mercoledì 21 novembre 2012

Pasta e Fagioli...ma speciali!!!


L'esperienza non ha alcun valore etico: è semplicemente il nome che gli uomini danno ai propri errori...
Oscar Wilde (1854-1900)


In tempi neanche troppo lontani l'essere vegetariano non era una scelta ma, viste le condizioni economiche spesso limitate , diventava un obbligo per la maggior parte dei popoli..
Non era diventata una scelta di vita come avviene oggi e dicasi altrettanto per la dieta vegana con tutte le sue limitazioni....
La gente mangiava lo stesso ..si riempiva la pancia..e riusciva a campare abbastanza bene senza problemi legati all'alimentazione troppo ricca..
Non capitava di certo al  popolino  essere afflitti dalla gotta o avere problemi di colesterolo anche se solo in tempi relativamente recenti è stato possibile effettuare controlli in tal senso...
E poi si utilizzava tutto quello che si aveva in casa e nel caso si potesse disporre di un pollo lo si utilizzava tutto..compreso il grasso in cui friggere magari delle patate...
La ricetta che propongo oggi non ha nulla di particolare  eccezion fatta che per realizzarla ho usato due ingredienti straordinari......
Una pasta fantastica al germe di grano il cui formato mi è sembrato ideale per accompagnare i fagioli peruviani acquistati al Salone del Gusto.

Tempo di preparazione: ammollo: almeno 12 ore, cottura dei fagioli: 45' nella pentola a pressione e circa 20' per l'allestimento del piatto
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI
250 di fagioli..usare eventualmente i Bianchi di Spagna
1 cucchiaino di bicarbonato
1 foglia di alloro
250 gr di pasta  ricciolina al germe di grano del Pastificio Morelli 
50 gr di pancetta a cubetti
1 cipollina
450 gr di salsa di pomodoro a cubetti
sale e pepe q.b.

Ecco il pacchetto dei fagioli acquistati al Salone del Gusto...



E le indicazioni relativi alla provenienza, il Perù....



La sera prima dell'utilizzo mettere  i fagioli in ammollo in acqua a temperatura ambiente con un cucchiaino di bicarbonato...
Passato questo tempo sciacquarli abbondantemente e porli nella pentola a pressione con un poco di sale grosso e la foglia di alloro...
Occorreranno 40'/45' di cottura a partire dal sibilo...



E qui sotto ecco la comparazione tra due fagioli prima e dopo l'ammollo....


Mentre i fagioli cuociono abbiamo abbondantemente tempo per preparare un soffritto con la cipolla tritata  e la pancetta a cubetti ( quella che si usa per la carbonara)...
Farla appassire dolcemente un due o tre cucchiai di olio extravergine..


Unire quindi la polpa di pomodoro a pezzettoni e mescolare con cura ..
Cuocere per circa 20'....


Unire i fagioli ormai cotti e mescolare delicatamente..
Ho temuto che si sfaldassero in questa fase ma come è stato ben visibile nelle foto di inizio post poso rimasti intatti...
Mescolare con cura e far insaporire per bene..



Ecco qui sotto la pasta del Pastificio Morelli utilizzata : il suo formato, come ho già scritto, mi è sembrato ideale per accompagnare i fagioli...
Lessarla al dente con i tempi consigliati sulla confezione...


Ed unirla al contenuta del tegame...
Mescolare delicatamente per far insaporire il tutto per qualche minuto..



Versare in una scodella preriscaldata ( usare l'acqua della pasta)....



Cospargere con abbondante parmigiano e ..portare in tavola!!!

11 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

ha un aspetto fantastico la tua pasta e fagioli, adoro questi comfort food nelle sere invernali...Buona giornata..

Ely ha detto...

Stupenda, Grazia! E con i fagioli peruviani direi che è una chicca vera!! Pensare che è vero.. un tempo il 'popolino' era quello che di gotta per la carne soffriva certo meno..! E le ricette popolari sono qualcosa di delizioso, oltre che di evocativo!! Un abbraccio mia stella!

Claudia ha detto...

Mamma mia.. è una delle mie preferite in inverno!!!!!! baci e buona giornata :-)

Antonella ha detto...

Mamma mia... che buona!! Si mangia con gli occhi!!
Ciao!!

Manuela e Silvia ha detto...

Ottima idea anche in versione asciutta! sempre un piatto gustoso!
baci baci

carmencook ha detto...

Deve essere ottima!!!
Bravissima Grazia!!!
Un bacio e a presto
Carmen

D. ha detto...

WOOOW...è bellissima e sicuramente buonissima. Beato chi se la mangerà :) Complimentoni.... Buona serata^_^

Maria Luisa ♥ ha detto...

Adoro quel formato di pasta, buonissima la pasta e fagioli fatta così, la faccio anch'io simile ma la pasta la butto nell'acqua dei fagioli, come faceva mia mamma...che belle le ricette della tradizione...

ondinaincucina ha detto...

una bella ricetta della tradizione, una meraviglia di primo piatto!!!

elenikiokia ha detto...

Adoro la pasta e fagioli! Io compro quelli greci che dalla foto mi sembrano molto simili come varietà a quelli peruviani!

Ilaria ha detto...

Ciao, è da un po' che non riuscivo a passare a trovarti a causa di mille impegni che si sono accatastati l'uno sull'altro in questo periodo. Spero di riuscire a riprendere con le mie solite visite molto presto. Intanto mi sono letta tutte le ricette che mi ero persa, compreso il racconto del salone del gusto...
Questa pasta è una vera delizia. E con i fagioli poi, la adoro!!
Un bacione.