giovedì 13 ottobre 2011

Le pasterelle alla crema


L'inquinamento atmosferico è nei limiti della norma.......



C'è biossido per tutti.......

Invece non c'è felicità per tutti......

Stefeno Benni (1947)



Diciamo la verità....

C'è chi si accontenta di poco per essere felice: una bella giornata....ideale per chi è meteropatico ( a meno che non si voglia preoccupare anche perché a metà ottobre il sole e il calduccio rallegrino questo ultimo scorcio d'estate)...

C'è chi pensa che essere in salute ( e diciamo poco) sia il massimo e come dargli torto?????

C'è chi è contento che ogni mattina può avere la certezza, andando a lavorare, che la pagnotta sarà portata a casa .....

E posso continuare per parecchio ...personalmente penso che per essere non dico felici ma contenti ci si debba accontentare di quello che si ha, senza rinunciare ad un sano pizzico di ambizione, sdrammatizzare quello che succede, a meno che quello che capita non sia veramente drammatico, apprezzare le piccole cose ....



E poi non dico estasiarmi ma dare uno sguardo goloso anche se è presto, a queste pasterelle buone e diciamolo senza falsa modestia di bell'aspetto.....

Con questa ricetta partecipo al contest sperando che la ricetta sia adeguata al tema proposto...




In una foto allegata più sotto sarà possibile vedere che ho usato dell'olio....

Ci vuole un olio extravergine e finissimo e consiglio alle amiche quello del Frantoio Valle Argentata.

La Signora Antonella mi ha fatto sapere che dal 17 ottobre sarà pronta la produzione dell'olio nuovo e che possono essere effettuare forniture per regali aziendali e per i gruppi d'acquisto......

Lo sconto del 10% per coloro i quali faranno degli ordino citando il mio nome o quello del mio blog è sempre valido!!!

Tempo di preparazione: circa 40'
Costo: medio
Difficoltà:**

INGREDIENTI

Per l'impasto di base

420 gr di farina 00
1 pizzico di sale
una puntina di Vanillina Bourbon in polvere
250 gr di ricotta
120 gr di zucchero
50 gr di latte
50 gr di olio finissimo extravergine Frantoio Valle Argentata

Per la farcitura

1 confezione di Crema Pasticcera pronta dei Molini Chiavazza



Far sgocciolare per bene la ricotta ed unire lo zucchero, mescolando con cura fino ad ottenere un composto omogeneo......



Si possono usare sia una frustina manuale che quelle elettriche......



Ora aggiungere l'olio extra vergine finissimo come quello delle Valle Argentata ....



E per ultimo il latte.....



Versare nel boccale del mixer la farina precedentemente setacciata con il pizzico di sale, il lievito per dolci e la vanillina Bourbon e, mentre il robot è in funzione unire il composto fluido fino ad ottenere un impasto come appare qui sotto......



Va lavorato brevemente, avvolto con pellicola trasparente e posto in frigo per almeno 30'...



Passato questo tempo stendere con l'aiuto di un matterello fino ad ottenere una sfoglia sottile pochi mm. e inciderla con un taglia biscotti di forma circolare o con un bicchiere in modo da ottenere dei dischetti di diametro di circa 8 cm.....

Si può quindi procedere in due modi:

Si può disporre al centro del tondello poca crema pasticcera pronta del Molino Chiavazza e coprire con un tondello delle stesse dimensioni avendo avuto cura di inumidire i bordi con poca acqua premendo delicatamente con le dita lungo il perimetro.....

Cospargere i dolcetti con poco zucchero semolato.....



Oppure, sempre con le modalità di preparazione su descritte si possono disporre dei pirottini in uno stampo da muffin..

I pirottini ( lo segnalo a quelle amiche che in passato mi chiedevano dove fosse possibile acquistarli.....sono veramente deliziosi) sono della Decora....




Infornare quindo in forno preriscaldato, ventilato a 1870° per circa 30'.....



Ogni amica si saprà regolare con il suo forno.....

La ricetta è tratta, con qualche modifica, da un vecchio numero di "Cucinare Bene".....

20 commenti:

Paola ha detto...

ma che spettacolo! davvero invitati, soprattutto per una colazione! :-)

Lui e Lei in cucina ha detto...

bellissimi è dir poco, una maestra come sempre! stai certa che alla prima festa te li copierò! (ps. è molto vicina..hihihi!) =D
ciao a presto
Valeria

Emanuela - Pane, burro e alici ha detto...

Sono golosissime! ciao

ELel ha detto...

Booooniiii!!!

eli ha detto...

Solo il nome fa venir voglia di mangiarle!
Ultimamente vorrei fare tutti i dolci che vedo! A causa del lavoro sono in astinenza da cucina, se non per piatti rapidissimi :(((

giovanni uno storico in cucina ha detto...

le pastarelle alla crema.. le mie preferite..
buona giornata mammazan

La cucina di Molly ha detto...

Che prelibatezza! I pasticcini alla crema sono una tentazione per me! Ciao

mari_angela ha detto...

che voglia che fanno, bravissima :)))

roberta ha detto...

condivido tutto! la ricetta della felicità e quella delle pastarelle che sicuramente aiutano ad essere felici. Buona giornata

carla ha detto...

Come sempre una preparazione spettacolare e immaginando il sapore ho già l'acquolina in bocca.
Un abbraccio

raffy ha detto...

Grazia sono splendide, credo anche molto buone, segno la ricetta!!!

Passiflora ha detto...

che sfizio! una vera tentazione

Ilaria ha detto...

Wow... devono essere davvero deliziosi questi dolcetti. Ideali non solo per il tè, ma in qualsiasi momento della giornata!

la creatività e i suoi colori ha detto...

Davvero molto invitanti! Se poi sono farcite con la crema ... non resisto! Ciao e a presto

Jeneregretterien ha detto...

sembrano buoni, li provo.
Buon compleanno, Grazia :-D
Claudia

matematicaecucina ha detto...

Che delizia! Molto chic la versione con i pirottini. Buon fine settimana, Laura

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Grazia! ci aspetti per la merenda? son deliziose: un dolce impasto e un ripieno mooolto cremoso!
buone!!!
baci baci

Patty ha detto...

Che ricetta irresistibile. Le tue considerazioni sono sempre meravigliose. Mi fai sempre pensare, ed incredibile anche io ho postato il senso del piacere per le piccole cose quotidiane tralasciando però le rogne che sempre incombono. La ricetta è mia! Un abbraccio, Pat

Un'arbanella di basilico ha detto...

Ciao Grazia come stai? E' un po' che non ti sento. Bellissime le tue pasterelle, mi ricordano quelle che mi comprava mio nonno...
Ti abbraccio, buon WE

lerocherhotel ha detto...

sono favolose!!!