lunedì 30 giugno 2008

Dolce di ricotta con le ciliegie







E’ da sabato sera che la maledetta connessione (oggi è lunedì) non c’è più.

Quando ho visto che sulla schermata al posto di 3 ITA c'era scritto NO SERVICE, ho pensato che fosse una cosa passeggera.

E invece NO!!!!!!!!!!!

Come una cretina sono andata in giro per la casa col pc in mano e con lo spinotto penzolante per vedere se trovavo un punto nel quale potesse avere campo e sono finita sullo stendibiancheria sul balcone.

Allora qualcosa è successo: pensate sono riuscita a scaricare la posta e a rispondere a qualche e mail e mentre, battevo sui tasti, lo stendibiancheria ballava tutto.

In più sul balcone si era fulminata la lampadina per cui dovevo andare alla cieca.

Alla fine ho rinunciato per cui ho telefonato ad Alma la mia amica-cavia e le ho chiesto ospitalità per poter accedere ad internet, postare qualcosa ed eventualmente, in caso negativo cristonare un po’.

Ma neanche da lei è andata bene e ho lanciato un S.O.S. a Luca (quello che normalmente mi chiama MZ o Mammazan, e che io adoro) ed ora sono qui a casa sua usando la sua connessione.

Neanche le mail sono riuscita ad inviare perchè erano sotto la copertura della 3, così mi ha detto...

Ragazze un macello...

Volevo postare questo dolce perché magari qualcuna delle mie amiche ha ancora qualche ciliegia da far fuori, non che le ciliegie costituiscano un problema per lo smaltimento! normalmente!!

In caso contrario se le suddette non ci fossero ho pensato che poteva andare bene anche la marmellata di ciliegie.

Questo dolce è nato dalla necessità di “far fuori “ l’uva passa gigante che dovevo mettere nella torta di pere e mele e dimenticata in frigo, e da una vaschetta di ricotta che mi era rimasta sul groppone in quanto non avevo preparato il patè.




Nel caso leggesse questo post mi ricordi per favore il suo nome.

Poche chiacchiere oggi.



Tempo di preparazione: circa 30’

Costo: medio

Difficoltà:**

Ingredienti

320 gr di farina 00
1 bustina e 1/2 di lievito per dolci
150 gr di zucchero
1 barattolino di yogurt
200 gr di ricotta
1/2 bicchiere di olio extravergine
1 bella manciatona di ciliegie o in mancanza della marmellata
1 bustina di vanillina
1 grossa manciata di uva passa gigante

1 pizzico di sale


Setacciare 2 volte la farina con il lievito.

Denocciolare i duroni (io avevo solo quelli).

Lavorare la ricotta con lo zucchero, aggiungere lo yogurt, l’olio d’oliva extravergine, l’uvetta ammollata e ben strizzata e versare nella scodella in cui avevamo messo la farina setacciata, mescolare con cura con una frustina e versare la metà del composto in uno stampo di silicone ed ho sistemato tutte le ciliegie prima preparate.

Ora siccome mi ricordo bene le raccomandazioni di Panettona, ho pennellato lo stampo con un poco di burro (è sempre lo stesso che adopero per le forme allungate di dolci) per evitare che il dolce quando si stacca non abbia l’aspetto grottoluto come se avesse un’eruzione cutanea.
Ho quindi versato l’altra metà del composto

e ho messo in forno preriscaldato e ventilato a 180° per circa 30’.

Il risultato lo vedete e vi assicuro che oltre ad avere un aspetto gradevole è anche ottimo.

Ultima annotazione: se non risolvo il problema della connessione avrò, come si può immaginare difficoltà nel rispondere e postare.

Ma…………. una volta risolti, ragazze nessuno o quasi mi potrà fermare!!

Un bacio a tutte!!!

22 commenti:

Micaela ha detto...

ciao Grazia, anch'io avevo fatto un plumcake con ricotta e ciliegie poco tempo fa quindi so già che sarà buonissimo! visto che il mio è finito da tempo posso prendere una fetta del tuo?
baci!!!

Ciboulette ha detto...

Grazia,
ho usato tutte le ciliegie per la marmellata, mane ho fatta cosi tanta che ne usero' un po' anche per il tuo buonissimo dolce!! :)

Incrocio le dita per la tua connessione!!! Un bacio :)))

le pupille gustative ha detto...

Ciao Grazia, che bellissimo blog il tuo! Questo dolce di ciliegie deve essere una meraviglia, e poi è un periodo che ho voglia solo di dolci lievitati con frutta e yogurt o ricotta: lo proverò perchè sembra davvero irresistibile! BAci

Caty ha detto...

Ciao tentatrice... i tuoi dolci sono veramente invitanti, ti ringrazio anche per la segnalazione del sito di Niki che mi ha veramente affascinato, sembra una favola vivere in un paese così esotico e invece.. credo che le scriverò Baci Caty

cibercuoca ha detto...

Il dolce di ricotta con cerezas si vede bellísimo!
Buona idea de la marmellatata perche in otoño le cillegie sono di pezio elevado per noi.
hau mammy, besos y abrazos!

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Grazia tesoro ma come va? :-D scusa se ognitanto mi assento ma ti leggo sempre sai?
splendido dolce proprio quello di cui avrei bisogno in questo momento! :-D
ciao meraviglia della natura
Silvia

twostella ha detto...

Torta super-soffice ripiena di frutta, una meraviglia per viziarsi! Mi piace molto questo stampo, non è ancora nella mia collezione, grazie dell'idea!!!!!!

Serendipity ha detto...

..io non riesco mai ad avanzare le ciliegie..sono troppo buone!!!
Ma per un dolce come questo potrei fare uno sforzo...

lytah ha detto...

Ciao mio tesoro di mammazan :D
Ma che combini??? Io torno e tu scappi a rincorrere la connessione???? Grazia voglio solo dirti grazie di tutto... ora sto facendo un giro per i blog dopo la lunga assenza; fatto questo ti scrivo e ti aggiorno :)
Il tuo dolcino è meraviglioso e mi sei mancata tanto tantissimo!
Ti abbraccio!
taty

Pamy ha detto...

Ciao, questo dolce è stupendo;) e poi le ciliegie co stanno ad oc baci

michela ha detto...

Ottimo!
Me lo segno sicuramente
Grazie

Dolce e Salato..come me! ha detto...

Che bontà...non tutta la marmllata di ciliege che ho non resta che provare a farla appena ho un attimo!
Complimenti per il blog e per le foto...fanno venire l' acquolina in bocca.
Ciao e a presto
Laura

Fra ha detto...

Guarda che se non risolvono in fredda io vado a protestare personalmente...non è che possono oscurare la nostra Grazia!
Comunque sei straordinaria, mi ti vedo con l'elmetto da sommossa a cercare testardamente una connessione ;P
Un bacione
Fra

manu ha detto...

carinissimo post! un abbraccio
baci

radem ha detto...

Ciao,
l'ultima volta anch'io ho preparato un dolce di ricotta ed era buonissimo.
Non so perché ma mettere la ricotta nell'impasto dei dolci fa venire più voglia di mangiarli senza sentirsi in colpa :PP

Ciao ciao,
radem

anna righeblu ha detto...

Bellissimo dolce Grazia... ricotta e ciliegie... chissà che buono!!!
Spero che la tua connessione torni a farsi viva!
Un abbraccio

Pippi ha detto...

hahah Grazia mi fai morire!!!!hahah ti vedo già con il pc e il filo a penzoloni a cercare un punto buono per la connessione.....come con il telefonino a cercare la copertura di rete! ;-)
dovresti scrivere un libro! il dolce è delizioso le ciliegie ormai nel mio alberello se ne sono 'andate' ma la marmellatina c'è!!! heheeh un bacio Pippi

Riki ha detto...

Oddio, l'idea di te sullo stendibiancheria sul balcone per prendere qualche filo di connessione mi fa ridere alle lacrime ^ O ^
Sto preparando delle scatole per manader della roba a casa, se no avremo almeno 10 chili di troppo all'aereoporto! Purtroppo i giappi non sono famosi per i dolci, ma se c'è una cosa di salato che ti piacerebbe te la mando volentieri!
Il compleanno del mio marito è andato benone, ho fatto la torta talpa che era un successo...ma non ho prove.....
Ma che animale hai, un gatto o un cane?

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Questo dolce mi pare delizioso! Ricotta quanta ne va? Lo proverò senza dubbio chissà come viene con le albicocche! Baci Laura

virginia ha detto...

Ciao,
ma le uova non ci vanno?

Mammazan ha detto...

@ Virginia
Ho riletto con cura la ricetta, l'ho postata veramente tanto tempo fa, e le uova non sono citate nella preparazione.
Se la cosa non ti convince aggiungine un paio piccole vedrai che andrà bene ugualmente..Fammi sapere!!

virginia ha detto...

Ciao,
il dolce è venuto buonissimo con 3 uova, l'ho portato ai colleghi dell'uffcio che hanno gradtito molto.Proverò le altre tue ricette
che mi sembrano buonissime.In queste giornate di pioggia leggere
tutto quello che scrivi mi è stato
di molta compagnia.