martedì 17 giugno 2008

Verona...Ti amo e.......dolcetti al cocco, banane e patate

Statua di Giulietta, of course!!!!

E il balcone!!!
La mitica Arena!!
Altra vista dell'Arena.


Piccola mano usata negli spettacoli. Ahahah
Altri "oggetti" necessari per gli spettacoli.....

Bellissima pianta di Verona in rame. Al centro Piazza Erbe e , a corona ,
l'Adige
Vista dell'Adige molto suggestiva...

E qui l'Adige, bello, ampio, gonfio d'acqua.....

LUI non ha bisogno di presentazione....

Fontana dell'amore con lucchetti e firme....

Particolare (questa è venuta bene, non è vero?)

Altro particolare...e qui non fò per dire........

Piazza ERBE
Questa statua è.....VERONA!!!

Palazzo della RAGIONE

Luogo dove fu ucciso Nicola

Sorridere PLEASE!!!!

Ragazze, sono tornata!!!!!!

Ebbene sì eccomi qui a raccontarvi la mia avventura scaligera con gli occhi ancora pieni di stupore per tutte le cose belle che ho visto.

Come ho detto sono partita venerdì scorso.

Appuntamento a Milano dove mio figlio doveva venirmi a raccattare alla stazione.

Raccattare è la parola giusta.

Il primo intoppo è stato rappresentato dal riuscire a trovare un luogo dove incontrarci!

Per sfuggire al frastuono micidiale che c’era alla stazione, dove era impossibile comunicare col cellulare, cosa ho fatto ?

Sono uscita trascinandomi dietro il maledetto trolley pieno di niente ma pesante come un macigno e, dopo aver sceso A PIEDI, perché LI’ la scala mobile non c’era, i consunti e numerosi scalini, mi sono trovata fuori dalla stazione e dal rumore assordante.

Trionfante telefono a Simone e gli dico che lo aspetto e lui mi risponde :”Cosa vedi davanti a te?”

Ed io:” Vedo il Pirellone un po’ sulla sinistra e un albergo (non ricordo il nome) di fronte a me”.

“E non vedi il Mac Donald?”

“NO, non vedo il tuo maledetto Mac Donald,”

“Allora gira a sinistra”

Giro a sinistra ma non abbastanza.

Altra telefonata.

“E allora lo vedi il Mac Donald”

“NO, maledizione!”

Dopo 5 telefonate , sempre più incavolate (avrei usato un altro termine a me più congeniale, ma disdicevole, visto che siamo in pubblico) riusciamo ad incontrarci .

Faceva abbastanza caldo ma oltre al vento, si percepiva un’atmosfera strana, quasi di attesa.

Ti credo c’era la partita di calcio valevole alla qualificazione europea di non so quali squadre.

Finalmente arriva la ragazza di mio figlio (che veniva direttamente dal lavoro) e così, speranzosi, ci tuffiamo nel traffico delle 7 di sera allietati dalla descrizione di una zuffa, avvenuta in strada , proprio sotto il suo ufficio tra un tassista e due energumeni ai quali il suddetto tassista è riuscito a sfuggire rifugiandosi in macchina,sotto gli occhi attoniti del passeggero, e scappando con il suo mezzo, il tutto allietato dal frastuono crescente delle auto bloccate dalla lite.

Oddio, la sto facendo lunga come al solito!!!!

Allora verso le 20.30 arriviamo a Verona, attesi dai miei con suoceri, e dove ho pernottato presso un pensionato studentesco vicinissimo a casa loro.

Finalmente l’indomani cominciamo il giro o meglio “il pellegrinaggio “ per la città.

Ora, non me ne vogliano le torinesi, anche io sono torinese anche se di adozione e adoro Torino, ma dopo aver visto Verona ho esclamato che non c’era paragone tra le due città a vantaggio di Verona, ovviamente.

E poi non tutti, visitandola, avranno mai una guida così approfondita, competente, appassionata, come ho avuto la fortuna io di avere.

Lei è innamorata della sua città, conosce ogni luogo e la sua storia , ti sa far vedere quello che difficilmente riusciresti a notare, non solo ma ti fa conoscere la storia, gli eventi, le curiosità che solo una personcina come lei può conoscere.

L’adoro!!

Ma a Verona anche al turista che viaggia con le fette di prosciutto sugli occhi, non può sfuggire un così grande concentrato di bellezze architettoniche.

Ogni portone, ogni finestra, ogni palazzo è una gioia per la vista!

E non a caso, mi ha fatto notare la mia guida, dopo che è stato fatto un potente maquillage alla maggior parte degli edifici, restaurati e ritinteggiati, Verona, pur famosa per la vicenda arcinota di Romeo e Giulietta, lo è diventata anche per le sue bellezze, diventando la terza città italiana per importanza turistica.

Ho fatto una marea di foto e ho pensato di proporle un po’ per volta nei corso delle mie chiacchiere, scusandomi in anticipo per la qualità non eccelsa.

Bisogna infatti tenere con conto che.

1° Era nuvolo

2° E’ anche piovuto (tanto per cambiare, ma in modo non eccessivo)

3° Ho fotografato tenendo la digitale con una mano sola e con l’altro reggendo l’ombrello e una borsa pesante come un macigno.

4° Ho quasi interrotto il traffico (a volte) mettendomi in mezzo alla strada alla ricerca dell’inquadratura migliore, prontamente trascinata sul marciapiede dai miei ragazzi e strapazzata a dovere per aver messo a repentaglio la mia vita.

Sono stata eroica!!! Anche se ho offerto una disdicevole immagine di me stessa.

Ma alla fine della fiera …. Ma chi se ne frega?.

Tanto ci tornerò di nuovo e farò di nuovo così!!!!!!!

E poi tanto per cambiare a tutte le mie amiche dedico questo dolce proposto in forme diverse pur partendo dallo stesso impasto e cioè

TORTA AL COCCO, BANANE E PATATE

Tempo di preparazione:40’

Costo: medio

Difficoltà: **

Ingredienti

100 gr farina 00
1/2 bustina lievito
250 gr di banane al netto
600 gr di patate
150 gr di zucchero a velo
1/2 cucchiaino di cannella
200 gr di latte

100 gr di cocco disidratato
50 gr tra mandorle e noci

100 gr di uvetta


Nel latte bollente mettere il cocco liofilizzato e lasciarlo fin quando ha assorbito tutto il liquido.

Mettere a bagno l’uva sultanina in acqua tiepida.

Sbucciare e tagliare a tocchetti le patate e metterle a bollire in acqua fredda e poco salata per almeno 15’/20’.

Volendo si possono cuocere a vapore nella pentola a pressione riducendo adeguatamente il tempo di cottura.

Schiacciarle quindi appena sono tiepide in una scodella e aggiungere il latte di cocco.

Io ho usato più fogli di carta da cucina per ottenere il latte in maggior quantità e per avere un “filtro” più consistente.

Schiacciare con una forchetta la polpa di banana ed aggiungerla al composto unitamente all’uvetta strizzata, ai gherigli delle noci e alle mandorle tritate grossolanamente e lo zucchero a velo, in mancanza usare lo zucchero fine dell’Eridania.

Per ultima aggiungere la farina setacciata con il lievito.

Mescolare con cura e versare nelle varie formine pennellate con il butto e infarinate.

Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 170° per circa 25’/30'.


Per variare il gusto e rendere più gradevole la presentazione setacciare su alcuni dolci il cacao amaro o lo zucchero a velo che però sparisce abbastanza in fretta o fare un mix come appare nella tortina tonda.

SBIZZARRITEVI!!!!!!!

25 commenti:

panettona ha detto...

ciao grazia!!!
bentornata!!!
le foto sono bellissime!!!
e i dolcetti... sono davvero curiosi, immagno anche buoni!!!
notte!
eliana

cibercuoca ha detto...

Hola Mammy! bienvenida a casa! te estaba esperando.
Gracias por las fotografías tan bellas y tus comentarios tan interesantes. Un abrazo gigante

astrofiammante ha detto...

mammazaaaaaaaan sei venuta quiiiiiiii
e non ti ho vistooooooo :-(((((((((((
sigh sigh....spero che la tua guida ti abbia fatto assaggiare qualche veronesità....dolce o salato.......
hai toccato la tetta....pardom il seno di Giulietta? portafortuna.....
ciaooooo!! baci.

Luca&Sabrina ha detto...

Bentornata Grazia, ci sei mancata tanto, ma ce l'aspettavamo che te la stavi spassando alla grande, sei una forza della natura!
Le foto sono venute bene, la conosciamo Verona e la amiamo anche noi, è da un pò che manchiamo e tu ci hai rinfrescato la memoria!
Ci ha fatto sorridere la scena alla stazione di Milano, ma poi il Mc Donald l'hai visto?
......Ancora una magia è uscita dal tuo forno....hai il pollice per i dolci tu!!!!!!
Sabrina&Luca

anna righeblu ha detto...

Bentornata (anch'io sono mancata per un po')! Bellissime le foto di Verona, e il post, tutto, viene voglia di partire...
I dolci sono strepitosi...
Un abbraccio e a presto :)

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Grazia buongiorno a te tesoro!! Che belle queste foto..ma che balls che ha piovuto anche lì..uff.però sento che ti sei divertita e questo mi riempie di gioia! Grazie come sempre per la ricetta, ma era il sole che hai dentro te che mi mancava di più! :-D
Bacione
Silvia

brandelli ha detto...

Lefoto non sono niente male! (soprattutto tenendo cotno delle condizioni :D )
E poi Verona è una cittá bellissima!
Mila

Lo ha detto...

fantastica ricetta..ma soprattutto mi hai fatto venri volgia di tornare a verona...è tantissimo che non vado...e me ne hai ricordato la magia! un baciotto

niki ha detto...

Mi spiace Grazia ma stavolta manco ho guardato le ricette...un magone così a rivedere la mia bellissima città. Grazie per aver pubblicato le foto.
Con grande nostalgia dal Nepal Niki

Chantilly ha detto...

ciao!
grazie ancora per i consigli. ti aspetto al gruppo di self-help!
mi raccomando che ce ne bisogno!
certo che dopo la mia decisione di ieri, vengo quà e vedo queste meraviglie di dolci! argh!
belle le foto eroicamente scattate! soprattutto l'ultima, grazie, mi hai strapato un sorriso.
grazie per l'entusiasmo che hai messo nel descrivere verona, mi hai fatto venir voglia di andarci.
buona giornata

Micaela ha detto...

Ciao Grazie, sono contenta che Verona ti sia piaciuta! io abito in provincia e vi vado molto spesso e pur non essendoci nata piace anche a me. mi ha fatto sorridere la storia dell'arrivo in stazione, stessa storia di quando viene a trovarmi mia madre! identica!
e complimenti per i dolcetti!
ciao ciao!

Riki ha detto...

Un altro posto sulla mia lista enorme di posti che devo vedere...
Grazie delle mail, mi hai fatto piacere! Magari se ti interessa un giorno ti mando qualche ricetta tedesca di dolci e/ o salati. Se sei stata a Berlino qualcosa avrai ben mangiato, no?
Cocco e banane...hmmm, suona come una cosa che dovrò fare al mio marito per il compleanno. Mi dai una mano con la forma giusta? Ho visto che hai usato diverse, se non ho niente io di forme cosa mi consigli di usare? Sono in Giappone! E le torte qua sono fatte di pan di spagna e panna montata, una tragedia.
Riki

unika ha detto...

ma sai che ho la foto da sopra al balcone di giulietta e cicci mio sotto.-) delizioso il tuo dolcino:-)
Annamaria

Cuocapercaso ha detto...

Bentornata!! bellissima esperienza a Verona, buonissima torta!
mi ha fatto molto sorridere il prendere come punto di riferimento il mac donalds!! eheheh
ciao
Grazia

Fra ha detto...

Buongiorno Grazia, bentornata!!! Anche io mi sono innamorata di Verona, è una città di un fascino così elegante che ti seduce. E poi piazza Erbe è qualcosa di indimenticabile. Grazie per i dolcini, sempre graditissimi
Un bacio enorme
Fra

salsadisapa ha detto...

dire UNA FIGATA è dire POCO! sei una forza, t'avevo già inquadrato ;-)))) bentornata e grazie del divertentissimo reportage!!

Pippi ha detto...

Eccoti di ritorno ma che belle foto sei una fotografa nata tu!! heh e che dire di Verona non l'ho mai vista ma credo anch'io che sia molto affascinante come città anche se a me Torino piace moltissimo! e la tua torta di cocco con patate e banane la trovo deliziosa come sempre sei un portento !!! un bacio a presto Pippi

Pamy ha detto...

Ciao, grazie a te ho fato un bel tour nella bella Verona!!! Sai avri sempre voluto andarci ma non ne ho mai avuto l'oppotunità;) grazie mille

mangia adesso ha detto...

ciao grazie per la visita
non sono mai stata a verona ma viste le foto pernso che dopo l'estate ci farò un salto
è bellissima

Ps il tuo blog e carino e le tue ricettine
quando posso me lo spulcio tutto
anzi me lo copio tutto ahahahah
baci a presto

Ciboulette ha detto...

Sono stata a Verona solo un giorno tanto tempo fa, e la trovai bellissima....era un giorno caldissimo di agosto! Peccato per la pioggia che avete trovato voi....

Prendo una fetta di torta e mi metto a lavorare! Ciao!!!

Sole d'autunno ha detto...

Ciao! Complimenti per le foto.. sono davvero bellissime!
Io abito nella provincia ma a Verona ci vado spesso.. e forse a volte, proprio perchè così vicina, la do un po' per scontata.. ma la mia città è davvero bellissima! Concordo con te!
Ora.. mi vergogno un po' ma ti devo fare una confessione: io quel busto di Shakespeare non l'ho mai visto.. Dov'è? ;)
Un saluto,
Sole

Morettina ha detto...

Grazie....ma lo vedi il Mac Donald???????
Ahahahahahha.... ti ho immaginata!
Grazie per il bel reportage su Verona!!!!
Bacio

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Hai ragione! Mi porto ancora nel cuore la visita a Verona di 6 anni fa! Ma ti hanno portata a bere lo spritz??? Bellissima e originale la tua torta!!!! Baci Laura

emilia ha detto...

Bella Verona, vista da fidanzati....e' stata l'unica donna a cui il mio amore ha toccato parti intime con foto allegata ;)) dicono porti fortuna...non si sa mai...ahahaha. Beh il dolcino si commenta da solo ! Baci.

rosalbaf ha detto...

quante cose buone prepari tu, sei molto brava, complimenti!