essere rimandato, che io dovrò chiamare il trattore per liberare la strada, che non so quando potrò muovermi di qui....

Per fortuna ho frigo e freezer pieni e Ninì (il gatto) ed io non patiremo la fame....

Ma che rabbia!!!!

Allora, sembra che voglia concludere il solito sermone ma non è così, ho preparato questa torta -ciambella a richiesta di Michela, e l'ho preparata rigorosamente a mano perché ormai conosco di quali robot lei dispone.


Ho usato uno degli stampi in silicone che ho a disposizione, anche perché l'occhio vuole la sua parte e, come ogni tanti succede, mi sono dimenticata di cospargere il dolce con lo zucchero a velo.....


Come al solito ho fatto una marea di foto.... tanto il dolce non si lamentava della lunghezza e del numero delle pose, anche perché ero io a girargli intorno...


E ho voluto un'intercapedine di altro colore, ma sempre al cocco, per creare un contrasto..... tutto scuro mi sembrava monotono...

Mia madre faceva dei biscottini al cocco e la ricetta era così semplice che non me la sono segnata col risultato di non ricordarmi più le dosi.


"Ciao mammina" (la chiamo sempre così) ti ricordi la ricetta delle palline al cocco?"

"No! E' tanto tempo che non li faccio più!" (a dire il vero i dolci li mangia solo, o li compra o glieli porto io).

"Telefona a Stefania (una sua amica 85 o 86 anni) "Anche lei li faceva...."

"Pronto Signora Stefania, sono la figlia di Rosina, scusi se la disturbo!!
Mi sa dare la ricetta dei biscotti al cocco?"
" A dire il vero non mi ricordo bene ma più o meno 200 gr di cocco, 1 uovo e lo zucchero..."
"Quanto zucchero?"
"Non me lo ricordo"

E su queste basi "Non so, non mi ricordo" è venuto fuori questo dolce ....

Che adesso, finalmente, mi decido a spiegare!!!


Tempo di preparazione: circa 30'/40' a mano... col robot almeno 10'/15' in meno
Costo: medio
Difficoltà:**

Ingredienti

Per la parte scura
300 gr di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
80 gr di cocco disidratato
70 gr di cacao amaro
100 gr di burro
2 uova
100 gr di zucchero di canna
1 bicchiere di latte (circa 150 gr)
Qualche cucchiaiata di panna (facoltativa)

Per la parte chiara

100 gr di cocco disidratato
50 gr di zucchero di canna
1 uovo
80 gr di latte

Preparare la parte chiara.

In una scodella mescolare con cura il cocco, lo zucchero di canna, l'uovo e gli 80 gr di latte.

Per comodità mia non ho impostato i ml sulla bilancina elettronica.

Se il composto dovesse risultare troppo sodo aggiungere ancora un goccio di latte.



Setacciare la farina ed il lievito 2 volte e trasferire il tutto in una capace scodella.

Aggiungere un pizzico di sale, il cocco disidratato, il cacao, in polvere, lo zucchero di canna.



Mescolare con cura affinché tutti gli ingredienti siano perfettamente amalgamati.

Unire quindi il burro fuso appena tiepido, le uova leggermente sbattute, il latte e qualche cucchiaiata di panna , miscelati tra di loro.

Io ho aggiunto un po' di panna perché ne avevo un avanzo, ma non è basilare .... basta aumentare la quantità del latte.


Mescolare con cura e quando gli ingredienti saranno tutti ben amalgamati, versare a cucchiaiate la metà del composto scuro in uno stampo al silicone o, in mancanza di questo, in uno stampo con foro centrale ben imburrato ed infarinato.

Versare ora la parte chiara precedentemente preparata e ricoprirla con la restante metà del composto scuro.

Sbattere un poco lo stampo sul piano di lavoro per farlo assestare bene ed infornare in forno preriscaldato e ventilato a 170° per circa 30'.

Fare attenzione : essendo il dolce scuro può cuocere troppo senza che se ne possa accorgere.

Dopo 20'/25' fare la prova dello stecchino. Se esce asciutto il dolce è cotto a puntino!!!


Se avete voglia di provare a farlo.... beh! fatemi sapere!!!









21 commenti:

Michela ha detto...

OK !!! Questa sarà la sfida di domenica pomeriggio ! Ora vado a stamparmi la lista degli ingredienti...ti farò sapere.
GRAZIE !!!

Simo ha detto...

Mamma mia quelle foto sembrano identiche a quelle da me scattate per immortalare il mio cortile tutto innevato...stessa tristezza, stessa tonalità di grigio...a me la neve non piace, se devi uscire per fare mille cose...è bello se te ne puoi stare a casa a godertela al calduccio, ma altrimenti.....
La ciambellona è spaziale!
bacioni e buon fine settimana

Luca and Sabrina ha detto...

Sei troppo forte, ci hai fatto ridere dicendo che il dolce non si lamentava per tutti gli scatti che gli hai fatto! Ma i tuoi dolci meritano interi servizi fotografici, quando impasti sei imbattibile! Una domanda, tu lo ungi lo stampo di silicone? No, vero?
Le foto paesaggistiche sono un incanto, la neve è pura magia, è un lusso potersela godere appieno, le cose cambiano quando sei costretto ad andare al lavoro e trovi le strade bloccate ed il traffico impazzito!
Baci da Sabrina&Luca

anna righeblu ha detto...

Sono bellissime le tue foto e il dolce è magnifico; hai fatto bene a postare tutte le foto!
Suggestivo il paesaggio innevato, ma stare lì, e non potersi spostare, non dev'essere proprio tanto piacevole...
Ciao, un abbraccio

Cannelle ha detto...

Bellissime foto. Perché non ce ne posti una col topo? Scherzo!Il dolce si presenta bene ed anche i torciglioni...io sono sempre pronta per la prova assaggio...
Ciao Grazia;-) baci!!!

VerA ha detto...

Che mito Grazia!!!

Caty ha detto...

è bellissima e io son cosi accecata che mi sembrava una zucca...e mi ero proprio fissata che lo fosse perchè ho dovuta , non convinta , riguardarmela bene ...ma è così bella !! un dolce proprio da neve e thè caldo!!

dolcipensieri ha detto...

è da molto che guardo il tuo blog... sempre bello e devo ribadire che anche questo dolce è favoloso agli occhi immagino al palato... io però nn trovo la neve desolante forse merito del mio bimbo... ti aspetto per vedere invece il mio panorama innevato...
ciao serena-dolcipensieri.wordpress.com

Roberta Filava ha detto...

che bella questa neve e che bello ascoltarne il silenzio...
che meraviglia questo ciambellone...mammamia quanto sei brava!!
un abbraccio
roberta

Lydia ha detto...

Ciao Grazia!!!!
Ho letto il tuo commento sul blog che ho in "comproprietà" con altri 4 amici, compagni di avventure culinarie e non solo.
Anch'io come tuo marito sono restauratrice archeologica, ma l'autore dei panettoni è il mio "socio" di blog, nonchè grande esperto di lievitati, Roberto Potito.
Lui, ogni anno organizza nella chiesa valdese di Roma un mercatino di beneficienza che è diventato un piacevole appuntamento per molti di noi.
Verrò a trovarti spesso.
Ciao Lydia

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Mi dispiace per tutti i disagi - ma io la neve la adoro. Più nevica e più mi piace. È anche vero che qui in Germania sono attrezzatissimi e quindi la neve non comporta molti problemi.
E il bello della neve é starsene a casa a preparare dei ciambelloni deliziosi come il tuo :-)
Buon WE
Alex

unika ha detto...

Eleonora...del blog "La cucina di Anicestellato"...ha proposto una raccolta a mio avviso bellissima...una raccolta buffet....ti lascio il link
http://lacucinadianicestellato.blogspot.com/2008/11/blog-post_28.html
spero tanto che parteciperai a rendere bella ricca questa raccolta:-)un bacio
Annamaria
prendo una fetta di questa fantastica ciambella

manu e silvia ha detto...

Ciao! Oddio la neve...per fortuna qui non è caduta così abbondante, sarebbe stato un vero problema!
Bellissima questa ciambella, sia per la forma sia per come hai imapstato i due ripieni.
Bacioni

anna righeblu ha detto...

Ciao Grazia, come va? Le notizie riguardo il maltempo non migliorano...spero che da te vada tutto bene.
A Roma stamattina è successo di tutto, non ricordo di avere mai visto niente di simile!
Un abbraccio

Maurizio ha detto...

Mammazan, amo i paesaggi innevati.... forse perchè dalle mie parti la neve la vediamo solo in occasioni eccezionali.... e amo anche il tuo dolce... come sempre...
Un abbraccio

Fior di Mela ha detto...

adottami .. nn ora ma almeno qnd avrò perso ancora qlche kilo io nn amo i dolci ma mi sto sciogliendo ... che bella la ciambella nn voglio immaginare qnt sia buona wowowowowow ho l'acquolina... :PPP
Fiordimela

Maurina ha detto...

Grazia, la provero' ma ormai con l'anno nuovo. Causa imminente trasloco compro solo lo stretto necessario e consumo il piu' possibile le scorte della dispensa. E non ho cocco in casa!!!!

niki ha detto...

Che belle foto e che bel dolce!

michela ha detto...

Se ho voglia di farlo?
acc..ho voglia di farli tutti e tre..mi son innamorata dei cestini già dal titolo, la stella mi ha preso e questo...quale faccio per primo?
crisi..

Anonimo ha detto...

io l'ho assaggiata!!!diciamo...
no!ne ho mangiate quattro fette!!!!è veramente la torta più buona che abbia mai mangiato!!complimenti mammazan!!da mery collega della Vale

Le Vinagre ha detto...

E' bellissima marmorizzata!!!
...anche io ho una torta cocco e cioccolato, ma la mia tutta scura....
Se ti va di curiosare...

Buona giornata!!