giovedì 24 luglio 2008

Dopo tanto pesce....Evviva la ciccia ovvero Filettuccio di maiale impanato










Il panorama è cambiato.

Quando guardo fuori non vedo più l’isola della Maddalena davanti a me , il mare e tutte le barche che si dondolano pigramente sulle onde.

Ho invece la solita visione: il Vandalino di fronte, Montoso a sinistra e la punta del Monviso che si vede appena tra le montagne.

L’erba è alta nel prato, la vite americana pende dalla trave che sovrasta l’ingresso del cortile e dovrò dare una potata, ma non troppo, anche a qu

ella prima che arrivi a terra.

Mi sono informata dalle amiche se è piovuto ultimamente.

No, solo una grandinata verso Pinerolo, quindi domani dovrò andare a bagnare il prato ed è una cosa che mi fa lanciare ululati di gioia.

Quando sono arrivata in cortile con la fedele Pandy, Ninì s’è dato una mossa, si è affacciato alla finestra e si è messo a miagolare in modo continuo e direi, interpretando il tono, festante.

Devo dire che è stata una gioia prenderlo in braccio,” sfraffugnarlo” un bel po’ e dargli subito una parte della scatoletta che avevo appena comprato.

E’ sempre ansioso di pappa umida a patto che sia a base di pesce.

Ho avuto perfino paura che, dopo essersi ingozzato con foga, vomitasse cosa che gli capita quando fa il porcello e mangia in fretta…. Ma è andata bene e da quel momento non mi ha più mollata.

Nel pomeriggio (sono arrivata verso le 13) mi sono collegata ad Internet e cosa è apparso?

NO SERVICE !!!!!

Allora imprecando sottovoce sono andata di nuovo sul balcone ( qualcuna si ricorda che l’ho fatto anche qualche mese fa)…. Ma dopo un po’ il santo delle blogger mi ha aiutato e quindi sono riuscita a scaricare la posta e…… mi sono persa un po’.

Ma ora eccomi qui a lavorare in modo serio ed a postare una ricetta per nulla eccezionale ma forse interessate per il tipo di carne usata e usando il metodo di mia madre per impanare la carne.

Io so soltanto che quando cucino queste “cotolette” i miei sono contenti.

Il costo è medio e le difficoltà modeste… lascio giudicare alle mie amiche.

Tempo di preparazione: circa 30’/40’fra taglio della carne e frittura a cui va aggiunto il tempo di riposo della carne.

Costo: medio

Difficoltà:**

Ingredienti

1 filettuccio di maiale ( il peso dipende dalla grossezza del soggetto)
2 uova medie

1 spicchio d'aglio
1 cucchiata abbondate di parmigiano grattugiato
1 ciuffo di prezzemolo tritato

pangrattato q.b.

olio per friggere
sale e pepe
1 limone

Uso il filettuccio di maiale perché è tenero come il filetto di vitello, costa 1/3 ( io lo pago circa 9 euro al kg), dà una buona resa ed è saporito.

Se avete voglia fate una prova.

L’unica difficoltà, se tale si può definire, è il taglio.

Infatti, dopo aver eliminato le pellicine come si fa per il filetto di vitello, si tagliano le fettine a libro cioè si taglia la prima fetta senza arrivare in fondo e quella subito dopo che deve rimanere attaccata. Se necessario battere le due fettine attaccate alla base ma in modo delicato.

Spero che le foto chiariscano le mie descrizioni.

Se invece non importa avere le fettine piccole, affettarle normalmente con un coltello ovviamente ben affilato.

Avere gli strumenti adatti è sempre fondamentale.

Sbattere quindi almeno 2 uova medie in una scodella, aggiungere uno spicchio d’aglio ridotto in purea con lo spremiaglio (se non è gradito ovviamente farne a meno) del prezzemolo tritato fine, un una cucchiaiata generosa di parmigiano grattugiato, sale e pepe.

Immergere quindi tutte le fettine tutte le fettine in questo miscuglio, rigirale bene in modo che tutte ne vengano completamente ricoperte, sigillare con pellicola trasparente e riporre in frigo per almeno 1 ora o anche meno a seconda della fretta che si di portare in tavola.

Rigirare la carne almeno un paio di volte affinché si insaporisca bene.

Una mezz’ora prima di friggere tirare fuori la scodella dal frigo.

Io solitamente uso Friol , ma se si ha l’abitudine di friggere in olio extravergine o metà olio di semi e metà extravergine , credo che vada ugualmente bene.

A questo punto c’è poco da aggiungere: si prendono le fettine si passano nel pangrattato e si friggono poche per volta nell’olio ben caldo.

Vale la prova di testare il punto di caldo dell’olio buttando un pezzettino di pane controllando se frigge subito.


Credo però che ognuna abbia il suo metodo e sarò contenta di leggere altri consigli in merito.

Controllare la doratura e mettere a scolare su carta da cucina.

Per mantenere calde le cotolette, se non vengono portate subito in tavola, accendere il forno al massimo e, quando è arrivato a temperatura, spegnerlo e mettere le cotolette disposte in un piatto da forno e coperte da un foglio di alluminio.

Io metto sempre delle fette di limone in tavola perché i miei figli ne adoperano il succo sulla carne, ma non è molto ortodosso.

Vale sempre la regola di seguire il proprio gusto.

E come al solito BUON APPETITO!!!!

37 commenti:

panettona ha detto...

delizioso!!! che dire di più!!!
bentornata a casa mammazan!!! ;)
un bacio!

clamilla ha detto...

Doratura perfetta!
Anche io mi son convertita al filetto di maiale, prima per il risparmio, poi ci è piaciuto ed ora se son di filetto la mia scelta cade sempre lì!
Bentornata!
Martina

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

che panatura perfetta! non avevo mai pensato alla marinatura, ma visti i risultati. Sei tu che dai consigli a noi Una buonissima giornata Grazie, e non lavorare troppo!

Dolce e Salata ha detto...

Veramente deliziosa questa ricetta...appena lo vede mio marito.....
Brava!
Laura

Luca and Sabrina ha detto...

Con questa carrellata di foto, uno arriva all'ultima che già muore di fame! Il panorama fuori dalla tua finestra sarà pure cambiato (purtroppo eh?), ma quello che si può ammirare dietro, davanti e intorno ai tuoi fornelli, è decisamente uno spettacolo! La prossima volta, alle foto allega anche il profumo, manca solo quello e la cena è servita!
Baci da Sabrina&Luca

Fra ha detto...

Bentornata Grazia!!!!
Le fettine sono stupende, belle dorate, sembrano così croccanti. Spero che la tua vacanza sia stata rilassante e piacevole...ma che bello riaverti qui (anche con la connessione a mezzo servizio)
Un bacio

Sere ha detto...

come dire... fritta sarebbe buona pure una ciabatta!
Splendido filettuccio!
smack

Dona ha detto...

heilà Mammazan! :-)
queste immagini mi fanno letteralmente sbavare!
io ho quasi smesso di cucinare carne perchè non ci azzecco mai quella giusta, a detta di mio marito è sempre troppo dura(anche il pollo!)oppure compro quella tagliata giù di verso ecc..
insomma ci sono sempre delle proteste... ma un'impanatura così non l'ho mai fatta! (domani la provo!)
complimenti per il blog
:-) ci sono foto bellissime e anch'io adoro le rocce!! ne vorrei una gigante nel mio giardino..
ciao a presto!
dona

Caty ha detto...

Bentornata !! e penso ancora più felici lo saranno i tuoi gatti..!Buona cucina

Morettina ha detto...

Che buoooona ^__^ Gnam gnammmm
Mammazan Morettina è golosonaaaaa.....

unika ha detto...

si...sono buonissime...le cotolette di filetto di maiale le faccio spesso anche io....un bacio
Annamaria

i roberti ha detto...

ben tornata e di nuovo in cucina!! ti sarà mancata un bel pò!
in compenso la sardegna merita un dolce far nulla.
baci
a presto
roberta

Lambre ha detto...

Accipicchia... e io che sto a dieta... tanto per cambiare!!!
Comunque il filetto di maiale impanato non é una castronata per niente!!!! Solo che io non ho mai provato a friggere. Ma proprio mai mai mai, quindi non é che voi dolci signore e fanciulle mi dareste un paio di delucidazioni del tipo:
che padella si usa?
Cosa fare per evitare che l'olio bollente ti bruci via un occhio (state certe che se qualcosa puó andare storto a me succede)
Che differenza c'é tra usare il friol e l'olio extra?
Quanto ce ne devo mettere dentro di olio nella padella?
se avete altri consigli ovviamente... DATEMELI!!!!
Sono in trattativa per la frequentazione di un ragazzo che mi garba e ovviamente ho la sana intenzione di prenderlo per la gola! Quindi tutte a fare il tifo per me e via coi consigli!
PS Mamma(zan) ti vi ti bi

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Uno dei piatti preferiti del mi marito e della sottoscritta!!! Infatti ogni qualvolta torniamo in Austria (e mancano solo 15 gg) si fanno grandi abbuffate di Wiener Schnitzel. Un bacio Laura

emilia ha detto...

C'e' cibo fritto in giro ? Eccomi !!! ;)) Se le vedesse il mio grandone me le ordinerebbe per domani. Ottime !

p.s. perdonami l'ignoranza che non mi abbandona....ma la vite americana produce l'uva americana ? Quella nera piccola e dolce ?
Bacio. :))

Magnolia Wedding Planner ha detto...

ecco lo sapevo che appena rientri subito mi fai venire un'acquolina ..:-P , ma allora lo fai apposta..dì la verità ;-)
non sai quanto vorrei essere lì per gustarmi quelle belle cotolettine..ma anche senza e solo con un bicchiere d'acqua sarei felicissima!ma quanto sarai splendida?
Bacione
Silvia

ziut ha detto...

Se penso che quelle cotolette le ho mangiate per anni...quasi quasi mi commuovo...

ziut ha detto...

Splendide le foto come sempre....

cibercuoca ha detto...

Bentornata mammazan, in Argentina amiamo le cotolete , il nome per noi é :-) MILANESA, la facciamo con carne de vaca (muka?) tutti siamo felice in casa quando la milanesa é pronta, il piatto piú amado Gñam gnam.

anna righeblu ha detto...

Bentornata a casa!
Un secondo piatto molto gradito dai miei. Anche se cerco di evitare i fritti, il tuo filettuccio è molto invitante... appena posso, lo preparo!

Un abbraccio

marinella ha detto...

Che buone queste bistecchine impanate!!! Anch'io uso filetto di maiale quando lo trovo, ma ormai cerco di avere solo carne bio, perchè i maiali sono allevati troppo male, hanno la pretesa che in 6 mesi abbiano la taglia sufficente per essere venduti e li gonfiano con ogni sorta di schifezze. Invece il mio micione, Sibelius preferisce buste che non contengano pesce, salvo raramente del salmone, ma sopratutto devono avere tanta salsa o gelatina! lui adora la salsa, e ogni tanto gli preparo le alette di pollo in brodo e lui si lecca per bene tutto il brodo. A proposito la grandinata l'abbiamo presa tutta noi, comprese le infiltrazioni a zampillo in mansarda!

michela ha detto...

Troppo appetitose!!!
ciao bentornata.

Pippi ha detto...

Grazia prima di tutto ben tornata!!! e poi tu con queste cotolette..tocchi un tasto con me..che non si dovrebbe mai toccare.......mi scatta il raptus da cotoletta....... io ne potrei mangiare una quantità vergognosa.....quindi la prossima volta che le fai mi invito da sola a casa tua e me ne faccio una scorpacciata!!!!hehheeheh a presto Pippi

Pamy ha detto...

Ciao, che bella impantura, il pesce è buono ma carne la preferisco sempre;)

Dolcetto ha detto...

Che BBuono!! Sì, proprio con due B! e' una vita che non lo mangio più ed il tuo è fatto proprio a regola d'arte!
Buon w.e.

Cannelle ha detto...

Certi panorami si rimpiangono per sempre!
Ciao cara, un salutino veloce e un complimneto per l'impanatura! La mia piccola non ama la carne e l'unica che riesce a masticare è proprio il filetto di maiale. Gliela proporrò così. Un forte abbraccio:-)

Marilena ha detto...

Ottime queste fettine impanate. Non ho mai usato il parmigiano, la prossima volta ci provo.
Anch'io mi regolo mettendo qualche briciolina di pane nell'olio, per capire se e' caldo al punto giusto.
Complimenti per il blog.
Buon week end :-)

petunia ha detto...

Ciao stupendo questo piatto con questa panatura così invitante,pure io le faccio ma in modo diverso........mi convertiro al tuo modo di panatura,troppo goduriosa per il palato.Beata te che hai fatto le ferie......Per me sono solo un dolce ricordo.
Ben tornata.

Pawèr+Littlefrog ha detto...

dopo una vacanza il ritorno a casa è sempre un pò faticoso...ma con qsto piattino ti sei consolata alla grande!!!e godiamo pure noi...

FairySkull ha detto...

Croccantissimo !! Che buono !! Ciao Lisa

NUVOLETTA ha detto...

Che belli questi filetti...ciao

Carla ha detto...

Ciao Grazia e bentornata! eh la Sardegna che bellezza! e che mare!
La carne impanata è una delizia, anche da me in estate si mangia spesso ed è tipo la tua, senza il prezzemolo. Un modo diverso per fare la carne fritta è quella fatta con il petto di pollo, lo immergo prima nel latte per almeno un'oretta in modo che la carne risulti più leggera;)e poi il procedimento è identico all'altro.
A presto
Carla

Chantilly ha detto...

bentornata!
che gola le cottoline belle e dorate.

Paola ha detto...

La cotoletta è sempre vincente!!! Io a volte utilizzo la cottura in forno per evitare la frittura. Buona settimana

Ciboulette ha detto...

Grazia
non faccio fatica a credere che le gradiscano! Devono essere fantastiche!!!

Sai che ho comprato lo spremiaglio da mesi e non l'ho mai usato??? :)

Voglio stare leggera per un po', ma poi concedermi queste cotolette!

marcella candido cianchetti ha detto...

ma lo sai è un piatto siciliano ed in america lo fanno ancora,l'importarono la ricetta i nostri emigranti ciao

marcella candido cianchetti ha detto...

e allor ricordavo bene che c'era un'attinenza con il sud,noi come contorno abbiniamo peperoni arrosto conditi con capperi olive nere infornate, aggiughina olio una spruzzata d'aceto aglio origano, ma questi peperoni hanno un difetto fanno mangiare tanto pane specialmente se si tratta di mafalda o panini al sesamo buona giornata