mercoledì 11 giugno 2008

Biscotti ai fiocchi d'avena








Anche quest’anno sono arrivate.

Piccole, nere, numerose, compatte, affamate, tante, troppe.

Le trovo ovunque: sono perfino andate nella mia borsetta e si sono rosicchiate le caramelle rinchiuse nel loro astuccio, forse non troppo ben sigillat.

Le trovo a gironzolare anche qui sul computer, tra un tasto e l’altro.

Ogni tanto me le trovo anche sulle mani (profumeranno di qualcosa di dolce e appetitoso? In effetti potrebbe anche essere…..

Quando devo conservare un pezzetto di dolce per poco tempo e non voglio metterlo in frigo ,lo chiudo nel microonde.

Lo zucchero a velo lo metto in una scatola, sigillato con un robusto fermaglio e così posso stare tranquilla.

Ma stasera quando ho aperto un pacco di zucchero intatto e sigillato ho notato una piccola processione che si dirigeva verso la sommità del sacchetto, vicino alla chiusura e….quando l’ho aperto le ho viste rotolarsi tra un granello e l’altro.

Mi sembrava quasi di sentire i loro gridolini di gioia mentre nuotavano a farfalla o a dorso , o con stile libero nella massa dolce e invitante.

Vi ricordate zio Paperone che faceva il bagno nella sua piscina piena d’oro? Bene io ho avuto la stessa visione , ma l’oro era bianco e loro sono nere.

Le ODIO.

Le vedo gironzolare oziose sulla cucina o infilarsi nella pattumiera se mai ho lasciato la buccia della frutta non ben chiusa.

Le ODIO:

E non possono mettere granché perché c’è Ninì che gira e non posso certo cospargere veleni qua e là.

Aspetto CONSIGLI E CONFORTO.

PERO’ NON SI AVVICINANO AI BISCOTTI.

Mi sono lamentata abbastanza per stasera, ma ho chiuso tutto per bene, ho sparso il sale ( mi è stato consigliato) nei punti topici e alcol per farle annegare allegramente.

E VAFFA!!!!!! Pure voi maledette.

Comunque tenendo sempre in mente le ampie chiappe della donna di Botero propongo queste “spartane “margherite all’avena.

Perché a forma di margherita?

Perché non avevo voglia di andare a prendere la scatola che conteneva le altre formine.

Bisogna badare alla sostanza e non alla forma (però sono carine ,vero?).

Tempo di preparazione:circa 20’/25’

Costo: basso

Difficoltà:**

INGREDIENTI

100 gr farina integrale
100 gr farina 00
1/2 bustina di lievito circa 8 gr
100 gr burro
100 gr zucchero
100 gr fiocchi d'avena
100 gr purea di mela o altra frutta a piacere


Sbucciare e tagliare a dadolini una mela, come in questo caso, ma possono andare bene anche altre qualità di frutta.

Cuocere in poca acqua e poco zucchero e ridurre in purea.

In una scodella lavorare il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere una crema soffice, aggiungere la purea fredda, i fiocchi d’avena, la farina integrale, la farina bianca setacciata con il lievito.

Mescolare con cura e formare una palla. L’impasto deve risultare ben sodo.

Avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciare in frigo per circa 30’.

Passato questo tempo riprendere la lavorazione del panetto e col matterello, infarinando sia il piano di lavoro che il matterello stesso, stendere la pasta in modo da ottenere una sfoglia non troppo sottile .

Con un tagliapasta della forma preferita ritagliare i biscotti e depositarli su almeno 2 teglie ricoperte di carta da forno.

Il porno, preriscaldato e ventilato deve essere a 170°

Cottura 12’/15’.

I biscotti vanno controllati a vista … mi raccomando.

E fatemi sapere!!!!!

P.S.

OGGI IN CIELO NON C'E NEANCHE UNA NUVOLA
ALLELUIAHHHHHHHHHHHHHHHHHH

28 commenti:

Vale ha detto...

Che visione i tuoi biscotti mamma!! Mi viene un languorino a quest'ora e mi viene anche voglia di bissare la colazione! GNAM GNAM.
Per quanto riguarda le maledette, cercati un prodotto che nn intossichi Ninì Santo (il gatto) vedi tu che le sgomini, piccole insidiose. Io per fortuna nella casa nuova non le ho ancora avvistate, ma è solo questione di tempo..

salsadisapa ha detto...

che carini sti biscottini! e pensa che non ho mai mangiato i fiocchi d'avena: sono troppo curiosa! per quanto riguarda le bestiacce... io tanti anni fa avevo risolto con un insetticida che non era tossico per i gatti: si chiamava BIOKILL. cercalo! :-)

panettona ha detto...

che buoni i tuoi biscotti!!!
sono felice che il bel tempo sia arrivato e mi dispiace tanto per le brutte bestiacce, qualche anno fa da mia nonna c'è stat un' invasione, ho somnttao mezza casa per scovare da dove entravano e quando l'ho capito ho sigillato il buco ;)
a presto!

Fra ha detto...

....Un fucile a pallettoni? o troppo radicale come soluzione? :D
I biscotti sembrano una delizia, per le bestiacce tieni la tv accesa 24 h su il tg 4...secondo me si suicidano!
Un bacione
FRa

Dolcetto ha detto...

Allora mi consolo... fino ad un paio di settimane fa ero messa come te e mi veniva un nervoso!!! Uno schifo... Ora va un po' meglio, però ce ne sono ancora. Tra l'altro anche noi abbiamo la nipotina che gira per casa e non possiamo spruzzare troppo... Mi fanno troppo schifo e poi, con tutti i dolci che faccio, devo sempre stare attenta a sigillarli per bene e metterli lontano dalle finestre... Che palle!!
Comunque questi biscotti sono deliziosi, io adoro i fiocchi d'avena!!!
Buona giornata

cuochetta ha detto...

Grazia mi hai fatta morire dal ridere... io 4 estati fa ebbi un'invasione di blatte "notturne" una vera tragediaaaaaaaa
Per le formichine so che odiano il dentifricio... prova!

Per il tempo... non so da te ma qui dopo una mattinata di sole... sta diluviandooooo SIGHHHH

Anna

Caty ha detto...

Cara Mammazan, da un pò seguo il tuo blog e ti passo due suggerimenti antiformica : borotalco lungo il sentiero delle formiche, si sporcano le zampe, non riescono più a camminare bene e cambiano strada. Anni fa esisteva in commercio una scatolina tonda con dentro veleno, lungo il bordo 2 buchini opposti, si metteva nel centro della fila delle formiche, loro entravano dal primo buchino attraversavano la scatola e uscivano dall'altro portandosi dietro il veleno fin dentro alla tana. Non ricordo il nome ma forse si potrebbe pensare di farne uno casalingo con il veleno protetto dentro la scatola, un'esca dolce e messo dentro ad un mobiletto dove quelle malefiche si insinuano..Mi chiamo Caty (Caterina) vivo a Genova e da un pò di tempo grazie ad una giovane coppia (lui alpino) frequento Pinerolo (in camper) di cui mi sono innamorata,mi piace fare patchwork,cucina, orto/giardino, lettura e girellare in internet dove trovo persone veramente speciali che rafforzano la mia speranza nella "razza"umana nonostante tutto. Baci a te e a tutte le tue amiche che sento anche un pò mie Caty

Lambre ha detto...

Hihihi!!! Mammazan... tu le odi, io di piú! Due settimane fa mi sono presa una mezza intossicazione di DDT perché volevo sterminarle tutte... credi abbia funzionato? Giammai.
Grazie per la ricetta dei biscotti, ma sono un pochino in crisi... ho la ciccia che straborda da tutte le parti...

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Qui invece il tempo promette male :-( Buoni questi biscottini! Un bacio Laura

Pippi ha detto...

Ciao Grazia sono felice che anche da te il tempo si stia rimettendo al bello speriamo duri ... ma oggi in palestra mi hanno dato una brutta notizia sembra che da domani giovedì arrivi un'altra perturbazione........comunque speriamo prenda un'altra strada... le formiche sono tremende a casa mia abbiamo quelle rosse e stamattina mio marito .....le ha incendiate con l'alcool.....heheh
questi biscottini un pò ruvidetti mi piacciono e i fiocchi d'avena non li ho mai usati ...per curiosità sono quelliche si mettono nel latte? ok ora ti saluto che dovrebbe arrivare un cliente un bacio Pippi

Serendipity ha detto...

...buoni questi biscottini..li proverò per la colazione del week-end!

Mila ha detto...

Per le formiche, su un forum di giardinaggio, consigliavano olio essenziale di limone .. pare lo detestino :)

Mila

marinella ha detto...

ciao Grazia, mi associo decisamente a Caty, la soluzione è il talco, tanto comunissimo talco.
Funziona te lo garantisco, io lo uso tutte le primavere quando le bastardelle tentano di dare la carica a casa mia. Segui il loro percorso e spargi abbondantemente, poi guarda da dove accedono alla tua cucina e spargi sul vano della porta o sul davanzale, non amano camminarci e cambiano itinerario, sarà quindi a te stare attenta nei primi giorni perchè all'inizio cercano delle alternative. Naturalmente poi in casa occorre pulire tutto ed eliminare quelle che già sono in casa, comunque a quelle ci si arriva in poco tempo, l'importante è impedire che ne arrivino di nuove. I biscotti di avena mi piacciono tanto, sopratutto quelli sul genere di Ikea, ma non ho ancora trovato la ricetta. Baci

Lo ha detto...

Grazia: le odio anche ioooooooooooo! Allora dicono che stanno lontano con bicarbonato, sale, fondi di caffè, limone....ma quello che mi ha sempre salvato è il borotalco....e poi lavo sempre usando olii essenziali..che gli distruggo le strade odorifere..tiè! ah poi c'è un metodo molto hard per cuori veramente duri: schiacciane un tot e lascia lì i cadaveri...serviranno da monito alle nuove arrivate con questo messaggio:"lasciate ogni speranza o voi che entrate!" ;)

Mammazan ha detto...

@Vale Hai visto quanti consigli mi hanno mandato le mie amiche??
Sono tutte adorabili.
mams
@Salsadipapa
Il nome non mi riesce nuovo. devo andare a veder in cantina
@Panettona
ma le ho trovato che starnazzavano sulla cucina e ti giuro che avevo pulito che di più non si può.
devo fare un mix co tutti i consigli che mi sono arrivati!!
@ Fra ho solo delle vecchie pistole dell'800 che non fanno neanche ciufff.
Ma tu non vivi per vedere Fede?
@Dolcetto. sono contenta che i biscotti ti siano piaciuti anche se sono molto semplici.
Penso anche io che siano attratte dall'odore di dolce.
Il mio gatto frofuma ancora di vaniglia.
@Cuochetta
onestamente mi vedi spargere il dentifricio. Pensa che a Bagdad le gambe deii mobiletti della cucina erano ficcati in barattoilini pieni d'acuq per gli scarafaggini..
@Cara Caty
benvenuta tra di noi ,siamo tutte amiche e considero anche te tale. Sono andata sul tuo blog per curiosare un pò ma non ho trovato nulla.
Vieni a trovarmi pure che mi fai felice. Ho giusto un barattolo di borotaco, tanto poi passo il bidone.
Un bacio e a presto!!!
@Lambre
sono sicura che sei bellissima anche con le manigliette dell'amore.
baci piccola
@
Laura
Anche qui il tempo poi è cambiato oggi .
Ma cosa sarà mai domani?
@Pippi
ciao tesoro,
Si i fiocchi sono quelli che si mettono nel latte.
Li mangiavo da piccola e sanno di poco da soli...
@Serendipity
Una a mica a cui li regalati (una delle mie cavie) li ha mangiati col the e le sono piaciuti..
@Mila dove trovo l'olio essenziale(in erboristeria?)
@Marinella
proverò col talco, ma poco fa le ho trovate sul pianoi cottura, forse è rimasta un'idea di zucchero ( ho preparato il limoncello)LE ODIO
@@lO bello il metodo duro. ma visto il numero di pro per il borotalco userò quello così moriranno con un buon odore.
Baci a tutte Ragazze e buonanotte
Grazia

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Accidenti alla faccia delle spartane :-D..vorrei avere io una colazione così spartana stamani..ma ahimè sono già con la borsa in mano pronta per uscire.
Tesoro che balls anche io le odio molto e per fortuna non ho grossi problemi in casa ma proprio mi irritano!
Un bacione alla mia tesora grande :-P
Buona giornata qui niente pioggia ma sole coì così
Silvia
Silvia

ciciuzza ha detto...

Ciao Mammazan! grazie della tua visita! :) i biscotti sono da provare assolutamente. non ne ho mai fatti ai fiocchi d'avena e devo provare!.
Per le maledette.. è una guerra psicologica che si vince solo con la determinazione. so di che parli. più di una volta sono diventata isterica a trovare metodi per allontanarle e cercare però di non ucciderle.. beh.. non è facile

mamma3 ha detto...

Non trovando bella stagione e cibo all'aperto invadono le case, trovo che tutti i metodi che ti hanno suggerito siano più che validi, persevera, mi raccomando! rubacchio un biscotto intanto che me ne vado..Elga

fiordisale ha detto...

anche io le odio, e ho impiegato più di una notte per ripulire dalla loro presenza.
l'ultima volta non ci riuscivo, più ne toglievo e più arrivavano, era una vera e propria invasione, una roba (senza esagerare) da non riuscire più a distinguere il colore del piano della cucina. non potevo manco mettermi a terra per piangere perchè erano anche lì e il solo pensiero di ritrovarmele addosso mi faceva stare male. Poi ho tolto dai piedi un po' di roba e di loro e sono riuscita a capire da dove arrivavano. sai da dove? dalla presa che sta sul muro sotto i pensili della cucina. così l'ho smontata (ed evitando di avere qualunque cosa mangereccia attorno) ho cominciato a spruzzare quel nuovo prodotto baygon insomma quella specie di schiuma (credo serva per gli scarafaggi, quindi tanto meglio)la polverina non era servita a un accidente . Bè il servizio l'ho ripetuto per 3 volte in 2 giorni (sai per sicurezza)e in quei giorni ovviamente non ho mangiato a casa. Poi ho lavato tutto con sapone e da allora non ne ho più vista manco una.
un miracolo, è stato un lavoraccio ma sapessi quanto mi fa stare bene svegliarmi o tornare a casa senza sgradite presenze.
spero di esserti stata utile

MarkoVale ha detto...

Carissima amica, davvero complimenti per questa leccornia.
Piuttosto consiglierei di accompagnare questi biscotti con un vino moscato di Pantelleria.
a proposito ti invito a visitare il mio blog "markovale.blogspot.com" Saluti

Aiuolik ha detto...

Mi sa che con le bestiacce è difficile vincere...io ho buttato giusto domenica un pacco di grano saraceno :-(
Però questi biscotti mi consolerebbero :-)

Ciaooo,
Aiuolik

laGallinainCucina ha detto...

Non parliamo di formiche, ho avuto l'invasione in cucina due mesi fa....io sono stata molto crudele le ho sterminate con ciabattate e polverina, adesso però sono molto pentita, povere!!!!
Le formine a fiore sono belline.

kosenrufu mama ha detto...

guarda, devo dirtelo, sei SIMPATICISSIMA!!!! il discorso sulle formiche(che condivido) mi ha fatto sbellicare.... i biscotti poi, solo a leggere la ricetta si sente il profumo e il sapore squisito!

Tittieco ha detto...

Se non puoi batterle le nemiche, fattele amiche: metti un pacco di zucchero aperto vicino al formicaio principale,le formiche grideranno al miracolo e si stabiliranno li', avviando un'attività di trasporto!
Devono essere deliziosi i tuoi biscotti, come tutte le tue ricette del resto, ti seguo sempre ma è la prima volta che ti scrivo.
Arrivederci a presto!

unika ha detto...

ne prendo due per la colazione di domani mattina:-) un bacio
Annamaria

Riki ha detto...

Ciao!
Il BIOKILL si trova a Torino, l'ho visto in via Nizza angolo corso Dante da qualche parte.....
I fiocchi d'avena per me significano specialmente "torta natalizia"! farina, fiocchi d'avena, chiodi di garofano in polvere, cannella in polvere, una mela grattugiata e mandorle che fanno una torta scura buonissima.
Sarà perchè sono tedesca che cannella e cardamomo per me significano natale. Sono un amatta dei dolci, ma non ho mai pubblicato delle ricette sul mio Blog.......magari è giunto il momento di cominciare ;) Ma perché dovrei se ho le tue :D

gattacicova ha detto...

Anche se è passato un anno dal tuo post mi sento solidale e voglio raccontarti la mia soluzione. Io ho usato, senza rischiare di uccidere il gatto, degli affari della Raid ( si può scrivere la marca sul blog:P?). Sono della cupoline di plastica contenenti del miele avvelenato. Le formiche ci entrano da dei buchini a misura di formica, mangiano a sbafo e poi lo portano nel formicaio. In qualche giorno il problema è risolto e Ninì è salvo. Adesso vado a fare i biscotti.

kioko ha detto...

Ciao anke se il post è vecchio ti dico la mia ;) quell'odioso insettino può essero lo Stegobium Paniceum o il Lasioderma Serricone.. sono simili.. cercali su google e vedi se li riconsci.. sarà più facile combatterli.. se non è uno dei due cerca "insetti delle derrate alimentari" e scopri chi è l'intruso. Anni fa hanno invaso la nostra cucina.. un incubo! Per fortuna reminiscenze di entomologia mi hanno portato all'identificazione della bestiola! Sappi che mangiano di tutto.. the, camomilla, fiori secchi, spezie, biscotti, pane.. un po di tutto. Noi ormai conserviamo the, zucchero, farina, pasta, biscotti, insomma cibo, in contenitori di plastica.. questo permette di contenere i danni e di non dar loro cibo.. se sono tanti da qualche parte troverai una colonia.. devi armarti di pazienza! Noi scovammo il loro quartier generale.. e continuammo la guerra delle bestiole cha vagavano x casa.. Pochi mesi fa ho scoperto con orrore che erano entrati nelle scatole di latta dovevo conservavo il the.. groooan! Perciò ora è tutto rigorosamente ermetico! Occhi aperti e auguri per gli intrusi!