venerdì 24 ottobre 2008

La galantina dello chef

Simone, mio figlio:

“Guarda che se tieni le unghie così lunghe consumi i caratteri del pc nuovo come hai fatto con l’altro”

"Perchè non impari a scrivere con i polpastrelli?"
E io mi chiedo come si fa a scrivere con i polpastrelli….





In effetti sui tasti dell’HP le lettere erano ormai completamente sbiadite e quindi non vedendo più nulla prima ho ripassato i caratteri mancanti con un pennarello indelebile color argento che faceva schifo, poi ho appiccicato su ogni tasto un’etichetta autoadesiva e ho consumato anche quelle.

Sono volata quindi alla ricerca di forbicette riparatorie, e ho posto fine all’orrendo spettacolo che offrivano le mie unghie e così è cominciata l’avventura n.2 con il mio nuovo Dell nuovo fiammante.


E’ bellissimo!

Il monitor, tanto per cominciare è più grande, la tastiera color argento.

A destra poi c’è l'orologio, e nella finestra immediatamente più in basso in un riquadro scorrono, ad una ad una, tutte le immagini che sono raccolte nelle varie cartelle.

Mi chiedo se a richiesta saprebbe anche fare il caffè….


Ma ora passo subito alla ricetta che desidero proporre alle mie amiche, senza bisogno di ricorrere al solito grido:

BANDO ALLE CIANCE!!!!!

Si perde nella notte dei tempi l’ultima volta che ho preparato questo antipasto che è un po’ laborioso, assolutamente non difficile e che va preparato in tre steps.


Bisogna per prima cosa avere a portata di mano un barattolo cilindrico (io ho usato quello vuoto e unto che aveva contenuto olio di semi).


Anzi l’ho acquistato per l’occasione, cercando invano un olio meno costoso, visto che non adopero mai olio di semi, svuotato del contenuto appena prima di riempirlo.

Ma ora procedo come di consueto.

Piccola premessa: come è evidente ci sono due caratteri di scrittura : quello più piccolo è derivato dal documento word su cui ho scritto il testo, mentre quello più grande è dovuto al fattto che sto scrivendo direttamente qui.
Non chiedetemi perchè perchè non lo so e non lo voglio nemmeno sapere!!!!!

Come è evidente ho sbagliato la sequenza delle immagini...


Ma sarà chiaro fra un attimo!!!

Tempo di preparazione: circa 30’/40’

Costo : medio

Difficoltà: **

Ingredienti:

  • 300 gr di carne trita grasso-magra
  • 300 gr di petto di pollo
  • 100 gr di mortadella
  • 100 gr di prosciutto cotto
  • 100 gr di pecorino semistagionato piuttosto morbido
  • 50 gr di parmigiano
  • 2 uova medie o 3 piccole
  • Una grattatina di noce moscata
  • Sale e pepe q. b.
  • Il basilico no c'entra ma ci sta bene!!!!

Il petto di pollo è preferibile a quello di tacchino perchè più saporito,... ma può andare bene anche quello...


Perchè 2 foto? per un delirio di onnipotenza? noooooo!!!!! solo per mostrare la consistenza del pecorino!!


Beh si vede... solo prosciutto di qualità e buona mortadella...


La carne deve essere grasso-magra per rendere più morbido l'impasto visto che non ci sono a ltri grassi....


In una capace scodella radunare tutti gli ingredienti sovracitati, dopo aver tagliato a dadini i 2 salumi, il formaggio, e ridotto in dadolata il petto di pollo.


Aggiungere le due uova, il parmigiano grattugiato, il sale, il pepe e la grattatine di noce moscata.

A questo punto, si può mescolare con un cucchiaio e, metodo più efficace e veloce impastare il tutto con le mani ben lavate.

Si otterrà un risultato più omogeneo in minor tempo.


A questo punto trasferire il tutto nel barattolo, che come ho detto ho svuotato immediatamente prima di questo utilizzo affinché rimanesse ben unto, pressare con cura coprire il cilindro con un cappuccio di alluminio in doppio strato e trasferirlo in una pentola che lo contenga almeno per i 2/3.

Io ho adoperato una pentola a pressione della capacità di 7 litri.


Immergere quindi il barattolo in acqua calda e lasciar cuocere per 30/40’ non di più.

Trascorso questo tempo, lasciare il cilindro a raffreddare nel bagnomaria, ovviamente dopo aver spento il gas.

Saranno necessarie alcune ore…



Quando l’acqua sarà fredda estrarre il barattolo e con l’apriscatole eliminare la base del cilindro facendo scivolare all’esterno la carne, spingendola dolcemente con il pugno.

Avvolgere il cilindro di carne con un foglio di alluminio e lasciare in frigo per almeno 7/8 ore.


Tagliare a fette dello spessore di circa 1 cm e disporre in un piatto di portata contornando di sottaceti. Ora vi chiederete perché nelle foto non li vedete. Molto semplice!!


Ai miei figli i sott’aceto non piacciono e quindi ho eliminato anche la fatica di disporli in foto…..

Pensandoci bene mi pare che non abbiano neanche mangiato l’insalata!!!!! Posso suggerire a coloro che amano la gelatina di pennellarne ogni fetta, facendo poi raffreddare in frigo contornando il tutto con dadolini .
Io ho preferito una presentazione di questo tipo che offre anche un bell’effetto cromatico.
Come si è notato dagli ingredienti e dalla modalità di cottura è un antipasto abbastanza magro e relativamente costoso anche perché è sufficiente per almeno 8 persone e più a seconda dello spessore delle fette.

Questa volta ho proprio esagerato...


Con le foto...come al solito....


Ma queste mi dispiaceva non inserirle....


per cui ve le godete tutte...

Tanto la fatica l'ho fatta io !!!!!
E come al solito:BUON APPETITO!!!!!

11 commenti:

zagara ha detto...

Eh si è un pò laborioso e con il tempo che ho a disposizione non lo farò mai....però mi piace guardare quello che hai fatto tu sarà buonissimo...un abbraccio

Pippi ha detto...

No... Grazia non ce la faccio...scorrere queste foto a quest'ora...sono ancora in ufficio e ne avrò ancora per un pò----a casa mi aspetta una insalata e tonno da carcerata......e non riesco a gurdare queste foto.......il formaggio la mortadella......mio dio svengo.....heeheehhehe
e poi il risultato finale.....io non ho mai mangiato la galantina......ma Grazia deve essere buona da matti...a vederla qui nella foto.....benedette foto!!! eheheheh un bacio a presto se non svengo prima
pippi

clamilla ha detto...

ahahahaahha!!!! Io proprio ieri ho tagliato le mie bellissime unghie robustissime e col french naturale perchè con una battuta schiacchiavo 2 lettere.....che sacrificio!!!!
Le foto non le commento, tanto già lo sai che mi piacciono molto!
Ed anche quello che c'è nelle foto mi piacerebbe molto addentarlo!!!!
Ciao e buon fine settimana!
Marty

Simo ha detto...

Ahahahah Grazia mi fai morire!!!!
Io questi problemi non li ho...purtroppo, ehm....le unghie...me..le mangio!!!!
bella la galantina!!! Un pò elaborata, ma vuoi mettere il risultato?!!
baci

Alex e Mari ha detto...

Questa si che è stata una faticaccia, complimenti!! Sono sicura che non riuscirei ad estrarre la galantina dal barattolo senza far danno :-))
Con quegli ingredienti deve essere di una bontà unica.
Buon WE
Alex

marcella candido cianchetti ha detto...

ottima questa galantina,io faccio con piccole varianti,per natale ,ma è ahimè un piatto che pochi oramai fanno,anche io adotto il tuo sistema con barattolo è un piccolo trucco ,ma che tiene alla larga disastro di cattiva legatura ciao

manu e silvia ha detto...

Wow, il PC nuovo!!! Le foto...bè è vero, son tante, ma almeno hai reso bene l'dea di qello che hai preparato!ok, forse è un pò troppo complicato anche per noi...ma sembra moooolto buono!!
baci

Pamy ha detto...

Ciao Grazia, le tue ricett sono sempre una sorpresa;)) bravissima

Mestolo e Paiolo ha detto...

Non ho mai assaggiato la galantina, ma di sicuro è deliziosa. Scusa se non mi sono più fatto sentire, ma dopo le ferie ho avuto un periodo molto impegnativo e pieno di impegni. Sono stato a Palau, posto meraviglioso, mi sono recato diverse volte nella pescheria che mi avevi segnalato e ne sono rimasto soddisfatto, quindi grazie per la segnalazione ^__*
Un abbraccio,
Srefano

Javi Recetas ha detto...

Puedo leer algo de italiano más no escribir. Es una receta estupenda, estupenda!!!

Un abbraccio!!!

ziut ha detto...

Soprassiedo sulla galatina perchè a quest'ora potrei mangiare lo schermo.
Perrrchè "tuo" figlio non ti ha fatto prendere un Apple ?
Domani mi sente !!!
Un abbraccio "fraterno"... ;-)