martedì 28 ottobre 2008

Nove settimane e mezzo e il Pane di segale

Questa volta il formaggio è provola affumicata mentre il salame è quello con occhiatura media (è quello che piace di più a casa mia).

Il titolo di questo post evocherà, nella fantasia delle amiche meno giovani, quello dell'omonimo film, che all'epoca fece scalpore per i contenuti trasgressivi che adesso ci fanno sorridere (oh tempora oh mores! più o meno in latino dovrebbe essere così, attendo rettifiche!!! )

Qualcuna delle miei pazienti lettrici penserà che i miei due neuroni abbiano subito l'attacco di pensieri poco casti, cosa di per sé preoccupante vista la mia età (non tutte sanno che io in fondo all'anima sono. e anche in superficie, una ragazzaccia, ahahahah).

Il fatto preoccupante, invece, è rappresentato dal fatto che sono passate nove settimane e mezzo (le ho contate con paziente e crescente furore) dal momento che ho portato il modem USB a riparare .

Lo sanno anche le pietre.

Mi sono lamentata troppe volte e visto come sta andando credo di non aver ancora finito.

Ripercorriamo gli eventi......e sono sicura che parecchie di voi si riconosceranno in quello che mi accingo a descrivere.

Il 2 settembre porto il modem, che non funzionava dalla settimana prima (ma questo non è colpa di nessuno) a Torino, nell'unico negozio che fa assistenza per la TRE e l'impiegata mi dice che ci voglio 15 giorni per la riparazione non specificando che i 15 giorni sono da intendersi lavorativi.

"Ha qualcosa di sostitutivo da darmi, per permettermi di continuare a lavorare?"

"NO".

Lei ovviamente, se ne infischia che io ho dei blog per cui ho bisogno della connessione per poter pubblicare, avendo anche delle scadenze da rispettare.....

Passano le settimane e nulla cambia.

A Milano, centro di raccolta di tutte le riparazione, c'è stato un ammodernamento in non so che cosa e non mi interessa neanche sapere quale, per cui i tempi si sono allungati per cui dovremo aspettare ancora, anzi verremo contattati dalla TRE per regolarizzare la questione economica relativa all'abbonamento che viene contabilizzato ma non goduto.

Nessuno mi contatta.....

La processione è ferma e la cera si consuma, insomma!!!!

Scrivo una mail di protesta al servizio clienti della TRE...... avrei potuto spendere meglio il mio tempo!

Telefono al 133 numero a pagamento.

Ora se qualcuno a provato a telefonare al 133 sa, e se non lo sa glielo dico io, che è un terno all'otto riuscire e digitare il numero esatto per parlare con un umano.

Una prima volta chi mi risponde mi consiglia di attaccare lo spinotto del telefono per poter scaricare almeno la posta (cosa che ho fatto e adesso aspetto con trepidazione anche la bolletta della Telecom) .

Una seconda volta, sempre l'addetto del call center, singhiozza con me per quanto successo, ma non mi sa dare alcun aiuto!!!

Intanto il tempo passa....

Se non mi fossi data da fare (non mi perdo mai d'animo!) a chiedere ospitalità ad un amico di mio figlio, che ringrazio ancora , per riuscire a postare qualcosa credo che avrei anche potuto chiudere il blog e tutto il resto.

Per fortuna mio figlio, adorabile sempre, mi porta da Milano un Modem USB che non usa più per permettermi di non vagabondare per la Val Pellice in modo da sfruttare le connessioni altrui.

Comunque e qui finisco con i lamenti, ma potrei anche senza fatica continuare, ieri ero a Torino e visto che era a portata di mano (il negozio s'intende anche se situato in una zona impestatissima per i parcheggi,zona S.Rita) provo a telefonare da casa di mia madre.

Telefono sempre occupato......a tutte le ore..

Al momento sono appunto nove settimane e mezzo e non è detto che diventino 10....11....12


Altro tema del post..... sempre di protesta!!!!

Qualcuna di voi penserà che oggi sono tutto un lamento ma più che lamentarmi sono veramente inc.... arrabbiata (una vera signora deve purgare le espressioni grevi vero Nora?)

Domenica scorsa mi accorgo che non ho più pane e dato che avevo cucinato tanto il giorno prima (era il mio compleanno e quindi ne ho fatte di tutti i colori) non avevo proprio voglia di muovere un dito in cucina.

Qui da noi, visto che ci sono turisti (dico spesso che questo è l'ombelico del mondo) alcuni negozi di alimentari sono aperti.

Prendo la macchina (5 km ad andare e 5 km a tornare ) e vado da Crai che è aperto anche la domenica , credo per vincere la concorrenza.

Pane di grano duro euro 1,20 (credevo al chilo naaaaaaaaaaa.... al pezzo circa 200 gr l'uno).

Pezzature fantasiose qualcuna pesava anche 50 gr in meno.

Morale euro 6 sei al kilo.

Ora lo sappiamo tutte che la farina di grano duro costa molto di più di quella di grano tenero da 6 euro al kg sono veramente troppi (sarà stato per ricompensare il panettiere che invece di dormire, visto che era domenica, ha dovuto lavorare?)

Il giorno dopo vado alla posta ed avendo di nuovo finito il pane e non volendo girare tutto il paese per un parcheggio vado ad acquistarlo in uno di quei negozi tipo "COMPRO QUI'" ma poi non ci torno più..

Pane comune , qui da noi si chiama biova, a Milano michetta, a Roma credo si chiami ciriola (sulla tastiera in effetti c'è il simbolo della "e" di euro ma ancora non ho capito come fare perchè anche premendo il tasto per le maiuscole non succede nulla) a euro 3.50 al kg.

Guardo la titolare del negozio e le dico: "Ma non è caro il pane comune e questo prezzo?"

"Ma lo trova caro?" mi risponde con uno sguardo bovino e stupido.

"Ma certo, sono le vecchie 7000£ di qualche anno fà".

"Sà, questa è una rivendita per cui......"

Giuro mi vergognavo di postare questo pane perché la ricetta mi sembrava veramente semplice e banale ... ma lo faccio per protesta!!!

E siccome anche l'acquisizione delle immagini mi ha fatto dannare abbiate pazienza per l'impaginazione... e finalmente il procedimento

Tempo di preparazione: circa 30' senza contare il tempo di lievitazione
Costo: basso
Difficoltà:**

Ingredienti

400 gr di farina manitoba
300 gr di farina di segale
1 cucchiaino da the di sale
3 cucchiai di olio extravergine
20 gr di lievito di birra fresco
1/2 cucchiaino di zucchero

Come al solito sciogliere il lievito in poca acqua appena tiepida con l'aggiunta di mezzo cucchiaino di zucchero.

Passato circa un quarto d'ora si sarà formata una schiumetta e il lievito sarà pronto.

Versa le due farine nel mixer, aggiungere il sale, azionare il robot per qualche istante per miscelare il tutto, aggiungere quindi il lievito sciolto, l'olio e sempre col robot in funzione versare a filo acqua ben calda fino ad ottenere una pasta MORBIDA leggermente appiccicosa.

Estarre il panetto dal bicchiere del mixer, lavorarlo per pochi minuti, suddividerlo in due porzioni, inciderle a croce, ungerle, sistemarle in due scodelle sigillandole con pellicola trasparente.


Sistemarle in forno con la sola luce di cortesia accesa ed attendere che si siano raddoppiate di volume (almeno 1 ora, ma un tempo maggiore sarebbe augurabile).


Estrarre le due scodelle sgonfiando col pugno chiuso le due pagnotte, rilavorandole brevemente.

Io dò di solito, quando ho fretta, la forma di pagnottelle ma quando ho tempo mi sbizzarrisco...

Risistemare il pane su teglie ricoperte da carta da forno e rimetterle in forno esattamente come prima, ben distanziate e con la sola luce di cortesia accesa,

Passata almeno un'altra ora, estrarre le teglie ricoprirle con una coperta portando il forno a 170°/180°

Infornare quindi in forno ventilato per almeno 30' fino a doratura.

Raccomando sempre di controllare dopo i primi 20'/ 25'



Chiedo scusa per la banalità della ricetta , ripeto, la pubblico solo per protesta.

La prossima ricetta sarà mooooooooooolto più golosa, promesso!!!



Giustifica










11 commenti:

clamilla ha detto...

eheheheh hai ragione il pane è troppo caro, pensa che da noi i fornai han tutti certi macchinoni e casa di proprietà...ok non dormono la notte ma vengono ben ricompensati!
Per il simbolo dell'euro devi pigiare contemporaneamente il tasto Ctrl e Alt e con un terzo dito pigi la € voilà!
Bacioni!
Marty

Simo ha detto...

Proprio per questo motivo ormai io il pane non lo compro più...
Tièèèèè!!!!
bacioni grandi ed in bocca al lupo per la connessione.....

Fra ha detto...

PEr il disservizio della tre ti consiglio di scrivere una bella lettera di protesta ad AltroConsumo spiegando tutti i disagi che hai dovuto subire senza essere peraltro aiutata dagli operatori. Serve davvero!
Il pane è stupendo nella sua semplicità. Perfetto dato ormai i prezzi astronomici del pane

Caty2 ha detto...

Ciao Grazia, mi sei mancata. Le dissaventure con questi malefici continuano in ogni campo. Oggi ho dovuto aiutare un conoscente straniero per una VISA che lui non aveva voluto e che gli è stata addebitata. Alla fine (dopo almeno 4 passaggi e altrettante telefonate interrotte)un tale ha avuto il coraggio di dirmi - ma signora non c'è problema, mi dica il nome. io l'ho sillabato (è di Skri Lanka) e senza nemmeno ripetermelo mi ha detto - ecco fatto ho annullato tutto - e io allibita - mi dica almeno lei chi è - e lui mi ha detto un cognome (secondo me inventato) mi ha salutato e ha messo giù. Ho consigliato questa persona di andare in banca per capirne un pò di più. Ma che mondo è porcaccia.....una signora come dici tu non dovrebbe parlare male neh!! Baci Caty2

Ely ha detto...

mamma mia davvero senza modem è un disastro.... e la protesta per il pane io oramai me lo faccio in casa e quando rimango senza perchè non mi sono ricordata piuttosto che andare a comperarlo faccio senza non si muore :-) comunque io ogni giorno faccio un kg di pane e le bestiacce se lo pappano tutto, io no perchè sono a dieta, senti visto che l'augurio del prossimo post è qualcosa di dolce perchè non partecipi alla mia raccolta di ricette per cups cake? anche se non hai mai provato può essere una sfida divertente vanno bene anche vecchie ricette già pubblicate! ti aspetto vieni a trovarmi, un bacio Ely

emilia ha detto...

Anche io compro il pane solo se sono di corsa e non ne ho nel frezer. Ormai lo preparo e lo congelo....alla faccia della signora con lo sguardo da ebete ;) ciao Grazie, buona giornata. BAcio.

camalyca-la mucca pazza ha detto...

Non ti preoccupare e porta pazienza.Io ho impiegato 2 anni per risolvere un problema con linea adsl della infostrada e sono pure finita in causa (dato che senza linea mi mandavano pure le bollette!)sentendomi dire dal giudice che anche se avevo ragione mi conveniva fare un accordo e finirla là, sono sì sopprusi ma almeno con un accordo finiscono prima...

Barbara ha detto...

Mamma mia che disservizi con la "tre": non sei la prima che si lamenta, sembra si volatilizzino al primo problema! E in quanto al prezzo del pane, concordo, è inaudito; noi approfittiamo del fatto che mio marito, avellinese, torna spesso nella sua città natale e facciamo scorta di un buonissimo pane semintegrale con lievito naturale e cottura a legna al favolo prezzo di 2€ al kg (a proposito... per il simbolo € io premo contemporanea il tasto "alt gr" (in basso a destra sulla tastiera) e la lettera e); bella e facile la tua ricetta del pane di segale, impasterò un pochino nel fine settimana e terrò sottomano la tua ricetta, grazie!

Dida70 ha detto...

Carissima,
grazie di essere passata nel mio blog! Sono onorata perchè io passo spesso di qua e ti trovo davvero fortissima, mi piacerebbe tanto avere un'amica come te! condivido al 1000 per 1000 la tua rabbia e per il modem e per il pane, anzi, a tal proposito ti invito a leggere il mio post per la giornata mondiale del pane, il 16 ottobre scorso, nel quale ho sfogato tutta l'ihdignazione per i prezzi esagerati del pane e poi ... anche l'immagine del panettiere che si alza di notte pr impastare è già quasi un mito da sfatare perchè oggi, con tutte le farine mix e miglioratori che esistono in commercio, non si impasta più di notte!!! e si vede perchè certo ane che vendono è proprio immangiabile! ecco, scusami per lo sfogo, l'ho rifatto, ma credimi è davvero una vergogna che non si faccia niente!!!
un abbraccio
dida
p.s.
perchè scusarsi della banalità della ricetta? ci sono persone alle quali non è mai passato per la testa di fare il pane in casa e magari le nostre ricettine semplici possono invogliarle a copiare!
e per quanto riguarda i Ringo, ti confermo che il piccolino, alla fine, ne ha mangiati ben pochi, mentre il papà ...

cibercuoca ha detto...

Hola Mammazan , mi sei mancata anche tu-
Per noi , la vita senza modem diventa un disastro .
Il pane lo facciamo noi. bellísimo il tuo pane.
Baci

Anonimo ha detto...

[url=http://ivlkrwnnz.com]ZNgKsP[/url] - yoyDI - http://hhmgziigpu.com