giovedì 9 luglio 2015

Torta gelata alle pesche


Ci sono cose peggiori della morte...


Se hai passato una serata con un assicuratore, sai esattamente di cosa parlo...
Woody Allen ( 1935)



Oggi è stata la giornata del tempo perso inutilmente senza ottenere risultato alcuno...
Ho perso tempo in banca ( avevo davanti a me solo una persona) e quando è arrivato il mio turno l'impiegata si è alzata ed è andata altrove senza degnarmi di uno sguardo..
La vedevo ciarlare con una collega  e mi sono frenata per non fare una piazzata...
Sono andata a gamba tesa a comprare un ventilatore ( la commessa mi aveva detto ieri che oggi sarebbero arrivati) e invece niente anche qui...
E neanche in altri punti vendita...sob!!



Sarà in atto la sindrome delle ferie durante la quale tutto rallenta??
Sono andata al supermercato perché dovevo comprare i fegatini di coniglio o pollo e non li ho trovati.. come pure la pappa preferita di Ninì anche quella scomparsa dallo scaffale..
Devo dire che, per quanto riguarda i fegatini,  ci sono andata appositamente perché nel fine settimana sarò  ospite  di un'amica e solitamente la rifornisco di paté per qualche tempo....
Nonostante tutto mi sono consolata con la solita telefonata serale con mia figlia con cui chiacchiero quando torna  casa dal lavoro...
La sua vocetta allegra mi tonifica alla grande!!!



Quando ho visto questa ricetta nell'ultimo numero di Sale & Pepe, giornale che mi arriva puntualmente ogni mese, non  ho saputo resistere.
Mi sono procurata le pesche noci adatte alla preparazione e ho preparato il dolce senza alcuna variante.
L'unica differenza consiste nella resa fotografica del dolce...
Ma come competere con dei fotografi professionisti??

Tempo di preparazione: circa 20' più il raffreddamento della crema..
Costo: Basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI PER 2 STAMPI PICCOLI DA PLUM CAKE

7-8 PESCHE NOCI
200 GR DI ZUCCHERO
4 TUORLI
30 GR DI FARINA 00
1/2 LITRO DI LATTE PARZIALMENTE SCREMATO
7-8 SAVOIARDI  (QUELLI CHE AVEVO)
20 MERINGHE PICCOLE

Tagliare a fette le pesche e disporle in una grande scodella...
Scaldare portando all'ebollizione 1/2 litro di acqua con 100 gr di  zucchero e versarlo  caldo  sulle pesche coprendole tutte...
Far raffreddare in un un bagno maria di acqua ben fredda...



Intanto prepariamo la crema pasticcera..
In un pentolino a fondo spesso montare i tuorli con il restante zucchero, aggiungere la farina..



E, a filo, il latte bollente...
Mescolare in continuazione finché la crema si è addensata...
Levare dal fuoco e far raffreddare...


Spezzettare savoiardi e meringhe..



Unirli alla crema mescolando con delicatezza...



E per ultime le fette di pesca , ben sgocciolate, e tagliate a pezzetti...
Di nuovo mescolare con cura...



Ora foderare con carta da forno bagnata e strizzata due, nel mio caso, stampi da plum cake piccolini o, se si preferisce, uno grande e disporre le fette di pesca, sempre ben sgocciolate sul fondo come appare in foto...




Versare il composto preparato in precedenza e livellare per bene..
Rimboccare i lembi della carta da forno sigillare per bene con pellicola trasparente e porre in freezer per almeno 6 ore ..
A questo punto se si pensa di utilizzare il dolce subito  basta immergere lo stampo in acqua calda..giusto un momento...e poi rovesciarne il contenuto su un piatto da portata....


Ecco come si presenta la torta gelata e profumata: le pesche rosa sono ben evidenti ...


Niente cottura, niente grassi, adatto per grandi e bambini per regalare a tutti  un momento di freschezza  in questa torrida estate...
Si può preparare con grande anticipo e si possono raddoppiarne  le dosi...
Felice notte a tutti!!


6 commenti:

Ale ha detto...

E' bellissima!

Mammazan ha detto...

@Ale anche tu sei una creatura della notte!!
Grazie per essere passata da me!!
Bacioni

Gloria Baker ha detto...

Look delizioso Mammazan!
Mi piace tanto!
Baci!

Gloria Baker ha detto...

Look delizioso Mammazan!
Mi piace tanto!
Baci!

andreea manoliu ha detto...

Ognuna di noi abbiamo delle storie da raccontare, che sembra che tutti c'è l'hanno con noi.. Alla fine sei riuscita a consolarti con la chiamata di tua figlia, ma anche con questo dolce goloso e fresco. Che dire io che sono passati tre settimane e mezzo che mi hanno portato via il forno e non si sa quando mi la portano, c'è sempre qualcosa da dire quando chiamo, un giorno dicono che lo portano senza aver fatto niente, un giorno il camion non funziona, un altro giorno è da cambiare la scheda, oltretutto è ancora in garanzia. Beh, sono rimasta delusa ma aspetto ancora una valida risposta. Senza forno sembra che manchi qualcosa, anche se ci sono dei dolcetti estivi, che si possono fare in questo periodo. Facciamoci forza e andiamo avanti ! Buon fine settimana e a presto !

Mammazan ha detto...

@Andreea manoliu
Ti capisco benissimo: senza il forno mi sentirei persa e in più, nel tuo caso, aggiungi pure rabbia di essere quasi presa in giro..
Non si capisce perchè non se ne possa venire fuori da questi problema..
Sembra quasi che la gente cui ti rivolgi per ottenere quanto ti spetta di diritto, visto che hai la garanzia del forno, non voglia lavorare!!